in

Dura, riservata, spietata: il Chelsea saluta Marina, la sua Lady di ferro

Con l’addio di Abramovich, lascia anche la donna che dal 2010 ha gestito il club londinese portandolo ai vertici del calcio mondiale. Manager abilissima e temuta. Un esempio? Richiamò Mourinho e poi lo licenziò

Raccontano che dopo un’estenuante trattativa per il rinnovo con John Terry – all’epoca capitano e monumento del Chelsea – la signora un giorno si sia stancata – adesso ci penso io – abbia compilato il contratto con le cifre che a lei stavano bene, a lei non a Terry, se lo sia fatto stampare in fretta e in furia dalla sua segretaria, abbia convocato il capitano nel suo ufficio e – quando il difensore si è affacciato alla porta – gli abbia lanciato sprezzante i fogli sulla scrivania, intimandogli: “John, o firmi o ti levi subito dalle palle”.


Fonte: http://www.gazzetta.it/rss/calcio-estero.xml


Tagcloud:

Milan, un tesoretto dalle cessioni: Saelemaekers e Rebic i pezzi pregiati

Atalanta, Luca Percassi: “Siamo ambiziosi e vogliamo migliorare la squadra”