consigliato per te

  • in

    Lazio, Sarri nei guai in difesa: scelte obbligate

    ROMA – Le scelte per le prossime coppie difensive le fanno i cartellini. Luiz Felipe espulso nel match contro l’Inter, Francesco Acerbi deve scontare il secondo turno di stop dopo il rosso di Bologna. E così i due titolarissimi si rivedranno giovedì in Europa League. Due leggerezze costate care, con Sarri pronto a correre ai ripari in vista soprattutto della partita contro il Verona di domenica prossima.
    Sarri lancia Radu
    In campionato invece, toccherà alla coppia Patric-Radu difendere. Lo spagnolo viene da una bella prestazione contro l’Inter in cui si è pure guadagnato il rigore del pareggio firmato da Immobile. Il romeno invece, non ha ancora esordito in questa stagione. Caso strano per uno che era un titolare fisso. Nemmeno un minuto fin qui, è pronto al rilancio. Sarri, prima della sfida ai nerazzurri, aveva spiegato: “Ho visto meglio Stefan negli ultimi 10 giorni, è in crescita, prima non mi dava la sensazione di avere una buona condizione”. Ora il suo debutto ha una data e un orario: domenica alle ore 15.
    Guarda la galleryParolo con la crostata prima di Lazio-Inter: è per Inzaghi LEGGI TUTTO

  • in

    Lazio, rabbia e cuore: il dato sulle rimonte è super

    ROMA – È una Lazio con ancora qualche difficoltà, ma che di sicuro non molla mai. C’è una caratteristica che emerge in questo inizio di stagione: la squadra ce la mette davvero tutta per ribaltare una situazione di svantaggio. Sono 11 i punti conquistati (5 rimonte) da situazioni di svantaggio. È successo 7 volte in campionato e solo con Milan e Bologna la missione non è riuscita. In Serie A nessuno come i biancocelesti. Nella speciale classifica dei punti guadagnati in rimonta c’è l’Inter seconda a quota 10 e il podio è chiuso da Napoli e Genoa (6 punti). Sarri, nella conferenza pre derby, aveva evidenziato la situazione: “I ragazzi devono avere consapevolezza, siamo stati cinque volte sotto, abbiamo comunque portato a casa otto punti. Avremo mille difetti, ma ci sono anche dei pregi”. Pregi che si sono visti anche nel ribaltare l’Inter e portare a 11 i punti guadanti rimontando. Un aspetto più che positivo per una squadra “che non molla mai”, proprio come cantano i tifosi sulle note dell’inno.Guarda la galleryLazio show, Inter ko: Inzaghi saluta tutti poi il tris biancoceleste LEGGI TUTTO

  • in

    Roma, i tifosi furiosi: “Vergognoso, Orsato non conosce le regole. Ritorna la malafede”

    ROMA – I tifosi della Roma sono furiosi per l’arbitraggio di Orsato nel match contro la Juventus. Tanti gli episodi sotto processo, dal gol della Juventus passando per l’episodio del rigore fino ai soli tre minuti di recupero concessi dall’arbitro. “Una partita condizionata dalle decisioni arbitrali, l’ennesimo vergognoso arbitraccio allo Stadium”, le voci in radio. 
    Tifosi furiosi sulla rete di Kean: “Il gol è propiziato da un tocco di mano di Cuadrado a inizio azione. Il colombiano si aggiusta il pallone col braccio, poi lancia per De Sciglio che crossa al centro dell’area. Perché nessuno l’ha rivisto userò episodio e non se ne parla? Un tocco palese, un gol da annullare”, il parere di molti romanisti sui social. “Arbitro e Var si sono concentrati sui contatti in area senza guardare tutta l’azione, è incredibile. Il Var non serve a nulla, solo a creare ulteriori polemiche”, dice un ascoltatore. 
    Sull’episodio del rigore la vera indignazione dei tifosi. Orsato infatti non ha applicato la regola del vantaggio fischiando il rigore prima che terminasse l’azione con la rete di Abraham: “Dicono che c’era un fallo di Mkhitaryan… Non è vero! Non prende il pallone e pure lo prendesse esiste l’involontarietà e il gol sarebbe stato convalidato. Orsato non ha fatto una scelta giusta in quell’episodio, non è possibile perdere una partita in questo modo”. “Le parole di Orsato sul vantaggio che non esiste sul rigore sono agghiaccianti. Un arbitro che non conosce le regole del calcio mi spaventa molto, vuole dire che non ha proprio più senso vedere le partite. Sono basito e scioccato, e la Roma deve farsi sentire perché adesso io comincio a pensare alla malafede”, ha scritto un altro tifoso sui social. “Confermo la malafede – scrive un altro -. L’ho pensato dopo i tre minuti di recupero concessi da Orsato. Uno scandalo, una vergogna”. 
    Guarda la galleryKean decisivo e Veretout sbaglia il rigore: la Juve batte la Roma LEGGI TUTTO

  • in

    Roma, Mourinho scioccato: “Ho parlato con Orsato, sono rimasto senza parole”

    ROMA – Rabbia e delusione, ma anche tanta sorpresa e perplessità per José Mourinho nel post Juventus-Roma. Il tecnico portoghese non ha voluto commentare i tanti errori di Orsato in partita, limitandosi a rispondere alle domande dei giornalisti raccontando l’accaduto: “Il quarto uomo mi ha detto, ‘non esiste vantaggio sul rigore’. A quel punto io non ho più voluto discutere”, ha dichiarato Mourinho in conferenza stampa. “Non voglio giudicare l’arbitro. Orsato mi ha spiegato che non esiste il vantaggio sul calcio di rigore: io non dico nulla ma lascio a Rocchi (designatore degli arbitri di A e di B, ndr) e agli esperti”. 
    Il vantaggio sul rigore, se il pallone sta per essere calciato in rete all’interno dell’area piccola, a porta vuota (il portiere è a terra, ha appena abbattuto Mkhitaryan, in gioco perché servito da una giocata di Danilo che aveva fatto un altro fallo da rigore su Abraham), si dà. Orsato ha commesso un grave errore, Mourinho a caldo ha preferito limitarsi a ciò che gli è stato detto. 
    Guarda la galleryKean decisivo e Veretout sbaglia il rigore: la Juve batte la Roma LEGGI TUTTO

  • in

    Evoluzione e crescita di Calabria. Terzino-mediano sulle orme di Lahm

    Nelle ultime partite il giocatore si è trasformato in mezzala. Pioli riflette e potrebbe replicare gli esperimenti di Guardiola al Bayern MonacoPiù di Ibrahimovic, Theo Hernandez o capitan Romagnoli, il vero ragazzo-simbolo della rivoluzione-evoluzione che Pioli ha portato al Milan è Davide Calabria. Ritenuto a lungo quasi inadeguato, quanto il primo Diavolo dell’allenatore rossonero, il terzino è cresciuto in modo esponenziale nell’ultimo anno e mezzo. Prima forse aiutato dagli stadi chiusi causa-Covid, Calabria ha approfittato della mancanza di pressione del tifo più esigente per sviluppare le proprie capacità: è migliorato in fase difensiva e in fase di proposizione, tanto da rendersi un punto fisso nell’undici titolare. Ma nelle ultime partite, e soprattutto nella rimonta contro il Verona, si è visto addirittura un Calabria 3.0. Non solo terzino ma anche mezzala e invasore, in una posizione più spostata verso l’interno invece che lungo la fascia. LEGGI TUTTO

  • in

    Moviola Juve-Roma, perché Orsato ha fatto un errore pazzesco

    Un errore pazzesco, il peggiore degli ultimi anni. Un errore che non può (non deve) appartenere a chi viene ritenuto il miglior arbitro italiano. Orsato prende una cantonata gigantesca, gli sarebbe bastato aspettare un attimo, meno di un secondo. Rigore su un gol significa concedere alla squadra che lo subisce una chance (puntualmente sfruttata). Ma l’internazionale di Schio commette un errore ancor più grande: dire a Cristante nel tunnel (e lo hanno sentito tutti, visto che è stato mandato su Dazn) «Vantaggio sul rigore non si dà mai. Adesso dai la colpa a me se hai sbagliato il rigore. No, eh?» significa mandare un messaggio diseducativo per gli arbitri giovani, un danno a tutto il movimento. E soprattutto, la cura è peggio del male. Pochi tre minuti di recupero (solo Pellegrini è stato a terra 2’27”). A confronto, una bazzecola.Guarda la galleryKean decisivo e Veretout sbaglia il rigore: la Juve batte la Roma

    L’errore clamoroso di Orsato in Juve-Roma

    Il vantaggio – caro Orsato, lo insegnano al corso arbitri – sul rigore, se il pallone sta per essere calciato in rete all’interno dell’area piccola, a porta vuota (il portiere è a terra, ha appena abbattuto Mkhitaryan, in gioco perché servito da una giocata di Danilo che aveva fatto un altro fallo da rigore su Abraham), si dà eccome. Alla fiera dell’errore partecipa anche l’assistente Bindoni (non era offside). E il tocco di mano di Mkhitaryan? Da quest’anno, se involontario (e lo è, visto che l’armeno cade travolto da Szczesny, chi dice il contrario mente sapendo di mentire), non è più punibile se porta alla rete.

    Guarda la galleryAllegri e Mourinho si abbracciano prima di Juve-Roma

    E’ Pellegrini che colpisce Chiellini in area della Juve, piuttosto che il contrario (come sembrava), ok la rete di Kean: controllata la sua posizione sul colpo di testa di Bentancur e il contatto su Ibañez.

    VAR: Nasca 6 – Incolpevole, nella tragedia.  LEGGI TUTTO

  • in

    La Juve vuole “ricomprare” Dybala. Sicuri che sia la mossa giusta?

    Paulo non è mai uscito dalla gabbia bene arredata della bella promessa ma sta per rinnovare con i bianconeri a cifre notevoli…Pare che Paulo Dybala sia vicino al rinnovo con la Juve. Accordo quadriennale, con scadenza nel 2026. Cifre notevoli, a sentire radio-mercato: otto milioni netti più due di bonus per le prime stagioni, la possibilità, anzi la certezza di arrivare a dieci sicuri nelle ultime due. In pratica la Juve sta per ricomprarsi il giocatore. LEGGI TUTTO

  • in

    Vernydub, il tecnico dello Sheriff: “Inter, così troveremo il tuo tallone d’Achille”

    A Tiraspol abbiamo incontrato l’allenatore della sorprendente avversaria dei nerazzurri: “Loro fenomenali e con giocatori di gran qualità, noi faremo il nostro calcio. Il colpo a Madrid? Merito di Ancelotti e di mio figlio…”Dal nostro inviato  Iacopo Iandiorio 18 ottobre
    – TIRASPOL (MOLDAVIA) Yuriy Vernydub a 55 anni ha scoperto la Champions League. Come il suo club, lo Sheriff Tiraspol, che è più giovane di lui, essendo nato solo nel 1996. E l’ha scoperta facendo il botto: vittoria con Shakhtar e, soprattutto, al Bernabeu col Real Madrid. Domani sarà la sua prima a San Siro. “Altro stadio altrettanto storico, dove hanno allenato e giocato grandi personaggi. Ci sono venuto da spettatore 2-3 volte, credo. Ricordo un Milan-Fiorentina e un Milan-Lazio nei primi anni 90”. LEGGI TUTTO