consigliato per te

  • in

    Inversione di tendenza Lazio: da Carnesecchi a Romagnoli, w il made in Italy

    TORINO – I rinforzi richiesti da Maurizio Sarri per ristrutturare e rinforzare la rosa della Lazio a propria immagine e somiglianza porteranno certamente ad una “italianizzazione” dei biancocelesti. A partire dal ruolo del portiere che sarà con tutta probabilità ricoperto dal capitano della nazionale Under 21 Carnesecchi. In più, come possibile titolare per il periodo di circa quattro mesi di convalescenza del futuro titolare, il ds Tare monitora anche il profilo del sampdoriano Audero. In difesa ha salutato Luiz Felipe e sono in uscita Acerbi ed Hysaj: i loro posti dovrebbero essere presi da tutti giocatori italiani: Romagnoli e Casale i più vicini, ed uno tra Emerson Palmieri, Parisi, Birindelli e Beruatto. Inoltre dalla Primavera potrebbe salire in prima squadra il terzino destro Floriani Mussolini, mentre il centrale Armini rientrerà dal prestito al Piacenza. E’ vero che il primo acquisto è stato quello del centrocampista brasiliano Marcos Antonio arrivato dallo Shakhtar Donetsk, ma in rosa ci sono già Immobile, Cataldi, Lazzari e Zaccagni.
    TRICOLORE In definitiva la nuova Lazio sarriana avrà un’impronta tricolore più evidente rispetto a tutte le ultime squadre dell’era Lotito, così come non accadeva dai primi anni della sua gestione, che nel corso del tempo è stata sempre più orientata verso la scelta di calciatori stranieri. Ora è in atto una radicale inversione di tendenza. LEGGI TUTTO

  • in

    Lazio, Immobile premiato con il Leone d'oro per meriti sportivi

    VENEZIA – Un premio speciale per Ciro Immobile. Il centravanti della Lazio e della Nazionale italiana, riceverà questa sera a Venezia il Leone d’oro per meriti sportivi. L’ennesimo riconoscimento arrivato al termine di una stagione incredibile, che si è conclusa con il titolo di capocannoniere (portato a casa grazie ai 27 gol segnati in 31 gare di campionato) e con il premio di miglior attaccante della serie A. Immobile si trova a Venezia con la sua famiglia. La moglie Jessica Malena, ha infatti postato una storia su Instagram nella quale il bomber della Lazio è ritratto tra i canali del capoluogo del Veneto. LEGGI TUTTO

  • in

    Lazio, per Carnesecchi altro stop. Sondaggio per Esposito

    ROMA – Dopo l’arrivo di Marcos Antonio, solo sbarramenti. Romagnoli non è ancora chiuso ufficialmente. L’Atalanta fa muro per Carnesecchi. Non ci sono sbocchi per Milinkovic (Sarri e i tifosi sperano resti) e il corteggiamento del Siviglia per Luis Alberto è da certificare. Sarri, a poco più di una settimana dal raduno (3 luglio), inizia a ribollire. Aspetta un portiere, almeno un difensore (due se partirà Acerbi), chiede un terzino sinistro, un centrocampista e un vice Immobile. Sul groppone ci sono ancora Vavro (si spera di chiudere col Copenaghen entro il 30 giugno) e Muriqi (che rischia di partire per il ritiro). L’eventualità che il kosovaro si ripresenti al raduno tiene in allarme Mau.Sullo stesso argomentoCalciomercato LazioLazio, Romagnoli ad Anzio: incontro con Cesar e tifosi scatenati

    Situazione Carnesecchi

    Ripartiamo dal caso portiere. Lo slancio di ottimismo registrato dopo il rilancio di Lotito per Carnesecchi (12 milioni più 3 di bonus) è stato frenato bruscamente dall’Atalanta. Percassi non ha dato il via libera, chiede 18 milioni (15 più 3). La Dea, questo è un paradosso, considera l’azzurrino un potenziale fenomeno eppure continuerà con Musso, scelto un anno fa. E’ pur vero che l’Atalanta non ha mai concesso il via, non solo perché non ha accettato l’offerta economica, ma soprattutto perché è sempre stata intenzionata a condere solo un prestito. Lotito spinge per acquistare Carnesecchi a titolo defi nitivo. Sperava di fare centro offrendo 15 milioni con i premi, è rimasto spiazzato. Non rilancerà, salvo sorprese. L’offerta presentata per la Lazio è irrinunciabile. L’Atalanta non la pensa così. L’alternativa è sempre Guglielmo Vicario dell’Empoli, 21 anni. Corsi l’ha riscattato giorni fa dal Cagliari, operazione di 8 milioni (5 cash, altri 3 ad inizio 2023). Vicario è valutato almeno 12 milioni, i soldi chiesti da Percassi per Carnesecchi spingono i toscani a tenere alto il prezzo del loro portiere. Sarri ha chiesto anche un secondo, nel caso in cui arrivasse l’azzurrino, fermo ai box per 3-4 mesi. Reina non dà garanzie, secondo la Lazio sarà testato in ritiro. La società rintraccerebbe un secondo solo dopo aver rivalutato lo spagnolo, sotto contratto per un altro anno a 1,7 milioni di ingaggio. In lista restano Provedel dello Spezia, Maximiano del Granada, dal Liverpool si svincolano Adrian e Karius. Tra i difensori è spuntato il nome di un altro gioiello del Real: dopo Chust si seguirebbe Mario Gila, 21 anni.

    L’indiscrezione legata a Esposito

    Un’indiscrezione è legata a Salvatore Esposito, mediano della Spal. La Lazio ha già preso Marcos Antonio, scelto come regista, adattabile da mezzala. Nel ruolo c’è anche Cataldi. Esposito, 21 anni, è sotto contratto fi no al 2023, è in uscita, costa circa 3 milioni. Mancini lo ha fatto debuttare in Nations League, è un talento su cui puntare, sarebbe un investimento valido. La Lazio ci starebbe pensando. Su di lui ci sono anche Napoli e Sassuolo, avevano chiesto informazioni la Samp e la Salernitana.

    Centrocampo e Luis Alberto

    Per il centrocampo, in caso di partenza di Milinkovic, si segue Luka Sucic del Salisburgo, 19 anni. Se partirà Luis Alberto il sostituto potrebbe essere uno tra Ilic del Verona e Bourigeaud del Rennes. Il Mago è a Siviglia, ha postato una foto dalla sua villa spagnola. E il gossip di mercato ha subito legato la presenza all’interesse del Siviglia per lui. Gli spagnoli avrebbero off erto 16 milioni, Lotito ne chiede 30.

    Sullo stesso argomentoCalciomercato LazioLazio, Muriqi in vacanza pensando al mercato. E c’è pure Milinkovic… LEGGI TUTTO

  • in

    Adekanye dalla Lazio al Go Ahead Eagles: è ufficiale

    ROMA – È finita l’esperienza di Bobby Adekanye alla Lazio. L’attaccante nigeriano classe 1999, arrivato tre anni fa dal settore giovanile del Liverpool, in biancoceleste non ha lasciato ricordi indelebili a livello di prestazioni (15 presenze, un gol e un assist), venendo girato in prestito al Cadice, all’ADO Den Haag e infine al Crotone. La sua nuova avventura sarà in Olanda, al Go Ahead Eagles, con cui ha firmato fino al 2024 e che lo ha annunciato ufficialmente.
    Lazio, il saluto di Adekanye
    Tuttavia, a giudicare dalle parole affettuose spese dal ragazzo ieri su Instagram, il rapporto con i tifosi laziali è stato speciale: “Oggi saluto la Lazio e lo faccio con immenso orgoglio per aver difeso la maglia di una delle squadre più importanti del calcio italiano. Roma è una città meravigliosa e la Lazio è un club gigantesco sotto ogni punto di vista, ma voi tifosi siete stati il mio regalo più grande. Mi avete dimostrato un affetto infinito fin dal primo giorno e vi assicuro che è lo stesso affetto che ho avuto per voi, oggi, domani e sempre. Questo non cambierà”. Adekanye conclude ringraziando tutti, “dal primo compagno di squadra che mi ha aperto le porte dello spogliatoio all’ultimo collaboratore che ha fatto in modo che non mi mancasse nulla per poter coltivare la mia passione”. LEGGI TUTTO

  • in

    Lazio, la campagna abbonamenti riparte dopo tre anni: tutte le novità

    ROMA – «Avanti, insieme!». Con questo slogan la Lazio torna a proporre la sua campagna abbonamenti dopo 3 anni. E lo fa a “sorpresa”, con un comunicato apparso ieri in tarda serata sul settore biglietteria del sito ufficiale. Una prova tecnica pubblicata per sbaglio e non ancora definitiva, fanno sapere dalla società, ma lo “spoiler” era ormai virale.  

    Le date

    Dalle 10 di giovedì 23 giugno sarà possibile acquistare i vari pacchetti e fino al 20 luglio (ore 19) i vecchi abbonati 2019/20 potranno procedere con il rinnovo esercitando il diritto di prelazione sul proprio posto (o scegliendone uno nuovo). Nello stesso periodo di tempo sarà possibile acquistare l’abbonamento sui posti non soggetti a prelazione. Terminata questa prima fase, la vendita riprenderà il 21 luglio alle 10 e avrà termine il 10 agosto alle 19 (non sono previste al momento altre finestre). All’interno di tutti i pacchetti sono comprese le 19 gare casalinghe del campionato e la prima di Coppa Italia all’Olimpico. In più saranno messi a disposizione servizi aggiuntivi (a seconda del settore che verrà scelto), come ad esempio la personalizzazione gratuita della nuova maglia per gli abbonati che decideranno di acquistarla, fin dal mese di luglio, presso i Lazio Style 1900.

    Sullo stesso argomentoLazioAbbonamenti Lazio, prezzi “da derby”: cosa ha in mente Lotito

    I prezzi degli abbonamenti

    Ufficiali anche i prezzi, che come anticipato nelle scorse settimane sono molto simili a quelli stanziati dalla Roma per la prima fase della propria campagna abbonamenti: costerà infatti 269 euro il pacchetto Curva Nord (220 per Under 16, donne e invalidi 100%), stesso prezzo fissato per i Distinti Nord-Est, Nord-Ovest e Sud-Est (a differenza del club giallorosso, che invece prevede una tariffa più alta per i settori analoghi). Per la prima volta la Tribuna Tevere sarà divisa in quattro zone differenti: Parterre Laterale a 449 (390 nella versione per le categorie speciali), Parterre Centrale a 549 (470), Tevere Laterale a 576 (495 per i soliti gruppi, a partire da questa tariffa si aggiungono anche gli Over 65) e Tevere Top a 700 (590). Un po’ più alto è invece il costo della Tribuna Monte Mario, poiché il club biancoceleste mette a disposizione posti migliori di quelli offerti dalla Roma, che in quella tribuna lascia libere solo le parti laterali adiacenti alla Curva Sud: un abbonamento qui costa 800 euro (640), con la possibilità, aggiungendone altri 94, di avere una maglia autografata del campione preferito. La Tribuna d’Onore, infine, ha un valore di 3600 euro (1600). 

    La tariffa speciale “Aquilotto”

    Presente anche la tariffa speciale “Aquilotto”, riservata ai nati a partire dal 1 gennaio 2008: è valida per 16 partite (compresa la prima di Coppa Italia) con possibilità di prelazione per le 4 partite Top (contro Juventus, Inter, Roma e Milan). Il costo è di 50 euro per tutti i settori a eccezione di quello “autorità” (500 euro) e per la tribuna Tevere Top dovrà essere venduto necessariamente in abbinamento a un abbonamento adulto.
    Maglia SS Lazio: scopri l’offerta LEGGI TUTTO

  • in

    Lazio, da Marcos Antonio a… Bolsonaro: tutte le mosse

    TORINO – Per la Lazio due novità in arrivo dal Brasile. La più importante riguarda il primo acquisto ufficiale della stagione: il 22enne regista brasiliano Marcos Antonio, che è atterrato stamattina presto all’aeroporto di Fiumicino, domani svolgerà le visite mediche di rito e successivamente apporrà la propria firma sul contratto da 900 mila euro all’anno che lo legherà per le prossime 5 stagioni agonistiche, fino al 2027, al club biancoceleste. Il sostituto di Lucas Leiva, da molti paragonato come caratteristiche tecniche e di gioco a Pirlo e Verratti, sarà a disposizione di Sarri per il ritiro di Auronzo di Cadore.La seconda è più che altro una curiosità, che però ha scatenato l’attenzione sul web: Bolsonaro, il Presidente del Brasile, fotografato mentre guarda una partita di calcio in tv assieme ad un amico indossando… la maglia della Lazio! L’immagine è stata pubblicata sul profilo Twitter di Mario Frias, collaboratore di Bolsonaro, il quale ha condiviso l’immagine che immediatamente ha fatto il giro del mondo. Ecco cosa dice Frias attraverso il suo account: «Guardare in tv una partita di domenica accanto al presidente Bolsonaro. Che match, amici miei! Il mio Botafogo ha vinto ancora al fotofinish. Abbiamo un presidente dal piede caldo?». Bolsonaro, per inciso, è tifoso del Palmeiras.
    I REPARTI Tornando alle manovre di mercato, la Lazio deve puntellare la squadra in tutti i reparti e in molti ruoli. Il più scoperto è sicuramente quello di terzino sinistro, tanto che Sarri aveva già espressamente richiesto un rinforzo di livello in questo ruolo già nello scorso mercato di gennaio, dovendosi poi però accontentare di Kamenovic. Il serbo non ha mai convinto a pieno il tecnico, che lo ha fatto esordire solo nell’ultima giornata di campionato contro il Verona e per di più come difensore centrale. Resta quindi ancora scoperta la fascia sinistra, dove Hysaj ha deluso ed è stato messo sul mercato, mentre Marusic dà il suo meglio sulla fascia opposta e viene impiegato sulla sinistra solo in emergenza. Infine c’è il veterano Stefan Radu, che prolungherà il rapporto con la Lazio per un altro anno. Urge, insomma, un titolare e, in effetti, le opzioni non mancano: dall’esperto e collaudato Emerson Palmieri del Chelsea, quest’anno in prestito al Lione, al 21enne Fabiano Parisi dell’Empoli. Tutto però tace, segno che probabilmente, come sua abitudine, il ds Igli Tare starà lavorando nell’ombra e sotto traccia, si spera su profili indicati da Sarri nelle segrete stanze di Formello.
    VIA VAI Intanto si muove qualcosa anche sul fronte delle uscite, che sono di fondamentale importanza per risolvere la questione dell’indice di liquidità: con Vavro sempre più vicino al Copenhagen, e Muriqi che aspetta che Lotito abbassi il prezzo del suo cartellino (probabilissima una minusvalenza) per accasarsi al Mallorca dove è considerato un top player, sono in via di definizione alcune operazioni minori: l’attaccante 23enne Bobby Adekanye, la scorsa stagione in prestito al Crotone, è a un passo dal trasferimento al Go Ahead Eagles in Eredivisie (la Serie A olandese); il 24enne Fabio Maistro è conteso da Ascoli, che vorrebbe confermarlo dopo che il centrocampista ha dimostrato il suo valore durante l’ultima stagione, e la Spal; Sofian Kiyine, dopo aver terminato il prestito al Venezia che non ha esercitato il diritto di riscatto che sarebbe diventato un obbligo in caso di permanenza in Serie A, piace molto al Verona. In questo caso il 24enne centrocampista marocchino potrebbe trasformarsi in moneta di scambio nella trattativa che dovrebbe portare gli scaligeri Nicolò Casale e Ivan Ilic a indossare la maglia della prima squadra della Capitale. LEGGI TUTTO

  • in

    Cataldi, vacanze in famiglia tra un giro in Ferrari e una gita a Londra

    Dopo la fine della stagione, per tutti i calciatori è arrivato il momento di godersi le vacanze. Lo stereotipo impone che tutti, o quasi, scelgano le località balneari più famose, come Ibiza e Formentera. In molti tra coloro che hanno già messo su famiglia, non disdegnano il mare, sebbene qualcuno sui social, spesso e volentieri, mostri qualche attività alternativa. Come Danilo Cataldi, centrocampista della Lazio, immortalato insieme al figlio Tommaso su una Ferrari nella cornice del circuito di Vallelunga.

    Lady Immobile infiamma i social e lancia la sfida: “Jessica al volante…”

    A Vallelunga è passione Ferrari

    Cataldi, 42 presenze con la Lazio nel 2021-22 tra Serie A, Europa League e Coppa Italia, tramite Instagram ha fatto sapere a follower e tifosi biancocelesti di essere tornato a Roma dopo qualche giorno di ferie trascorso a Londra. Atterrato nella Capitale, la passione per i motori si è fatta sentire più forte che mai. E così, il mediano classe 1994 si è recato a Vallelunga, famoso tracciato in zona Roma, probabilmente per le cosiddette Ferrari Experience, una serie di test drive che la Casa di Maranello mette a disposizione dei propri clienti.

    La moglie di Cataldi, Elisa Liberati, ha così pubblicato su Instagram una stories che ritrae suo marito al volante di una Ferrari. Guest star, il piccolo Tommaso, già sorridente e a suo agio a bordo di una supercar. L’amore per le auto a prestazioni elevate, del resto, nasce già da piccoli. Un bel giro a tutto gas prima di concedersi qualche giorno a Londra, in visita ai parenti concedendosi dei giri in città e una tappa agli Studio del mondo di Harry Potter.

    Lazio, Raul Moro e la rapina subita: il messaggio sui social LEGGI TUTTO

  • in

    Lazio, le grandi manovre di Lotito: da Marcos Antonio a Romagnoli

    TORINO – Domani sarà il giorno di Marcos Antonio. Il giovane centrocampista brasiliano è infatti atteso a Roma in mattinata per svolgere le visite mediche di rito ed apporre la firma sul contratto che lo legherà per i prossimi 5 anni alla Lazio. Il regista, che sostituirà Lucas Leiva nello scacchiere del tecnico Maurizio Sarri, guadagnerà 900mila euro a stagione. Dopo il primo colpo messo a segno, il mercato della Lazio entrerà ancor più nel vivo con la vicina conclusione dell’affare Romagnoli, che ha subito una potente accelerata provocata dall’interessamento del Milan per Acerbi. Il centrale biancoceleste ha già vestito la maglia rossonera nella stagione 2012-13, non riuscendo però a dimostrare tutto il suo valore. Adesso, da nazionale azzurro, Acerbi sarebbe felice di accettare nuovamente la sfida meneghina. Il tempo dello scambio di casacche tra i due centrali si avvicina rapidamente. Proseguono, intanto, i contatti tra Lazio e Verona: i due presidenti, Claudio Lotito e Maurizio Setti, pare si intendano bene. Dopo l’approdo a Roma di Mattia Zaccagni la scorsa estate, questa alleanza potrebbe assicurare a Sarri un doppio rinforzo: il difensore Mattia Casale e il centrocampista Ivan Ilic. La Lazio è pronta a mettere sul piatto della bilancia una cifra complessiva non inferiore ai 26 milioni di euro per i due giocatori basando però l’accordo su prestiti con obbligo di riscatto.
    IN PORTA Sempre bollente la questione portieri. Il punto fermo rimane Marco Carnesecchi, ma l’affare si è leggermente complicato dopo l’intervento chirurgico, perfettamente riuscito, al quale l’atleta si è sottoposto in seguito alla lussazione alla spalla sinistra. L’Atalanta pone due alternative alla Lazio: un prestito oneroso con obbligo di riscatto vicino ai 14 milioni, oppure non inferiore ai 10 milioni con l’inserimento però di una percentuale vicina al 20% sulla futura rivendita del cartellino. In attesa di trovare l’accordo con il club bergamasco, il ds Tare sta valutando profili di portieri esperti che possano ricoprire il ruolo di titolare durante i quattro mesi di assenza per convalescenza di Carnesecchi. L’ultimo nome uscito dal cilindro è quello di Adrian, terzo portiere del Liverpool appena svincolatosi dai Reds e per di più gestito dallo stesso agente che ha portato Pedro in biancoceleste. Il portiere è stato offerto alla Lazio e rappresenterebbe una soluzione low cost per sostituire Carnesecchi durante la prima parte della stagione, magari alternandosi con Reina che resterebbe in rosa come terzo di lusso. L’obiettivo di Lotito è evitare di ripetere l’errore commesso la scorsa estate, sia per consegnare a Sarri una rosa già integrata con i nuovi acquisti prima della partenza per il ritiro di Auronzo di Cadore prevista per il 4 luglio, sia per dare il prima possibile un forte impulso alla campagna abbonamenti che sarà aperta nei prossimi giorni. LEGGI TUTTO