consigliato per te

  • in

    Champions League, Salisburgo e Krasnodar sorridono. Pari tra Slavia Praga e Midtjylland

    TORINO – Vittorie importanti per Salisburgo e Krasnodar nelle gare d’andata dei play-off per l’accesso alla fase a gironi di Champions League. Gli austriaci hanno ipotecato la qualificazione battendo 2-1 in trasferta il Maccabi Tel Aviv: il gol segnato da Dan Biton al 9′ aveva illuso i padroni di casa, ma nella ripresa il rigore trasformato da Dominik Szoboszlai e poi la rete del giapponese Masaya Okugawa hanno regalato al Salisburgo un successo fondamentale. Vittoria in casa invece per il Krasnodar contro il Paok: anche i russi sono riusciti a ribaltare lo svantaggio iniziale, firmato al 32′ da Pelkas, grazie a un rigore trasformato da Claesson al 39′ e poi alla rete del 2-1 finale segnata da Cabella al 70′. Pareggio senza reti, infine, tra Slavia Praga e Midtjylland. Mercoledì 23 settembre si giocheranno le altre tre gare di andata dei play-off: Gent-Dinamo Kiev, Molde-Ferencvaros e Olympiakos-Omonoia, la prossima settimana le partite di ritorno. LEGGI TUTTO

  • in

    Champions League, Salisburgo corsaro a Tel Aviv. Il Krasnodar batte il Paok Salonicco

    ROMA – La Champions League conoscerà il suo calendario il primo ottobre, ma prima devono riempirsi gli ultimi sei posti rimasti a disposizione. I preliminari sono arrivati all’atto finale, gli spareggi. Le gare di qualificazione che si sono disputate fino ad ora sono state a gara unica, ma per queste ultime sfide spareggi si torna al formato in casa e in trasferta. Vittoria in trasferta per il Salisburgo, che batte 2-1 in rimonta il Maccabi Tel Aviv. Con lo stesso risultato il Krasnodar supera il Paok Salonicco, mentre finisce 0-0 la sfida tra Slavia Praga e Midtjylland. Mercoledì 23 settembre sono in programma: Gent-Dinamo Kiev, Olumpiacos, Omonia e Molde-Ferencvaros. Le partite di ritorno si giocheranno il 29 e il 30 settembre.
    Salisburgo corsaro a Tel Aviv
    Il Maccabi Tel Aviv passa in vantaggio al 9′ con una perla di Biton: Almog serve in profondità il compagno di squadra, che controlla di petto e con un dolcissimo pallonetto di sinistro dal limite dell’area beffa il portiere per l’1-0. La reazione del Salisburgo arriva nella ripresa: Daka conquista un calcio di rigore al 4′ e Szoboszlai lo trasforma nonostante il tocco dell’estremo difensore. Al 57′ gli austriaci ribaltano il risultato con Okugawa, che raccoglie l’assist perfetta di Koita e sigla il definitivo 2-1.
    Il Krasnodar rimonta il Paok
    Al 7′ minuti del primo tempo il Paok Salonicco ha la possibilità di portarsi in vantaggio su calcio di rigore, ma Pelkas si fa ipnotizzare da Safonov, che resta fermo fino all’ultimo e neutralizza il tiro dal dischetto. Il numero dieci dei greci si fa perdonare al 32′, quando trasforma con l’esterno destro l’assist di Zivkovic nel gol dell’1-0. Il Krasnodar pareggia a 5′ dal termine del primo tempo: Cabella conquista un calcio di rigore e Claesson lo trasforma spiazzando il portiere. Al 70′ i padroni di casa ribaltano il risultato con Cabella, che raccoglie il pallonetto con cui Berg prova a saltare il portiere avversario e lo appoggia facilmente in rete per il 2-1. LEGGI TUTTO

  • in

    L'Accademia dello Sporting intitolata a Cristiano Ronaldo

    TORINO – L’Academia dello Sporting di Lisbona si chiamerà “Academia Cristiano Ronaldo”. Lo annuncia lo stesso Sporting sui sui social network, esprimendo tutto l’orgoglio di poter dedicare al giocatore più forte del mondo le proprie strutture per fare crescere i giovani. Proprio su quei campi CR7 ha iniziato, ad appena 12 anni, e si è allenato e cresciuto per i successivi cinque, prima di andare la Manchester United. Lo Sporting è stata la squadra nella quale ha fatto il suo esordio da professionista nello stadio Alvalade, lo stesso impianto che il club pensava di intitolare a Cristiano. Per ora hanno iniziato con il centro sportivo del settore giovanile.
    [[dugout:eyJrZXkiOiJZUVBWd2tpbyIsInAiOiJjb3JyaWVyZGVsbG9zcG9ydCIsInBsIjoiIn0=]] LEGGI TUTTO

  • in

    Benfica eliminato dalla Champions: avanti Gent, Paok e la Dinamo Kiev di Lucescu

    TORINO – Il Benfica, battuto dal Paok Salonicco, saluta amaramente e precocemente la Champions League nel terzo turno di qualificazione in gara unica. Oltre alla formazione greca si qualificano il Gent, che supera il Rapid Vienna, e la Dinamo Kiev, ai danni dell’Az Alkmaar.
    Paok, Dinamo e Gent ai playoff
    Eliminato a sorpresa il Benfica di Jorge Jesus: la formazione di Lisbona è sconfitta 2-1, in trasferta, dal Paok Salonicco, grazie alle reti di Giannoulis al 63’, con tocco di Vertonghen, e del nuovo entrato Andrija Zivkovic, ex centrocampista del Benfica, al 75’. Rafa Silva segna l’inutile gol della bandiera portoghese al 94’. In campo, nel Paok, anche El Kaddouri, ex di Napoli, Torino, Brescia ed Empoli, mentre nel Benfica c’era Taarabt, ex di Milan e Genoa. La Dinamo Kiev, guidata dall’immarcescibile Mircea Lucescu, supera 2-0 gli olandesi dell’Az e passa ai playoff: il match è deciso dai gol ucraini di Rodrigues al 50’ e di Shaparenko all’87’. Nel terzo incontro della serata il Gent supera per 2-1 gli austriaci del Rapid Vienna: i gol belgi portano la firma di Dorsch al 36′ e di Yaremchuk su rigore al 59′; Il Rapid va a segno al 93′ con il 17enne Demir. Nei playoff, in campo già nella prossima settimana, il Paok sfidrà i russi del Krasnodar mentre il Gent se la vedrà con la Dinamo Kiev, in gare di andata e ritorno. LEGGI TUTTO

  • in

    Champions, Benfica eliminato: avanzano Paok, Gent e la Dinamo Kiev di Lucescu

    ROMA – Benfica eliminato dal Paok Salonicco nel terzo turno di qualificazione in gara unica della Champions League in programma stasera. Si qualificano invece la Dinamo Kiev, ai danni dell’Az Alkmaar, e il Gent, che supera il Rapid Vienna.
    Champions League, avanti Dinamo, Paok e Gent
    La Dinamo Kiev dell’eterno Mircea Lucescu batte 2-0 gli olandesi dell’Az Alkmaar e si qualifica ai playoff: il match è deciso, nella ripresa, dalle reti ucraine di Rodrigues al 50’ e Shaparenko all’87’. Eliminato a sorpresa il Benfica di Jorge Jesus, protagonista di un ottimo mercato estivo: la formazione di Lisbona è piegata per 2-1, a Salonicco, dal Paok, grazie alle reti di Giannoulis al 63’, con deviazione di Vertonghen, e di Andrija Zivkovic, ex del Benfica, al 75’. Inutile il gol portoghese di Rafa Silva al 94’, in pieno recupero. In campo, tra i greci, anche El Kaddouri, ex di Napoli, Torino, Brescia ed Empoli, mentre nel Benfica c’era Taarabt, ex di Genoa e Milan. Nel terzo match della serata i belgi del Gent superano per 2-1 gli austriaci del Rapid Vienna: i gol del Gent portano la firma di Dorsch al 36′ e di Yaremchuk su rigore al 59′. Al 93′ squillo tardivo del Rapid con il 17enne Demir. Nel prossimo turno, i playoff, il Paok se la vedrà con i russi del Krasnodar mentre il Gent affronterà la Dinamo Kiev, in gare di andata e ritorno. LEGGI TUTTO

  • in

    Supercoppa europea, Bayern Monaco-Siviglia: arbitra Taylor

    TORINO – Il Comitato Arbitrale dell’Uefa ha annunciato che l’inglese Anthony Taylor arbitrerà la sfida di Supercoppa europea tra il Bayern Monaco e il Siviglia, che si svolgerà alla Puskás Aréna di Budapest giovedì 24 settembre. Taylor, 41 anni, è nato a Manchester. Arbitro dal 2002, ha diretto la sua prima partita Uefa nel 2009. È arbitro della Premier League inglese dal 2010. Il 12 agosto scorso ha diretto il quarto di finale di Champions League tra Il Psg e l’Atalanta.
    Uefa, ufficiale: nella Supercoppa Europea sarà testata la riapertura ai tifosi
    Bayern Monaco-Siviglia, le designazioni arbitrali
    Arbitro: Anthony Taylor (Inghilterra)
    Guardalinee: Gary Beswick (Inghilterra), Adam Nunn (Inghilterra)
    Quarto uomo: Orel Grinfeeld (Israele)
    VAR: Stuart Attwell (Inghilterra)
    Assistente VAR: Paul Tierney (Inghilterra) LEGGI TUTTO

  • in

    Probabili formazioni di PSG-Bayern Monaco

    Pochi dubbi per Tuchel e Flick. Nel Paris Saint-Germain si attende di conoscere le condizioni di Verratti: in alternativa, pronto Paredes. Nel Bayern invece l’unico ballottaggio è quello tra Perisic e Coman nel ruolo di esterno sinistro d’attacco
    PSG-BAYERN LIVE

    PSG, per Tuchel dubbio Verratti
    Per la finale di Champions League, Thomas Tuchel ritrova Keylor Navas in porta dopo il problema alla coscia che lo aveva tenuto fuori nella semifinale contro il Lipsia. Davanti a lui si schiererà la linea a quattro composta da Kehrer e Bernat sugli esterni, con Thiago Silva e Kimpembé nel mezzo. A centrocampo sicuri Marquinhos ed Herrera, mentre è in dubbio Verratti: al suo posto pronto Paredes. In avanti tutta la classe di Neymar, Mbappé e Di Maria.

    PSG (4-3-3) probabile formazione: Keylor Navas; Kehrer, Thiago Silva, Kimpembé, Bernat; Paredes, Marquinhos, Herrera; Di Maria, Mbappé, Neymar. All. Tuchel.

    Bayern Monaco, ballottaggio Perisic-Coman

    Psg-Bayern, cosa c’è da sapere sulla finale

    Poche incertezza anche in casa Bayern Monaco, con Flick che è pronto a confermare il solito undici. Neuer difenderà la porta dei bavaresi, con Alaba di nuovo schierato al centro della difesa con Boateng; sulle fasce Kimmich e Davies. Davanti alla difesa, i due mediani Alcantara e Goretzka. Il reparto offensivo sarà guidato come al solito da Lewandowski, con Gnabry, Müller e Perisic alle sue spalle. La titolarità del croato però è insidiata da Coman.

    BAYERN MONACO (4-2-3-1) probabile formazione: Neuer; Kimmich, Boateng, Alaba, Davies; Goretzka, Thiago Alcantara; Gnabry, Müller, Perisic; Lewandowski. All. Flick. LEGGI TUTTO

  • in

    Psg-Bayern Monaco, scontri a Parigi tra i tifosi francesi e la polizia. FOTO

    32/35 ©Getty

    Nel frattempo, a Marsiglia è grande festa… per la sconfitta dei rivali parigini. Scene di giubilo, in particolare nella zona nella zona di Porto Vecchio. Gruppi di decine di persone hanno festeggiato, con urla, canti e anche con lanci di fumogeni, e nonostante le norme sul distanziamento, il ko di Neymar e compagni.  LEGGI TUTTO