consigliato per te

  • in

    Milan-Spezia, furia Pioli con l'arbitro: “Perso per colpa sua”

    MILANO – Sfuma per il Milan il sorpasso sull’Inter in classifica: la squadra di Pioli viene beffata al 95′ da Gyasi e viene sconfitta 2-1 dallo Spezia: dopo il vantaggio di Leao, l’errore di Hernandez dal dischetto e  lo “scivolone” dell’arbitro Serra che all’89’ fischia un fallo su Rebic al limite dell’area con Messias che aveva già preso la coordinazione per superare Provedel da pochi passi. Stefano Pioli affronta l’episodio ai microfoni di Dazn: “L’episodio di Messias ci ha innervositi, ho provato a calmare i giocatori ma non ci sono riuscito, la riprova è stato il gol subito al 95′: abbiamo perso lucidità. Le colpe stasera sono sia nostre che della terna arbitrale. Peccato, abbiamo creato tante occasioni, con molte possibilità di chiudere la classifica. Serata storta, dobbiamo reagire subito”.Guarda la galleryGyasi al 95′ gela il Milan: impresa dello Spezia
    Pioli: “Juve e Inter nelle prossime gare? E’ un bene”
    “Siamo stati poco efficaci sotto porta, oltere il rigore sbagliato abbiamo avuto tante occasioni, abbiamo commesso qualche errore e abbiamo perso. La sconfitta condizionerà la classifica? Non ci voleva, sapevamo di avere un’occasione. Il vantaggio doveva darci una spinta ma così non è stato. La squadra si riprenderà, a chiunque può capitare una giornata storta: il campionato è lungo. Abbiamo costruito il gioco davanti alla difesa, con un centrocampo dove Krunic e Bakayoko era la prima volta che giocavano assieme. Prossime gare con Juve e Inter? Meglio così, servono gare importanti dopo ko del genere. LEGGI TUTTO

  • in

    Milan, Pioli beffato dallo Spezia. Lozano trascina il Napoli: 2-0 al Bologna

    MILANO – Il Milan viene beffato dallo Spezia: al San Siro finisce 2-1 con il gol vittoria di Gyasi al 97′. Pioli fallisce così il sorpasso all’Inter in classifica e vede avvicinarsi anche il Napoli, che batte 2-0 il Bologna. Al Dall’Ara Lozano piega Mihajlovic con una doppietta che permette alla squadra di Spalletti di salire a -2 dal Milan.
    Serie A, la classifica
    Leao non basta al Milan: Pioli beffato da Gyasi allo scadere
    Il Milan sfida lo Spezia con la possibilità di sorpassare, in caso di vittoria, l’Inter e prendersi momentaneamente la testa della classifica. Al San Siro la partita si infiamma subito con un Leao che conferma il suo straordinario momento di forma e trova in soli 25 minuti tre ottime occasioni, sfiorando il vantaggio per i rossoneri. Lo Spezia prova a reagire al 30′, con Reca che si libera di Florenzi ma viene fermato da Maignan. La squadra di Pioli controlla il gioco e chiude gli avversari nella loro area. Al 42′ è ancora il talento portoghese ad essere decisivo per il Milan, conquistando un calcio di rigore per un intervento di Provedel, dopo un retropassaggio sbagliato da parte della difesa dello Spezia. Dal dischetto si presenta Theo Hernandez che però colpisce il palo. I rossoneri però continuano a spingere e al 46′ trovano il vantaggio con il lancio lungo di Krunic ancora per Leao che supera la difesa avversaria e con un pallonetto batte Provedel firmando l’1-0. La ripresa si apre con i rossoneri ancora in controllo della partita e capaci di creare ottime occasioni con Ibrahimovic e Saelemaekers. Al 64′ però la difesa del Milan si addormenta, ne approfitta Verde che scatta sulla corsia di sinistra e trova al centro Agudelo che da pochi passi non sbaglia e realizza un improvviso gol del pareggio. Finale incredibile al San Siro: al 92′ Rebic viene atterrato al limite dell’area, il pallone finisce a Messias che batte Provedel e segna ma l’arbitro sbaglia e non concede il vantaggio ai rossoneri, fischiando dunque durante il tiro del brasiliano; poi al 96′ lo Spezia riparte e con Gyasi trova un gol clamoroso che firma la vittoria per 2-1.
    Milan-Spezia, tabellino e statistiche
    Lozano trascina il Napoli: 2-0 al Bologna
    Dopo la vittoria contro la Sampdoria, il Napoli vuole proseguire il suo momento positivo per continuare ad inseguire Milan e Inter davanti. Al Dall’Ara la squadra di Spalletti sfida il Bologna di Mihajlovic. La partita si apre nel segno di Lozano, bravo a trovare due ottime occasioni al 3′ e al 5′, che sblocca la partita al 20′: Elmas sulla sinistra supera De Silvestri e crossa per l’attaccante messicano che anticipa Theate e batte Skorupski. Il Napoli si limita ora a gestire il pallone con il Bologna che non riesce a reagire allo svantaggio. La squadra di Mihajlovic si risveglia però con Arnautovic, che trova un ottimo tiro al 39′ e un colpo di testa al 44′. Si risveglia anche il Napoli che allo scadere sfiora il raddoppio con Fabian Ruiz che colpisce il palo. Nella ripresa la squadra di Spalletti torna a spingere sin dai primi minuti trovando il secondo gol: al 47′ azione veloce del Napoli con passaggio filtrante di Zielinski per Fabian Ruiz, assist a centro area per Lozano che salta Skorupski e firma il 2-0. Spalletti lascia spazio a Osimhen: per l’attaccante nigeriano, assente dal 21 novembre scorso, 20 minuti in campo al posto di Mertens. Il Bologna inizia a spingere nel finale, a caccia del gol che potrebbe riaprire la partita. Nel finale si mette in risalto Osimhen che salta un avversario, entra in area e tira di poco a lato. Allo scadere arriva il palo di Svanberg che però non cambia il risultato: il Napoli batte il Bologna 2-0.
    Bologna-Napoli, tabellino e statistiche LEGGI TUTTO

  • in

    Milan-Spezia 1-2: Pioli fermato da Thiago Motta allo scadere, non basta Leao

    MILANO – Il Milan spreca una grandissima occasione e si fa beffare nel finale dallo Spezia: al San Siro finisce 2-1. Non basta il gol di uno scatenato Leao nel primo tempo, con la rete di Agudelo nel secondo tempo e quella di Gyasi al 97′ che frenano Pioli. I rossoneri così falliscono il sorpasso all’Inter, attualmente a -2 e con una partita in meno. Thiago Motta invece conquista tre punti importantissimi e si porta a +6 sulla zona retrocessione. 
    Milan-Spezia, tabellino e statistiche
    Leao scatenato, Theo Hernandez sbaglia un rigore
    Il Milan ha l’occasione di sorpassare l’Inter in classifica e conquistare momentaneamente il primo posto contro lo Spezia. I rossoneri sono reduci dal successo per 3-0 in casa del Venezia mentre gli ospiti continuano ad inseguire il sogno salvezza dopo la vittoria contro il Genoa. Pioli si affida ad Ibrahimovic (che raggiunge le 150 presenze con il Milan) dal primo minuto mentre Thiago Motta punta sul tridente formato da Gyasi, Manaj e Verde. Partita subito viva, con Leao che sfiora subito il vantaggio per i suoi: al 2′ riceve al limite dell’area e trova il destro a giro che finisce ad un soffio dal palo. Il portoghese si conferma come giocatore più in forma dei rossoneri sfiorando ancora il gol al 16′, stavolta supera con una grandissima giocata Amian ma il suo mancino viene respinto da Provedel. Il Milan continua a spingere chiudendo lo Spezia nella sua area e trovando altre ottime occasioni con Ibrahimovic (destro di poco alto sopra la traversa) e ancora Leao con uno scambio con Saelemaekers e un destro che sfiora la traversa. La reazione dello Spezia arriva al 30′, con Reca che si libera di Florenzi e trova un gran mancino bloccato in due tempi da Maignan. La partita prende una svolta al 42′: errore della difesa dello Spezia in un retropassiaggio al portiere con Leao che cerca di intercettare il pallone e viene colpito da Provedel, l’arbitro va al Var e assegna il calcio di rigore. Dagli undici metri si presenta Theo Hernandez che però colpisce il palo sprecando una grandissima occasione. Il Milan però non molla e riesce a trovare il gol del vantaggio nei minuti di recupero: al 46′ lancio lungo di Krunic per Leao che supera la difesa e con un pallonetto batte Provedel. Finisce così il primo tempo con il Milan in controllo della gara e un Leao scatenato. 
    Finale incredibile: gol di Gyasi al 96′
    Il secondo tempo inizia sulla falsa riga del primo, con il Milan in controllo del pallone e lo Spezia schiacciato nella sua area. I rossoneri cercano anche il raddoppio, sfiorandolo al 56′ con Ibrahimovic (mancino di poco a lato) e un minuto dopo con l’ottima azione di Leao sulla fascia che trova Saelemaekers al centro: grande risposta di Provedel da pochi passi che devia il pallone con il piede. Al 64′ però la difesa del Milan si addormenta, ne approfitta Verde che scatta sulla corsia di sinistra e trova al centro Agudelo che da pochi passi non sbaglia e realizza un improvviso gol del pareggio. La squadra di Thiago Motta prende così coraggio e prova a lanciarsi in avanti. Pioli invece si gioca la carta Giroud (al posto di Brahim Diaz) giocando con due punte in avanti. Partita però che risulta bloccata, con nessuna delle due squadre che riesce a sfondare la difesa dell’altra per trovare buone occasioni. Partita che si infiamma all’82’: grandissima giocata di Agudelo che spiazza la difesa e mette in mezzo per Kovalenko che per poco non arriva sul pallone a porta vuota. Brivido per il Milan. Caos nel recupero: al 92′ Rebic viene atterrato al limite dell’area, il pallone finisce a Messias che batte Provedel e segna. L’arbitro però sbaglia e non concede il vantaggio ai rossoneri, fischiando dunque durante il tiro del brasiliano. Forcing del Milan nel finale che assedia l’area dello Spezia sfiorando il gol con la punizione di Ibrahimovic nel finale e il colpo di testa di Giroud. Allo scadere però arriva la rete clamorosa dello Spezia: ripartenza di Agudelo, passaggio per Kovalenko che serve Gyasi per il 2-1 al 96′.  LEGGI TUTTO

  • in

    Diretta Milan-Spezia ore 18.30: probabili formazioni, dove vederla in tv e streaming

    MILANO – Il pareggio dell’Inter con l’Atalanta ha regalato al Milan di Stefano Pioli l’opportunità di portarsi – almeno fin quando non si avranno notizie in merito alla gara non disputata dai cugini nerazzurri con il Bologna dell’ex Mihajlovic – in testa alla classifica in solitaria: per farlo, i rossoneri dovranno necessariamente battere tra le mura amiche del Giuseppe Meazza lo Spezia di Thiago Motta reduce dai successi esterni con Napoli e Genoa, dal ko interno con il Verona e dal pari con l’Empoli negli ultimi quattro incontri, un bottino di sette punti che ha permesso al club ligure di mettersi la zona retrocessione a tre lunghezze di distanza e con una gara ancora da giocare. Nell’ultimo confronto tra le due squadre, il match al Picco dell’andata datato 25 settembre 2021, il Milan si è imposto grazie ai gol di Daniel Maldini e, soprattutto, Brahim Diaz all’86’, dopo il momentaneo 1-1 di Verde all’80’.
    SEGUI MILAN-SPEZIA IN DIRETTA SUL NOSTRO SITO
    Milan-Spezia, dove vederla in tv e streaming
    Il match tra Milan e Spezia, in programma alle 18.30 allo stadio Giuseppe Meazza, sarà trasmesso in diretta streaming esclusiva da Dazn. In alternativa, sarà possibile seguire la cronaca testuale della sfida live sul nostro sito.
    Le probabili formazioni di Milan-Spezia
    MILAN (4-2-3-1): Maignan; Florenzi, Kalulu, Gabbia, Theo Hernandez; Krunic, Bakayoko; Saelemaekers, Brahim Diaz, Rafael Leao; Ibrahimovic. Allenatore: Pioli. A disposizione: Tatarusanu, Mirante, Calabria, Stanga, Messias, Di Gesù, Rebic, Castillejo, Giroud, D. Maldini. Indisponibili: Kjaer, Pellegri, Kessié, Ballo-Tourè, Bennacer, Tomori, A. Romagnoli, Plizzari. Squalificati: Tonali.
    SPEZIA (4-3-3): Provedel; Amian, Erlic, Nikolaou, Reca; Maggiore, Kiwior, S. Bastoni; Verde, Manaj, Gyasi. Allenatore: Thiago Motta. A disposizione: Zoet, Zovko, Bertola, Hristov, Kovalenko, Sala, Ferrer, Bourabia, Sher, Agudelo, Antiste, Strelec, Nzola. Indisponibili: Leo Sena, E. Colley. Squalificati: -.
    Arbitro: Serra di Torino.Assistenti: Cipressa e Grossi.IV uomo: Sozza.Var: Doveri.Avar: Vivenzi. LEGGI TUTTO

  • in

    Serie A, Milan-Spezia: pronostico favorevole ai rossoneri

    Promosso col brivido in Coppa Italia, il Milan torna a giocare in campionato dove lunedì 17 gennaio (ore 18.30) dovrà superare un altro ostacolo ligure, lo Spezia. Partita con pronostico decisamente favorevole alla squadra seconda in classifica.
    Serie A, indovina il risultato di Milan-Spezia
    Under/Over 2,5 e minuti dei gol segnati
    Scontato dire “1” e allora meglio guardare in altre direzioni. Sorprende il fatto che lo Spezia, dopo aver centrato l’Over 2,5 nelle prime sette trasferte, abbia virato sull’Under (con allegato No Goal) nelle ultime quattro gare giocate lontano dal Picco.
    Il Milan viene da tre affermazioni in campionato caratterizzate da almeno tre reti totali e sulla carta sembra probabile che possa essere questa la “striscia” destinata ad allungarsi. Le quote rispecchiano in pieno questa valutazione. Uno sguardo anche ai “Minuti dei gol segnati”. Il Milan si dimostra molto ispirato nell’ultimo quarto di gara, con ben 11 marcature. Undici sono invece le reti subìte dallo Spezia nell’intervallo temporale che va dal 60’ al 75’. LEGGI TUTTO

  • in

    Serie A, Milan-Spezia: analisi e pronostico

    Archiviata la parentesi di Coppa Italia per il Milan è tempo di rituffarsi in campionato dove lunedì 17 gennaio (ore 18.30) i rossoneri di Pioli affronteranno un’altra formazione ligure, lo Spezia. Gara con pronostico nettamente favorevole alla squadra seconda in classifica.
    Serie A, indovina il risultato di Milan-Spezia
    Segno 1 “scontato”, meglio…
    Scontato dire “1” e allora meglio guardare in altre direzioni. Sorprende il fatto che lo Spezia, dopo aver centrato l’Over 2,5 nelle prime sette trasferte, abbia virato sull’Under (con allegato No Goal) nelle ultime quattro gare giocate lontano dal Picco.
    Il Milan viene da tre affermazioni in campionato caratterizzate da almeno tre reti totali e sulla carta sembra probabile che possa essere questa la “striscia” destinata ad allungarsi. Le quote rispecchiano in pieno questa valutazione. Uno sguardo anche ai “Minuti dei gol segnati”. Il Milan si dimostra molto ispirato nell’ultimo quarto di gara, con ben 11 marcature. Undici sono invece le reti subìte dallo Spezia nell’intervallo temporale che va dal 60’ al 75’. LEGGI TUTTO

  • in

    Faivre allontana il Milan: “Giocare al Psg sarebbe un sogno”

    Cercato dal Milan fino all’ultimo giorno della finestra estiva di calciomercato, Romain Faivre sembra allontanare le voci di un possibile approdo ai rossoneri. Il trequartista classe ’98 in forza al Brest, prima del match contro il Psg (la squadra di Pochettino ha vinto 2-0 grazie alle reti di Mbappé e Kehrer) ha parlato del proprio futuro ai microfoni di Canal+ ammettendo: “Giocare per il Psg? Ci sono stati contatti con i miei agenti. È un sogno, è la mia città, lì ci sono la mia famiglia e i miei amici”.  LEGGI TUTTO

  • in

    Milan, parla il presidente del Lille: “Botman resta fino a fine stagione”

    LILLE (FRANCIA) – Il Milan e le squadre concorrenti, tra cui il Newcastle, sono avvisate: Sven Botman non lascerà il Lille in questa sessione invernale di mercato. A comunicarlo è stato il presidente della squadra francese, Olivier Letang, che nella conferenza stampa di oggi ha spento ogni voce su un possibile addio del difensore olandese: “Siamo stati sollecitati già l’estate scorsa per Sven, ma siamo stati chiari: per questa stagione abbiamo bisogno di lui. Stiamo facendo un pecorso anche in Champions League, dove ci siamo qualificati agli ottavi da primi del girone. Ci sono degli obiettivi importanti per questa seconda parte di annata, pertanto Botman resterà con noi per perseguirli fino a fine stagione”. LEGGI TUTTO