consigliato per te

  • in

    Sarri e quel “germe” che non fa decollare la Lazio. Che fare?

    Dopo il ko con i danesi del Midtylland Sarri ha parlato di una sindrome che colpisce la squadra: dal ritiro al turn over, ecco come la affronteràDal nostro inviato Stefano Cieri16 settembre
    – Herning (Danimarca) Una sconfitta così, in Europa, non si vedeva da tempo per la Lazio. E, quando era arrivata (con quattro gol di scarto, come ieri) gli avversari si chiamavano Chelsea, Barcellona e Ipswich. Stavolta invece la scoppola è arrivata dal Midtylland, formazione che nelle ultime due occasioni in cui aveva ospitato nel suo stadio una squadra italiana era uscita con le ossa rotte (sconfitta 4-1 dal Napoli di Sarri nel 2015 in Europa League e 4-0 dall’Atalanta di Gasperini nel 2020 in Champions). Insomma, non un avversario irresistibile. E invece la Lazio è naufragata, rimediando la seconda sconfitta più larga della sua storia europea (solo con il Lens, nella Coppa Uefa 1977, rimediò un k.o. peggiore, perdendo per 6-0). LEGGI TUTTO

  • in

    Joaquin, passione e barzellette: così è diventato l'uomo dei record

    Con il gol del suo Betis al Ludogerets è lui, 41 anni e 56 giorni, il giocatore più vecchio a segnare in Europa League: “Duro più della tuta che ti danno quando vai a fare il militare”Dal nostro corrispondente Filippo Maria Ricci16 settembre
    – madrid“Sono così vecchio che ormai qualsiasi cosa faccia diventa un record. Un calcio d’angolo, una traversa, un palo…”. E giù a ridere. Joaquin Sanchez Rodriguez, per tutti da sempre solo Joaquin, ieri sera è diventato il marcatore più anziano della Europa League. Nella non facilissima vittoria del Betis contro il Ludogorets, la squadra che ha battuto la Roma all’esordio, Joaquin, partito titolare, ha firmato il 2-0. Poi è finita 3-2. LEGGI TUTTO

  • in

    Joaquin da record: realizza il più “vecchio” in Europa League in Betis-Ludogorets

    Sconfitta pesante in Danimarca per la Lazio, travolta 5-1 dal Midtjylland: massimo equilibrio nel gruppo F con tutte le squadre a quota 3 punti. Si riscatta invece la Roma, che batte 3-0 l’Helsinki e resta alle spalle del Betis. Ecco la classifica di tutti i gironi di Europa League
    GUARDA TUTTI GLI HIGHLIGHTS DI EUROPA LEAGUE

    GIRONE A, TUTTI I RISULTATI

    1^ giornata: Zurigo-Arsenal 1-2, Psv-Bodo/Glimt 1-1
    2^ giornata: Bodo/Glimt Zurigo-2-1, Arsenal-Psv (rinviata al 20 ottobre) LEGGI TUTTO

  • in

    Ronaldo, primo gol in Europa League della carriera: 2-0 dello United allo Sheriff

    TORINO – Cristiano Ronaldo si sblocca: primo gol in stagione per il portoghese, che realizza anche la sua prima rete della carriera in Europa League. Suo infatti il calcio di rigore che permette al Manchester United di fissare il risultato sul 2-0 per i Red Devils nel match contro lo Sheriff. Vittoria schiacciante, nel girone della Lazio, del Feyenoord (6-0 contro lo Sturm Graz), mentre nel gruppo della Roma il Betis Siviglia archivia con un 3-2 la pratica Ludogorets. Tre punti anche per la Real Sociedad, mentre Hamsik trascina il Trabzonspor al successo contro lo Stella Rossa. Il Monaco va invece ko in casa contro il Ferencvaros.
    Europa League, le classifiche dei gironi
    Europa League, il calendario
    Ronaldo in gol nel successo dello United, Feyenoord a valanga
    Nel curriculum di Cristiano Ronaldo mancava solo la firma in Europa League: è arrivata, su rigore al 39′, nel match vinto per 2-0 dal Manchester United contro lo Sheriff Tiraspol. A portare in vantaggio i Red Devils, che centrano i primi tre punti nel girone dopo il ko contro la Real Sociedad, era stato Sancho al 17′. Nel girone della Lazio il Feyenoord archivia in scioltezza la pratica Sturm Graz: 6-0 il risultato finale, con quattro gol realizzati nel primo tempo: sono la doppietta di Jahanbakhsh, il gol dell’ex Fiorentina Hancko e i sigilli di Danilo, Jimenez e Idrissi a regalare il successo alla squadra di Rotterdam. 
    Sheriff Tiraspol-Manchester United 0-2, tabellino e statistiche
    Feyenoord-Sturm Graz 6-0, tabellino e statistiche
    Betis, 3-2 al Ludogorets. Fenerbahce, pari in rimonta al 92′
    Nel gruppo della Roma, con l’ex Lazio Luiz Felipe titolare dal 1′, il Betis Siviglia batte 3-2 il Ludogorets: la squadra di Pellegrini ringrazia il gol di Luiz Henrique al 25′ (primo in maglia biancoverde), il raddoppio del sempre-verde Joaquin al 39′ e il tris di Canales al 59′ e centra il suo secondo successo nel girone. Non bastano ai bulgari il gol di Despodov e Rick. Nel gruppo B invece il Fenerbahce, con l’ex Cagliari Joao Pedro che subentra nel secondo tempo, rimonta due gol di svantaggio e pareggia 2-2 fuori casa contro il Rennes: i francesi vanno sul 2-0 grazie ai gol di Terrier al 52′ e di Majer al 54′. I turchi accorciano con Kahveci al 60′ e al 92′, con i padroni di casa in 10, acciuffano il pari grazie al rigore messo a segno da Valencia.
    Betis Siviglia-Ludogorets 3-2, tabellino e statistiche
    Rennes-Fenerbahce 2-2, tabellino e statistiche
    Vince la Real Sociedad, Monaco ko
    Successo per la Real Sociedad che si porta a punteggio pieno nel gruppo E: dopo la vittoria contro lo United, i baschi battono 2-1 i ciprioti dell’Omonia Nicosia: il gol di Guevara al 30′ porta in vantaggio Alguacil, ma gli ospiti pareggiano al 72′ con Bruno. E’ Sorloth all’80’ a regalare il successo ai padroni di casa. Cade invece in casa il Monaco, sconfitto 1-0 dal Ferencvaros: è il gol di Vecsei all’80’ a decidere il match.
    Real Socieadad-Omonia Nicosia 2-1, tabellino e statistiche
    Monaco-Ferencvaros 0-1, tabellino e statistiche
    Gli altri risultati
    L’ex Napoli Marek Hamsik spiana la strada al Trabzonspor nel successo per 2-1 contro lo Stella Rossa: suo il gol al 16′ che porta i turchi sull’1-0. Trezeguet raddoppia al 68′, inutile il gol di Nikolic nel recuero per i serbi. Il Friburgo ringrazia invece la doppietta di Gregoritsch e il gol di Hofler e batte 3-0 fuori casa l’Olympiakos, mentre il Nantes perde 3-0 fuori casa contro il Qarabag: decidono Owusu al 60′, Zoubir al 65′ e l’ex Spal e Crotone Jankovic al 72′. Negli altri match, l’Union Berlino va ko per 1-0 col Braga, la Dinamo Kiev viene sconfitta 1-0 in casa dall’Aek Larnaca, lo Zurigo di Dzemaili perde 2-1 contro il Bodo Glimt e i belgi dell’USG Royale battono 3-2 in casa il Malmo.
    Olympiakos-Friburgo 0-3, tabellino e statistiche
    Qarabag-Nantes 3-0, tabellino e statistiche LEGGI TUTTO

  • in

    Midtjylland-Lazio 5-1, il tabellino

    HERNING (Danimarca) – Brusco ko esterno per la Lazio: nella seconda giornata della fase a gironi di Europa League il Midtjylland batte sul proprio campo i biancocelesti per 5-1. Avanti di due reti i danesi nel primo tempo con Paulinho e Kaba, nella ripresa vanno a segno anche Evander (rigore) Isaksen e Sviatchenko. Momentaneo 3-1 di Milinkovic. 
    MIDTJYLLAND-LAZIO: NUMERI E STATISTICHE
    MIDTJYLLAND (4-3-3) – Lossl; Thychosen, Sviatchenko, Dalsgaard, Paulinho; Olsson, Martinez (17′ st Charles), Evander; Isaksen (32′ st Chilufya), Kaba (42′ st Byskov), Dreyer (17′ st Sisto). A disposizione: Olafsson, Ugboh, Gartenmann, Andersson, Kouakou, Hansen, Sorensen, Juninho. All. Capellas.
    LAZIO (4-3-3) – Provedel; Hysaj, Gila, Romagnoli, Radu (8′ st Marusic); Vecino (8′ st Milinkovic-Savic), Cataldi (24′ st Marcos Antonio), Luis Alberto; Felipe Anderson, Immobile (31′ st Romero), Pedro (8′ st Cancellieri). A disposizione: Maximiano, Magro, Casale, Patric, Bertini, Basic. All. Sarri. 
    ARBITRO: Nikola Dabanovic (Montenegro)
    MARCATORI: 26′ pt Paulinho (M), 30′ st Kaba (M), 7′ st Evander (M, su rig.), 12′ st Milinkovic-Savic (L), 22′ st Isaksen (M), 27′ st Sviatchenko (M)
    NOTE: Al 22′ st Evander (M) ha sbagliato un rigore (parato). Ammoniti: Paulinho, Lossl (M); Romagnoli (L). Recupero: 1′ pt, 3′ st. LEGGI TUTTO

  • in

    Midtjylland-Lazio, Sarri: “Squadra senza umiltà, ho visto una presunzione immensa”

    L’allenatore biancoceleste non nasconde la sua amarezza dopo il pesante ko per 5-1 col Midtjylland in Europa League: “Non ci siamo presentati in campo, ho visto una squadra con una presunzione immensa. Soffriamo di crolli improvvisi, sicuramente c’è un germe nello spogliatoio: se il problema sono io faccio un passo indietro, se è un giocatore va subito venduto”. Immobile: “Chiedo scusa ai tifosi”

    Un ko che fa male per prestazione e risultato. Lazio sconfitta 5-1 dal Midtjylland nella trasferta in Danimarca valida per la seconda giornata della fase a gironi di Europa League. “Questa è la Lazio che si è vista a volte l’anno scorso: la Lazio purtroppo a volte non si presenta in campo e vengono fuori queste partite. È stata una gara non giocata. Questa sera fa più male perché in Europa fa più male. Non abbiamo avuto umiltà: pensavamo che fosse una partita che avremmo potuto mettere a posto prima o poi, quando si affrontano gare europee con questo atteggiamento non c’è via di scampo”, ha ammesso un amareggiato Maurizio Sarri nel post match. L’allenatore della Lazio ha poi aggiunto: “La responsabilità è la mia, ma poi coi giocatori me la vedo io. Voglio una spiegazione da loro perché parliamo da tre giorni di essere umili e invece ho visto una squadra di una presunzione immensa, con una gestione della partita come se stessimo 4-0 a nostro favore”.

    “Se il problema sono io faccio un passo indietro”

    leggi anche

    Crollo Lazio in Danimarca: Midtjylland vince 5-1

    Sarri non ha nascosto tutta la sua delusione per la prova della squadra: “Mi dispiace immensamente per i tifosi che sono venuti qui e per quelli che ci hanno visto da casa, non abbiamo rappresentato la nostra gente in maniera degna”. L’allenatore biancoceleste ha poi aggiunto: “Nello spogliatoio non ci sono criticità ma questi cali mentali ed emotivi ci sono, la mia paura è che ci sia qualche fattore scatenante che non siamo riusciti a individuare e domare. Difficile capire le motivazioni di questa sconfitta, non vedo grandi diversità con quelle dello scorso anno. Se problema sono io faccio passo indietro, se è un giocatore va venduto immediatamente. Qualcuno che all’interno del gruppo insinua questo germe c’è per forza. Germe – conclude Sarri – non inteso come testa malata, germe inteso come qualcuno che lo trasmette indipendentemente dalla sua volontà. Non è che uno lo fa apposta, entra negli spogliatoi e li fa diventare superficiali tutti”.

    Immobile: “Chiedo scusa ai nostri tifosi”
    “Mi sento di chiedere scusa ai tifosi che sono venuti da Roma per vedere ciò che non abbiamo fatto in campo, visto che non siamo scesi in campo. Volevamo fare un passo in avanti e ne abbiamo fatti 10 indietro. Il mister ci parlerà domani”. Parla così Ciro Immobile subito dopo la bruttissima sconfitta in Europa League. “Il mister ci ha detto che vedrà di nuovo la partita, sinceramente non se lo aspettava neanche lui. È una disfatta inaspettata per noi e per i tifosi che sono giunti fino qui. Ora dobbiamo essere bravi a rialzare la testa perché non abbiamo tempo per buttarci giù”, ha aggiunto il capitano della Lazio.

    %s Foto rimanenti

    Europa League
    Joaquin, gol record a 41 anni. Segna anche CR7

    Nel girone della Roma vittoria del Betis contro il Ludogorets: segna anche il 41enne Joaquin, il più anziano marcatore in Coppa Uefa/Europa League. In quello della Lazio goleada del Feyenoord. Sancho e CR7 regalano i 3 punti al Manchester United. Tutti i risultati della seconda giornata di Europa League
    ROMA-HJK – MIDTJYLLAND-LAZIO
     
     

    ROMA-HJK HELSINKI 3-0

    47′ Dybala (R), 49′ Pellegrini (R), 68′ Belotti (R)

    MIDTJYLLAND-LAZIO 5-1

    26′ Paulinho (M), 30′ Kaba (M), 52′ rig. Ferreira (M), 57′ Milinkovic-Savic (L),  68′ Isaksen (M), 72′ Sviatchenko (M)

    BODO GLIMT-ZURIGO 2-1

    55′ aut. Selnaes (B), 58′ Vetlesen (B), 81′ Avdijaj (Z)

    TAG: LEGGI TUTTO