consigliato per te

  • in

    Il Napoli festeggia il compleanno: capitan Insigne gradisce

    NAPOLI – Giorno di festa per il Napoli, che oggi celebra l’anniversario della fondazione, tradizionalmente fissata al 1° agosto 1926: “95 anni di storia, 95 d’amore, forza Napoli sempre” scrive il club partenopeo su Twitter, pubblicando anche un collage di grandi calciatori azzurri, con Diego Maradona in primo piano. Capitan Lorenzo Insigne, ancora in vacanza dopo gli Europei, ha ripubblicato su Instagram Stories il post del Napoli, evidentemente gradito all’attaccante azzurro. Un messaggio d’amore, da parte di Insigne, significativo anche in vista dell’imminente trattativa per il rinnovo di contratto. Pure la Lega Serie A ha ricordato il compleanno del club di De Laurentiis sui social: “Campioni che hanno scritto la storia, un club che trasuda passione. Buon compleanno Napoli”. LEGGI TUTTO

  • in

    Mercato Napoli, Emerson Palmieri o Tsimikas in prestito

    Il mercato non conosce weekend: e dopo essersi regalato vacanze così lunghe, qualcosa dovrà pur cominciarsi a muovere. In quest’estate piatta, per chiunque, che sa di niente, si finge disinteresse in pubblico e ci si ritrova ad armeggiare con i cellulari per provare a capire se stiano cambiando le intenzioni. Un mese e poi sarà finito, però prima, al Napoli, continueranno ad inseguire un esterno basso di sinistra e un centrocampista che abbia un fisico bestiale. E senza neanche uscire troppo dai confini imposti a se stesso, Giuntoli continuerà a starsene (simbolicamente) Oltre Manica. E’ tutto concentrato, per il momento, lì, tra Londra (ma sponda Chelsea), Liverpool e Sheffield (allo United), dove pure ci sarebbero uomini che farebbero al caso per Spalletti.

    Napoli, due uomini e una fascia

    Il primo, Emerson Palmieri (27 anni dopodomani), resta la più affidabile (e autorevole) soluzione per la corsia mancina: quell’anno e mezzo affrontato insieme alla Roma ha avuto un peso e ritrovarsi adesso aiuterebbe a risolvere problemi di ambientamento che invece altri dovrebbero affrontare. Ma il Chelsea resiste, non indietreggia, esige sempre tanto (una ventina di milioni) e solo nel last minute un affare complesso assai potrebbe apparire più morbido, praticabile, con tutte le difficoltà che si possono immaginare e sospettare. Il Napoli spera nel prestito, lo ha chiesto anche per Tsimikas (25 compiuti a maggio): Giuntoli ha incassato il «no», poi ha annunciato che si farà di nuovo vivo, sperando in un venticello favorevole e in una volontà del calciatore che possa fungere da appoggio.

     Tutti gli approfondimenti sull’edizione del Corriere dello Sport – Stadio LEGGI TUTTO

  • in

    Napoli, De Laurentiis vuole da Hysaj 65.000 euro

    Ma chi l’ha detto che il tempo è un galantuomo e lenisce le ferite? Ventuno mesi, e sono tanti, se ne sono andati da quella notte ma ora ch’è tra il Napoli e Hysaj è finita, le cicatrici d’una torbida storiaccia sono riemerse e l’armistizio è evaporato: il braccio di ferro, in attesa di una improbabile (impossibile?) composizione amichevole riprenderà e stavolta in Tribunale. La serata più turbolenta, ed eticamente meno esemplare del Napoli, resta quella del 5 novembre 2019, uno dei punti più bassi nella vita d’un club che, al termine della sfida di Champions League con il Salisburgo, dovette subire la rivolta dei calciatori: niente ritiro, come aveva deciso De Laurentiis per fronteggiare la crisi di risultati, e ognuno a casa sua. La sfida, chiaramente avvelenata, si spostò subito sul terreno legale ma le multe, annunciate, rimasero poi argomento laterale d’una frattura in apparente via di ricomposizione. De Laurentiis non ha dimenticato e Hysaj, che è andato alla Lazio a parametro zero e dal quale il Napoli chiede 65 mila euro per quel gesto, è arrivata la comunicazione dal proprio legale che la vicenda si riaprirà attraverso la definizione del collegio chiamato a discutere d’una ribellione che all’esterno albanese potrebbe costare 65mila euro.  LEGGI TUTTO

  • in

    Pagelle Bayern-Napoli: super Osimhen, ma era proprio Lobotka?

    Bayern Monaco-Napoli, i migliori

    Koulibaly 7È’ (già) illegale nella sua straripante, anche «amichevole» autorevolezza, che dispensasicurezza.Lobotka 7È nella partita dal primo istante all’ultimo battito di ciglia: cerca il pallone, lo vuole e lo attira a sé, per uscire. Domanda: sicuro che fosse lui?

    Osimhen 8Sarà pure una doppietta inutile, ma i centravanti «vivono» per segnare. Per combattere la «solitudine», se ne va sempre frontalmente, cerca lo scontro e poi l’angolo lontano, che trova. Il chirurgo del gol.Spalletti 7,5Il suo calcio vario, declinato con modifi che continue e intervenendo anche dialetticamentedopo 20’ («se continuiamo in questo modo ci fanno un … così»). Ma è l’interpretazione cerebrale che dà un senso. LEGGI TUTTO