consigliato per te

  • in

    Sassuolo-Juve, le pagelle: lampi di vero Pjanic

    Sassuolo
    CONSIGLI 5 Coperto, ma anche troppo sorpreso, dal destro non irresistibile di Danilo per lo 0-1. E in avvio di ripresa concede una punizione a due in area prendendo con le mani un retropassaggio.
    MULDUR 7 Domina la fascia destra.
    CHIRICHES 5.5 Concorso di colpa sullo 0-2, salva su Ronaldo nel recupero del primo tempo. Marlon (30’ st) 6 Entra bene.
    PELUSO 4.5 Tiene in gioco Higuain sullo 0-2, ma in realtà lui e ancor di più i compagni restano troppo avanti quando Pjanic riceve palla senza nessuno a pressarlo: il bosniaco fa una cosa da campione, ma dovevano aspettarselo e correre indietro a coprire la profondità. Alex Sandro sul 3-3 però lo perde lui. LEGGI TUTTO

  • in

    Diretta Spal-Inter ore 21.45: dove vederla in tv, in streaming e probabili formazioni

    FERRARA – L’Inter di Antonio Conte sfida alle 21.45 allo stadio Paolo Mazza di Ferrara la Spal di Luigi Di Biagio. I nerazzurri hanno un occasione ghiotta. Vincendo, infatti, scavalcherebbero in classifica Lazio e Atalanta portandosi al secondo posto in solitaria e accorciando a sei le lunghezze di distanza dalla Juve capolista, fermata ieri dal Sassuolo al Mapei Stadium sul 3-3, a cinque turni dalla fine del campionato. L’Inter, tra l’altro, ha il secondo miglior rendimento in trasferta (in testa a questa speciale classifica c’è l’Atalanta di Gasperini), avendo raccolto fin qui 10 vittorie, tre pareggi e solo due sconfitte (contro Lazio e Juve). Di fronte stasera ci sarà la Spal, ultima in classifica, a 11 punti dal Genoa quartultimo. I ferraresi sono reduci da 3 sconfitte consecutive e nelle ultime dieci partite hanno raccolto solo quattro punti, battendo in trasferta il Parma e fermando in casa sul 2-2 il Milan di Pioli. 
    SEGUI SPAL-INTER IN DIRETTA SUL NOSTRO SITO

    Dove vederla in tv e in streaming
    Spal-Inter è in programma alle ore 21.45 allo stadio Paolo Mazza di Ferrara e sarà visibile in esclusiva in diretta su Dazn e Dazn 1 (Sky canale 209).
    Spal-Inter: le probabili formazioni
    SPAL (3-5-2): Letica; Cionek, Vicari, Bonifazi; Strefezza, Missiroli, Valdifiori, Murgia, D’Alessandro; Di Francesco, Petagna. ALL.: Di Biagio. 
    A DISP.: Thiam, Meneghetti, Sala, Felipe, Tomovic, Salamon, Dabo, Castro, Tunjov, Floccari, Reca, Cerri.
    INTER (3-4-1-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Candreva, Gagliardini, Brozovic, Biraghi; Eriksen; Sanchez, Martinez. ALL.: Conte. 
    A DISP.: Padelli, Berni, Ranocchia, Pirola, D’Ambrosio, Young, Moses, Asamoah, Agoumé, Borja Valero, Esposito. 
    ARBITRO: Giua di Olbia. LEGGI TUTTO

  • in

    Diretta Torino-Genoa ore 19.30: dove vederla in tv, in streaming e probabili formazioni

    TORINO – Il Torino di Moreno Longo ha in mano qualcosa di simile a un match point salvezza: alle ore 19.30 i granata, reduci dalla sconfitta contro l’Inter e fermi a 34 punti in classifica, ospitano allo stadio Olimpico Grande Torino il Genoa di Davide Nicola, distante appena quattro lunghezze (30). È una sfida che può delineare le dinamiche di una lotta incandescente per evitare la retrocessione: il Lecce, terzultimo, è a quota 29. Dall’altra parte, però, i rossoblù non hanno alcuna intenzione di perdere punti e proveranno a tenere dentro la lotta salvezza fino all’ultimo i padroni di casa.
    SEGUI TORINO-GENOA LIVE SUL NOSTRO SITO
    Come vedere Torino-Genoa in tv e in streaming
    La sfida tra Torino e Genoa è in programma alle ore 19.30 allo stadio Olimpico Grande Torino e sarà visibile in esclusiva in diretta su Sky Sport Serie A, canale 202, e su Sky Sport 251. La diretta streaming sarà disponibile sulla piattaforma Skygo.
    Le probabili formazioni di Torino-Genoa
    TORINO (3-4-1-2): Sirigu; Izzo, Nkolou, Bremer; De Silvestri, Rincon, Meité, Ansaldi; Verdi; Zaza, Belotti. ALL.: Longo A DISP.: Rosati, Ujkani, Djidji, Lyanco, Ghazoini, Singo, Lukic, Ola Aina, Adopo, Berenguer, Greco, Edera, Millico. 
    GENOA (4-3-1-2): Perin; Biraschi, Goldaniga, Zapata, Masiello; Sturaro, Schone, Cassata; Falque; Pandev, Pinamonti. ALL.: Nicola A DISP.: Marchetti, Ichazo, Soumaoro, Barreca, Criscito, Ankersen, Jagiello, Lerager, Behrami, Destro, Favilli, Sanabria.
    ARBITRO: Rocchi di Firenze

    [[smiling:128588]] LEGGI TUTTO

  • in

    Pagelle Sassuolo-Juve: Cristiano Ronaldo si incarta da solo

    La Juve soffre contro il Sassuolo ma strappa un pareggio molto importante in ottica scudetto. Ai bianconeri di Sarri non bastano i gol di Danilo, Higuain e Alex Sandro. Ronaldo e Chiellini deludono, Berardi e Caputo invece incantano. Ecco i migliori e i peggiori della partita. 
    I migliori di Sassuolo-Juve
    Szczesny 8
    Incassa tre gol senza colpe. Anzi, viene da chiedersi come sarebbe finita senza le sue prodezze. L’ultima nel recupero su Bourabia.
    Berardi 7,5
    A lungo imprendibile per come parte da destra palla al piede per poi accentrarsi. Ma la magia la disegna su punizione, trovando l’incrocio e incenerendo Szczesny. Completa il tutto con l’assist per Caputo.
    Caputo 7,5
    Da solo, manda in confusione De Ligt e Chiellini e poi anche Rugani. Spreca nel primo tempo, ma poi crea per i compagni, trovando infine il gol del temporaneo sorpasso. Più invecchia più migliora.
    Higuain 6,5
    Detta alla perfezione la profondità a Pjanic per poi non dare scampo a Consigli. Mostra di avere gamba, ma la squadra non lo asseconda.
    Danilo 6,5
    Ha tutto il tempo di prendere la mira e beffare Consigli. Il modo migliore per festeggiare il 29° compleanno. Anche se in copertura lascia un po’ a desiderare.
    Bonucci discute con Peluso e rimedia il giallo in panchina LEGGI TUTTO

  • in

    Diretta Torino-Genoa ore 19.30, probabili formazioni e dove vederla in tv e in streaming

    TORINO – Si salvi chi può. Torino-Genoa è un autentico scontro salvezza: i granata, dopo aver conquistato tre punti nelle ultime cinque partite di campionato, sono avanti ai rossoblu in classifica di sole quattro lunghezze. 34 punti la squadra di Moreno Longo, 30 quella di Nicola. Il Lecce, terzultimo, è a 29. Ancora è tutto da decidere e il futuro dei granata passa per questa sfida, in programma alle ore 19.30 allo stadio Olimpico Grande Torino. 
    TORINO-GENOA, SEGUI IL LIVE SUL NOSTRO SITO
    Torino-Genoa, come vederla in tv e in streaming
    Torino-Genoa è in programma alle ore 19.30 allo stadio Olimpico Grande Torino e sarà visibile in esclusiva in diretta su Sky Sport Serie A e su Sky Sport 251. La diretta streaming sarà disponibile sulla piattaforma Skygo.
    Torino-Genoa, le probabili formazioni
    TORINO (3-4-1-2): Sirigu; Izzo, Nkolou, Bremer; De Silvestri, Rincon, Meité, Ansaldi; Verdi; Zaza, Belotti. A DISP.: Rosati, Ujkani, Djidji, Lyanco, Singo, Lukic, Ola Aina, Adopo, Berenguer, Greco, Edera, Millico. ALL.: Longo
    GENOA (4-3-2-1): Perin; Biraschi, Goldaniga, Zapata, Masiello; Behrami, Schone, Cassata; Falque, Pandev; Pinamonti. A DISP.: Marchetti, Ichazo, Soumaoro, Barreca, Criscito, Ankersen, Jagiello, Lerager, Sturaro, Destro, Favilli, Sanabria. ALL.: Nicola
    ARBITRO: Rocchi di Firenze

    [[smiling:128588]] LEGGI TUTTO

  • in

    Milan e Samp calano il tris con Parma e Cagliari. Pari ed emozioni tra Bologna e Napoli

    TORINO – Milan e Sampdoria calano il tris nelle gare del mercoledì della 33ª giornata di Serie A. I rossoneri di Pioli faticano un tempo, pur giocando bene, per poi battere 3-1 il Parma e agganciare il Napoli al sesto posto in classifica. Punti d’oro invece per la Samp, che piega senza difficoltà il Cagliari, battuto 3-0, e vede la salvezza, a cinque gare dalla conclusione del campionato. Pari scoppiettante (1-1) al Dall’Ara tra Bologna e Napoli, con gli azzurri che, alla fine, tirano un sospiro di sollievo visti i due gol annullati agli emiliani e la traversa colpita da Danilo nel finale.
    Serie A, risultati e classifica
    Milan-Parma 3-1
    A San Siro mister Pioli vara un Milan con Biglia a metà campo e Bonaventura al posto di Paquetà, infortunatosi in mattinata; davanti c’è l’eterno Ibrahimovic. Nel Parma il tecnico D’Aversa si affida a Cornelius in attacco, dopo lo stop contro il Bologna, affiancato da Kulusevski e Gervinho, sulla mediana torna Grassi. Nel primo tempo giocano meglio i padroni di casa, che si vedono annullare una rete di Bonaventura, al 21’, per fuorigioco. E’ però il Parma ad andare a segno poco prima dell’intervallo con Kurtic, che infila Donnarumma su cross basso di Grassi. Nella ripresa i rossoneri concretizzano la loro qualità andando a segno con un missile di Kessie al 55′, con un colpo di testa di Romagnoli al 59′ e con un destro violento di Calhanoglu al 77′.
    Milan-Parma, tabellino e statistiche

    Bologna-Napoli 1-1
    Nel vuoto dello stadio Dall’Ara, Mihajlovic sceglie Skov Olsen al posto di Orsolini a formare il tridente offensivo con Barrow e Palacio nel suo Bologna. Gattuso invece schiera un Napoli con un attacco inedito: Milik è al centro, affiancato da Politano e Lozano, titolare dopo 6 mesi. A centrocampo ci sono Elmas e Demme. Al 7’ il Napoli è già in vantaggio, grazie a un colpo di testa di Manolas, su azione di calcio d’angolo. Al 22’ il Bologna va a segno con Mbaye, ma l’arbitro Piccinini annulla per fuorigioco. La gara prosegue all’insegna dell’equilibrio fino all’intervallo. Nella ripresa il Bologna va ancora in gol, stavolta con Palacio al 67′, ma la marcatura viene ancora annullata per l’intervento del Var: è lo stesso attaccante argentino a essere in offside. Gli emiliani non demordono e trovano il meritato pareggio all’80’ con Barrow: l’attaccante gambiano fulmina Meret con un tiro da fuori, su passaggio illuminante di Soriano. Nel finale di gara il Bologna sfiora il gol della vittoria con Barrow e Soriano, che mancano il bersaglio di pochissimo. Infine al 93′ Danilo colpisce il palo, a Meret battuto. Gattuso tira un sospiro di sollievo, Mihajlovic ha qualche rimpianto.
    Bologna-Napoli, tabellino e statistiche

    Sampdoria-Cagliari 3-0
    Contro il Cagliari, il tecnico della Sampdoria Ranieri rilancia Gabbiadini e l’ex attaccante di Napoli e Atalanta ripaga subito la fiducia dell’allenatore romano, sbloccando il match già all’8’, su sponda di Jantko. Il Cagliari prova a reagire, ma è la Samp a raddoppiare al 40’ con Bonazzoli dopo che Linetty ruba palla a Ionita. Nella ripresa Bonazzoli va ancora a segno al 53’, su cross di Jankto, a conclusione di una fulminea azione di contropiede. Finisce 3-0 per la Samp, che vede la salvezza sempre più vicina.
    Sampdoria-Cagliari, tabellino e statistiche  LEGGI TUTTO

  • in

    Milan-Parma 3-1, il tabellino

    MILANO – Prosegue la striscia positiva del Milan. A San Siro, in rimonta, i rossoneri superano 3-1 il Parma con i gol di Kessie, Romagnoli e Calhanoglu che ribaltano il vantagggio siglato da Kurtic.
    MILAN-PARMA 3-1: NUMERI E STATISTICHE
    MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Conti (46′ Calabria), Kjaer, Romagnoli, Hernandez (81′ Laxalt); Kessie, Biglia (56′ Bennacer); Leao (61′ Rebic), Bonaventura, Calhanoglu (81′ Krunic); Ibrahimovic. A disposizione: Begovic, A. Donnarumma, Colombo, Gabbia, Olzer, Brescianini, Maldini. Allenatore: Pioli
    PARMA (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves (46′ Dermaku), Gagliolo; Brugman (62′ Inglese), Grassi (62′ Hernani), Kurtic; Kulusevski, Cornelius (14′ Karamoh)(81′ Caprari), Gervinho. A disposizione: Colombi, Regini, Laurini, Barillà, Siligardi, Sprocati, Pezzella. Allenatore: D’Aversa
    ARBITRO: Irrati di Pistoia
    MARCATORI: 44′ Kurtic (P), 54′ Kessie (M), 58′ Romagnoli (M), 76′ Calhanoglu (M).
    NOTE: Ammoniti: Conti (M); Grassi, Darmian (P). Recupero: 4′ – 4′. LEGGI TUTTO

  • in

    Milan di rimonta, Pioli aggancia il Napoli. Sampdoria show con Bonazzoli

    Va in svantaggio e poi trova la forza di ribaltarla a proprio favore. Il Milan fa sua la sfida casalinga di San Siro contro il Parma, battuto per 3-1 con i gol di Kessie, Romagnoli e Calhanoglu che replicano al momentaneo 1-0 di Kurtic. Ibra titolare e in campo per tutti i 90’, Pioli aggancia il Napoli al sesto posto a quota 53. Un super Bonazzoli permette invece alla Sampdoria di prendersi tre punti fondamentali in ottica salvezza: Cagliari ko 3-0 con la doppietta dell’attaccante di scuola Inter e con il gol di Gabbiadini.
    Classifica Serie A

    Il Milan gestisce e si fa pericoloso, il Parma controlla e colpisce al momento giusto. Dalla squadra di Pioli arrivano le occasioni più interessanti del primo tempo di San Siro (palo di Romagnoli, gol annullato a Bonaventura e rete sfiorata da Kessie), da quella di D’Aversa l’imbucata perfetta per l’1-0 al 44’: Grassi si inserisce sulla destra, Kurtic raccoglie il suggerimento e fredda Donnarumma con una conclusione perfetta. Ma il Milan ha la testa di ribaltarla in appena quattro minuti: prima Kessie s’inventa un missile terra-aria che non lascia scampo a Sepe (55’), poi Romagnoli trova la zuccata vincente sulla punizione di Calhanoglu (59’). Il Parma vive di fiammate, come la traversa di Kulusevski e il tentativo di Inglese a tu per tu con Donnarumma che compie il miracolo, i rossoneri sono molto più cinici e calano il tris con il destro chirurgico di Calhanoglu al 77’.
    Milan, show in rimonta: Parma ko e Ibra sempre in campo Per la Samp la voglia di raccogliere i tre punti, dopo quelli ottenuti nella trasferta della Dacia Arena, è palese: i blucerchiati di Ranieri sbloccano la sfida già all’8’ con il colpo di testa ravvicinato di Gabbiadini su assist di Jankto e la chiudono virtualmente al 40’ con il raddoppio di Bonazzoli che trasforma in rete con una bella azione personale il pallone rubato da Linetty a metà campo. Il sigillo arriva a inizio ripresa, al 53’, ed è ancora di un super Bonazzoli: l’attaccante di scuola Inter sigla in acrobazia la doppietta personale.
    Bonazzoli show: che festa con Quagliarella! La Samp stende il Cagliari LEGGI TUTTO