in

Napoli, Kepa è un rebus: spunta di nuovo Keylor Navas

CASTEL DI SANGRO – K e K. Kepa e Keylor. E in mezzo il Napoli: portieri-scorrevoli, sempre di più. Una storia intricata da sempre, da oltre un mese ormai, che a un certo punto sembrava aver riconosciuto un protagonista ma che poi è ricominciata dopo le difficoltà economiche riscontrate con il Chelsea: il Napoli sta lavorando senza sosta per cercare di superarle e dunque chiudere nel più breve tempo possibile l’ingaggio in prestito del portiere basco, ma il ds Giuntoli ha parallelamente moltiplicato i contatti con il Psg per Navas. Che tra l’altro, rispetto al collega, potrebbe anche arrivare con una formula differente: in prestito biennale. Oggi, nel frattempo, i Blues esordiranno a Goodison Park con l’Everton in Premier, e ieri Kepa ha postato su Instagram cinque foto che lo ritraggono con la divisa del club inglese. In calce, l’emoji di una clessidra: come a dire, il countdown è partito. Sta per cominciare la stagione: per il momento ancora con la maglia numero 1 del Chelsea.

Guarda la gallery

La formazione del Napoli di Spalletti con Kepa e Raspadori

Napoli, contatti frenetici

E allora, un’altra giornata di contatti. A distanza: al quartier generale del Napoli a Rivisondoli è andato in scena l’incontro con il Sassuolo per Raspadori, certo, ma parallelamente Giuntoli e gli uomini del suo staff hanno proseguito la missione-portiere. E dunque: innanzitutto colloqui per Kepa alla vigilia della prima di Premier. Frenetici: gli ostacoli di carattere economico esistono, resistono, ma il club di De Laurentiis ha intenzione di piazzare il colpo quanto prima. Anche perché più passa il tempo e più delicata diventa anche la posizione di Meret, per il momento portiere azzurro ma anche un portiere confuso dalle voci. Cioè dalle trattative prestigiose che si stanno sviluppando innanzitutto sull’asse con Londra. In attesa di risolvere le problematiche relative all’importo dei bonus e della formula, dei dettagli del prestito richiesto e della collaborazione nel pagamento del suo ingaggio da 9 milioni a stagione, Kepa ha annunciato l’inizio della Premier attraverso il suo profilo Instagram ufficiale. Un post, cioè cinque foto con la maglia del Chelsea e poi una clessidra: che indica, più di ogni altra e suggestiva ipotesi, il tempo che scorre e che manca dall’inizio ufficiale della nuova stagione.

Navas c’è

Qui Londra, a voi Parigi. Paris Saint-Germain: la capitale di Keylor Navas, il primo uomo accerchiato da Giuntoli a giugno e poi gradualmente scivolato nelle retrovie in virtù dell’affondo su Kepa. Salvo poi riemergere all’improvviso: i problemi nella trattativa con il Chelsea hanno ravvivato i contatti Napoli-Psg, Giuntoli-Campos, con una novità che garantirebbe anche un minimo di continuità all’eventuale accordo: prestito biennale, con imprescindibile partecipazione del Paris alla copertura dello stipendio. Molto simile a quello di Kepa. La borsa dei portieri è impazzita: oscillazioni continue.

Meret, il nodo

Intricata è anche la matassa-Meret. Ovvero: lo Spezia, il club che s’era fatto avanti più concretamente per Alex in virtù della stima di Gotti nei suoi confronti, ha riaperto ieri la trattativa con Bart Dragowski, in uscita dalla Fiorentina, e poi l’ha anche chiusa. Definita. Tutto da rifare: resiste la pista Torino, proprio come il Leicester, ma la storia si sbloccherà innanzitutto quando sarà chiaro il quadro del Napoli. Che intanto, per l’eventuale ruolo di vice, tiene sempre in caldo Salvatore Sirigu, svincolato e congelato da un po’. Tanto che il Fenerbahce sta provando il blitz.

Guarda la gallery

Acquisti, cessioni e probabili formazioni: il calciomercato cambia la Serie A FOTO


Fonte: http://www.corrieredellosport.it/rss/calcio/calcio-mercato


Tagcloud:

Lazio, la mamma di Luis Alberto: “Monchi, portalo a Siviglia!”

Suarez, primo gol con il Nacional. Poi nel finale sbaglia un rigore