consigliato per te

  • in

    Lecce, Tachsidis negativo al Coronovirus

    LECCE – Incubo finito per il centrocampista greco del Lecce Panagiotis Tachtsidis. Il calciatore, risultato positivo al Covid-19, che ha svolto la quarantena in Grecia, dagli ultimi test effettuati ha riscontrato la negatività all’infezione. Tachisidis tornerà domani mattina a Lecce e verrà sottoposto ad ulteriori test molecolari.
    Liverani show, ma non basta: il Lecce è battuto dal Parma e scende in B LEGGI TUTTO

  • in

    Lecce, ecco Coda: “Sono qui grazie a Corvino. Volevo una piazza calorosa”

    LECCE – Il Lecce presenta oggi in conferenza stampa quello che forse è il suo acquisto più importante in questa sessione di mercato: Massimo Coda, il centravanti che con la esperienza e il suo fiuto del gol proverà a riportare i salentini appena retrocessi in cadetteria di nuovo in Serie A: “Desideravo una piazza calorosa e importante – esordisce l’ex Benevento – sono felice di essere qui, ma la mia scelta è stata il ds Pantaleo Corvino. Un direttore che ha fatto la storia del calcio e la fa tuttora. Voglio tornare a essere importante e voglio rendere felici i miei nuovi tifosi”. Coda parla poi del nuovo modulo che impiegherà il tecnico Eugenio Corini, il 4-3-3: “Non è la prima volta che ci gioco, l’abbiamo adottato al Benevento e alla Salernitana. È un modulo in cui bisogna sacrificarsi, ma a me piace partecipare alla manovra e spero di fare bene in tutte due le fasi, appena ritroverò la forma migliore. Corini è un uomo serio e motivato, dobbiamo seguirlo e apprendere in fretta le sue idee tattiche”. Una battuta anche sugli stadi vuoti: “L’assenza del pubblico inizialmente può penalizzarci visto, che questa è una piazza molto calorosa, ma dobbiamo superare questo ostacolo fino a quando non riapriranno gli impianti”. LEGGI TUTTO

  • in

    Coronavirus, positivo Vera del Lecce

    LECCE – Oltre a Tachtsidis, in quarantena volontaria in Grecia, il Covid-19 lascia ancora il segno in casa Lecce. La società giallorossa, infatti, ha comunicato che il difensore colombiano Brayan Vera è risultato positivo al coronavirus. Il giocatore, che aveva un permesso della società ad un rientro posticipato rispetto alla data stabilita per il raduno, si è sottoposto individualmente al test molecolare nella giornata di ieri. Il calciatore è asintomatico e, secondo i protocolli sanitari in vigore, ora è in isolamento, sotto la supervisione dello staff medico societario in stretta collaborazione con l’ASL. La società, a titolo precauzionale, ha annullato la seduta d’allenamento di questo pomeriggio ed ha disposto l’isolamento dell’intera squadra in una idonea struttura, secondo quanto previsto dalle disposizioni attualmente in vigore. LEGGI TUTTO

  • in

    Lecce, Corini: “Orgoglioso di rappresentare il popolo salentino”

    LECCE – “Sono orgoglioso di rappresentare una terra e un popolo, quello salentino per il quale la passione, l’attaccamento e l’amore sono fondamentali. È stato tutto molto veloce. A questo punto della mia carriera cercavo un’opportunità nella quale ci fosse la massima sinergia con la società e così è in questo caso”. Queste le parole di Eugenio Corini, nuovo tecnico del Lecce, presentato oggi dalla società salentina.
    Lecce, Corini è il nuovo tecnico
    [[smiling:130147]] LEGGI TUTTO

  • in

    Coronavirus, positivo Tachtsidis del Lecce

    LECCE – Al via oggi il raduno del Lecce, con l’assenza di Panagiotis Tachtsidis, assente in quanto positivo al Covid-19. I giocatori giallorossi, in mattinata, si sono sottoposti a test molecolare e sierologico. Assente, si legge nel comunicato del Lecce, “il solo Tachtsidis, autorizzato dalla società a permanere presso il proprio domicilio. Il calciatore infatti, si è sottoposto volontariamente e diligentemente, in Grecia prima della partenza, a tampone la cui risultanza ha dato esito positivo al Covid-19. Al calciatore la società augura una pronta guarigione auspicando che possa quanto prima raggiungere i propri compagni di squadra”. LEGGI TUTTO

  • in

    Lecce, Corini nuovo allenatore, è ufficiale

    LECCE – Il nuovo allenatore del Lecce è ufficialmente Eugenio Corini, A comunicarlo è stato il club giallorosso attraverso una nota nella quale si annuncia che “la conduzione tecnica della prima squadra è stata affidata a mister Eugenio Corini”. Il tecnico lombardo, si apprende dalla nota del Lecce, “ha sottoscritto un accordo triennale”. E’ quindi l’ex Brescia a raccogliere l’eredità di Liverani, il cui divorzio dal Lecce risale a pochi giorni fa. LEGGI TUTTO

  • in

    Lecce, Liverani: “Esonero? Sono sconcertato”

    LECCE – “Nella giornata di ieri ho appreso con profondo dispiacere e sconcerto dell’esonero deciso dalla società nei miei confronti. Leggo della telefonata intercorsa tra me ed il Presidente nella mattinata di ieri. Ebbene quella telefonata non lasciava presagire nulla di quanto poi accaduto, né in relazione ad i contenuti, né per come la stessa si è conclusa. Se ci sono profili di responsabilità, per usare le stesse parole indirizzatemi per comunicarmi l’esonero da allenatore, non sono certamente riconducibili alla mia persona”. A parlare è Fabio Liverani, ex tecnico del Lecce, all’indomani dell’improvviso esonero da parte della società giallorossa. Parole che in una nota il tecnico rivolge all’indirizzo del sodalizio giallorosso, paventando strascichi anche legali. “Si è voluto interrompere bruscamente e immotivatamente un rapporto umano e personale – sottolinea – prima ancora che calcistico e professionale, che mi univa ad una squadra, ad una città e ad una tifoseria a cui sono molto legato. Restano per me, aldilà di inutili e sterili polemiche, i successi ottenuti sul campo per i quali ringrazio il mio staff ed i miei calciatori. Ho lavorato sempre con impegno e professionalità ed i risultati raggiunti sul campo lo testimoniano”. Infine una stilettata conclusiva: “Mi riservo quindi con grande rammarico di tutelare la mia persona e la mia immagine nelle sedi opportune”.  LEGGI TUTTO

  • in

    Corvino di nuovo in giallorosso: “Lecce, che emozione!”

    LECCE – È il giorno della presentazione di Pantaleo Corvino, tornato a Lecce dopo ben 15 anni: “Sono emozionato e non è una frase di circostanza. Se dovessi esprimere il mio stato d’animo con una parola direi contento – ha spiegato il neo Direttoe sportivo -. A me piace essere onesto, senza promettere illusioni. La mia speranza è di lasciare questi colori, quando terminerà il mio ciclo, dove e come li lasciai quindici anni fa quando andai via. Sul mio rapporto con i tifosi si potrebbero scrivere tante pagine. Dove ho lavorato ho sempre avuto un rapporto diretto, perché sono i miei tifosi e io sono il loro Direttore. Dove c’è tanto amore ci possono essere anche delle incomprensioni. I tifosi della Curva sanno che se ho sbagliato è stato solo per il troppo amore. Se si sono risentiti mi dispiace ma loro sanno che io sono sempre stato in buona fede. Ho dato il cuore per questa maglia e continuerò a farlo”. 

    “Liverani? Con lui mi sono sentito il giorno dopo la partita. Abbiamo trovato una linea di intesa con tutti i soci. Mi sono buttato a capofitto. Ho parlato con il mister e ho delle grandi valutazioni nei suo confronti. Lui sa tutto. Io ho dei difetti, se ci sono dei pregi li dico così come anche i difetti – ha spiegato Corvino -. Ci siamo confrontati e posso dirvi che siamo in linea e che ho preso atto. Lui è partito dopo la partita, sto aspettando che torni dalle vacanze. Ho bisogno di vedermi con lui per gettare le basi. Il responsabile dell’area tecnica deve anche far crescere la ricchezza attraverso la formazione dei Direttori. Per ora, andrò avanti da solo. Nel futuro, sicuramente porterò qualcuno. Questa è una società che vuole diventare grande e si strutturerà per farlo. Scouting, centro sportivo, staff tecnico e tanto altro. Ho sempre rinfacciato ai precedenti Presidenti la mancanza di un centro sportivo. A tutti, ho sempre detto, una percentuale di quello che percepiamo, sfruttiamolo per avere un centro di proprietà. Quando sarà, vorrei che una percentuale del Lecce venga utilizzata per costruire un centro di proprietà”.
    Sticchi Damiani: “Cuore determinante nella scelta”
    “Questa è per me una giornata di particolare emozione – ha spiegato il presidente giallorosso -. È successo tutto in poco tempo, dalla retrocessione all’ultimo turno di campionato alla presentazione di quest’oggi di Pantaleo Corvino. Abbiamo preso il migliore d’Italia per questo tipo di ruolo, in base a quello che è il nostro progetto. Abbiamo avuto la possibilità di arrivare ad una figura irraggiungibile se non avesse giocato un ruolo determinante il cuore. Si apre un ciclo triennale, nel quale cercheremo di fare le cose con raziocinio, ma senza rinunciare ai sogni se si dovesse verificare l’occasione”. LEGGI TUTTO