consigliato per te

  • in

    Fiorentina-Atalanta 2-3: commento al risultato della partita

    FIRENZE – Gioca a memoria, è determinata e non vuole fermarsi. L’Atalanta di Gasperini sbanca anche Firenze al termine di una partita emozionante rispondendo così al Napoli, che per qualche ora aveva assaporato il quarto posto. Dopo le doppiette di Zapata e Vlahovic, è un rigore di Ilicic a firmare il 3-2 che spinge i nerazzurri di nuovo vicino a Juve e Milan. Brucia, invece, la sconfitta per la Fiorentina, che assapora solo per 4′ la rimonta e colleziona la quattordicesima sconfitta in campionato, mantenendo comunque 8 punti di vantaggio sulla zona retrocessione.

    SERIE A, LA CLASSIFICA

    Zapata punisce la Fiorentina di testa

    Senza lo squalificato Ribery, in attacco Iachini si affida Kouamé in appoggio a Vlahovic. In mezzo al campo Bonaventura, Amrabat e Castrovilli, con Caceres e Biraghi sugli esterni. Dall’altra parte, Gasperini punta su Zapata supportato sulla trequarti da Pasalic, Malinovskyi e Muriel. L’Atalanta prende da subito in mano il gioco, anche se i ritmi non sono molto alti. Le azioni più importanti arrivano dalle fasce con Gosens molto attivo, ma è su calcio d’angolo che la partita si sblocca al 13′: Zapata stacca di testa al centro dell’area, prende il tempo a Bonaventura e supera Dragowski. La Fiorentina accusa il colpo e non riesce a reagire, mentre la squadra di Gasperini continua spingere e l’attaccante colombiano è incontrollabile.

    Vlahovic illude, festa Atalanta con Ilicic 

    Alla mezzora Dragowski è molto bravo ad uscire con tempismo per respingere ancora su Zapata, ma 10′ dopo è costretto ad arrendersi: perfetto assist in profondità di Malinovskyi per l’attaccante colombiano che scatta sul filo del fuorigioco e supera il portiere firmando la doppietta. In avvio di ripresa Gasperini cambia inserendo Djimsiti al posto dell’ammonito Romero. La Fiorentina ci crede ancora e al 12′ riapre la partita: su sponda di testa di Caceres, il potente sinistro di Vlahovic non lascia scampo a Gollini. L’Atalanta non ci sta e reagisce subito sfiorando subito il terzo gol con Toloi (grande la parata di Dragowski). Gasperini cambia inserendo Ilicic e Maehle per Muriel e Malinovskyi. La partita diventa spettacolare. La squadra di Iachini attacca e al 22′ pareggia ancora con Vlahovic dopo una bella giocata di Kouamé. Commisso esulta in tribuna, ma l’entusiasmo viola per la rimonta dura appena 4′. L’Atalanta torna in attacco e Ilicic firma il definitivo 3-2 su un rigore guadagnato per fallo di mano di Quarta in area.

    FIORENTINA-ATALANTA, TABELLINO E STATISTICHE LEGGI TUTTO

  • in

    Diawara: “Campionato lungo, crediamo nella Champions”

    ROMA – La Roma ritrova il sorriso anche in campionato. Dopo tre giornate di digiuno la squadra di Paulo Fonseca è tornata alla vittoria in Serie A con l’uno a zero contro il Bologna arrivato grazie alla rete di Borja Mayoral. I giallorossi nonostante gli infortuni e un turnover massiccio riescono a portare a casa tre punti fondamentali per continuare a sperare nel quarto posto. Al termine del match Amadou Diawara è intervenuto ai microfoni delle emittenti televisive per commentare il risultato: “Siamo stati solidi in difesa e non abbiamo preso gol. Nel primo tempo però non siamo sempre riusciti a uscire con la palla per merito dell’avversario”, ha dichiarato a Sky.
    Avete d’atto fatica a elaborare la manovra”Nel primo tempo non siamo riusciti a giocare come sappiamo, nel secondo tempo abbiamo fatto meglio”.
    Che significato ha questa vittoria?”E’ molto importante, ci aiuta a stare in alto in classifica. Giocare di giovedì non ci aiuta, ma abbiamo tanti giocatori e siamo carichi per dare il massimo”.
    Ci credete a un posto in Champions?”Il campionato è lungo, ci crediamo assolutamente”.
    La gara con l’Ajax fondamentale per la stagione”Giovedì abbiamo una partita molto importante, giochiamo in casa e vogliamo fare di tutto per passare il turno”.
    Quanto è difficile iniziare la gara sapendo che basta un pari per qualificarsi?”Per noi si parte dallo 0-0, cercheremo di fare di tutto per ottenere un risultato positivo”.
    Queste le parole di Diawara a Roma Tv. 
    Una vittoria sofferta anche per merito del Bologna.”Una vittoria importante. Il Bologna è una buona squadra, gioca bene. Siamo riusciti a prendere i tre punti e siamo contenti”.
    Abbiamo fatto la prestazione giusta e preso tre punti che servono per il morale in vista di giovedì. Vi state preparando dimenticando la partita d’andata?”Incontriamo un avversario molto forte. Partiamo alla pari: dimentichiamo quello che abbiamo fatto all’andata perché iniziamo dallo 0-0″.
    Pensi che la gara con l’Ajax sarà sulla falsariga del match d’andata, con la Roma accorta e pronta a ripartire in contropiede?”Cerchiamo di migliorare quello che abbiamo sbagliato nella prima gara. Dobbiamo essere sempre attenti e stare sul pezzo per passare il turno, ne abbiamo bisogno”.
    Guarda la galleryBorja Mayoral show: la Roma stende il Bologna e aspetta l’Ajax LEGGI TUTTO

  • in

    Roma, Fonseca: “Contro l’Ajax servirà la partita perfetta. Mancini un esempio”

    Ha ritrovato Mkhitaryan, gli darà spazio con l,’Ajax?”Vediamo, Micki è molto importante per noi. Vedremo se avrà spazio con l’Ajax”.
    Come sarà la partita con l’Ajax?”Difficile, l’Ajax in attacco è una squadra fortissima. Sarà una partita difficile, dovremo essere al 100% e non fare nessuno errore difensivo. Il round non è chiuso, per passare serve la partita perfetta”.
    Senza Spinazzola cambierà il sistema tattico?”No, penserò ora alla gara con l’Ajax ma non è facile ora cambiare sistema tattico”.
    Un giudizio su Reynolds”Sta imparando molto, è un giovane ed è arrivato in un calcio diverso. Non è facile per lui, ma oggi ha fatto una bella partita. Mi è piaciuto, nonostante un po’ di nervosismo: ha un grande futuro davanti a sé”.
    Queste le dichiarazioni di Fonseca a Roma Tv
    Oggi una vittoria importante. L’importante era raggiungere questo risultato.”Sì, la cosa più importante era fare tre punti. Abbiamo cambiato tanti giocatori, era importante far riposare i più stanchi dalla gara con l’Ajax. Abbiamo avuto difficoltà nei primi 25′, la marcatura a uomo e la pressione alta da parte loro ci hanno creato delle difficoltà, ma la seconda parte della gara è stata totalmente diversa”.
    Va sottolineata la grande voglia di aiutarsi da parte dei giocatori.”Mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra, ha capito che era importante difendere questo risultato. Nel secondo tempo abbiamo gestito meglio la palla e fatto meglio difensivamente”.
    Che momento sta vivendo Pedro? Forse ha troppa frenesia… Perez aveva molte possibilità per attaccare la profondità invece veniva incontro al pallone. Perché non sfruttare le sue caratteristiche?”Pedro sta migliorando di gara in gara, con la pressione alta e la marcatura a uomo abbiamo avuto difficoltà a far arrivare il pallone ai tre attaccanti. Quando abbiamo giocato più palloni lunghi sono stati loro ad andare in difficoltà, nel secondo tempo abbiamo avuto più spazio e creato di più. Questa la partita non era facile per Pedro e Perez, era difficile uscire dalla loro pressione. Non vincevamo le seconde palle ed era difficile andare in profondità”.
    Mancini ha giocato anche oggi, di lui non si può fare a meno. Mkhitaryan è entrato già pronto: per giovedì c’è qualche possibilità?”Miki ha fatto solo un allenamento e ha giocato 25′-30′. E’ entrato bene, sono segnali positivi. Vediamo se sarà pronto per l’Ajax. Mancini oggi è stato il nostro capitano, lo ha meritato per il suo atteggiamento sempre molto serio. E’ il giocatore che piace a qualsiasi allenatore, mi piacciono il suo atteggiamento e la concentrazione. Ha fatto una grandissima partita, è un po’ stanco ma è un esempio per la squadra”.
    Ten Hag ha cambiato solo due uomini oggi.”Dobbiamo fare una partita perfetta per passare. L’Ajax è fortissimo specialmente in attacco. Ora iniziamo a preparare questa partita, difficile ma importante”.
    Queste le parole di Fonseca in conferenza stampa.
    Cosa la rende più felice? Risultato o gestione degli uomini?”Entrambe. C’erano dei giocatori stanchi, ma era importante vincere. Non abbiamo fatto una grande partita nel primo tempo, con la loro pressione a uomo. Nel secondo tempo abbiamo gestito bene creando situazioni, però mi è piaciuto il fatto che abbiamo vinto”.
    Su chi potrà puntare giovedì?”Ora vedremo. Mkhitaryan ha fatto un solo allenamento con noi e oggi ha fatto 30 minuti, vedremo come starà in questa settimana, sarà importante fare bene in questi giorni”.
    Che partita sarà per la Roma?”Quando una squadra pensa solo a difendere un risultato le cose non possono andare bene. Non possiamo pensare solo a difendere il risultato, dobbiamo avere la palla e creare, è molto importante fare gol. Se pensiamo solo a difendere sarà difficile. Non è semplice togliergli il pallone all’Ajax in attacco”.
    La Roma merita la settima posizione e i punti che ha o c’è qualche rimpianto?”Ne vogliamo di più. Stiamo giocando per tornare nella lotta Champions, ora la squadra ha capito che è importante vincere le prossime partite per restare in questa lotta”. LEGGI TUTTO

  • in

    Mancini: “La fascia emozionante. Con l’Ajax la partita dell’anno”

    ROMA – La Roma ritrova il sorriso anche in campionato. Dopo tre giornate di digiuno la squadra di Paulo Fonseca è tornata alla vittoria in Serie A con l’uno a zero contro il Bologna arrivato grazie alla rete di Borja Mayoral. I giallorossi nonostante gli infortuni e un turnover massiccio riescono a portare a casa tre punti fondamentali per continuare a sperare nel quarto posto. Al termine del match Gianclua Mancini è intervenuto ai microfoni delle emittenti televisive per commentare il risultato: “Nel primo tempo abbiamo sofferto la loro pressione, dovevamo fare di più ma non abbiamo rischiato particolarmente. Siamo riusciti a sbloccarla e poi siamo riusciti a gestire bene. Siamo in un momento dell’anno in cui le partite pesano e la stanchezza si fa sentire”, ha dichiarato a Sky. 
    Cosa significa per te la fascia?”E’ un’emozione unica, anche se non sono romano è una grande emozione pensando soprattutto a chi l’ha indossata. E’ davvero bello essere capitano di una grande squadra come la Roma. Ero molto nervoso, magari far male nella prima da capitano avrebbe portato iella…”
    Ora la sfida con l’Ajax. Quanto ,la state sentendo mentalmente?”L’Europa League è una bellissima competizione, all’andata abbiamo fatto una partita di grande sostanza e ora prepareremo quella che probabilmente per noi la partita più importante della stagione”.
    Queste le dichiarazioni di Gianluca Mancini a Roma Tv.
    Partita difficile ma alla fine l’avete spuntata.”L’importante ora è vincere. Le partite sono tutte difficili, giochiamo ogni tre giorni gare importanti. Bisogna fare come oggi anche se è difficile. I tre punti sono importantissimi”.
    Sei andato bene anche dal punto di vista fisico. E’ importante anche in vista dell’Europeo.”Giocare aiuta, giovedì è stata tosta, oggi pure. Bisogna recuperare sia di testa che fisicamente”.
    Adesso ci si può pensare all’Ajax.”Assolutamente sì, è forse la partita più importante finora. Da domani inizieremo a prepararla, saranno 90′ di battaglia”.
    Guarda la galleryBorja Mayoral show: la Roma stende il Bologna e aspetta l’Ajax LEGGI TUTTO