consigliato per te

  • in

    Pagelle Lazio-Inter: Felipe Anderson condanna Inzaghi, Hysaj insufficiente

    Di seguito le pagelle di Lazio-Inter, big match del sabato di Serie A finito 3-1 con reti di Perisic e Immobile su rigore, Felipe Anderson e Milinkovic-Savic.

    Lazio, i migliori tre

    Felipe Anderson – 8Accelerazioni e lampi, sino all’intervallo tiene sotto pressione Bastoni e mezza Inter. Firma il sorpasso, filando via in contropiede come si fa nel calcio inglese: raccoglie la respinta di Handanovic e condanna Inzaghi, che lo aveva allontanato dalla Lazio.

    Milinkovic-Savic – 7,5È un duello di resistenza con Gagliardini. Il serbo viene fuori alla distanza e va a firmare di testa il gol della sicurezza: è l’incubo dell’Inter.

    Immobile – 7Gioca con intelligenza consumata dopo un infortunio muscolare che lo ha tenuto ai box dieci giorni. Freddezza dal dischetto per riportare la Lazio dentro la partita: settimo gol in campionato, meno 2 dal record di Piola.

    Guarda la galleryLazio-Inter, rissa in campo al gol di Felipe Anderson! LEGGI TUTTO

  • in

    Inter, Inzaghi: “Irrati poteva fischiare ma abbiamo perso la testa”

    ROMA – “Ci sta che l’arbitro non fischi o che l’avversario non metta fuori la palla, abbiamo perso la testa”. Chiaro, conciso, Inzaghi si arrabbia con i suoi per la mancata gestione della partita e commenta così a Dazn l’episodio del secondo gol di Felipe Anderson che ha scatenato la rissa. “Abbiamo fatto la miglior partita tra le ultime. Una squadra come la nostra, in vantaggio, ha gestito male l’ultimo passaggio. Nei primi 60 minuti potevamo fare il secondo gol” aggiunge.Guarda la galleryLazio-Inter, rissa in campo al gol di Felipe Anderson!
    Inzaghi: “L’arbitro poteva fermare il gioco”
    “La Lazio è squadra di qualità, abbiamo preso il secondo gol un po’ strano e non deve succedere. Nel terzo gol c’è un solo giocatore della Lazio. Dispiace, è una battuta d’arresto che non ci voleva per la nostra classifica. È normale che si poteva buttare fuori, l’arbitro può fermare il gioco ma non mi soffermerei su questo, sono cose che succedono. Nel primo tempo noi abbiamo messo fuori la palla. Lautaro non si è accorto che c’era Dimarco a terra, la sorte ha voluto che prendessimo gol nella zona di campo dove c’era il nostro giocatore a terra”, prosegue Inzaghi.
    Guarda la galleryLazio show, Inter ko: Inzaghi saluta tutti poi il tris biancoceleste
    Inzaghi e l’accoglienza dei tifosi
    “E’ stata un’emozione, sono stati 4 o 5 minuti molto intensi quelli prima della partita. Mi ha fatto molto piacere l’accoglienza dei miei tifosi, poi ho fatto il professionista e ho cercato di dare il 100% per la mia squadra. Il finale è stato amaro perché rallenta la nostra corsa. Cosa è mancato? Il secondo gol, la rifinitura nell’ultimo passaggio. Dovevamo essere bravi ad ammazzare il match, ora saranno due giorni di analisi perché non possiamo perdere 3-1 dopo una partita del genere. Felipe-Correa? Non ho visto nulla, ma so che sono grandi amici”, conclude.
    Guarda la galleryInzaghi e il saluto ai tifosi della Lazio all’Olimpico LEGGI TUTTO

  • in

    Lazio-Inter, bufera in campo dopo il gol di Felipe Anderson: la ricostruzione

    ROMA – Lazio-Inter scalda l’Olimpico e non solo per le giocate dei ventidue in campo. Scintille e adrenalina al massimo, gli ultimi dieci minuti più recupero sono ad alta tensione. Ad innescare il tutto è il gol in ripartenza di Felipe Anderson con Dimarco a terra. All’81’ il terzino nerazzurro finisce giù per fallo di Leiva, Lautaro recupera palla e continua a giocare calciando in porta. Reina para e fa ripartire l’azione, corre Felipe Anderson che innesca Immobile: finta, tiro e Handanovic respinge sul “Pipe” che insacca il 2-1. A quel punto esplode la rabbia dell’Inter.
    La bufera dopo il gol
    Dumfries è il primo ad arrivare addosso ad Anderson, soccorso da Milinkovic e Immobile. Anche Handanovic non perdona il gesto di Felipe, reo secondo i nerazzurri di non aver messo il pallone fuori durante il contropiede (Dimarco è fermo a terra proprio in zona Anderson quando inizia la ripartenza). Ne nasce una rissa, un tutti contro tutti che obbliga Irrati a tirare fuori i cartellini gialli. Lautaro è tra i più scatenati, anche lui se la prende con il 7 biancoceleste. Alla fine, con difficoltà, la bufera si placa.
    Guarda la galleryLazio-Inter, rissa in campo al gol di Felipe Anderson! LEGGI TUTTO

  • in

    In Milan-Verona ok la “combo” 1X più Multigol 2-4

    Questo fine settimana il Milan è chiamato a superare un esame molto importante. I rossoneri, decimati dalle assenze, dovranno fermare l’avanzata di un Verona reduce da 4 risultati utili consecutivi.
    Fai ora il tuo pronostico!
    La sfida si preannuncia equilibrata
    Il ruolino di marcia interno dei rossoneri recita 3 vittorie su 3 (contro Cagliari, Lazio e Venezia) con 8 gol fatti e 1 solo subito. Per Tonali e compagni però la sfida contro il Verona non sarà delle più semplici. Gli “scaligeri” con l’avvento di Tudor in panchina non hanno mai perso. Caprari e compagni nelle ultime 4 partite hanno fatto registrare 2 successi nei lidi amici (contro Roma e Spezia) e due pareggi sui campi di Salernitana (2-2) e Genoa (3-3). Tra le varie assenze nel Milan spiccano i nomi di Maignan, Theo Hernandez e Brahim Diaz. Al Meazza la sfida si preannuncia equilibrata e potrebbe concludersi con un numero di gol compreso tra 2 e 4. Ok la “combo” 1X più Multigol 2-4 al novantesimo. LEGGI TUTTO

  • in

    Al Meazza il Milan può far punti contro il Verona

    L’8ª giornata di campionato mette di fronte Milan e Verona. I rossoneri, secondi in classifica, nonostante le numerose assenze dovranno trovare un modo per fermare l’avanzata di Kalinic e compagni reduci da 4 risultati utili consecutivi.
    Fai ora il tuo pronostico!
    La sfida si preannuncia equilibrata
    Il ruolino di marcia interno dei rossoneri recita 3 vittorie su 3 (contro Cagliari, Lazio e Venezia) con 8 gol fatti e 1 solo subito. Per Tonali e compagni però la sfida contro il Verona non sarà delle più semplici. Gli “scaligeri” con l’avvento di Tudor in panchina non hanno mai perso. Caprari e compagni nelle ultime 4 partite hanno fatto registrare 2 successi nei lidi amici (contro Roma e Spezia) e due pareggi sui campi di Salernitana (2-2) e Genoa (3-3). Tra le varie assenze nel Milan spiccano i nomi di Maignan, Theo Hernandez e Brahim Diaz. Al Meazza la sfida si preannuncia equilibrata e potrebbe concludersi con un numero di gol compreso tra 2 e 4. Ok la “combo” 1X più Multigol 2-4 al novantesimo. LEGGI TUTTO

  • in

    Gioca gratis la schedina di serie A e vinci 600€ in buoni Amazon

    Torna la Serie A e tornano le Schedine dei campionati principali su tuttosport.fun: la più grande community di appassionati di pronostici che giocano gratis e vincono premi veri: 40.000€ di Buoni Amazon in palio (regolamento).
    Iscriviti, ricevi 1.000 TTS, la moneta del portale e da subito puoi vincere i premi.
    Gioca Subito.
    Vince il buono il primo Fantapronosticatore che centra gli 8 eventi proposti oltre all’evento Jolly ma accumulano crediti anche gli 8, i 7, i 6 e chi indovina il Jolly, crediti che puoi convertire in Premi.
    Con tuttosport.fun puoi vincere sin dalla prima fantagiocata.
    L’algoritmo Gollo analizza oltre 75 parametri statistici e dispone di due simulatori randomici: in questo modo rielabora le quote e segnala due possibili risultati esatti. Lo scorso anno l’account di Gollo ha iniziato con 1.000 crediti e ha chiuso con 158.000! Ricordiamoci sempre che è un passatempo e un aiuto per il gioco for fun.
    La giornata si apre con Spezia-Salernitana che è già scontro salvezza. L’algoritmo Gollo prevede Over 2.5 con 2-1 e 2-2 come possibili risultati esatti. Il segno consigliato è Over 2.5.
    Lazio-Inter è il big match del sabato: l’algoritmo esprime una leggera (ed inaspettata) preferenza per la squadra di casa in una partita dalle molte segnature: 3-2 o 2-2 il possibile risultato esatto ma il segno più conveniente è GOAL ed anche quello consigliato.
    Il match serale è Milan-Verona: la squadra di casa è nettamente favorita e anche la quota del segno 1 è valutata corretta dal nostro algoritmo. Per questo match è consigliato il Segna Gol Squadra Ospite.
    La domenica propone alle 12,30 Cagliari-Sampdoria: la stagione dei sardi è partita in salita ma anche la Sampdoria non sta andando benissimo. E’ certamente un match delicato dove l’Over 2.5 è il segno che Gollo valuta meglio per probabilità con risultati esatti possibili: 1-2 o 2-2
    Per Udinese-Bologna (2-1/2-2), Genoa-Sassuolo (1-1/2-2) ed Empoli-Atalanta (1-2/2-2) e Napoli-Torino (2-0/2-1) il rimando è alla pagina di Gollo per i dettagli.
    La domenica sera propone il piatta forte, il classico Juventus-Roma: secondo Gollo il match potrebbe tendere dalla parte dei giallorossi con l’Over 2.5 e il GOAL segni da preferire. I due risultati esatti più probabili sono il 2-2 e l’1 a 2. Il consiglio della redazione è per il GOAL.
    La giocata del Tipster Gollo è visibile su tuttosport.fun e può essere copiata o sfidata: se pensi che abbia torto, puoi guadagnare crediti sfidando il nostro Tipster Elettronico.
    Gioca for Fun, Vinci for Real LEGGI TUTTO

  • in

    Lazio-Inter da brividi, occhio all'X primo tempo

    Sempre Goal+Over 2,5 con la Lazio in casa e sempre Goal+Over 2,5 con l’Inter versione trasferta. Se le premesse sono queste lo spettacolo all’Olimpico sembra assicurato. Quando si gioca Lazio-Inter? Sabato 16 ottobre mentre Juventus-Roma, l’altro big match dell’ottavo turno di Serie A, è in programma domenica sera alle 20.45.
    Torna la Serie A, divertiti con i pronostici delle gare in programma!
    Attacchi super, l’Inter si esalta nella ripresa
    I nerazzurri sbarcano a Roma col miglior attacco della Serie A, fattore che ha permesso a Dzeko e compagni di cavarsela anche nelle situazioni più complicate. Già, perché l’Inter ha realizzato 14 reti nei secondi tempi (record) uscendo dalle sabbie mobili in ben quattro circostanze. Brividi e spettacolo: en Plein di Over 2,5 e (quasi) di Goal per la Beneamata, che ancora non è mai andata all’intervallo con un risultato di parità. La Lazio lontano dalla Capitale ha faticato a imporre il suo gioco ma nel suo stadio sa come mettere in difficoltà i suoi avversari. Per questo l’esito del match si preannuncia piuttosto incerto, specie dopo la parentesi delle Nazionali. Al primo tempo potrebbe quindi vedersi il segno “X”. LEGGI TUTTO

  • in

    Inter, Inzaghi: “Con la Lazio è speciale, accetto anche i fischi”

    MILANO – “Non è una partita uguale alle altre, è un ritorno a casa, una casa che è stata mia per 22 anni. Sarà una grandissima emozione, una grande giornata, rivedere i ragazzi che mi hanno dato sempre tutto, rivedere quelle persone dietro le quinte che con me sono state speciale. Rivedere i tifosi della Lazio, per me importantissimi, abbiamo gioito e sofferto insieme, raggiungendo grandissimi traguardi”. Lazio-Inter sarà per Inzaghi la partita delle emozioni, per la prima volta da ex e da avversario in panchina. Sa anche che qualcuno lo fischierà: “Domani so che ci saranno fischi e applausi, li accetterò. Loro sanno che io per quei colori ho dato tutto sia da calciatore sia da allenatore” ha spiegato in conferenza stampa il tecnico nerazzurro.
    Il tour de force e l’elogio a Sarri
    “Ci saranno tante partite, cercheremo di farci trovare pronti, i ragazzi che sono rimasti erano pochi ma hanno lavorato bene. Ora sono tornati i nazionali abbastanza bene, con qualche problemino ma di poco conto, e ora aspettiamo i sudamericani. La Lazio ha fatto delle ottime partite, vedi il derby. È una squadra costruita bene, con ottime qualità. È arrivato un allenatore nuovo, bravo a organizzare le squadre, stanno facendo ottime gare. L’ultima l’hanno persa e troveremo una Lazio che avrà tanta voglia di fare bene” ha aggiunto Inzaghi.
    Inzaghi: “Lautaro e Correa da valutare”
    “I sudamericani? È una situazione particolare, Sanchez e Vidal non verranno con noi a Roma e torneranno utili per martedì, così come Sensi: si è allenato discretamente in gruppo, non può calciare ancora col destro per via della distorsione, ma abbiamo ottime sensazioni e speriamo di recuperarlo per martedì. Dovrò parlare con Correa, Lautaro e Vecino per capire come staranno. In Liga sono stati bravi a rinviare le partite. Domani dovremo stringere i denti, abbiamo delle alternative in quei ruoli. Dovremo essere puliti, bravi tecnicamente. La Lazio farà pressing, ci è già capitato, a volte abbiamo fatto bene e altre meno, servirà attenzione in entrambe le fasi, possesso e non possesso”.
    Su Lotito e Tare
    “Si è sentito e letto, io leggo e ascolto tutto, al di là di questo Lotito e Tare sono state due persone molto importanti per la mia carriera, grazie a loro ho allenato la Lazio e non finirò mai di ringraziarli, sapendo che siamo integrati bene e che abbiamo ottenuti grandi risultati”.
    Lazio, Champions e Juve
    “Sarà una settimana impegnativa, saranno tutte così queste 7 partite. Il nostro compito è pensare una alla volta, domani contro la Lazio sarà difficile, poi la Champions e la Juve. Dumfries? Con i problemi di lingua pensavo ci avesse messo più tempo ad imparare, invece ascolta, si impegna, è un titolare della sua nazionale, sono molto soddisfatto. So che più tempo passa e più impara la lingua e più si integrerà. In attacco ho diverse soluzioni, Dzeko giocherà però. Ho Satriano, Perisic e Calhanoglu, e poi dovrò valutare Lautaro e Correa. Lautaro ha giocato più di 80’ mentre Correa è entrato al suo posto, vedremo come staranno”.
    Inter, Dzeko fenomenale: a un gol dal record
    Dubbio Calhanoglu e l’affetto dei tifosi
    “Calhanoglu? Sono molto contento di lui, è parte integrante di questo progetto, non si tira mai indietro. Ha preso una brutta distorsione in nazionale e ha fatto di tutto per esserci domani, non so se giocherà ma sono contento di lui. Si tende sempre a guardare la sua prestazione, ma io sono contento. Qui mi sono subito ambientato alla grande, forse perché i tifosi sono gemellati con la Lazio. Non pensavo mi potessero accogliere così dal primo giorno, con me e con la squadra sono stati fantastici e poi in trasferta sono sempre tanti e ci fanno sentire un calore incredibile”. LEGGI TUTTO