consigliato per te

  • in

    Recuperi Serie A, partite rinviate per la Supercoppa: date e orari

    Sono state quattro le partite rinviate a gennaio per la Supercoppa Italia. Con Inter, Napoli, Lazio e Fiorentina impegnate a Riyad per il torneo vinto poi dai nerazzurri, la Lega di Serie A aveva posticipato le sfide al mese di febbraio. I recuperi si avvicinano.
    Serie A, tutte le date dei recuperi
    Si comincia mercoledì, nel giorno di San Valentino: alle ore 19 in campo Bologna-Fiorentina, due squadre in lotta per il medesimo obiettivo, ovvero quello di conquistare un posto in Champions League. Questi gli altri recuperi: Torino-Lazio giovedì 22 alle 20.45, mentre le ultime due, Sassuolo-Napoli e Inter-Atalanta, sono in programma mercoledì 28 febbraio. La prima alle ore 18 e la seconda alle 20.45. LEGGI TUTTO

  • in

    Lazio, Immobile sfida il Bayern: “Servirà qualcosa di straordinario”

    ROMA – Servirà l’impresa sportiva alla Lazio domani sera (mercoledì) all’Olimpico per battere il Bayern Monaco nell’andata degli ottavi di Champions League (ritorno fissato per il 5 marzo). Lo sa Sarri, lo sanno i tifosi, che però non mancheranno e saranno in tanti allo stadio, lo sa soprattutto il capitano Ciro Immobile, che a Sky ha sottolineato: “Sarà difficile ma anche bello e stimolante. Per la gente che ci sarà domani e per onorare la maglia daremo tutto perché il Bayern merita il 110%”.
    Immobile: “Servirà qualcosa di straordinario”
    Immobile ha aggiunto: “Abbiamo vissuto la Champions come un premio, domani però servirà qualcosa di straordinario perché ci sarà una delle squadre più forti al mondo. Dovremo gestire bene la palla e avere ordine difensivo perché loro sono forti negli uno contro uno, dobbiamo agire di squadra. Come sto? Arrivo bene, il periodo negativo l’ho mandato via, faccio della continuità nel lavoro il pane quotidiano, devo stare bene per aiutare la squadra”.  LEGGI TUTTO

  • in

    Sarri, la conferenza stampa prima di Lazio-Bayern Monaco. Rivivi la diretta

    14:50
    Immobile e la voglia di Nazionale
    “Non lo sento dalla penultima convocazione. È sicuramente un obiettivo, sto cercando di fare passo dopo passo, a me piace fare le cose con serietà, fatte bene. Se fai un bel campionato raggiungi la Champions, se fai un bel campionato aggiungi la Nazionale, ho sempre pensato questo. Speriamo di arrivare a fine campionato in un’ottima condizione e poter dare una mano”.

    14:45
    Immobile e il suo momento: “Sto bene”
    “Sono in una condizione fisico-mentale buona, ho vissuto bei momenti, mi sono portato troppi momenti che mi sto lasciando per strada. La settimana scorsa mi è servita un sacco, sono riuscito ad allenarmi bene, ora ce ne saranno sempre meno, ci aspettano tante partite. Mi era capitato di vedere Ausbrug-Bayern Monaco prima di affrontarli tre anni fa, mi sono detto ‘si può fare’. Poi dopo… Queste squadre si trasformano quando ascoltano la musichetta”.

    14:44
    La sfida con Kane per Immobile
    “Il gruppo sta bene, vive con entusiasmo questa partita. Per noi deve essere preparata nei minimi dettagli per fare il nostro massimo. Sarà una sfida molto dura ma non la stiamo vivendo co ansia, la vittoria di Cagliari ci ha fatto rivedere la luce dopo brutti momenti. La sfida con Kane? Sempre stato stimolante sfidare questi tipi di calciatori, parliamo di uno dei top in quel ruolo. Potermi mettere a confronto con determinati nomi nel corso della mia carriera significa tanto per me, capisco anche il livello che ho raggiunto, alla fine le statistiche, i numeri sono quelli che contano, soprattutto per un attaccante. Sono cose che quando giochi ancora nemmeno le pensi, poi a mente fredda capisci che stai facendo cose straordinarie. Mettersi a confronto con calciatori più forti è importante per essere stimolato a fare sempre di più. A Kane ci penseranno i difensori. Per me non sarà una sfida tra noi due, ma tra Lazio e Bayern, dobbiamo cercare di mettere tutti noi stessi in mezzo al campo per farci capire che il vero obiettivo è quello di crescere, dal punto di vista personale, di squadra, anche di società”.

    14:42
    Le parole di Immobile
    “Quando si ha la passione di fare qualcosa e si crede ancora nel lavoro della squadra e la sua voglia di rimettersi in gioco… è quella la qualità maggiore che m’ha spinto a non mollare nonostante le difficoltà. Al di là della prima parte di stagione, non possiamo avere grande rammarico. Abbiamo raggiunto un risultato importante, giocheremo contro una delle squadre più forti che ci sono in giro, una sfida che vedrà tutto il mondo, questo deve essere motivo di soddisfazione e ci deve spingere a dare qualcosa in più ai tifosi”.

    14:36
    Finita la conferenza di Sarri
    Finisce la conferenza di Sarri. Tra poco le parole di Ciro Immobile.

    14:30
    Le condizioni di Patric e Zaccagni
    “Patric non ha più grande dolore, ma ha qualche difficoltà nello scontro fisico. Zaccagni era ancora fuori, ieri con le scarpe senza tacchetti riusciva ad allenarsi anche abbastanza bene, con le scarpe con i tacchetti ha dolore nei cambi di direzione. Rovella ha un principio di pubalgia che in questo momento di è riacutizzato ed è in difficoltà”.

    14:29
    Sarri e il rapporto con la società
    “Cosa serve alla società? Ci penserà il presidente, io gli ho detto solamente quello che penso. Si parla tutti, di tante possibilità varianti, poi vincono i campionati le squadre che hanno il maggior fatturato. Poi ci sono casi straordinari che si ricordano per vent’anni. Penso si possa far bene anche non essendo una delle maggiori potenze internazionali, poi alla fine gli investimenti sono determinanti”.

    14:28
    Come affrontare il Bayern Monaco
    “Se gli dico di giocare con entusiasmo, con fiducia e poi gli vado a mettere un difensore in più, non sono credibile neanche con i giocatori. Facciamo la nostra partita, senza secondi pensieri. Poi sarà il campo a farci fare una partita diversa rispetto a quella che vorremmo fare, ma lasciamo che sia il campo a farlo”.

    14:27
    Sarri su Luis Alberto
    “Luis Alberto è il nostro centrocampista più offensivo, lui viene più in basso a prendere la palla, gli piace molto giocare il pallone. Il trequartista che voglio io non lo può fare Luis, voglio un trequartista che attacca gli spazi. Quando una squadra perde una partita si parla sempre di cambio modulo, a me sembra una cazzata. La Lazio sta viaggiando a due punti di media, siamo in difficoltà perché abbiamo sbagliato completamente la prima parte della stagione. Errori pesanti che in campionato ancora stiamo pagando”.

    14:26
    Le condizioni del Bayern secondo Sarri
    “Mi aspetto una squadra forte. Queste squadre possono sbagliare qualche partita in campionato, ma in Champions non sbagliano. Anni fa dovevo preparare una partita con il Real e mi sono messo a vedere le partite di campionato e ho avuto una sensazione. In campo, però, ne ho avuta un’altra, era molto più forte”.

    14:25
    Sarri su Vecino
    “Vecino non è stato bene oggi, non dovrebbe essere nulla di preoccupante ma vediamo domani mattina”.

    14:21
    La sfida contro il Bayern: Sarri dice la sua
    “Quando c’è da soffrire si soffre tutti insieme. Ci saranno delle difficoltà da superare, questo è inevitabile quando le squadre sono di questa levatura. Bisogna fare tutto il contrario di quello fatto con l’Inter in Supercoppa, quando siamo andati in balia degli eventi. Qui bisogna affrontarli. Nei lavori ci sono sempre aspetti pesanti. Non dobbiamo scordarci che facciamo un gioco e ci dobbiamo divertire. Non significa essere superficiali però, altrimenti non ti diverti. Se si spegne il bambino che ha cominciato a giocare a calcio, l’adulto si diverte meno e rende meno. Non dobbiamo dimenticarci che siamo privilegiati, probabilmente avremmo giocato a calcio anche gratis”.

    14:01
    A breve la conferenza di Sarri. Con lui parla anche Immobile
    Inizierà tra poco la conferenza stampa di Sarri. Con lui c’è il capitano e bomber Ciro Immobile.

    13:47
    I dubbi di Sarri
    La difesa che sceglierà, forse la stessa di Cagliari con Marusic, Gila (o Casale), Romagnoli e Hysaj, sarà chiamata alla prova-miracolo. Servirà tutto l’aiuto di tutti per limitare i danni. Sarri deve decidere con quale centrocampo presentarsi e a chi affiancare Guendouzi: Rovella si è fermato (adduttori), Cataldi, Vecino e Luis Alberto si giocano due posti.

    13:27
    Sarri contro Kane: i numeri
    Tre le sfide ufficiali (tutte in Inghilterra) e due gol dell’attaccante. In più un’amichevole contro i bianconeri di Mau (altro gol). Qui tutti i dati.

    13:25
    La giornata della Lazio
    La Lazio ha svolto un allenamento al mattino. Un altro, la rifinitura, ci sarà nel pomeriggio. Ieri riposo.

    13:00
    Lazio, alle 14 la conferenza di Maurizio Sarri
    Vigilia di Champions League in casa Lazio, il tecnico alle 14 presenta la gara contro il Bayern Monaco. Con lui anche un giocatore.

    Formello – Sala stampa LEGGI TUTTO

  • in

    La Lazio verso il Bayern Monaco: due titolari ancora out

    Reduce dalla vittoria convincente in campionato contro il Cagliari, la Lazio si avvicina alla partita d’andata degli ottavi di Champions League contro il Bayern Monaco. Fischio d’inizio in programma per mercoledì 14 alle 21. I ragazzi di Sarri sono subito tornati ad allenarsi in vista della partita, ma con l’infermeria che ancora ospita due titolari.
    Lazio, le condizioni verso il Bayern Monaco
    Infatti Zaccagni e Patric difficilmente recupereranno per la partita contro i tedeschi. I due stanno facendo di tutto per andare quanomeno in panchina, a disposizione di Sarri, ma sicuramente nessuno dei due sarà in grado di partire titolare. Mentre ci sarà Rovella. L’ex Monza aveva saltato le ultime sedute di allenamento prima della partita contro il Cagliari, per la quale era squalificato. Il centrocampista ha svolto la prima parte di allenamento in gruppo e ci sarà contro il Bayern Monaco, che non se la passa bene dopo il k.o. in Bundesliga contro il Bayer Leverkusen. LEGGI TUTTO

  • in

    Giallo Acerbi, dito medio ai tifosi della Roma dopo il gol: la foto è virale

    Un gesto sfuggito all’arbitro ma non alle telecamere. Nel corso della gara tra Roma e Inter, vinta 4-2 dalla squadra di Inzaghi, Francesco Acerbi ha mostrato il dito medio ai tifosi di casa. Lo ha fatto pochi istanti dopo la sua rete, quella di testa valida per l’1-0 dell’Inter. Gol convalidato dopo diversi minuti e dopo controllo al Var da parte dell’arbitro Guida.

    Cosa ha fatto Acerbi durante Roma-Inter?

    Un gesto rivolto alla tifoseria della Roma che, probabilmente, lo aveva preso di mira per i suoi trascorsi alla Lazio. Acerbi ha vestito la maglia dei biancocelesti dal 2018 al 2022. Un comportamento, il suo, ben visibile, con sguardo rivolto al settore a cui aveva rivolto il dito medio. L’immagine è diventata virale e ha fatto il giro dei social.  LEGGI TUTTO

  • in

    Cagliari-Lazio, ore 15: dove vederla in tv, streaming e formazioni

    La probabile formazione di Ranieri
    CAGLIARI (4-3-1-2): Scuffet; Nandez, Mina, Dossena, Augello; Makoumbou, Prati, Gaetano; Viola; Lapadula, Luvumbo. All. Ranieri.
    A disposizione: Aresti, Radunovic, Deiola, Jankto, Wieteska, Zappa, Pavoletti, Petagna, Obert, Azzi, Di Pardo. Indisponibili: Mancosu, Oristanio, Hatzidiakos, Sulemana, Shomurodov, Rog. Squalificati: – Diffidati: –
    La probabile formazione di Sarri
    LAZIO (4-3-3): Provedel; Hysaj, Gila, Romagnoli, Marusic; Guendouzi, Cataldi, Luis Alberto; Felipe Anderson, Immobile, Pedro. All. Sarri. 
    A disposizione: Mandas, Sepe, Casale, Lu. Pellegrini, Lazzari, Kamenovic, Napolitano, Kamada, Vecino, Sanà Fernandes, Isaksen, Castellanos. Indisponibili: Patric, Zaccagni. Squalificati: Rovella. Diffidati: Vecino, Romagnoli, Lu. Pellegrini.  LEGGI TUTTO

  • in

    Juve Primavera, è 1-1 con la Lazio: non basta Finocchiaro. Esordio Montero

    Intanto gara speciale quella contro la Lazio, perché ha visto l’esordio in Primavera per il figlio del tecnico bianconero, Alfonso Montero. Dopo 11 presenze con l’U17 in questa stagione, la prima gara ufficiale con l’U19. Partita decisamente più che positiva, in fase difensiva ma anche proponendosi in avanti. Il tutto davanti gli occhi di papà Paolo, che sarà inevitabilmente orgoglioso del primo match di Alfonso con la Primavera.
    Juve-Lazio Primavera, la diretta testuale
    90′ + 5′ – FINISCE QUI!Termina in parità tra Juventus e Lazio Primavera: al vantaggio bianconero di Finocchiaro risponde Sardo nella ripresa. Proprio all’ultimo secondo chance per Crapisto in area che colpisce malissimo
    90′ – Concessi 5′ di recupero
    87′ – CHE OCCASIONE PER LA JUVE!Tentativo di Florea dal limite dell’area, grande risposta di Magro
    78′ – Ultimi due cambi per la Juventus: out Pugno e Turco, dentro Biggi e Mazur
    72′ – PAREGGIO DELLA LAZIO!Calcio di punizione biancoceleste deviato dalla barriera, la palla arriva a Sardo che fa partire un destro rasoterra imprendibile per Vinarcik: è 1-1
    67′ – Altro cambio per i bianconeri: esce Montero, al suo posto Grelaud
    61′ – Ammonito Ruggeri per fallo su Owusu
    60′ – CHE CHANCE PER LA LAZIO!Milani sfonda sulla sinistro, palla perfetta per Sulejmani che spara incredibilmente altissimo
    59′ – Doppio cambio bianconero: fuori Anghelè e Finocchiaro, al loro posto subentrano Grosso e Crapisto
    53′ – TRAVERSA JUVE!Il solito Finocchiaro si rende pericoloso: tiro di sinistro da fuori, la palla sbatte sulla parte alta del montante e si perde sul fondo
    52′ – Montero in proiezione offensiva! Tiro da fuori potente ma centrale, Magro deve comunque deviare in calcio d’angolo
    46′ – INIZIA LA RIPRESA!Si riparte dal vantaggio della Juventus col gol di Finocchiaro
    45′ + 2′ – FINISCE IL PRIMO TEMPO!Duplice fischio con qualche attimo di ritardo dopo lo scontro che ha visto protagonista il portiere bianconero Vinarcik. I bianconeri vanno al riposo in vantaggio
    45′ – Segnalato 1′ di recupero
    43′ – GOL DELLA JUVENTUS!Azione personale incredibile di Finocchiaro, che salta tre avversari e poi davanti al portiere la piazza in maniera glaciale
    30′ – JUVE VICINISSIMA AL GOLSi va da una parte e dall’altra: Montero per Anghelé, tiro di destro ad incrociare dall’interno dell’area ma Magro dice no
    28′ – ANCORA LAZIO!Azione personale di Sardo, tiro di destro da fuori, ma Vinarcik risponde presente e devia in corner
    20′ – CHE ERRORE DELLA LAZIO!Dal nulla la palla profonda per Cuzzarella, che si invola tutto solo verso l’area avversaria ma a per tu con Vinarcik clamorosamente non trova la porta
    19′ – CI PROVA LA JUVE!Finocchiaro serve Owusu, che tenta la conclusione col piattone destro da ottima posizione, ma viene murato dalla retroguardia biancoceleste
    16′ – PROVVIDENZIALE SAVIO!Passaggio nell’area di rigore bianconera, diagonale imprescindibile dell’esterno della Juventua che salva un gol (quasi) già fatto
    13′ – Cartellino giallo per Savio
    12′ – La Lazio attacca: cross basso in area sul primo palo, Martinez Crous copre a dovere
    5′ – LA JUVE SFIORA IL GOL!Cross insidioso a rientrare di Savio, con la palla che sfiora il palo e si perde sul fondo
    1′ – INIZIA IL MATCH! LEGGI TUTTO

  • in

    Lutto per Sarri: il tecnico lascia subito l’Olimpico dopo Lazio-Napoli

    ROMA – Arriva solo un pari dalla sfida contro il Napoli per la Lazio di Maurizio Sarri. Solo un punto al termine di una sfida nella quale i biancocelesti hanno porvato con maggiore insistenza a trovare la via del gol, non riuscendo a superare il muro difensivo dei campioni d’Italia. Al termine della sfida il tecnico laziale non si è presentato ai microfoni di Dazn e al suo posto è arrivato il vice Giovanni Martusciello. Chiarito subito il problema per Sarri, colpito da un lutto improvviso è andato via dallo stadio subito dopo il triplice fischio.
    Le parole di Martusciello
    “Il primo tempo siamo entrati più contratti, davanti una signora squadra. Era complicata, c’era da pensare per non commettere gli errori fatti contro l’Inter. Nel secondo tempo siamo saliti per una decina di metri, non siamo riusciti a far gol ma è stata una buonissima prestazione. Il risultato sposta, certo si doveva vincere ma ottimo lo spirito nella ripresa”, ha analizzato così il match Martusciello che ha aggiunto: “Il Napoli non ha creato chissà cosa. Guendouzi ha fatto un ottimo secondo tempo, come squadra ci è mancata la cattiveria. Ci prendiamo il pareggio e la prestazione di spirito”. LEGGI TUTTO