consigliato per te

  • in

    Sampdoria, Ranieri: “Ripartiamo dopo la sconfitta con la Juve”

    GENOVA – “A prescindere dai sistemi di gioco e dai calciatori che di volta in volta saranno chiamati a scendere in campo, voglio una squadra combattiva, agguerrita, che lotti su ogni pallone dall’inizio alla fine”. Il tecnico della Sampdoria, Claudio Ranieri, ha parlato così in vista del prossimo impegno di campionato, contro il Benevento: “Affronteremo una squadra che ha stravinto il campionato di Serie B, è in fiducia ma noi dobbiamo far vedere quanto ci è bruciata la sconfitta con i bianconeri e ripartire. Il Benevento di Inzaghi gioca con il 4-3-3, con le ali a piede invertito disponibili per i tagli o per concludere l’azione individualmente, i centrocampisti che si inseriscono e la squadra è sempre molto stretta. Dai miei ragazzi però mi aspetto la risposta giusta sul campo”, conclude l’allenatore che oltre a Candreva sta per accogliere il centrocampista Schalke 04 Nabil Bentaleb: 25 anni, nella scorsa stagione aveva militato nel Newcastle.. LEGGI TUTTO

  • in

    Sampdoria, Ranieri: “Questa Juve ha giocato con fame”

    TORINO – “Non mi aspettavo una prova così opaca: siamo stati pavidi e paurosi, sono molto deluso”. Claudio Ranieri, allenatore della Samp, manifesta tutto il proprio disappunto a Sky per la prova dei suoi contro la Juventus: ” La Juve in ogni contrasto è entrata con determinazione: a livello tecnico non possiamo competere, ma bisogna essere all’altezza a livello di sacrificio. Vedere i campioni della Juve giocare con fame e sacrificarsi e i miei non farlo mi fa impazzire. Sapevo che ci avrebbero messi sotto, ma non mi aspettavo che saremmo arrivati a una cosa del genere. Questa Juve allarga il gioco coi quinti a destra e sinistra: crea molti problemi se non pressi bene. Ma comunque abbiamo perso, parliamo di aria fritta. Mercato? Sicuramente qualcosa arriverà, sono curioso. Prima del covid, con i tifosi, eravamo imbambolati. Senza pubblico c’eravamo più con la testa e abbiamo fatto buone gare. Sono curioso di capire quali saremo, se quelli prima o quelli post lockdown. Keita? Vediamo quando arriverà, speriamo in settimana. Ruolo? Esterno nel 4-4-2, oppure punta per sfruttarne la velocità”. LEGGI TUTTO

  • in

    Sampdoria, Ranieri: “Sono molto deluso”

    TORINO – “Sono molto deluso. Non mi aspettavo una prova così tanto pavida. La Juve in ogni contrasto è entrata con determinazione: a livello tecnico non possiamo competere, ma bisogna essere all’altezza a livello di sacrificio”. Lo ha dichiarato Claudio Ranieri, allenatore della Sampdoria, dopo la gara con la Juventus: “Vedere i campioni sacrificarsi e i miei no mi fa impazzire. Sapevo che ci avrebbero messi sotto, ma non mi aspettavo che saremmo arrivati a una cosa del genere. Questa Juve allarga il gioco coi quinti a destra e sinistra: crea molti problemi se non pressi bene. Ma comunque abbiamo perso, parliamo di aria fritta. Mercato? Sicuramente qualcosa arriverà, sono curioso. Prima del covid, con i tifosi, eravamo imbambolati. Senza pubblico c’eravamo più con la testa e abbiamo fatto buone gare. Sono curioso di capire quali saremo, se quelli prima o quelli post lockdown. Keita? Vediamo quando arriverà, speriamo in settimana. Ruolo? Esterno nel 4-4-2, oppure punta per sfruttarne la velocità”.
    Kulusevski e Pirlo, esordio perfetto! La Juve piega la Sampdoria LEGGI TUTTO

  • in

    Samp, Keita pronto per la Juve

    GENOVA – Corsa contro il tempo della Sampdoria per regalare Keita Baldè a Claudio Ranieri già entro domenica. Oggi l’attaccante senegalese è atteso a Genova e i blucerchiati stanno provando a bruciare le tappe per poterlo tesserare per l’esordio in campionato con la Juventus allo Stadium. Un blitz che di colpo – nel giro di poche ore – è riuscito a cambiare il volto del mercato dei doriani e a risollevare almeno parzialmente l’umore della piazza. L’accordo col Monaco è quello di un prestito oneroso a 1 milione con diritto di riscatto a 12: cifre davvero low cost per un giocatore che solo fino a pochi anni fa scatenava aste di mercato, con Juventus e Inter (anche se poi la sua esperienza in nerazzurro nel 2018-19 non fu esaltante) in prima fila nel tentativo di strapparlo a Lotito.

    Keita Baldè ha deciso di sposare la Sampdoria per rimettersi in gioco dopo alcune stagioni in chiaro scuro e confida soprattutto nelle doti taumaturgiche dell’esperto Ranieri per rilanciarsi in serie A, il campionato che conosce meglio. A 25 anni, Keita ha tutte le qualità per diventare uno dei trascinatori della Samp, nei panni di esterno d’attacco o di seconda punta. I 3,8 milioni di ingaggio saranno parzialmente coperti dal Monaco e l’operazione, dal punto di vista finanziario, sarà più che mai fattibile. Ore di trattative febbrili in casa Samp, con un ruolo più che mai centrale svolto proprio da Ranieri in termini di appeal […]
    Leggi l’articolo completo sull’edizione digitale di Tuttosport LEGGI TUTTO

  • in

    Quagliarella show, doppietta nel test in famiglia con la Sampdoria

    GENOVA – In sostituzione dell’amichevole con il Torino annullata due giorni fa per la positività al Covid di un membro dello staff granata, la Sampdoria ha giocato una partitella in famiglia sul campo 2 del “Mugnaini”. Dopo una prima fase di riscaldamento a secco e attivazione con il pallone Claudio Ranieri ha diviso il gruppo in due: sblocca la gara Verre che porta in vantaggio i blucerchiati, mentre quelli con la pettorina arancione trovano il pari poco dopo con Quagliarella su assist di Jankto. Il botta e risposta va avanti con la rete di Bonazzoli e il nuovo pareggio di Quagliarella, ma poco prima della fine del primo tempo Verre riporta avanti i suoi. Nella ripresa Bahlouli con una bella voleè realizza il poker, ma Colley e Ramirez fissano il risultato sul 4-4 finale. Assenti Ekdal e Ferrari, alle prese con un lavoro personalizzato, mentre Askildsen e Gabbiadini sono rimasti a riposo. Ranieri e il suo staff hanno concesso alla squadra due giorni di riposo, fissando la ripresa degli allenamenti per martedì pomeriggio. LEGGI TUTTO

  • in

    Sampdoria al completo, tornati anche i nazionali

    GENOVA – Per la Sampdoria non c’è tempo per riposare dopo il test amichevole di Piacenza. I blucerchiati, nel pomeriggio, si sono ritrovati per sostenere una seduta di allenamento agli ordini di mister Ranieri che ha diviso la rosa in due gruppi: sul campo 1 seduta rigenerativa per i calciatori più impiegati al “Garilli”, mentre gli altri disponibili, compresi i sette nazionali e i recuperati Ferrari e Murru, hanno svolto lavoro completo. Manolo Gabbiadini, invece, ha svolto lavoro di recupero in palestra. Domani è previsto un solo allenamento, al mattino. LEGGI TUTTO

  • in

    Alessandria-Sampdoria, consentito l'ingresso a 1000 tifosi

    ALESSANDRIA – L’amichevole Alessandria-Sampdoria, in programma il 5 settembre al ‘Moccagatta’, potrà essere seguita da 1000 spettatori allo stadio. Lo annuncia proprio la società piemontese sul sito ufficiale in una nota: “L’Alessandria ermamente intenzionata a favorire l’accesso dei propri tifosi all’incontro, ha fatto richiesta in tal senso alla Federazione e, con il supporto della Lega di Serie C, ha ottenuto la possibilità di consentire l’ingresso a mille tifosi, nel rispetto delle disposizioni vigenti in materia di tutela della salute e della sicurezza previste dal DPCM 7 agosto 2020”.  LEGGI TUTTO

  • in

    Coronavirus, Sampdoria U18: positivo il giovane Di Stefano

    GENOVA – Torna l’incubo coronavirus in casa Sampdoria. Dopo i tanti casi in prima squadra risalenti agli albori della pandemia, adesso è il turno di un giovane calciatore dell’Under 18 blucerchiata. Si tratta di Lorenzo Di Stefano, che ha confermato la brutta notizia con un post su Instagram: “Sono risultato anche io positivo al Covid-19. Non c’è nulla di cui vergognarsi, anzi, parlo perchè voglio far passare il messaggio di stare il più attenti possibile visto che avrò contratto il virus da un asintomatico proprio come me – ha scritto Di Stefano -. Volevo ringraziare tutti quelli che mi hanno scritto, mi sono arrivati già tantissimi messaggi. Ci tengo a rassicurarvi che sto bene!”. LEGGI TUTTO