consigliato per te

  • in

    Aurier, si consegna alla polizia il presunto assassino del fratello

    TOLOSA (Francia) – Martedì notte un uomo è stato preso in custodia dalla polizia, nell’ambito dell’indagine sull’omicidio di Christopher Aurier, il fratello più piccolo del calciatore ivoriano del Tottenham Serge. Si è presentato spontaneamente, confessando di essere lui l’assassino del ragazzo 26enne ucciso a colpi di arma da fuoco lunedì a Tolosa (nel sud-ovest della Francia).

    Dramma Aurier, si consegna il presunto assassino
    Secondo quanto riportato dal quotidiano regionale “La Dépêche”, il ragazzo è stato ucciso sulla porta di una discoteca e i testimoni hanno parlato di “una disputa d’amore” che sarebbe potuta essere all’origine di quanto accaduto. La morte è avvenuta in ospedale, dopo che il più giovane dei fratelli Aurier, gravemente ferito all’addome, era stato soccorso sul luogo della sparatoria, avvenuta in una zona industriale alla periferia di Tolosa. LEGGI TUTTO

  • in

    Dramma Aurier, il fratello è stato ucciso a colpi di pistola

    TOLOSA (Francia) – È stato ucciso questa mattina Christopher Aurier, fratello del calciatore ivoriano del Tottenham Serge Aurier. L’omicidio è avvenuto con colpi di arma da fuoco all’alba a Tolosa, nel sud-ovest della Francia. Come riportato dai verbali della polizia, quando i soccorritori sono arrivati sul posto, poco dopo le 5 in una zona industriale in periferia, il 26enne era gravemente ferito all’addome.
    Aurier, ucciso il fratello Christopher
    Dopo il trasporto in ospedale è arrivato il decesso, mentre la persona che ha sparato è attualmente in fuga. La polizia ha aperto un’inchiesta, il fratello minore del calciatore degli Spurs Christopher Aurier, era anch’egli un calciatore, ma di livello dilettantistico. Attualmente militava nel Tolosa Rodéo, in 5a divisione. Proprio come Serge, anche lui aveva cominciato la carriera nel Lens, senza però riuscire a passare al professionismo. Era noto alla polizia per piccoli reati. LEGGI TUTTO

  • in

    Henry, il significativo ricordo di George Floyd

    MONTREAL (Canada) – Significativo il ricordo di George Floyd da parte di Thierry Henry, alla partita di inaugurazione della Mls del suo Montreal Impact contro i New England Revolution. L’allenatore francese è rimasto in ginocchio per 8 minuti e 46 secondi, esattamente lo stesso tempo per cui la nuca dell’afroamericano è stata schiacciata dal ginocchio dell’agente di polizia Derek Chauvin prima di morire soffocato. L’ex attaccante tra le altre di Juventus e Arsenal nel corso del match ha anche indossato una maglia con la scritta “Black Lives Matter”, il movimento nato durante le proteste dopo l’uccisione di Floyd. Nel corso della conferenza stampa di fine partita Henry ha spiegato: “Mi sono inginocchiato per 8 minuti e 46 secondi, immagino voi sappiate perchè. Era solo per rendere omaggio e mostrare sostegno alla causa. È molto semplice”. LEGGI TUTTO

  • in

    MLS, Nani decisivo contro Beckham. Ma il Coronavirus colpisce ancora

    ORLANDO (Florida) – Ripartita la Mls del post-lockdown. Il primo successo è per i padroni di casa di Orlando City, che si sono imposti in rimonta per 2-1 sull’Inter Miami di Beckham. Mueller e Nani hanno rimontato l’iniziale vantaggio siglato da Agudelo. Tutte le gare del campionato saranno ospitate dal Disney World Resort situato vicino al capoluogo della Florida. Poche ore prima della partita, però, il campionato statunitense è stato sconvolto da nuovi casi di Coronavirus, ancora una volta all’interno del Nashville, già toccato da cinque positivi martedì (per questo era stato rinviato il match contro Chicago).

    Mls, ancora nuovi di Coronavirus
    Un nuovo duro colpo per la Mls, precedentemente il Dallas FC si era già dovuto ritirare dalle competizioni per la positività confermata lunedì di dieci dei suoi giocatori e un membro della società. Il commento del commissario della Mls Don Garber: “Se scopriamo un caso di Coronavirus nel Nashville, significa che non potranno continuare nel torneo, prenderemo la nostra decisione e andremo avanti. L’idea era di rilevare gli eventuali contagi all’arrivo a Orlando. Questo è ciò che sta accadendo con Dallas e Nashville. Lavoriamo a stretto contatto con i nostri medici e ci incontreremo con loro”. LEGGI TUTTO

  • in

    La MLS si ferma ancora: rinviata Nashville-Chicago per 5 giocatori positivi al covid

    NASHVILLE – Ancora un contrattempo per la Mls che ripartirà domani. Dopo il ritiro dell‘FC Dallas a causa di 10 positivi fra i calciatori, è stata rinviata la gara del girone A fra Nashville e Chicago Fire: al loro arrivo a Orlando, cinque calciatori del Nashville sono risultati positivi al coronavirus e per altri 4 […] LEGGI TUTTO

  • in

    La MLS riparte senza Dallas: 11 positivi al Coronavirus

    La MLS ripartirà domani a Orlando ma non ci sarà l’FC Dallas che ha deciso di rinunciare dopo che 10 calciatori e un membro dello staff tecnico sono risultati positivi al Coronavirus. Una decisione sofferta ma presa “nel miglior interesse della salute dei calciatori e di tutti coloro che prenderanno parte al torneo“. “La salute […] LEGGI TUTTO