in

Le donne, le feste e i finti infortuni… Menez, che vita in Messico!

Nella storia del calcio, di talenti inespressi se ne sono visti tantissimi. Uno tra i più clamorosi, forse il più deludente per i francesi è Jérémy Ménez. Il ragazzo entra nella storia come il più giovane tesserato della Ligue 1 nel 2003, a 16 anni. Le sue doti lasciavano presagire l’arrivo di un nuovo autentico fenomeno in nazionale. Poi qualcosa  è andato storto. In primis la sua gestione al di fuori del campo. A testimonianza di ciò in Messico spuntano dei “segreti” compromettenti.

VIDA LOCA – E dire che la sua esperienza al Club America è una delle migliori per rendimento degli ultimi 3 o 4 anni. Sia chiaro, rispetto a ciò che tutti continuano tutt’oggi continuano ad aspettarsi da lui per i valori assoluti non è nulla ma 5 gol in 18 presenze possono andare anche bene per un trequartista. Tuttavia, anche in Messico, come riporta Infobae, la traccia maggiore l’ha lasciata per la sua vita privata.

FESTAIOLO – Infobae ha intervistato una presunta conoscenza del nuovo calciatore del Paris FC e pubblicato alcune foto che, riprese da TvNotas, lo ritraggono in dolci compagnia, bevande alcoliche e fumo. Quindi pubblica le dichiarazioni della fonte anonima che accusa pesantemente il francese. “Gli piacciono le feste, le donne e altre cose. In  Messico non si è fatto conoscere per il suo talento di calciatore. Lo hanno acquistato pagandolo 60 milioni di pesos all’anno, ma non hanno immaginato che sarebbe venuto in Messico solo per fare disastri. Jérémy si è dichiarato spesso infortunato quando non lo era”. Insomma, Ménez continua a far parlare di sé ma non per come gioca a calcio. E adesso dovrà difendersi anche da queste accuse…


Fonte: http://www.gazzetta.it/rss/calcio-estero.xml


Tagcloud:

City, la Premier è già persa? Si, secondo… Guardiola!

L'Equipe incorona Esposito: “La più grande speranza del calcio italiano”