consigliato per te

  • in

    Verona, non solo Henry: sprint per Djuric. Simeone verso l'addio

    Verona show. Dopo Thomas Henry, i veneti hanno mosso passi concreti per l’ingaggio dell’ex Salernitana Milan Djuric. Sul piatto un triennale da circa 700.000 euro a stagione, con bonus. Il bomber bosniaco era stato accostato a diverse squadre italiane e straniere, ma i veneti hanno deciso di sbaragliare la concorrenza con un vero e proprio blitz di calciomercato. Sono attese, intanto, novità sul fronte Simeone. Il Cholito è in uscita e negli ultimi giorni ha ricevuto un’offerta dal Siviglia e da un club di Premier League. Costa 18-20 milioni di euro. LEGGI TUTTO

  • in

    Pirlo vuole Ramsey: la Juve ci spera ma…

    TORINO – Il futuro di Aaron Ramsey è lontano da Torino, questo è ormai scontato, però non è ancora definito del tutto. La Juventus ha bisogno di liberare spazio, anche a livello economico, e i 7 milioni netti di ingaggio ancora per un anno pesano eccome nelle casse del club. Lo stesso Ramsey vuole andare via perché il suo obiettivo è trovare continuità in una squadra che gli dia spazio e fiducia (dopo i sei mesi non esaltanti in prestito ai Rangers di Glasgow): c’è il Mondiale tra novembre e dicembre in Qatar e il gallese non vuole correre rischi. Per cui cerca una soluzione ma al momento l’accordo non c’è ancora: ballano un paio di milioni tra quelle che sarebbero le volontà del centrocampista e ela proposta della Juventus per la risoluzione contrattuale.
    LA SPERANZA Andrea Pirlo lo vuole e ha cercato di intavolare una trattativa attraverso il lavoro del suo nuovo club, il Karagumruk. La speranza è l’ultima a morire, ma al momento non ci sarebbero margini di manovra, almeno a quanto sostiene il presidente della società turca, parlando con il Sun: «Abbiamo parlato con Ramsey. Cercavamo un accordo, ma per ora ci siamo arresi». LEGGI TUTTO

  • in

    Milinkovic, proseguono le vacanze e le indiscrezioni di mercato

    Proseguono le vacanze di Sergej Milinkovic-Savic, che si sta godendo il meritato riposo dopo la stagione con la Lazio e gli impegni di Nations League con la sua Serbia. Il centrocampista biancoceleste è in compagnia della fidanzata Natalija e ha pubblicato una storia sul proprio account Instagram mentre si rilassa in barca con la seguente didascalia: “E’ stata una bella giornata”, con “Beautiful day” degli U2 – a tema – a fare da sottofondo. Nel frattempo non si placano le voci di mercato, soprattutto quelle legate ad un forte interessamento del Chelsea, dell’Arsenal e altri club di Premier League. L’eventuale partenza di Milinkovic permetterebbe alla Lazio di pianificare il mercato, ma Lotito non ha intenzione di scendere sotto i 60 milioni. Il centrocampista serbo è in scadenza nel 2024 e non ha ancora preso in considerazione la possibilità di rinnovare. Intanto, sembra che il ds Tare abbia individuato il suo possibile erede in Luka Sucic, talento 19enne del Red Bull Salisburgo. LEGGI TUTTO

  • in

    Calciomercato Lazio, per Carnesecchi trattativa al bivio

    ROMA – Niente rilanci, per ora. Lotito aspetta una risposta dall’Atalanta. E’ convinto di aver presentato un’offertona per Marco Carnesecchi, indicato da Sarri come prima scelta per la porta della Lazio. Gli stessi che sabato notte avevano immaginato e raccontato disastri, ieri davano vicino l’accordo. Nessuno dei due scenari è reale. C’è ancora distanza tra i due club. Fase di stallo, declinata sotto forma di attesa nella parte più ottimista. Lotito ritiene di aver compiuto il massimo sforzo per il portiere dell’Under 21, reduce da un infortunio serio e un intervento chirurgico alla spalla, senza alcuna esperienza di Serie A. Se l’Atalanta chiede 20 milioni per il cartellino, come sostengono a Formello, l’operazione tramonterà. La cifra di un possibile accordo (o di una richiesta della Dea) sarebbe fissata a 18. La Lazio avrebbe proposto 12 milioni più 3 di bonus. Forse qualcosa di più. Vedremo. Le parti, secondo quanto trapela da Formello, si sarebbero lasciate in modo interlocutorio. Lotito ha presentato l’offerta, l’Atalanta non avrebbe ancora risposto. A volte la stessa trattativa viene declinata in modo differente: dipende dai punti di vista.

    Due portieri

    Di sicuro ci sono tre aspetti. Il primo: non c’è accordo tra Lazio e Atalanta. Il secondo: Lotito non molla, Carnesecchi resta l’obiettivo prioritario e non sono ancora state prese in considerazione altre piste. Il terzo: il gioiello di proprietà Atalanta, nel caso in cui si raggiungesse l’intesa, starà fermo almeno sino a ottobre o novembre e per questo motivo Sarri ha chiesto alla presidenza di acquistare due portieri, non uno solo. Il che significa aumentare la spesa per il ruolo, oltre a pagare 1,7 milioni di euro per l’ultimo anno di contratto a Reina, 40 anni, non considerato più affidabile per reggere il ruolo di titolare giocando ogni tre giorni. Da Ferragosto alla pausa per il Mondiale, va ricordato, la Lazio giocherà 21 partite ufficiali, 15 di campionato e 6 di Europa League. Pensare di affrontarle con lo spagnolo, pur rispettando carriera e professionalità, significherebbe il rischio elevatissimo di compromettere la stagione in partenza.

    Scenari

    La Lazio, qualora arrivassero risposte negative da Bergamo, potrebbe cambiare obiettivo. In prima fila c’è anche Guglielmo Vicario, 25 anni, riscattato dall’Empoli per 8 milioni. L’ex Cagliari è assistito dall’agenzia di Gabriele Giuffrida, vicinissimo a Tare e alla Lazio. Corsi chiede almeno 12 milioni di euro, forse anche di più, considerando la valutazione di Carnesecchi. E’ entrata forte su Vicario anche la Fiorentina. Dunque non passeranno molti giorni. O Percassi cede e Lotito accelera per Carnesecchi oppure cambieranno gli obiettivi. Piace Ivan Provedel, 29 anni, portiere dello Spezia, in scadenza di contratto nel 2023. Per Sarri sarebbe prendibile anche con Carnesecchi, non in alternativa. Bisognerebbe capire le reali intenzioni del portiere. Sergio Rico, lo spagnolo del Psg, non interessa a Mau: nell’ultima stagione ha perso il posto anche al Maiorca. Papere su papere. Alla fine Manolo Reina (guarda un po’ il destino), 38 anni, è tornato titolare. Sotto contratto (scadenza 2025) anche il lituano Marius Adamonis, terzo portiere nell’ultima stagione: nonostante sia cresciuto attraverso le esperienze in prestito a Salerno e Caserta non dà piene garanzie per il livello della Lazio. Torna per fine prestito Marco Alia, under 21 dell’Albania, nell’ultima stagione in C con il Monterosi. L’operato del ds Tare, a livello giovanile, continua a spiccare. In epoche precedenti, dalla Primavera aveva tirato su Keita e Strakosha.

    Guarda la galleryCarnesecchi e i suoi fratelli: ecco la top 10 dei gioielli della Serie BMaglia SS Lazio: scopri l’offerta LEGGI TUTTO

  • in

    La stampa catalana: “Mourinho pensa a Lenglet per la Roma”

    ROMA – La Roma vuole un altro difensore centrale, questa volta di piede mancino, e avrebbe già individuato il profilo giusto. Secondo quanto riportato dai giornali sportivi catalani, Sport e Mundo Deportivo, Mourinho avrebbe chiesto a Tiago Pinto di inserire in rosa Clément Lenglet, calciatore francese in uscita dal Barcellona. In Inghilterra piace molto al Tottenham di Conte, ma in Catalogna si parla di una corsa a due con il club giallorosso. Lenglet ha un contratto con gli azulgrana fino a giugno 2026 ma le ultime stagioni in Catalogna non sono state convincent. Messosi in mostra con la maglia del Siviglia, è stato pagato 38 milioni di euro nell’estate del 2018. LEGGI TUTTO

  • in

    Calciomercato Cosenza, per l'attacco piace Butic

    COSENZA- Accelera il Cosenza per regalare a Dionigi altri giocatori oltre a quelli già in rosa. Un profilo sul quale si sta concentrando il ds Gemmi è Karlo Butic, attaccante del Pordenone. Nello scorso campionato per il croato 23 gare e 5 reti. Si spera che l’operazione si possa chiudere prima del ritiro di Sarnano (MC) in programma dal prossimo 8 luglio. Nel mirino pure un altro attaccante, Luca Vido dell’Atalanta. Interesse per il centrocampista d’attacco Christian D’Urso in uscita dal Perugia, già cercato nella passata stagione. LEGGI TUTTO

  • in

    Calciomercato Benevento, su Moncini c'è l'interesse di Frosinone e Bari

    BENEVENTO – Nell’ambito del mercato la tattica del Benevento di aspettare il momento più opportuno sta dando i frutti sperati: Gabriele Moncini ha ora due pretendenti di eguale nobiltà e può scegliere lui stesso dove andare. All’offerta del Bari si è aggiunta quella del Frosinone: c’è il placet della società giallorossa a lasciar andare via l’attaccante (definitivo, o anche in prestito con formula da definire). Tocca al giocatore far conoscere le sue preferenze. Il Benevento resta in agguato per piazzare qualche altro colpo in entrata (un esterno basso, un centrocampista i primi affari), ma è abbastanza preso dal mercato in uscita. Lapadula è l’oggetto del desiderio di molti, il Cagliari s’è portato avanti col giocatore, ma deve ancora definire col Benevento. Che ha esigenza di sfoltire. In avanti Forte è incedibile (c’è la corte spietata del Parma), come sembra certo che si punterà ancora su Diego Farias che è stato un’incompiuta nella seconda metà dello scorso campionato, ma sulle cui doti tecniche non esistono dubbi. C’è l’esigenza di cedere Kamil Glik, assoluto punto di forza ma giunto all’ultimo anno di contratto e con i Mondiali da giocare tra novembre e dicembre. Possibile che vada in prestito anche Brignola. Federico Barba è richiesto dal Lecce, ma il Benevento lavora al prrolungamento del contratto del difensore. LEGGI TUTTO