consigliato per te

  • in

    Diretta Cagliari-Sampdoria ore 12.30: probabili formazioni e dove vederla in tv e in streaming

    CAGLIARI – “La gara della vita”. Così il tecnico del Cagliari Walter Mazzarri, nella conferenza stampa della vigilia, ha definito il match contro la Sampdoria. I sardi, fanalino di coda del nostro campionato, sono ancora alla ricerca della prima vittoria e alle ore 12.30, allo stadio Unipol Domus, ospitano i blucerchiati di Roberto D’Aversa. Nonostante il cambio in panchina – il tecnico ex Napoli ha preso il posto di Di Francesco -, la squadra non riesce a ingranare la marcia e sono tornati gli spettri della scorsa stagione, quando il Cagliari si è salvato solo nelle ultime giornate. Nel lunch match dell’ottava giornata, però, gli isolani si troveranno di fronte una Sampdoria agguerrita. I liguri hanno totalizzato fin qui sei punti in classifica e sono reduci dal roboante 3-3 in casa contro l’Udinese. Guarda la galleryCandreva fa lo show, ma non basta: Samp-Udinese 3-3
    Dove vedere Cagliari-Sampdoria in tv e in streaming
    Cagliari-Sampdoria, gara valida per l’ottavo turno del campionato di Serie A, è in programma alle ore 12.30 allo stadio Unipol Domus di Cagliari e sarà visibile in diretta su DAZN e su Sky Sport Calcio e Sky 251. Inoltre sarà disponibile anche in streaming sulla piattaforma Sky Go.
    Le probabili formazioni di Cagliari-Sampdoria
    CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Zappa, Ceppitelli, Carboni: Grassi, Deiola, Marin, Strootman, Dalbert; Keita Baldé, Joao Pedro. Allenatore: Mazzarri. 
    A disposizione: Aresti, Radunovic, Godin, Bellanova, Altare, Lykogiannis, Farias, C. Oliva, Nandez, G. Pereiro, Caceres, Pavoletti. 
    SAMPDORIA (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello; Depaoli, Thorsby, Silva, Candreva; Gabbiadini, Quagliarella. Allenatore: D’Aversa. 
    A disposizione: Falcone, Ravaglia, Murru, Chabot, Dragusin, Verre, A. Ferrari, Ekdal, Trimboli, Ciervo, Caputo. 
    ARBITRO: Marchetti di Ostia.
    ASSISTENTI: Dei Giudici-Grossi.
    IV UOMO: Meraviglia.
    VAR: Aureliano.
    ASS. VAR: Volpi.
    Guarda Cagliari-Sampdoria su DAZN. Attiva ora LEGGI TUTTO

  • in

    Diretta Napoli-Torino ore 18: come vederla in tv, in streaming e probabili formazioni

    Napoli-Torino, gara valida per l’ottavo turno del campionato di Serie A, è in programma alle ore 18 allo stadio Diego Armando Maradona di Napoli e sarà visibile in esclusiva in diretta su DAZN. 
    NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz, Anguissa; Politano, Zielinski, Insigne; Osimhen. Allenatore: Spalletti. 
    A disposizione: Meret, Marfella, Juan Jesus, Ghoulam, Zanoli, Demme, Elmas, Lobotka, Lozano, Mertens, Petagna. 
    TORINO (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Djidji, Bremer, Rodriguez; Singo, Pobega, Mandragora, Aina; Linetty, Brekalo; Sanabria. Allenatore: Juric. 
    A disposizione: Berisha, Gemello, Izzo, Zima, Buongiorno, Vojvoda, Ansaldi, Lukic, Baselli, Rincon, Belotti, Zaza.
    ARBITRO: Sacchi di Macerata.
    ASSISTENTI: Prenna-Zingarelli.
    IV UOMO: Santoro.
    VAR: Di Bello.
    ASS. VAR: Tolfo.
    Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. Attiva Ora LEGGI TUTTO

  • in

    Diretta Napoli-Torino ore 18: probabili formazioni e dove vederla in tv e in streaming

    NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Anguissa, Fabian Ruiz, Zielinski; Politano, Osimhen, L. Insigne. Allenatore: Spalletti. 
    A disposizione: Meret, Marfella, Juan Jesus, Ghoulam, Zanoli, Demme, Elmas, Lobotka, Lozano, Mertens, Petagna. 
    TORINO (3-4-2-1): V. Milinkovic; Djidji, Bremer, Rodriguez; Singo, Lukic, Mandragora, Aina; Linetty, Brekalo; Sanabria. Allenatore: Juric. 
    A disposizione: Berisha, Gemello, Izzo, Zima, Buongiorno, Vojvoda, Ansaldi, Pobega, Baselli, Rincon, Belotti, Zaza.
    ARBITRO: Sacchi di Macerata.
    GUARDALINEE: Prenna e Zingarelli.
    IV UOMO: Santoro.
    VAR: Di Bello.
    AVAR: Tolfo.
    Guarda Napoli-Torino su DAZN. Attiva ora LEGGI TUTTO

  • in

    Inter, Inzaghi: “Irrati poteva fischiare ma abbiamo perso la testa”

    ROMA – “Ci sta che l’arbitro non fischi o che l’avversario non metta fuori la palla, abbiamo perso la testa”. Chiaro, conciso, Inzaghi si arrabbia con i suoi per la mancata gestione della partita e commenta così a Dazn l’episodio del secondo gol di Felipe Anderson che ha scatenato la rissa. “Abbiamo fatto la miglior partita tra le ultime. Una squadra come la nostra, in vantaggio, ha gestito male l’ultimo passaggio. Nei primi 60 minuti potevamo fare il secondo gol” aggiunge.Guarda la galleryLazio-Inter, rissa in campo al gol di Felipe Anderson!
    Inzaghi: “L’arbitro poteva fermare il gioco”
    “La Lazio è squadra di qualità, abbiamo preso il secondo gol un po’ strano e non deve succedere. Nel terzo gol c’è un solo giocatore della Lazio. Dispiace, è una battuta d’arresto che non ci voleva per la nostra classifica. È normale che si poteva buttare fuori, l’arbitro può fermare il gioco ma non mi soffermerei su questo, sono cose che succedono. Nel primo tempo noi abbiamo messo fuori la palla. Lautaro non si è accorto che c’era Dimarco a terra, la sorte ha voluto che prendessimo gol nella zona di campo dove c’era il nostro giocatore a terra”, prosegue Inzaghi.
    Guarda la galleryLazio show, Inter ko: Inzaghi saluta tutti poi il tris biancoceleste
    Inzaghi e l’accoglienza dei tifosi
    “E’ stata un’emozione, sono stati 4 o 5 minuti molto intensi quelli prima della partita. Mi ha fatto molto piacere l’accoglienza dei miei tifosi, poi ho fatto il professionista e ho cercato di dare il 100% per la mia squadra. Il finale è stato amaro perché rallenta la nostra corsa. Cosa è mancato? Il secondo gol, la rifinitura nell’ultimo passaggio. Dovevamo essere bravi ad ammazzare il match, ora saranno due giorni di analisi perché non possiamo perdere 3-1 dopo una partita del genere. Felipe-Correa? Non ho visto nulla, ma so che sono grandi amici”, conclude.
    Guarda la galleryInzaghi e il saluto ai tifosi della Lazio all’Olimpico LEGGI TUTTO

  • in

    Juventus-Roma si preannuncia equilibrata

    Allo Stadium di Torino va in scena la sfida tra la Juventus e la Roma. Per le quote Locatelli e compagni partono favoriti ma non si possono escludere sorprese.
    Serie A e tanto altro, fai i tuoi pronostici!
    Mai “X” con la Roma in campo
    La “Vecchia Signora”, reduce da tre vittorie consecutive con solamente un gol di scarto, al momento sta pagando un avvio di stagione decisamente al di sotto delle aspettative. Chiesa e compagni nelle prime 4 giornate di campionato hanno perso con Napoli (2-1) ed Empoli (1-0) e pareggiato con Milan (1-1) e Udinese (2-2). Il computo dei gol segnati e subiti dai bianconeri recita 11 reti all’attivo e 10 al passivo. La Roma dal canto suo ha realizzato 5 gol in più della Juventus ma da cinque gare a questa parte in Serie A alterna la vittoria alla sconfitta. Il big match, osservando i recenti risultati delle due squadre, si preannuncia molto equilibrato e potrebbe terminare con la “X” al novantesimo. Da sottolineare poi come i giallorossi in questo campionato non abbiano ancora mai pareggiato. Prima o poi… LEGGI TUTTO

  • in

    Serie A, la Juventus ospita la Roma

    Nella sfida in programma allo Stadium di Torino non si possono escludere sorprese. Per le quote la Juventus parte favorita ma la classifica al momento vede la Roma avanti di 5 punti rispetto ai bianconeri.
    Serie A e tanto altro, fai i tuoi pronostici!
    Mai “X” con la Roma in campo
    La “Vecchia Signora”, reduce da tre vittorie consecutive con solamente un gol di scarto, al momento sta pagando un avvio di stagione decisamente al di sotto delle aspettative. Chiesa e compagni nelle prime 4 giornate di campionato hanno perso con Napoli (2-1) ed Empoli (1-0) e pareggiato con Milan (1-1) e Udinese (2-2). Il computo dei gol segnati e subiti dai bianconeri recita 11 reti all’attivo e 10 al passivo. La Roma dal canto suo ha realizzato 5 gol in più della Juventus ma da cinque gare a questa parte in Serie A alterna la vittoria alla sconfitta. Il big match, osservando i recenti risultati delle due squadre, si preannuncia molto equilibrato e potrebbe terminare con la “X” al novantesimo. Da sottolineare poi come i giallorossi in questo campionato non abbiano ancora mai pareggiato. Prima o poi… LEGGI TUTTO

  • in

    Lazio-Inter, bufera in campo dopo il gol di Felipe Anderson: la ricostruzione

    ROMA – Lazio-Inter scalda l’Olimpico e non solo per le giocate dei ventidue in campo. Scintille e adrenalina al massimo, gli ultimi dieci minuti più recupero sono ad alta tensione. Ad innescare il tutto è il gol in ripartenza di Felipe Anderson con Dimarco a terra. All’81’ il terzino nerazzurro finisce giù per fallo di Leiva, Lautaro recupera palla e continua a giocare calciando in porta. Reina para e fa ripartire l’azione, corre Felipe Anderson che innesca Immobile: finta, tiro e Handanovic respinge sul “Pipe” che insacca il 2-1. A quel punto esplode la rabbia dell’Inter.
    La bufera dopo il gol
    Dumfries è il primo ad arrivare addosso ad Anderson, soccorso da Milinkovic e Immobile. Anche Handanovic non perdona il gesto di Felipe, reo secondo i nerazzurri di non aver messo il pallone fuori durante il contropiede (Dimarco è fermo a terra proprio in zona Anderson quando inizia la ripartenza). Ne nasce una rissa, un tutti contro tutti che obbliga Irrati a tirare fuori i cartellini gialli. Lautaro è tra i più scatenati, anche lui se la prende con il 7 biancoceleste. Alla fine, con difficoltà, la bufera si placa.
    Guarda la galleryLazio-Inter, rissa in campo al gol di Felipe Anderson! LEGGI TUTTO

  • in

    Napoli-Torino, partenopei a caccia dell'8ª vittoria di fila

    Il Napoli dopo aver fatto registrare sette vittorie nelle prime sette partite si prepara a ricevere un Torino che ha totalizzato quattro punti in trasferta (1 successo, 1 pareggio e 1 sconfitta).
    Napoli-Torino show, fai i tuoi pronostici sulle partite di Serie A
    I partenopei partono ancora una volta favoriti
    I numeri delle prime tre gare interne del Napoli parlano chiaro: tre vittorie su tre con sei gol realizzati e soltanto uno subito. Lorenzo Insigne e compagni, a prescindere dall’avversario di turno, al “Diego Armando Maradona” hanno sempre messo a segno due gol. Il Torino ha perso solamente una delle ultime cinque gare di campionato e nelle precedenti quattro ha fatto registrare sempre l’Under 2,5. Possibile l’Over 2,5 in controtendenza ma per cautelarsi sembra prudente provare il Multigol 2-4. Intrigante l’accoppiata con la doppia chance 1X. LEGGI TUTTO