in

Morata, la Juve è la tua casa. Ecco perché non va perso tempo nell'operazione riscatto

I bianconeri possono permettersi di rinnovare il prestito di Alvaro per un’altra stagione, ma il ritorno dello spagnolo – qualunque sia la formula scelta – dovrà essere reso permanente

Ci sono tre parole, quelle di Alvaro Morata, che spiegano anche il calciomercato e le inversioni improvvise. “Mi sento desiderato”, ha detto lui – senza troppi giri – nella felicissima notte di Budapest, sintetizzando il suo eccellente rapporto con la Juve. Desiderato come se mai fosse andato via, come se quella storia della “recompra” Real (quando fu costretto a rispondere alla chiamata di Florentino) non si fosse realmente verificata.


Fonte: http://www.gazzetta.it/rss/calciomercato.xml


Tagcloud:

Brasile, Neymar infortunato viene convocato in Nazionale

Torino, Zaza ha lavorato in gruppo. A parte Belotti