in

Lotta al match-fixing: nel mirino dieci partite del campionato di terza divisione austriaca

La Regionalliga Ost, campionato di terza divisione del calcio austriaco, finisce nell’occhio del ciclone per presunte partite truccate. Dieci le partite finite sotto osservazione con quattro club coinvolti e diversi giocatori interrogati, tra cui due che da giovedì sono tenuti sotto custodia dalla Polizia Criminale austriaca. “Confermo che dobbiamo parlare con la Polizia criminale – spiega il presidente della società Peter Eiglma questo è tutto quello che sappiamo. In questa vicenda siamo le vittime non i carnefici“.  Tolleranza zero, come riporta agipronews questa è la volontà sulla quale si basa un’intensa cooperazione tra i funzionari dell’Ufficio Federale di Polizia Criminale, gli esperti della società Sportradar, che hanno utilizzato il Fraud Detection system e la piattaforma Intelligence&Investigation, del Play-Fair Code e l’OFB (Federazione Calcistica Austriaca).

Le parole del segretario della OFB

L’integrità nello sport è una grande risorsa, sia nella massima divisione che nelle leghe regionali. Per questo motivo abbiamo deciso dall’inizio della stagione di far monitorare a Sportradar le procedure potenzialmente sospette anche nei campionati minori e grazie alle accurate indagini dell’Ufficio Federale della Polizia Criminale, è stato fatto un passo importante nella nostra politica di tolleranza zero per le possibili partite truccate“, ha dichiarato il segretario generale della OFB Thomas Hollerer.


Fonte: http://www.corrieredellosport.it/rss/calcio/calcio-estero


Tagcloud:

Inter, nuovo stadio per affiancare le big d'Europa. Obiettivo: far crescere gli incassi

Conference League: scelto l'arbitro per Roma-Zorya