in

Inter, idea Ndoye se parte Dumfries

La priorità all’Inter è trovare un vice Sommer, ma nel gioco a incastri che è il calciomercato, ieri le novità più importanti sul fronte nerazzurro vanno registrate per l’attacco. In sede si è infatti presentato George Gardi, intermediario con la Turchia ma – soprattutto – uomo forte del presidente del Galatasaray che rischia seriamente di perdere Mauro Icardi. Da qui il sondaggio effettuato per Marko Arnautovic che, per caratteristiche, è il giocatore ideale per rimpiazzare il centravanti argentino: la sfida con il Fenerbahçe di Dzeko e Mourinho da vivere come attore protagonista potrebbe convincere l’austriaco ad accettare, anche perché Arnautovic a Istanbul continuerebbe ad avere il palcoscenico della Champions.

Fiorentina su Arnautovic?

Occhio pure alla Fiorentina: Raffaele Palladino, che a Monza aveva chiesto e ottenuto Djuric, cerca un centravanti boa per l’attacco e Arnautovic – bravissimo pure con i piedi – stuzzica molto il nuovo allenatore dei viola. L’addio dell’austriaco “stapperebbe” le mosse in entrata in attacco, dove Simone Inzaghi ha chiesto un giocatore dalle caratteristiche differenti rispetto a quelli in rosa, capace di garantire dribbling e di giocare sulla trequarti, così da permettere all’allenatore di poter passare al 3-4-1-2, come visto in più di occasione nella coda di stagione, con Albert Gudmundsson in cima alla lista delle sue preferenze, operazione però alquanto onerosa per le richieste del Genoa (40-45 milioni) e per la concorrenza tra Italia (Juventus) e Premier.

Dumfries in uscita, idea Ndoye

Restando alle possibili uscite, l’Aston Villa sta preparando l’offerta per Denzel Dumfries dopo che Monchi ha preso contatti con l’entourage dell’olandese: dovrà essere molto convincente, considerato che Simone Inzaghi non vuole privarsi dell’esterno e l’Inter – in caso di proposte al ribasso – non esclude di portarlo a scadenza per non depauperare la rosa di un titolare. Nel caso in cui arrivasse “l’offertona”, l’Inter avrebbe comunque già in caldo un paio di profili: il primo è quello di Yukinari Sugawara, in uscita dall’Az Alkmaar che però vuole monetizzare, l’altro è quello di Dan Ndoye per cui il Bologna potrebbe accettare una formula “creativa”. Detto questo, il comune denominatore tra i due è la ricerca di un esterno iper-offensivo, questo per avere nel mazzo un giocatore dalle caratteristiche molto differenti rispetto a Matteo Darmian.

La situazione di Audero

Al netto di quanto potrebbe accadere sul fronte cessioni, centrale nei pensieri di Ausilio e Baccin è l’argomento portiere, considerato che quella è l’unica casellina libera in rosa. Oggi, con Tinti in sede, si parlerà pure di Audero che piace al Como: l’Inter sembra intenzionata ad andare su un vice che sia pure l’erede di Sommer, ma molto dipende dal budget per il mercato e, in tal senso, i nerazzurri potrebbero chiedere al procuratore di attendere qualche tempo pr


Fonte: http://www.tuttosport.com/rss/calcio/calciomercato

Conte al Napoli, rivivi diretta: inizia la nuova era, dal mercato allo staff

Albertini: “Milan, Zirkzee per crescere non per vincere subito”