consigliato per te

  • in

    Diretta Napoli, è ufficiale: Mazzarri esonerato. Calzona il nuovo allenatore. Segui la giornata LIVE

    22:00
    Le condizioni della Slovacchia per il doppio incarico di Calzona
    Dopo l’ufficialità del Napoli, è arrivato anche il comunicato della federcalcio slovacca sulle condizioni da seguire per il doppio incarico di Calzona: “La scorsa settimana la Federcalcio slovacca e l’allenatore Francesco Calzona hanno concordato un nuovo contratto fino alla fine del 2025. In caso di promozione ai Mondiali del 2026, il contratto verrebbe automaticamente prorogato fino al termine della prestazione della squadra. la nazionale slovacca di calcio nella fase finale del torneo”.
    “Solo domenica 18 febbraio è arrivata la richiesta ufficiale da parte dell’SSC Napoli che Francesco Calzona potesse svolgere contemporaneamente alla carica di capo allenatore della nazionale slovacca quella di capo allenatore del club. Dopo intensi colloqui con F. Calzona e consultazioni con il presidente della SFZ Ján Ková?ik, il vicepresidente della nazionale Karol Belaník e i membri del comitato esecutivo, la SFZ ha deciso di dare il consenso a F. Calzona per guidare anche l’SSC Napoli alle seguenti condizioni:
    1. Il consenso è limitato nel tempo al periodo dal 19 febbraio fino all’ultima partita di Serie A o Champions League dell’SSC Napoli nella stagione 2023/24
    2. L’allenatore è tenuto a rispettare tutti gli obblighi contrattuali derivanti dal contratto valido con la federazione slovacca
    3. L’allenatore sarà sempre a disposizione della nazionale slovacca di calcio, ma non esclusivamente, durante le date delle squadre nazionali di calcio determinate dal calendario calcistico internazionale, inclusa la presenza personale alla conferenza stampa di nomina prima delle partite di marzo della nazionale slovacca squadra nazionale
    La Slovacchia ha il diritto di revocare il proprio consenso in qualsiasi momento in caso di mancato rispetto di una qualsiasi di queste condizioni. Questa procedura è stata concordata da tutti i membri del comitato esecutivo. La Federcalcio slovacca è consapevole che si tratta di una decisione atipica che potrebbe destare preoccupazione tra il pubblico. Comprende però anche il rapporto eccezionale di F. Calzona con il club dove ha lavorato a lungo e vuole aiutarlo nell’attuale difficile situazione. L’allenatore F. Calzona ha più volte dichiarato che la priorità principale della sua attività resta la Nazionale slovacca di calcio e la sua preparazione alla fase finale del torneo EURO 2024”.

    21:45
    Napoli, tre allenatori in una stagione: ecco da quanto non succedeva
    Calzona è il terzo allenatore del Napoli in questa stagione dopo Mazzarri e Garcia. Un evento che nel club non si vedeva da più di venticinque, quando nella stagione 1997/1998 si alternarono ben quattro tecnici: Mutti, Mazzone, Galeone e Montefusco.

    21:30
    Napoli, la nota sull’arrivo di Calzona
    Anche sui social del Napoli è stata pubblicata la nota ufficiale dell’arrivo di Calzona: “Francesco Calzona è il nostro nuovo allenatore. Benvenuto Mister!”.

    21:23
    Il “comunicato” social di De Laurentiis
    Aurelio De Laurentiis si è affidato anche ai social per comunicare ufficialmente il cambio di allenatore: “Ringrazio Walter Mazzarri, amico della famiglia De Laurentiis e del Napoli, per aver sostenuto la squadra in un momento complesso. Resterà nel cuore dei napoletani e della nostra famiglia. Bentornato a Francesco Calzona, che ha già lavorato con noi sia con Sarri che con Spalletti”.

    21:13
    Napoli-Barça: cambia l’orario della conferenza e dell’allenamento
    Dopo il cambio in panchina, cambiano gli orari del Napoli per la vigilia del match contro il Barcellona: allenamento spostato alle 14:00, così come la conferenza, ora in programma alle 19:30.

    21:04
    Tutte le dichiarazioni di Aurelio De Laurentiis dopo il cambio in panchina
    Il presidente del Napoli ha commentato così l’esonero di Mazzarri e l’arrivo di Calzona:”Walter Mazzarri è un amico della famiglia De Laurentiis e del Napoli. È un addio doloroso perché è stato disponibilissimo in un momento di difficoltà, però bisogna anche considerare che ai tifosi del Napoli bisogna dare qualcosa di più. Ora proviamo con Calzona che ha lavorato con Sarri e Spalletti e conosce l’80% dei calciatori. Diamogli aiuto senza mettergli ostacoli perché sappiamo che sarà difficile preparare una gara con il Barcellona che è sempre Barcellona. Domani mattina alle 8:30 sarà qui Calzona con i suoi collaboratori, poi andremo a Castel Volturno dove lo presenterò ai ragazzi. Poi dovremo scappare per la fatidica conferenza della Uefa anche se preferiremmo lavorare a preparare la partita. Hamsik era molto intrigato a lavorare per la squadra che ama e che gli ha dato tantissime soddisfazioni. È stata una bandiera azzurra”. 

    20:54
    Calzona-Napoli: è fatta. Le prime parole di De Laurentiis
    Aurelio De Laurentiis ha commentato così il cambio in panchina del Napoli: “Dispiace esonerare Mazzarri, è un amico. Diamo il benvenuto a Calzona”.

    20:40
    Arrivata la conferma per Sinatti
    La FIGC ha dato l’autorizzazione formale a Sinatti: il preparatore atletico potrà ricoprire il doppio incarico al Napoli e in Nazionale.

    20:34
    Domani allenamento nel pomeriggio
    Nella giornata della vigilia di Napoli-Barcellona, Osimhen e compagni si alleneranno nel pomeriggio, alle 14.

    20:21
    Comunicato l’esonero a Mazzarri
    Aurelio De Laurentiis ha comunicato l’esonero a Walter Mazzarri: l’allenatore lascia così il Napoli dopo appena tre mesi. Manca solo l’ufficialità.

    19:54
    Hamsik, non è previsto il ritorno
    Al momento non è previsto il ritorno di Marek Hamsik a Napoli come collaboratore nello staff di Francesco Calzona. L’ex capitano lavora già con il ct per la sua Slovacchia.

    19:42
    De Laurentiis di rientro al Britannique
    Giornata intensa per De Laurentiis. Il presidente del Napoli, infatti, è appena rientrato al Britannique accompagnato da Chiavelli e Sinicropi. Si attende solo l’annuncio dell’esonero di Mazzarri e dell’arrivo al suo posto di Calzona.

    19:24
    Calzona, un solo vice nello staff
    Cominciano ad emergere dettagli sulla composizione dello staff di Francesco Calzona a Napoli. Con lui ci sarà un solo vice. Si tratta di Simone Bonomi, già nello staff della Slovacchia.

    19:16
    Napoli-Calzona, accordo raggiunto
    Accordo raggiunto tra il Napoli e Francesco Calzona. Intesa fino a giugno. Si attende solo l’annuncio ufficiale da parte del presidente Aurelio De Laurentiis.

    19:09
    Domani la conferenza pre-Barcellona
    Non ci sono ancora comunicazioni ufficiali sull’addio di Mazzarri e l’arrivo al suo posto di Calzona. Intanto è in programma domani alle 17 la conferenza del tecnico del Napoli pre-Barcellona.

    19:01
    Napoli, dal quarto al nono posto con Mazzarri
    Dopo dodici giornate il Napoli di Garcia, ko in casa con l’Empoli, risultato fatale per l’esonero, era quarto a 21 punti, con l’Inter a -10, in piena lotta per la zona Champions. Oggi, con Mazzarri, dopo 25 turni, il Napoli è nono a quota 36 punti, con l’Inter distante 27 punti. L’Atalanta, che prima del cambio in panchina per gli azzurri aveva un punto in meno e dopo il ko di Bergamo alla prima di Mazzarri era a -4 dal Napoli, oggi è a quarta a 45, a +9 rispetto agli azzurri.

    18:49
    Mazzarri, i numeri dal suo arrivo
    Tutti i numeri di Mazzarri alla guida del Napoli: 17 partite, appena 6 vittorie, 3 pareggi, 8 sconfitte. 16 gol fatti e 24 subiti. Media punti 1,24. Rendimento insufficiente che ha spinto De Laurentiis all’esonero con la chiamata di Francesco Calzona.

    18:31
    Napoli, tre allenatori dopo lo scudetto
    Record negativo per il Napoli. Mai prima d’ora, infatti, un club che aveva appena vinto uno scudetto aveva cambiato tre allenatori. Garcia, Mazzarri e ora Calzona dopo Spalletti.

    18:22
    Calzona proseguirà col 4-3-3
    Il modulo di riferimento di Francesco Calzona, prossimo allenatore del Napoli, è il 4-3-3. L’ex vice di Sarri e Spalletti predilige un calcio offensivo, possesso palla e profondità, ricerca immediata della porta avversaria, pressing alto.

    18:11
    Mazzarri, le ultime parole da allenatore del Napoli
    “Ciao ragazzi. Ho sentito il presidente? Ciao a tutti, ciao ragazzi. Un saluto a tutti”. Queste le poche parole pronunciate da Walter Mazzarri all’uscita dal Konami Training Center di Castel Volturno. (LEGGI QUI)

    18:05
    Mazzarri lascia il centro di Castel Volturno
    Walter Mazzarri ha lasciato il centro tecnico di Castel Volturno, il suo è sembrato un vero e proprio saluto ai tifosi che erano presenti ad attenderlo. Ha diretto l’allenamento nel pomeriggio: potrebbe essere stato l’ultimo, per lui, alla guida del Napoli. 

    17:54
    Napoli, le ultime dall’allenamento
    Mazzarri ha diretto regolarmente l’allenamento di questo pomeriggio. La squadra ha lavorato sul campo 3 dove ha iniziato la sessione con riscaldamento e lavoro tecnico tattico. Chiusura di seduta con esercizi finalizzati al possesso palla.

    17:36
    Osimhen pronto al rientro
    Osimhen tornerà in campo mercoledì contro il Barcellona in Champions League. Victor s’è allenato e mercoledì guiderà la squadra negli ottavi dopo sessanta giorni di assenza.

    17:22
    Mazzarri ad un passo dalle 200 in azzurro
    La gara col Genoa potrebbe essere stata l’ultima per Walter Mazzarri sulla panchina del Napoli. La beffa per il tecnico toscano è che si fermerà così a 199 presenze sulla panchina del Napoli. 

    17:10
    Calzona con Sarri dall’Hellas Verona
    Calzona ha seguito Sarri sin dagli inizi, dal Verona, stagione 2007/08, seguendolo ovunque, fino all’esperienza di Napoli. Tre anni d’oro dal 2015 al 2018 con lo scudetto sfiorato appena. Calzona prosegue la propria carriera da vice prima con Di Francesco e Cagliari e poi con Spalletti nel primo anno di Napoli. Arriva quindi la chiamata della Slovacchia su indicazione di Hamsik. 

    16:55
    Garcia-Mazzarri: il confronto
    Dal suo arrivo a metà novembre, Walter Mazzarri si è seduto sulla panchina del Napoli 17 volte, una in meno di Garcia (16): l’allenatore ha raccolto 6 vittorie, mentre il francese 8. L’ex Torino e Inter ha anche una media punti peggiore rispetto al suo predecessore: 1,24 contro gli 1,75 di Garcia.

    16:30
    I giocatori hanno lasciato Castel Volturno
    Nel frattempo l’allenamento è terminato e i giocatori hanno lasciato il centro sportivo del Napoli.

    16:15
    De Laurentiis-Calzona: incontro in corso?
    Dopo aver lasciato il Britannique De Laurentiis non ha fatto subito tappa a Castel Volturno ma starebbe avendo un incontro con Calzona in un’altra location segreta.

    15:45
    De Laurentiis verso Castel Volturno
    Lasciato l’hotel Britannique, Aurelio De Laurentiis si starebbe dirigendo verso Castel Volturno

    15:30
    De Laurentiis ha lasciato l’hotel
    De Laurentiis e la sua delegazione hanno lasciato l’hotel Britannique.

    15:10
    Sinicropi ha raggiunto De Laurentiis da Roma
    Sinicropi ha raggiunto Aurelio De Laurentiis al Britannique direttamente da Roma: il presidente De Laurentiis si è quindi riunito con tutti i suoi uomini di fiducia, visto che Chiavelli è presente dalla mattinata.

    14:55
    Chi sono gli allenatori esonerati da De Laurentiis?
    Oltre a Garcia, sono soltanto tre gli allenatori esonerati nel corso del campionato da De Laurentiis. Stiamo parlando di Gian Piero Ventura, Reja e Donadoni. In caso di addio, Mazzarri sarebbe il quinto in venti anni di presidenza

    14:37
    De Laurentiis è rientrato in Hotel
    Dopo circa quaranta minuti, De Laurentiis è rientrato all’Hotel Britannique. Il massimo dirigente azzurro non ha fatto tappa a Castel Volturno

    14:32
    Hamsik riflette, c’è l’idea Bonomi come vice di Calzona
    Sono momenti concitati in casa Napoli. L’esonero di Mazzarri è ormai vicinissimo, con i legali di Calzona che stanno discutendo con il club di De Laurentiis in vista di un possibile accordo. Per quanto riguarda lo staff tecnico, Hamsik sta riflettendo sul possibile ritorno in azzurro da vice, ma potrebbe rifiutare per non lasciare l’Academy in Slovacchia. Spunta l’idea Simone Bonomi, già secondo di Calzona nella nazionale slovacca. Passi in avanti anche per il preparatore atletico Sinatti.

    14:18
    Ferrarese: “Calzona può migliorare il Napoli”
    Intervistato da “Si Gonfia la Rete” su Radio Crc, Claudio Ferrarese ha parlato di Calzona. L’ex Napoli ha conosciuto il tecnico quando vestiva la maglia del Verona nella stagione 2007/2008, con Calzona che era il vice di Sarri: “Calzona potrebbe allenare il Napoli, ho avuto il piacere di lavorare con lui che è una persona seria e preparata. Non ero molto contento quando De Laurentiis prese Mazzarri, una svolta adesso bisogna darla e Calzona potrebbe essere una buona soluzione. Poi, non so che impatto può avere, ma di certo può dare una mano a questa squadra che sta passando un momentaccio. Sarri si metteva spesso da parte e faceva lavorare Calzona, i due erano in grande sintonia. Anche con i ragazzi ha sempre avuto un buon rapporto. Calzona è una persona intelligente e sono convinto che saprà cosa fare per migliorare subito la squadra. Poi è chiaro che il lavoro non può essere perfetto perchè non avrà il tempo di preparare i suoi come vuole, ma lui è un uomo di campo”. 

    14:10
    Due esoneri in un anno? Un inedito per De Laurentiis
    Il possibile esonero di Mazzarri sarebbe un unicum nella ventennale esperienza di De Laurentiis da presidente del Napoli. Il massimo dirigente azzurro non ha mai esonerato prima d’ora due allenatori nel corso di una stagione

    13:51
    De Laurentiis lascia l’hotel Britannique
    De Laurentiis ha lasciato l’hotel Britannique. Il massimo dirigente azzurro potrebbe fare presto tappa a Castel Volturno

    13:48
    Napoli, conferme su Sinatti
    Calzona vuole fortemente Sinatti nello staff tecnico del Napoli. Si prospetta un ritorno in azzurro anche da parte del preparatore atletico

    13:30
    Meluso e Micheli a Castel Volturno
    Anche Meluso e Micheli hanno raggiunto Castel Volturno. La dirigenza azzurra e presente e presto potrebbe dare indicazioni a Mazzarri  

    13:15
    Calzona, il passato a Napoli
    L’attuale commissario tecnico della Slovacchia è pronto a tornare in azzurro, dove ha lavorato con Sarri e Spalletti

    12:58
    Mazzarri è arrivato a Castel Volturno
    Walter Mazzarri è arrivato a Castel Volturno per l’allenamento pomeridiano a due giorni dalla sfida contro il Barcellona valida per l’andata degli ottavi di finale di Champions League.

    12:54
    Napoli, i tifosi scrivono a Calzona sui social
    I tifosi del Napoli aspettano l’arrivo in panchina di Francesco Calzona, ci sperano, lo salutano, qualcuno gli dà anche il benvenuto nonostante non ci sia ancora stato l’annuncio. “Tiraci fuori da questa situazione”, “Ti aspettiamo mister”, “Vieni a salvare il Napoli”, “Bentornato”: questi alcuni dei messaggi ricorrenti. (LEGGI TUTTO)

    12:42
    Calzona, novità sulla pagina Wikipedia
    In mattinata la pagina Wikipedia di Francesco Calzona era stata modificata, nell’elenco delle squadre allenate c’era anche il Napoli del 2024, poi è stata ripristinata. In attesa della decisione definitiva da parte del presidente De Laurentiis.

    12:25
    Calzona, Napoli sarà un ritorno
    Calzona conosce bene la piazza di Napoli e molti dei calciatori della rosa. Li ha visti crescere aiutandoli nel proprio processo di sviluppo. Era uno dei tattici dello staff tecnico, allenava la fase difensiva, cura maniacale dei dettagli e grande sintonia coi calciatori. Un uomo prezioso all’ombra dei protagonisti.

    12:05
    De Laurentiis sta parlando con Calzona
    In questi minuti il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis e Francesco Calzona stanno parlando. Si aspetta la liberatoria dalla nazionale slovacca. Si parla anche della composizione dello staff. Sinatti sicuro, si valutano le altre posizioni, compresa quella di Hamsik.

    11:52
    Staff Mazzarri a Castel Volturno per l’allenamento
    A Castel Volturno, in vista dell’allenamento delle 14.30, cominciano ad arrivare gli uomini dello staff di Mazzarri. De Laurentiis al momento non è in sede.

    11:40
    I retroscena di Calzona su Hamsik e Mertens
    Calzona nella sua intervista del 6 dicembre al Corriere dello Sport-Stadio svelò anche un retroscena su Hamsik e un segreto su Mertens ai tempi di Sarri. (LEGGI QUI)

    11:30
    Calzona, anche Hamsik e Sinatti nello staff
    Nello staff di Calzona ci saranno l’ex capitano azzurro Marek Hamsik, suo collaboratore nella Slovacchia, nel ruolo di vice allenatore, e Francesco Sinatti come preparatore atletico, già ex Napoli con Sarri e Spalletti, oggi con l’Italia: la Figc, però, non si opporrebbe al doppio incarico.

    11:18
    Zwayer arbitra Napoli-Barcellona

    Sarà Felix Zwayer l’arbitro del big match di Champions League, valido per l’andata degli ottavi di finale, tra Napoli e Barcellona. Si tratta di un fischietto tedesco che sarà coadiuvato dai connazionali Stefan Lupp e Robert Kempter come assistenti di linea, il quarto uomo sarà Sven Jablonski e al Var spazio a Bastian Dankert e Soren Storks.

    11:14
    De Laurentiis preoccupato e arrabbiato
    Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis sta riflettendo. Attentamente: la nomina di Mazzarri dopo il licenziamento di Garcia non ha prodotto la svolta che auspicava, alla luce dei risultati (15 punti in 12 partite); della classifica (il Napoli è 9°); e del tremendo ritardo dalla zona Champions (-9 dal quarto posto). È preoccupato, arrabbiato, deluso. Ma anche consapevole di non poter più sbagliare.

    11:07
    Napoli, a ora di pranzo l’allenamento
    Ore calde in casa Napoli, anche perché a ora di pranzo, alle ore 14,30, è previsto l’allenamento a due giorni dalla sfida di Champions League contro il Barcellona. Mazzarri in bilico, Calzona pronto, da capire la tempistica del cambio in panchina, anche perché all’attuale tecnico azzurro non hanno ancora comunicato nulla e dunque l’allenamento è confermato al momento. 

    11:00
    Rileggi l’intervista di Calzona al Corriere dello Sport-Stadio
    Il 6 dicembre 2023, Francesco Calzona fu intervistato dal Corriere dello Sport-Stadio e si raccontò, parlando della qualificazione agli Europei con la Slovacchia: “Nessuno ci credeva, e invece siamo all’Europeo tra mille difficoltà e mille problemi. Ho un gruppo di ragazzi fantastici” (LEGGI LA SUA INTERVISTA)

    10:49
    Tutto su Francesco Calzona
    Anni 55 anni, calabrese, nativo di Vibo Valentia, Francesco Calzona si appresta a tornare a Napoli. Stavolta da primo allenatore dopo la doppia esperienza prima con Sarri e poi con Spalletti. Una vita da vice prima di mettersi in proprio raccogliendo enormi soddisfazioni. Come la qualificazione agli Europei di Germania con la Slovacchia di Lobotka. (LEGGI TUTTO)

    10:33
    De Laurentiis pensa all’esonero di Mazzarri
    L’esonero di Mazzarri potrebbe avvenire prima della gara col Barcellona, in giornata possibili contatti diretti con Francesco Calzona, attuale ct della Slovacchia, che conosce molto bene la piazza: è stato vice di Sarri e anche di Spalletti fino al 2022.

    Konami Training Center – Castel Volturno  LEGGI TUTTO

  • in

    Napoli, solo un pari col Genoa: Mazzarri si allontana dall’Europa

    Il 25° turno di Serie A
    Napoli-Genoa, la partita
    Partenza aggressiva del Napoli che trova supito pronto Martinez sul tentativo di Kvaratskhelia, la risposta ospite è affidata a Retegui che di testa impegna Meret. I padroni di casa ci provano nuovamente con un bolide di Anguissa respinto dal portiere rossoblù, mentre per il Grifone è sempre Retegui a chiamare in causa Meret. Il Napoli prova a crescere, ma ad inizio ripresa è il Genoa a passare: respinta corta della difesa azzurra sui piedi di Frendrup che dal limite non perdona per lo 0-1. Kvaratskhelia prova a guidare i suoi, Mazzarri manda dentro Ngonge e Lindstrom per dare la scossa e Anguissa di testa a 15′ dalla fine accarezza la traversa con un colpo di testa. Il forcing prosegue e al 90′ è Ngonge a girare a rete una sponda di Di Lorenzo per l’1-1 che salva Mazzarri e Napoli chiamati ora alla grande prestazione nella sfida di Champions contro il Barcellona. LEGGI TUTTO

  • in

    Mazzarri, tutte le dichiarazioni dopo Napoli-Genoa: rivivi la diretta

    19:12
    Osimhen in tribuna al Maradona per Napoli-Genoa
    Dopo il ritorno dalla Coppa d’Africa l’attaccante non convocato ha raggiunto lo stadio per assistere alla gara tra azzurri e rossoblù. (I DETTAGLI)

    18:53
    Barcellona, Xavi non pensa al Napoli
    Queste le dichiarazioni di Xavi, tecnico del Barcellona, a pochi giorni dalla sfida contro il Napoli. LEGGI TUTTO

    18:43
    Napoli, clamoroso record in negativo
    Dopo lo Scudetto vinto la scorsa stagione, il Napoli si ritrova a 27 punti di distanza dall’Inter capolista a 14 giornate dalla fine. Soltanto 4 squadre sono arrivate a più di 20 punti di distacco dal primo posto dopo aver vinto uno Scudetto: la Juventus 1961/62 (dodicesima, -24 dal Milan), il Bologna 1964/65 (sesto, -20 dal Milan), il Milan 1996/97 (undicesimo, -22 dalla Juventus) e ancora il Milan 2022/23 (a -20 dal Napoli).

    18:34
    Mazzarri sui fischi dei tifosi al Maradona
    “Fischi? Mi sento napoletano e sto peggio di loro, ma devo anche esserer razionale e non mi sembra che la partita sia sta così schifosa. Confusione nei moduli? Non sono d’accordo, sui risultati sono più incavolato di loro. Se la squadra fa più o meno le cose dell’anno scorso, ma non riesce a fare gol perché gli altri si chiudono bene e non siamo lucidi. Se è tutto da buttare hanno ragione queste persone. Se ci fosse un ragazzo che si tira indietro direi al presidente di metterlo fuori rosa, ma non è così. La poca lucidità non dipende dall’impegno”.

    18:32
    Mazzarri risponde sulle dimissioni
    “Dimissioni? No, perché sapevo le difficoltà. Garcia non era l’ultimo arrivato, le difficoltà erano oggettive. Sono venuto, ho trovato qualche difficoltà in più ma analizzando le partite e i dati non è che ho la baccetta magica e metto al palla all’incrocio. Se avessi la sensazione che i ragazzi non mi seguissero allora potrei pensare alle dimissioni, ma ho sentito anche le parole di Di Lorenzo. Mi hanno fatto piacere le dichiarazioni di Zerbin, non cambia la sensazione che ho”.

    18:30
    Mazzarri: “È un’annata strana per il Napoli”
    Mazzarri in conferenza stampa: “Anche l’anno scorso in gara che si chiudono come lo Spezia la squadra l’ha sbloccata alla fine. Il Genoa ha anche valori, ha giocatori bravi in contropiede e non è semplice. Alla prima occasione prendiamo sempre gol, per fortuna che abbiamo questo grande pubblico perché è un’annata strana. Traorè e Natan? Dopo un mesetto di preparazione ho dovuto mettere Traorè in campo, dobbiamo anche vederli questi giocatori. Natan è entrato perché Ostigard era ammonito e poteva rischiare il rosso, come ci è capitato tante volte quest’anno. Ho lasciato addirittura Kvara in campo rischiando, gli ho detto di stare attento al secondo giallo. Per noi è imprescindibile. È un momento particolare. Quest’anno sono successe tante cose. A gennaio sono arrivati tanti ragazzi nuovi, non è semplici perché quelli rimasti non sono in fiducia. Abbiamo avuto il 70% di possesso palla, poi dicono che sono all’antica”.

    18:20
    Di Lorenzo e la crisi dei gol del Napoli
    “Dobbiamo essere più concreti negli ultimi trenta metri. Facciamo tanto possesso ma non riusciamo mai a trovare il varco giusto: le squadre ti studiano, si difendono bene. Il Genoa oggi ha fatto un’ottima partita difensiva. Ci stanno mancando i gol, magari ci muoviamo poco davanti rispetto all’anno scorso, quando davamo meno punti di riferimento e riuscivamo a occupare meglio gli spazi. Questo ci sta mancando quest’anno: il modulo è lo stesso, ma non riusciamo a trovare certe giocate che l’anno scorso facevamo”.

    18:13
    Di Lorenzo: “Non ci nascondiamo”
    Le parole del capitano Di Lorenzo a Sky: “Noi non ci siamo mai nascosti, le responsabilità ce le siamo sempre prese nell’arco della stagione. Sappiamo che non stiamo facendo bene e siamo i primi a spingere al massimo per riuscire a svoltare, trovare questa continuità che ci può far fare un filotto di vittorie che ci possa avvicinare all’obiettivo Champions League. Barcellona? Queste partite non sono mai d’intralcio. È un’altra competizione, è bellissimo giocare la Champions. Daremo il massimo impegno, come fatto sempre, sapendo che davanti avremo una grandissima squadra, abituata alla competizione. Cercheremo di fare il massimo per superare questa fase della competizione”.

    18:00
    Osimhen ci sarà con il Barcellona? La risposta di Mazzarri
    Tanta l’attesa per il ritorno di Osimhen, in tribuna contro il Genoa. Riuscirà a recuperare in vista del Barcellona? Questa la risposta di Mazzarri: “Oggi si è allenato col defaticante, domani si allena. Speriamo di averlo pronto e ristabilito per il Barcellona”.

    17:50
    Osimhen in tribuna, aspetta il Barcellona
    Mazzarri ha sottolineato i problemi fisici di Osimhen, che l’hanno costretto a sedersi in tribuna per seguire la sfida contro il Genoa. LEGGI TUTTO

    17:45
    Mazzarri sulle condizioni di Osimhen
    “Osimhen? Era ai minimi termini, con contratture e tutto. Dopo la Coppa d’Africa non era il caso di farlo giocare, magari per una ventina di minuti e rischiare di riperderlo per mesi. Domani si allena, speriamo di averlo pronto per il Barcellona. Dato che è mancato per tante partite e che io ce l’ho avuto pochissimo, speriamo per queste ultime 14 partite di averlo a disposizione. Si capisce anche da questo che annata difficile è. Formazione per il Barcellona? Mi ci lasci ragionare, è appena finita quella con il Genoa che volevo vincere. Ngonge? Mi ci faccia riposare e poi ci penso”.

    17:43
    Mazzarri: “Il Barcellona non farà barricate”
    “Sento la fiducia dei giocatori, a cinque minuti dalla fine hanno fatto un arrembaggio che se non gli piaceva l’allenatore, forse si risparmiavano. Il Barcellona non verrà qui a fare barricate, avremo altro tipo di problemi. Mi viene da dire, il 5-5 con il pullman davanti la porta, poi quando il Napoli si sbilancia un po’ in contropiede prendiamo il gol. Meglio stare zitti e non parlare. Il Barcellona è una squadra fortissima di livello mondiale che non fara barricate. Vogliamo dare una gioia ai nostri tifosi”:

    17:41
    Mazzarri: “Ora testa alla Champions”
    “Se vedete le pieghe della partita, nel primo tempo tempo abbiamo creato poche occasioni ma in quelle abbiamo trovato il portiere che fa una paratona. Giocare contro squadre sempre davanti all’area di rigore, con 70-80% di possesso palla… È un periodo un po’ così, la Champions è tra tre giorni e speriamo di dare una gioia ai nostri tifosi. Non si riesce ad andare in vantaggio, quindi la squadra è sempre contratta e ansiosa: questa è la storia delle nostre ultime gare”.

    17:38
    Mazzarri: “Dobbiamo stare zitti e pedalare”
    Ecco Walter Mazzarri ai microfoni di Dazn: “I giocatori fanno quello che possono, tutti lo facciamo. Ci gira male, mi dispiace per questo pubblico che meriterebbe vittorie continuamente. Dispiace non renderli felici, bisogna prenderne atto, stare zitti e pedalare. Bisogna corregere gli errori e stare attenti, al primo sbadiglio prendiamo gol. Non è facile dare spiegazioni”.

    17:36
    Di Lorenzo: “In casa ci manca qualcosa”
    “La differenza tra un giocatore normale e uno forte si vede in questi momenti. È vero che quest’anno in casa non stiamo facendo bene, ci dispiace per noi e per i tifosi. In casa ci manca qualcosa, non per la pressione perché si sa che Napoli è una piazza importante, con tifosi che ti spingono fino alla fine. Dobbiamo fare qualcosa in più noi per ricambiare”.

    17:34
    Di Lorenzo: “Il pareggio non ci lascia contenti”
    “Cosa manca? Un po’ di continuità, all’interno della gara stessa. In certi momenti non riusciamo ad essere concreti. Noi più forti dopo aver preso gol? Non dovrebbe andare così. Oggi siamo partiti bene, ma siamo venuti fuori soprattutto nel secondo tempo per riprendere una partita difficile. Fortunatamente siamo riusciti a trovare il pareggio, che non ci lascia comunque contenti: volevamo la vittoria”:

    17:30
    Ngonge: “Non posso esultare. Siamo con Mazzarri al 100%”
    “La sensazione è che non posso esultare di questo gol, non posso essere contento. Il risultato non è stato buono, a casa dobbiamo vincere per noi e per i tifosi che sono con noi. Cosa ci manca? Lavoriamo tanto e duro, questo non manca. Dopo uno Scudetto e sempre difficile ripetersi. Io sono sicuro che i punti arriveranno, mercoledì in Champions sarà un’altra occasione. Il focus è a mercoledì per fare meglio. Il quarto posto è il nostro obiettivo, e anche passare al prossimo round di Champions. Lo possiamo fare. Siamo con Mazzarri? Certo, al 100%”.

    17:26
    Napoli-Genoa: dati, statistiche e numeri
    Tutte le statistiche, i dati e i numeri della sfida tra Napoli e Genoa. LEGGI TUTTO

    17:22
    Gilardino: “Avevamo occasioni per raddoppiare”
    Questa l’analisi di Gilardino: “Sono molto soddisfatto della prova dei ragazzi. Hanno dato davvero tutto. Nel primo tempo abbiamo tolto tutte le linee di passaggio al Napoli. Abbiamo concesso qualcosa, come era inevitabile, ma abbiamo giocato da squadra. Nel primo e nel secondo tempo abbiamo avuto occasioni importanti per passare in vantaggio e raddoppiare”.

    17:16
    Napoli, Osimhen freme in tribuna
    A seguire i suoi compagni al Maradona c’era anche Victor Osimhen, che freme di rientrare in campo con la maglia del Napoli dopo più di un mese di assenza. LEGGI TUTTO

  • in

    Diretta Napoli-Genoa ore 15: dove vederla in tv, in streaming e probabili formazioni

    Napoli-Genoa: quote e consigli sulle puntate
    Segui la diretta di Napoli-Genoa su Tuttosport.com
    Dove vedere Napoli-Genoa streaming e diretta tv
    Napoli-Genoa, gara valida per la 25ª giornata di campionato e in programma alle ore 15:00 allo stadio Diego Armando Maradona di Napoli sarà visibile in diretta in streaming su Dazn. In alternativa, sarà possibile seguire la cronaca testuale della sfida live sul nostro sito.
    Guarda Napoli-Genoa su DAZN. Attiva ora
    Le probabili formazioni di Napoli-Genoa
    NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Natan, Mario Rui; Anguissa, Lobotka, Traorè; Politano, Simeone, Kvaratskhelia. Allenatore: Mazzarri.A disposizione: Gollini,Contini, Ostigard, Mazzocchi, Olivera, Dendoncker, Cajuste, Lindstrom, Zielinski, Ngonge, Raspadori. Indisponibili: Osimhen. Squalificati: Juan Jesus. Diffidati: Di Lorenzo, Ngonge, Mazzocchi, Rrahmani.
    GENOA (3-5-2): Martinez; De Winter, Bani, Vasquez; Messias, Malinovskyi, Badelj, Frendrup, Sabelli; Gudmundsson, Retegui. Allenatore: Gilardino.A disposizione: Leali, Sommariva, Cittadini, Vogliacco, Thorsby, Bohinen, Strootman, Martin, Haps, Ankeye, Spence, Vitinha, Ekuban. Indisponibili: Matturro. Squalificati: nessuno. Diffidati: Retegui, Sabelli.
    Arbitro: Sacchi (Macerata).Assistenti: Preti e Garzelli.IV uomo: Rutella.Var: Valeri.Avar: Marini.
    Guarda su DAZN tutta la Serie A TIM e tanto altro sport. Attiva ora. LEGGI TUTTO

  • in

    Mazzarri prima di Napoli-Genoa: “Osimhen rientra, non pensiamo al Barcellona”, rivivi la diretta

    14:20
    Dalla Francia: “Psg, Osimhen per il dopo Mbappè”
    A fine stagione l’attaccante lascerà il Napoli e, dopo le indiscrezioni sulla partenza di Mbappè, il Psg sta pensando a lui: i dettagli.

    14:05
    Napoli, la probabile formazione contro il Genoa
    Ecco il possibile undici titolare degli azzurri per la sfida in campionato contro i rossoblù: tutti i dettagli.

    13:50
    Il pronostico su Genoa-Napoli
    Tutto pronto per il weekend di calcio: ecco il pronostico scommesse su Napoli-Genoa.

    13:35
    Come Gilardino vuole battere il Napoli
    L’allenatore rossoblù ha parlato anche di come vuole provare a battere il Napoli in conferenza stampa: “Dovremo essere bravi a pensare quello che dovremo a fare nella gara e a limitare le loro qualità. E quando avremo il pallone dovremo cercare i giocatori di maggiore qualità ma anche sul recupero e pulire la prima palla sull’uscita. Lì si giocherà molto la partita”.

    13:20
    La conferenza di Gilardino
    Alla vigilia della sfida, anche l’allenatore del Genoa Gilardino ha parlato della partita: “Sarà complicata perché, pur non attraversando un momento eccellente, il Napoli è una squadra con talenti e campioni fuori. Osimhen è appena rientrato, e bisognerà capire se ci sarà o meno, ma hanno giocatori in tutti i reparti dinamici e di inserimento. Ci siamo preparati nel modo migliore in questi giorni. Arrivando da una partita disputata nel modo giusto contro l’Atalanta ma abbiamo perso. Le sconfitte bruciano, insegnano e migliorano. Dobbiamo pensare alla partita affrontandola con determinazione e compattezza difensiva ma anche personalità e coraggio quando abbiamo la palla”.

    13:06
    Termina la conferenza stampa di Mazzarri
    Conclusa la conferenza stampa di Mazzarri. Il tecnico è pronto a recarsi sul terreno di gioco per dare il via alla rifinitura

    13:05
    Mazzarri e l’utilizzo di Zielinski
    “È un ragazzo straordinario, ma c’è da capire come sta con la testa. Se è già proiettato da un’altra parte è chiaro che non può essere concentrato come negli anni precedenti. Saremo noi a valutarlo di volta in volta”

    13:03
    Mazzarri e le caratteristiche di Zielinski
    “Ricordo Traoré quando era un ragazzino all’Empoli, conosco tutta la sua storia. Al Sassuolo ha fatto un salto di qualità, poi all’estero giocava poco. Come caratteristiche è una mezzala sinistra, tipo il ruolo di Zielinski. Mi ricordo che può essere anche trequartista dietro la seconda punta. Se facessimo il 4-2-3-1, lui sta dietro alla prima punta. Con Spalletti il Napoli giocava con Zielinski, Anguissa e Lobotka. Traoré dovrebbe essere quello più vicino a Zielinski ed Elmas come caratteristiche. Nei meccanismi difensivi è meno adatto rispetto a Lobotka e Anguissa”.

    13:01
    “Con il Genoa non si può sbagliare”
    “La prima cosa che dirò ai calciatori è che domani c’è una squadra ostica. A Milano ho visto un tifo assanato perché tutti vogliono fare l’impresa contro i campioni d’Italia. Si pensa solo al Genoa, del Barcellona non ho mai parlato con nessuno. Più di questo non posso fare. In questo momento credo che si rendano conto che stiamo facendo meno punti e che col Genoa non si può sbagliare”

    12:57
    “Basta fare paragoni con l’anno scorso”
    “Alcuni amici mi hanno detto che prima di prendere gol a Milano c’era entusiasmo. Poi si è preso quel brutto gol e tutti cominciavano a cambiare giudizi. A parte Torino, non ho mai visto male la squadra. Non siamo stati bravi e fortunati a ottenere 4 o 5 punti in più. Il mio Napoli ha cercato di fare le cose più vicine possibili rispetto a quelle dell’anno scorso. Bisognerebbe smetterla di fare confronti con la passata stagione, pensare a ciò che vediamo e fare delle critiche”. 

    12:57
    “Lindstrom deve trovare la sua dimensione nel Napoli”
    “Lindstrom? Se lo faccio giocare a chi devo togliere? Il suo ruolo è lo stesso di Kvara. Quando l’ho fatto giocare dall’altra parte ho visto poche cose. È un calciatore che deve trovare una dimensione precisa con il Napoli. Siccome c’è Kvara non è facile che possa sostituirlo, quindi sto cercando di metterlo nei posti dove può fare bene. Ultimamente l’ho sempre utilizzato”

    12:55
    “Natan è pronto a rientrare”
    “Natan è stato due mesi fermo. Sono convinto che è già a buon punto ed è pronto a rientrare. Poi vediamo se farlo giocare dall’inizio o meno”.

    12:55
    “Devo valutare Meret”
    “Su Meret devo parlare con il preparatore dei portieri. Si è allenato regolarmente fino a oggi. In base a cosa vedrò, deciderò se farlo partire subito o meno”

    12:53
    Mazzarri e la fase offensiva 
    “A me garberebbe rivedere insieme le partite come faccio io che spesso le fermo per analizzarle. Da quando sono arrivato c’è stato un processo in cui la squadra prendeva tanti gol. La prima cosa che ho cercato di fare a Bergamo è stata quella di impostare una squadra compressa, in modo da non subìre tante ripartenze e ci siamo riusciti. Con le squadre di medio-bassa classifica abbiamo creato tante palle gol, come fatto a Monza. In alcune partite bisogna migliorare, come a Milano dove non siamo stati bravi nel riempire l’area. In altri incontri abbiamo creato senza finalizzare. Questo dipende dalla lucidità. Quando un calciatore arriva davanti alla porta e non segna, vuol dire che ci arriva meno lucido. Spero che nelle prossime partite saremo più cinici”. 

    12:52
    “Traoré? È arrivato il momento di provarlo”
    “Traoré non era in condizione di giocare, adesso sembra che sia arrivato a un minutaggio decente. È arrivato il momento di provarlo, anche se non ha i novanta minuti. Voglio recuperarlo perché potrà servirci”

    12:50
    “Ascolto solo critiche costruttive”
    “Capisco che ci sono persone un po’ depresse che sono state nel calcio che non riescono a rientrare. Ci sono delle critiche che prendo in considerazione e altre che non leggo proprio perché capisco tante situazioni. Sono concentrato di vedere se riesco a far rendere meglio questi ragazzi, del resto non mi interessa nulla”. 

    12:49
    Mazzarri fa un appello al pubblico di Napoli
    “Il Genoa ha calciatori importanti. Sarà una partita delicata e difficile. Fino a questo momento, con le squadre di un certo livello di classifica siamo riusciti, soffrendo, a farle nostre. Sono venuto per fare un appello al pubblico che con me è stato sempre eccezionale: domani devono darci una mano per 95 minuti perché prevedo una partita molto difficile. Pensiamo partita dopo partita. Abbiamo un calendario che sembra, sulla carta, alla portata. Questa è l’onesta verità”

    12:47
    “Osimhen è da valutare”
    “Osimhen? Negli ultimi giorni ha fatto il giro del mondo. Lui ha fatto tante partite e sarà stanco, ieri ha fatto un lungo volo e credo che possa anche non essere in condizione. Ci parlerò. Poi c’è da dire che ci sono calciatori importanti che sono qui e si allenano per bene. Dovrò valutare”

    12:46
    “I ragazzi soffrono questa situazione”
    “I ragazzi soffrono molto di questa situazione, poi non sono nella testa di ognuno. Alcune partite le abbiamo sbagliate, forse l’unica davvero sbagliata è stata quella di Torino e ho chiesto scusa. Per il resto ce le siamo giocate e hanno prevalso gli episodi più che tutto il resto”.

    12:44
    “Faremo di tutto per arrivare quarti”
    “Come si recuperano 7 punti? Ovviamente vincendo le partite e sperando che le altre non facciano altrettanto. L’Atalanta dovrà venire al Maradona, così come il Bologna. È possibile fare qualche risultato eclatante fuori casa. Con 45 punti è possibile recuperarne 7. Poi sarò con voi qui nel dire se ci siamo riusciti o meno. Di sicuro faremo di tutto per arrivare quarti. Questo è ciò che dico serenamente. Siamo in grado di poterci provare e questo non vuol dire riuscirci. I ragazzi devono saperlo e anche loro devono assumersi la responsabilità, come faccio io”. 

    12:41
    Mazzarri e il cambio dei moduli
    “Spesso, per non dare vantaggi agli avversari, tanti allenatori riescono a cambiare modulo. Se ricordate, nell’ultima conferenza ho detto che sono riuscito a far assimilare tre moduli: 3-4-3, 4-3-3 e 3-5-2. Mi avete chiesto tutti che Kvara aveva più difficoltà a smarcarsi perché su di lui andavano tre persone alla volta. Gli ho cambiato la posizione con risultati ottimi. A Milano gli è mancato solo il gol. Dato che la squadra ha assimilato tre moduli è un vantaggio cambiare in corso d’opera se i ragazzi sono pronti per farlo. Sulle ultime prestazioni credo che con il Milan avevamo fatto un’ottima partita e non meritavamo di perdere, sia con il primo modulo che con il secondo modulo”. 

    12:39
    “Osimhen è da valutare”
    “Con Osimhen ho un contatto continuo. Ci parlerò e vedremo se sarà disponibile per domani. Vediamo come sta”.

    12:38
    “Non faccio tabelle, siamo fiduciosi per la risalita”
    “Non ho mai fatto tabelle in vita mia, c’è solo da pensare di vincere tante partite. Abbiamo 15 gare di campionato e 2 di Champions. Avendo tutta la rosa a disposizione, è chiaro che siamo più fiduciosi di conquistare vittorie. Si può tentare, senza fare tabelle, di arrivare più in alto possibile. Sette punti sono tanti, ma dipende anche da noi. Tante avversarie dovranno venire a Napoli, abbiamo un pubblico eccezionale e proveremo fino alla fine a provare ciò che non siamo riusciti a fare fino a questo momento”

    12:25
    Mazzarri atteso in sala stampa
    Tra pochi minuti comincerà la conferenza stampa di Mazzarri. Il tecnico presenterà il match tra Napoli e Genoa di domani

    12:20
    Agente Simeone: “Il Napoli deve ritrovarsi”
    Le parole del procuratore sulla stagione della squadra e della punta argentina. Leggi tutto LEGGI TUTTO

  • in

    Osimhen, ancora problemi: nuovo imprevisto e Napoli-Genoa a rischio

    Victor Osimhen rischia di saltare Napoli-Genoa. La coincidenza per arrivare a Napoli Capodichino è saltata a causa di un ritardo dell’aereo che da Lagos avrebbe dovuto portarlo in Campania nella mattinata odierna. Volo e allenamento saltato, è in dubbio la sua presenza per la partita con il Genoa in programma sabato 17 febbraio alle 15.
    Osimhen, salta il rientro concordato col Napoli
    Dopo un confronto la società e Osimhen avevano concordato data e orario del rientro, oggi invece che venerdì come inizialmente previsto, ma l’imprevisto ha rovinato i piani. Senza Osimhen il Napoli ha giocato 10 partite e conquistato 15 punti a dimostrazione, semmai ce ne fosse bisogno, dell’importanza del finalizzatore principe per rendere incisiva lo sviluppo della manovra offensiva degli azzurri che confidano nei suoi gol anche per il doppio confronto in Champions League contro il Barcellona.
    Osimhen e Napoli, i casi della stagione
    Dal caso Tik Tok, al rinnovo di un anno, alle polemiche per aver raggiunto l’Africa per ritirare il Pallone d’Oro del continente nero, fino alla partenza in anticipo per Coppa d’Africa e l’annuncio dell’addio a fine stagione: l’annata travagliata di Osimhen con il Napoli prosegue. LEGGI TUTTO

  • in

    Osimhen fa sorridere Mazzarri: fissato il rientro, ci sarà per Napoli-Genoa?

    Osimhen anticipa il rientro: novità verso il Genoa
    La punta non gioca con gli azzurri dallo scorso dicembre nel match perso contro la Roma. Osimhen ora potrebbe anche essere convocato per la partita contro il Genoa in programma sabato 17 febbraio alle ore 15. In stagione non sta mantenendo il rendimento dello scorso anno e ha collezionato solo 13 presenze (a causa anche di un infortunio al bicipite femorale) e sette gol, considerando soltanto la Serie A. Il Napoli al momento si trova al nono posto in classifica e fuori dalla zona Europa, quindi non potrà perdere altri punti per strada. E con gli ottavi di Champions League (contro il Barcellona) da giocare, il suo rapido rientro sarà fondamentale, per permettere a Mazzarri di ruotare più giocatori e avere maggiori soluzioni in zona offensiva.  LEGGI TUTTO

  • in

    Geolier, Sanremo e la tuta del Napoli: “Volevano censurarla…”

    Geolier a Sanremo: il retroscena inaspettato sul Napoli
    Il cantante partenopeo ha svelato nel corso dell’ospitata a Le Iene che “una signora dello staff di Sanremo mi ha detto: “Ma come sei venuto?”. L’artista ha fatto riferimento a quando si è presentato con una tuta del Napoli che ha rischiato di essere censurata. Gli addetti hanno infatti coperto il logo della squadra con dello scotch, ma la reazione di Geolier in tal senso non si è fatta attendere: “L’ho guardata, l’ho strappato, fan***o”. Poi è tornato a parlare dei fischi ricevuti dopo la vittoria della serata delle cover: “Lì potevano esserci Mahmood, Fred De Palma o io, fischiavano lo stesso: non era contro di me. Angelina doveva vincere, è spettacolare quello che ha fatto. Io ho votato lei, poi gli altri 4 (voti, ndr) li ho dati a me per sicurezza. Perché ho vinto? Perché è la dimostrazione che quando Napoli si impegna, non ce n’è per nessuno: diventa una catena! Nessuno ce l’ha, nessuna città”. Nei giorni scorsi il cantante è intervenuto anche sui social per smorzare le polemiche divampate sui social (e non solo) dopo il suo secondo posto a Sanremo 2024, dietro Angelina Mango.  LEGGI TUTTO