consigliato per te

  • in

    Interisti-Bonucci, ecco il 2° tempo, l'ironia social di Leo: “Alla fine sono entrato…”

    Alla fine Leonardo Bonucci ha scelto l’ironia per rispondere a tutti coloro che l’hanno attaccato dopo lo scontro a bordocampo con il segretario generale dell’Inter, Cristiano Mozzillo. I tifosi neroazzurri gli hanno dedicato due striscioni, sui social in tantissimi lo hanno ammonito se non insultato. Così, dopo essere stato inserito dalla Fifa nella top 11 del 2021, ha voluto rispondere scherzosamente a tutti.ALLA FINE SONO ENTRATO – Bonucci, uno che peli sulla lingua non ne ha, dopo essere stato inserito nella Top 11 mondiale della Fifa ha pubblicato su Instagram la foto della formazione, in cui è al fianco – tra gli altri – di Donnarumma, Jorginho, Ronaldo, Lewandowski e Messi. Oltre alla foto, un messaggio pungente: “Alla fine sono entrato”. Chiaro il riferimento a quanto accaduto nella finale di Supercoppa italiana contro l’Inter. LEGGI TUTTO

  • in

    Che errore Serra, che stile il Milan. Ma la sconfitta non sta solo in quel fischio…

    A San Siro pesantissimo errore dell’arbitro, incassato dai rossoneri nel migliore dei modi. E ora Pioli deve guardarsi anche alle spalle: atteggiamento, rosa corta e inesperienza si fanno sentire…Il derby del 6 febbraio è già cominciato. L’ex interista Thiago Motta, uno degli eroi del Triplete , ha sgambettato il Milan che era in corsia di sorpasso e lo ha costretto a rientrare togliendo la freccia. Invece di passare in testa alla classifica, il Diavolo ha perso un punto dalla capolista, che ha una partita da recuperare e virtualmente può immaginarsi a +5. Simone Inzaghi, il giorno dopo, ha scoperto che la frenata di Bergamo era in realtà un passo avanti. LEGGI TUTTO

  • in

    Inzaghi tenta la fuga con le 3 B: Bastoni, Brozo e Barella, l'asse scudetto

    Il tecnico dell’Inter “vince” pure senza giocare. Dal difensore al regista: i nerazzurri hanno blindato presente e futuroIl primo pensiero è stupendo, come quello di Patty Pravo, giusto all’ora di cena: il punto di Bergamo non era d’oro ma di platino. Il secondo è figlio della mentalità di Simone Inzaghi, che dopo aver spento la tv ha pensato, più che all’allungo in vetta, all’occasione sprecata: con l’Atalanta si poteva vincere, nonostante tutto, nonostante le occasioni di Gasperini, nonostante la stanchezza post Supercoppa. LEGGI TUTTO

  • in

    “Io non faccio l’arbitro, sono un arbitro”: chi è Marco Serra

    Impiegato in una società finanziaria, fischietto dal rosso facile, a settembre aveva anche arbitrato una partita in ultima serie. Con lui i rossoneri avevano sempre vinto”Arbitro da terza categoria”, si è sfogato qualche tifoso del Milan sui social. Marco Serra, 39 anni, della sezione di Torino non la prenderebbe come un’offesa. Lui in Terza Categoria ci ha arbitrato di recente: 26 settembre 2021, Cus Torino-Resistenza Granata, girone A della provincia del capoluogo piemontese. Dagli spalti del piccolo impianto sportivo di Grugliasco gli hanno anche urlato un bel “bravo” alla fine. LEGGI TUTTO

  • in

    Barcellona, assalto a Morata se parte subito Dembele: la situazione

    Il Barcellona non aspetta più Ousmane Dembele: rinnovo in tempi brevissimi, altrimenti proverà a cederlo in questa finestra di mercato. Pugno duro del club blaugrana, stanco del lungo tira e molla con l’attaccante francese e il suo agente Moussa Sissoko, per questo è scattato l’ultimatum: 48 ore per dare risposta positiva o negativa all’ultima offerta per il prolungamento, questa secondo Mundo Deportivo la deadline fissata dal Barça che, in caso di mancato riscontro, considererà chiusa la trattativa e lavorerà per una cessione immediata che permetta di monetizzare, pronto anche a mettere fuori rosa fino al termine del contratto (fine stagione) il giocatore qualora si rifiutasse di partire.DOVE PUO’ ANDARE? – Ma dove potrebbe andare Dembele? Non alla Juventus, nonostante fino alla scorsa estate fosse stato effettivamente seguito con grande interesse dai bianconeri: troppo elevate ora le cifre per un’eventuale operazione, l’ex Borussia Dortmund chiede un contratto da 12 milioni di euro netti a stagione e un corposo bonus alla firma, oltre i 20-25 milioni. Più semplice ipotizzare che per il francese possa farsi avanti il PSG, prossimo a perdere Mbappé, o che dalla Premier League arrivino offerte intriganti: dal ricco e ambizioso Newcastle, dal Manchester United, dal Liverpool in caso di fumata nera per il rinnovo di Salah o dal Chelsea, dove ritroverebbe Tuchel che lo ha lanciato a Dortmund. LEGGI TUTTO

  • in

    Verschaeren incanta ancora con l'Anderlecht: i piani del Milan per il belga

    Ancora protagonista. Yari Verschaeren continua a essere una delle poche note positive della stagione di un Anderlecht quarto in classifica, lontano 8 punti dalla capolista Royal Union Saint-Giloise. Il bilancio a metà stagione è di 7 gol e 7 assist tra campionato e coppa, un bottino che si è fatto più ricco nelle ultime due uscite, con doppietta e assist nel 7-0 al Beerschot e la rete del momentaneo vantaggio nell’1-1 interno contro i rivali storici dello Standard Liegi. MILAN – L’Anderlecht per ora se lo tiene stretto, salvo sorprese resterà fino a giugno, quando lo scenario sarà diverso. Il trequartista classe 2001 potrebbe raggiungere in Italia Alex Saelemaekers, al Milan, che lo tiene sulla lista.  I contatti proseguono, Verschaeren è costantemente seguito dall’area scouting: il prezzo è tra i 10 ei 15 milioni di euro. LEGGI TUTTO