consigliato per te

  • in

    Cessione Sampdoria allo sceicco Al Thani: c'è il prezzo

    GENOVA – La Sampdoria a Khaled Al Thani, è questo lo scenario che potrebbe concretizzarsi. Lo sceicco è fortemente interessato all’acquisizione della società blucerchiata e vorrebbe accelerare per concludere l’affare, come confermato anche in una lettera inoltrata da Al Thani tramite i propri uomini di fiducia in Europa: “Continuiamo a lavorare con le parti interessate per finalizzare l’acquisizione del club prima possibile”, si legge nel comunicato dove si spiega che tutti i soggetti sono al lavoro e si ringrazia per la collaborazione il trustee Gianluca Vidal, che sta seguendo la trattativa. Manca però ancora il tassello-chiave, quello del bonifico da 40 milioni di euro, che decreterebbe il definitivo passaggio di consegne. LEGGI TUTTO

  • in

    Cessione Sampdoria, Al Thani: “Vogliamo completare l'acquisto del club prima possibile”

    GENOVA – Lo sceicco Khaled Al Thani ha ribadito in una lettera l’interessamento per l’acquisizione della Sampdoria. Attraverso i propri uomini di fiducia in Europa, lo sceicco ha inoltrato un comunicato con il quale spiega che tutti i soggetti sono al lavoro e si ringrazia per la collaborazione il trustee Gianluca Vidal che sta seguendo la trattativa: “Continuiamo a lavorare con le parti interessate per finalizzare l’acquisizione del club prima possibile”. Dunque, un nuovo capitolo in questa vicenda in cui si aspetta però ancora un passaggio-chiave: il bonifico dei 40 milioni che, di fatto, sarebbe il tassello chiave per la conclusione positiva del passaggio di consegne. LEGGI TUTTO

  • in

    Stankovic distrutto in tribuna dopo Sampdoria-Lecce

    GENOVA – Le immagini di una resa scorrono durante e dopo Sampdoria-Lecce, secondo anticipo del sabato della 15ª giornata di Serie A, che ha visto i salentini passare a Marassi 2-0 e lasciare i blucerchiati al penultimo posto in classifica, con soli 6 punti: in tribuna, un impotente Stankovic, confinato sugli spalti per squalifica, non nasconde le sue emozioni, disperandosi come fosse a bordo campo, prima di arrendersi, distrutto, adagiandosi sulla balaustra del box da cui aveva seguito il match. Saranno giorni di riflessione, anche in considerazione delle ultime dichiarazioni di Stankovic, che avevano fatto pensare ad un suo possibile passo indietro.
    Pazienza finita: scatta la contestazione dei tifosi
    A fare da sfondo allo “psicodramma” del tecnico serbo, la pazienza finita dei tifosi blucerchiati. Dopo settimane di speranze per il nuovo corso ed un sostegno incondizionato, sottolineato più volte dallo stesso Stankovic, il ko con il Lecce è la classica goccia che fa traboccare il vaso della contestazione, che esplode vigorosa sia dentro che fuori dallo stadio. Sono stati almeno 200 i tifosi blucerchiati che si sono dati appuntamento in Corso De Stefanis per lanciare cori contro la squadra e per chiedere spiegazioni di quanto sta accadendo. LEGGI TUTTO

  • in

    Torino: Schuurs a rischio operazione

    TORINO – L’unica buona notizia, mettiamola così, è che dopo la prossima giornata il campionato si ferma per la sosta dovuta al Mondiale. E dunque ci sarà davanti più tempo per consentire a Perr Schuurs di recuperare dalla lussazione alla spalla destra riportata ieri sera contro la Sampdoria. Il centrale olandese ha lascato lo stadio con un tutore e poi si è recato subito in ospedale per i primi controlli. Oggi i nuovi accertamenti hanno evidenziato una lussazione gleno-omerale che è stata ridotta. Schuurs dovrà sottoporsi a ulteriori accertamenti strumentali nei prossimi giorni e soltanto allora si andrà a definire il percorso terapeutico da seguire: ovvero, se sarà necessario effettuare un intervento chirurgico, eventualità sulla quale si è espresso ieri sera Juric con termini preoccupati, o se limitarsi a una riabilitazione. A Roma, domenica, il sui posto sarà preso da Buongiorno, che già lo ha sostituito contro la Samp. LEGGI TUTTO

  • in

    Miranchuk-Radonjic-Vlasic per rilanciare il Toro: perché Juric ha fatto questa scelta

    TORINO – Pellegri non ce la fa per il riacutizzarsi del dolore alla caviglia, Sanabria non al top va in panchina. E allora, contro la Sampdoria, Juric punta sul tridente composto da trequartisti: Miranchuk, Radonjic e Vlasic finto nove. Situazione che aveva già sperimentato nel derby perso con la Juve. Karamoh che a Bologna aveva sostituito Pellegri non offre garanzie. Da segnalare la conferma di Singo e l’inserimento dal primo minuto di Vojvoda al posto di Lazaro. In difesa Zima dall’inizio per Djidji e Rodriguez per Buongiorno. Anche senza una punta vera il tecnico spera in questo modo di trovare i gol per battere la Sampdoria e dare un segnale forte alla classifica granata dopo l’imprevista sconfitta di Bologna. LEGGI TUTTO

  • in

    Torino: Pellegri non è convocato per la Samp

    TORINO – Non c’è il nome di Pietro Pellegri tra i convocati del Torino per la partita di questa sera con la Sampdoria. L’attaccante che domenica a Bologna era uscito per infortunio dopo 2 secondi non sarà dunque in campo, malgrado le indicazioni della vigilia facessero pensare il contrario: lunedì gli esami non avevano evidenziato problemi, ieri mattina ha svolto e superato il provino e ieri nel tardo pomeriggio si è regolarmente allenato con i compagni. Eppure, a sorpresa, nella lista di Juric non c’è. Compare invece Sanabria, che sembra dunque aver superato i problemi fisici che l’hanno tenuto lontano dai terreni di gioco nelle ultime settimane. Ecco i convocati granata.
    Portieri Milinkovic-Savic, Berisha, FiorenzaDifensori Zima, Schuurs, Rodriguez, Djidji, Buongiorno 
    Centrocampisti Singo, Linetty, Ricci, Vojvoda, Lazaro, Adopo, Bayeye, Ilkhan, Garbett
    Trequartisti Miranchuk, Radonjic, Karamoh, Vlasic, Seck
    Attaccanti Sanabria

    Iscriviti al Fantacampionato Tuttosport League e vinci fantastici premi! LEGGI TUTTO

  • in

    Qui J Hotel: ecco il pullman della Samp. Blucerchiati pronti per il Toro

    TORINO – Eccolo qui: il pullman della Sampdoria è parcheggiato all’ingresso del J Hotel, che abitualmente è il quartier generale della Juventus, a due passi dallo Stadium. E invece, per una volta, parte dell’albergo è stata destinata al breve soggiorno della squadra blucerchiata impegnata all’Olimpico Grande Torino contro il Toro per la sfida serale della 14ª giornata di campionato. Dejan Stankovic farà effettuare una sorta di riscaldamento/risveglio muscolare prima che il mezzo trasporti giocatori e staff allo stadio. Da lunedì, poi, con la sosta per il Mondiale in Qatar, la Continassa sarà “requisita” dalla nazionale brasiliana del ct Tite che ha scelto Torino per preparare la sua squadra alla rassegna iridata al via tra pochi giorni. Ad Alex Sandro, Danilo e Bremer – in rigoroso ordine di militanza juventina – l’onore di fare da cicerone lungo corridoi e percorsi, per loro, di casa.Iscriviti al Fantacampionato Tuttosport League e vinci fantastici premi! LEGGI TUTTO

  • in

    Samp a casa Juve per sfidare il Toro

    TORINO – Magari alla Sampdoria avranno pensato che, visto lo score della Juventus nei derby – 24 vittorie, 8 pareggi e una sola sconfitta nelle ultime 33 sfide con il Torino -, ai giocatori blucerchiati potrebbe far bene respirare un po’ d’aria bianconera in vista della sfida contro i granata di domani sera all’Olimpico Grande Torino. In realtà ha solo motivazioni logistiche il fatto che la squadra blucerchiata di Dejan Stankovic, completato l’allenamento di questo pomeriggio a Bogliasco, partirà in vista di Torino diretta al J Hotel, l’albergo all’interno del centro sportivo bianconero
    E lunedì arriva il Brasile
    Audero e compagni (per il portiere non si tratterà di un ritorno a casa visto che quando era in bianconero la Juve si allenava ancora a Vinovo) ceneranno e pernotteranno nell’hotel della società bianconera, ovviamente non nell’ala riservata alla squadra di Allegri, dove i giocatori hanno camere private sempre a loro disposizione, con i propri effetti personali. Domattina, poi, è previsto un risveglio muscolare in albergo, perfettamente attrezzato al riguardo, ma non un allenamento sui campi del centro di allenamento bianconero, raggiungibili senza neppure uscire dall’Hotel. Con quattro campi a disposizione non ci sarebbero comunque problemi di spazio con la Juventus, qualora Stankovic cambiasse idea. Idea, quella di prepararsi nel centro sportivo bianconero, che ha avuto anche il ct del Brasile, Tite: da lunedì prossimo, 14 novembre, a sabato 19, infatti, la Seleçao effettuerà un miniritiro proprio alla Continassa
    Iscriviti al Fantacampionato Tuttosport League e vinci fantastici premi! LEGGI TUTTO