consigliato per te

  • in

    Kaio Jorge accelera: non solo Juve. Ecco Cremonese e Lecce

    TORINO – Che fine ha fatto Kaio Jorge? Il giovane attaccante brasiliano della Juventus, dopo il grave infortunio al ginocchio, sta bruciando i tempi per rientrare. E già sono in coda i club che lo vorrebbero in prestito, dal Lecce alla Cremonese. Il ventenne ex Santos è animato da una grande voglia di rivincita contro la sfortuna che lo ha bloccato sul più bello (Allegri che lo usava nelle rotazioni, l’Under 23 che puntava su di lui…). E ha chiamato accanto a sé un preparatore personale specializzato nei recuperi. Si tratta di Amil Henrique Lopes, già nelle giovanili del Brasile, nel Vasco e a fianco di Lyanco all’epoca del Toro. Insomma, Kaio non molla e rilancia. LEGGI TUTTO

  • in

    Pronostico Lecce-Pordenone, tre punti per la festa salentina

    Venerdì sera è in programma l’ultima giornata della stagione regolare di Serie B. Emozioni garantite allo stadio Via del Mare dove il Lecce capolista cerca la vittoria contro il già retrocesso Pordenone per garantirsi la promozione diretta in Serie A. Pronostico decisamente favorevole ai giallorossi di Baroni.
    Serie B, Lecce-Pordenone: indovina il risultato e vinci
    Il Lecce può segnare almeno due gol, scopri le quote
    Mancato a Vicenza il primo match point il Lecce ne ha un secondo, da non fallire, davanti al suo caloroso pubblico contro l’ultima della classe. Il Pordenone ha subìto 70 gol in totale, il tridente atomico dei salentini potrebbe andare a nozze e l’uomo da tenere d’occhio non può che essere il bomber principe del campionato, Massimo Coda.
    Al Via del Mare il Lecce ha perso solo contro il Cittadella mentre il Pordenone ha alzato bandiera bianca in 15 delle 18 trasferte fin qui disputate. Davvero difficile, insomma, immaginare sorprese.
    All’andata il Lecce vinse “solo” 1-0, stavolta il bottino dei giallorossi dovrebbe essere più abbondante. Come pronostico, quindi, occhio all’esito Multigol Casa 2-4. LEGGI TUTTO

  • in

    Serie B, il Vicenza beffa il Lecce: 2-1 al 103' e festa promozione rinviata

    VICENZA – Sabato incredibile della 37 giornata del campionato di Serie B con il Lecce che perde in rimonta per 2-1 a Vicenza e deve rinviare la festa per la promozione. Il momento chiave della partita arriva al 69′ quando il Lecce passa in vantaggio con Strefezza ma la partita si interrompe per 10 minuti: i tifosi ospiti lanciano diversi petardi in campo ed uno di questi tramortisce il portiere biancorosso Contini e ferisce anche un giovane raccattapalle. Il match riprende con il direttore di gara che assegna 14 minuti di recupero e i padroni di casa ribaltano la partita: al 92′ rigore realizzato da Diaw, dopo che Gabriel aveva parato il 1° tentativo di Meggiorini (ribattuto perché il portiere giallorosso era fuori dai pali), mentre al 103′ Ranocchia segna il gol del vantaggio che riaccende la speranza playout. Vicenza 18° ad un punto dal 17° posto del Cosenza.
    Vicenza-Lecce 2-1, tabellino e statistiche
    Serie B, la classifica
    Il Monza travolge il Benevento ed è 2°
    Il Monza batte in casa il Benevento 3-0 con la doppietta di Mota e, grazie anche alla sconfitta interna per 1-0 della Cremonese contro l’Ascoli (che blinda i playoff), siu porta al 2° posto ad un punto da Lecce primo (68). Il Pisa si fa riprendere al 78′ dal Cosenza (rigore di Liotti al 78′) per un 1-1 che impedisce alla compagine toscana di raggiungere la Cremonese al 3° posto restando al 4° a quota 64 a +1 sul Brescia sconfitto a casa del Cittadella per 1-0 (Cassandro al 62′) perdendo una buona occasione per entrare nella zona “Semifinali” dei playoff.
    Monza-Benevento 3-0, tabellino e statistiche
    Cremonese-Ascoli 0-1, tabellino e statistiche
    Pisa-Cosenza 1-1, tabellino e statistiche
    Cittadella-Brescia 1-0, tabellino e statistiche
    La Spal vince 3-0 con il Frosinone e si salva!
    La Spal batte il Frosinone 3-0 e conquista la salvezza sul terreno amico del “Paolo Mazza” contro una squadra impegnata nella corsa playoff. Ad aiutare la causa dello Spal è stato il Parma che ha pareggiato in casa per 2-2 contro l’Alessandria.
    Spal-Frosinone 2-1, tabellino e statistiche
    Parma-Alessandria 2-2, tabellino e statistiche
    Vittorie per Ternana e Como. Crotone rimontato al 95′
    Grazie alla rete di Donnarumma al 36′ la Ternana supera per 1-0 il Perugia e si porta ad un punto (54 ma 55) proprio dalla squadra umbra. Il Como c’è per 4-1 allo Stadio Oreste Granillo di Reggio Calabria contro la Reggina (sorpassandola in classifica al 12° posto). Infine pareggio per 3-3 nel fondo classica tra Pordenone e Crotone con i padroni di casa che, sotto 3-1, riescono a trovare il pareggio con le reti di Butic (85′) e Zammarini al 95′.
    Ternana-Perugia 1-0, tabellino e statistiche
    Reggina-Como 1-4, tabellino e statistiche
    Pordenone-Crotone 3-3, tabellino e statistiche LEGGI TUTTO

  • in

    Serie B, Vicenza-Lecce: migliori quote e statistiche

    Penultimo turno della stagione regolare di Serie B, sabato infuocato con nove partite in programma alle 14 più Reggina-Como alle 16.15. Al menti si gioca un delicato Vicenza-Lecce, che per i salentini può significare promozione in Serie A (in caso di vittoria). Prospettiva ben diversa per i biancorossi, costretti a vincere per restare in orbita playout: al momento il Cosenza, quart’ultimo, ha tre punti in più rispetti a Meggiorini e compagni.
    Serie B, fai il tuo pronostico su Vicenza-Lecce
    Il Lecce in gol nel primo tempo: ecco la quota
    Lecce promosso se batte il Vicenza, che dal canto suo è a meno tre dal Cosenza (zona playout). Fondamentale per entrambe far punti, per i biancorossi è meglio dire “vitale”. Da segnalare che i veneti hanno incassato nel primo tempo ben 32 dei 58 gol totali. Curiosamente il Lecce, che di reti ne ha messe a segno 57, nella prima frazione ha trovato il gol… 32 volte.
    In un match dal pronostico sulla carta favorevole ai giallorossi la quota prevista per un gol del Lecce nel primo tempo è pari a 1.80. LEGGI TUTTO

  • in

    Monza e Cremonese sconfitte, Lecce in testa. Parma ko, che errore per Buffon

    Serie B, la classifica
    Serie B, calendario e risultati
    Cremonese, clamoroso ko: il Crotone va in C ma vince 3-1
    Clamorosa sconfitta della Cremonese, che va ko 3-1 contro il Crotone che nonostante i tre punti retrocedono in C: i rossoblù sperano però in un risultato favorevole dal Marulla di Cosenza e vogliono vendere cara la pelle, giocando un primo tempo arrembante. Al 12′ infatti i calabresi passano in vantaggio: Maric va via alla difesa lombarda e serve Kargbo in buona posizione: bravo l’attaccante della Sierra Leone a rientrare sul destro e battere l’incolpevole Carnesecchi. Al 38′ i rossoblù raddoppiano: clamoroso errore della difesa grigiorossa, con Baez che butta il pallone nella propria porta nel tentativo di rinviare una ribattuta di Carnesecchi in uscita su Kargbo. Riusltato che, due minuti dopo, diventa clamoroso: Calapai fredda ancora la difesa lombarda con un gran destro e firma un 3-0 impensabile alla vigilia. Al 57′ solo il fuorigioco di Marras salva Pecchia dallo 0-4, e al 60′ Zanimacchia rende il passivo meno amaro battendo con un destro in area l’incolpevole Festa. La vittoria del Cosenza, però, vanifica il successo dei pitagorici che retrocedono aritmeticamente in C. 
    Crotone-Cremonese 3-1, tabellino e statistiche
    Monza, brusco stop: il Frosinone vince 4-1
    Il Monza non riesce a finalizzare il vantaggio iniziale e va ko 4-1 contro il Frosinone. I brianzoli passano in vantaggio al 13′: Machin manda in porta Mota Carvalho che di sinistro supera Minelli e regala il vantaggio a Stroppa. I biancorossi  mancano l’appuntamento col raddoppio prima con Sampirisi che colpisce la traversa e poi con Ciurria che viene ipnotizzato da Minelli a tu per tu. Il Frosinone risponde con Boloca, che dribbla quattro avversari ma poi non è preciso all’appuntamento col gol, tirando di poco fuori. Dieci minuti dopo Ciano è più preciso del compagno, e firma il pari con un gran sinistro dal limite dell’area. Partita che si ribalta al 40′: Zerbin fa esplodere lo Stirpe, rubando palla a Donati e freddando Di Gregorio con un piatto sul secondo palo per il 2-1 dei padroni di casa. Un clamoroso errore difensivo di Barberis e Di Gregorio regala il tris a Grosso in avvio di secondo tempo: passaggio all’indietro del centrocampista che il portiere non riesce a controllare, accompagnando di fatto il pallone in rete. C’è ancora tempo per il poker dei padroni di casa, con Canotto che beffa ancora il portiere con un grandissimo gol al 91′: bravo il numero 27 a firmare il suo sesto gol stagionale con un preciso destro a rientrare da fuori area. 
    Frosinone-Monza 4-1, tabellino e statistiche
    Faragò e Lucioni abbattono il Pisa: il Lecce vince e torna primo
    Il Lecce batte 2-0 il Pisa e grazie al ko della Cremonese si riprende il primato in classifica: salentini subito vicini al gol con Livieri che, con l’aiuto della traversa, si oppone al colpo di testa di Dermaku da pochi passi. Vantaggio dei giallorossi che arriva però al 18′, col capitano Lucioni che sblocca il big match con un tocco di piatto su cross di Coda: è il primo gol in campionato per il cinque di Baroni. Solo un altro miracolo della ditta “Livieri e Leverbe” salva il Pisa dal doppio svantaggio: splendido l’intervento del portiere su Blin e miracoloso il salvataggio sulla linea del difensore francese sul tiro a botta sicura di Strefezza. Nel secondo tempo è ancora un colpo di testa di Dermaku a mettere i brividi alla porta dei toscani, che rispondono poco dopo con un colpo di testa di Puscas ben neutralizzato da Gabriel. Al 76′ brividi per Gabriel sulla punizione di Sibilli, ma all’84’ il Lecce chiude la partita: è il neo entrato Faragò con un bell’inserimento sul primo palo a trafiggere ancora Livieri: il Via del Mare può esplodere di gioia.
    Lecce-Pisa 2-0, tabellino e statistiche
    L’Alessandria sbatte sui pali: 0-0 con la Reggina
    L’Alessandria maledice i legni della porta di Micai e viene fermata sullo 0-0 dalla Reggina: dopo la traversa colpita da Di Gennaro di testa, la Reggina si ridesta e va vicina due volte al gol prima con Rivas e poi con Giraudo. L’Alessandria però ha un obiettivo chiaro, la vittoria, e al 30′ colpisce un altro legno con Milanese, il cui tiro viene deviato da Crisetig. Prima del riposo, una punizione di Marconi va fuori di pochi centimetri e fa tirare un sospiro di sollievo a Micai. Nel secondo tempo Stellone prova a coprirsi e portare a casa un punto (fuori Menez e Folorunsho per Bellomo e Cortinovis) mentre l’Alessandria ci prova ancora con Lunetta ma ancora il palo priva i piemontesi del gol del vantaggio: nulla da fare per i piemontesi, finisce 0-0 e salvezza ancora tutta da conquistare. 
    Alessandria-Reggina 0-0, tabellino e statistiche
    Cosenza, 3-1 al Pordenone: rossoblù ancora in corsa per la salvezza
    Il Cosenza tiene vive le speranze salvezza battendo 3-1 in rimonta il Pordenone già aritmeticamente retrocesso: al 24′ Lovisa gela il Marulla col suo primo gol in B: su cross di Cambiaghi bravo il figlio del presidente friulano ad anticipare i difensori rossoblù sul primo palo e battere Matosevic. Al 33′ Larrivey viene trattenuto in area da Bassoli, l’arbitro fischia il rigore: è proprio l’argentino ex Cagliari a presentarsi dal dischetto e firmare l’1-1. Al 40′ il match si ribalta: è ancora Larrivey a far esplodere di gioia i tifosi calabresi col suo sesto gol in campionato: “El Bati” riceve da Caso all’altezza del dischetto e di piatto batte ancora Perisan, mandando i “Lupi” al riposo in vantaggio 2-1. Nel secondo tempo il Pordenone mette più volte i brividi alla porta del calabresi,  ma Bisoli all’82’ chiude la partita: è Camporese a deviare in rete dopo la parata di Trevisan sulla punizione di Rigione. 
    Cosenza-Pordenone 3-1, tabellino e statistiche
    L’Ascoli manca l’affondo playoff: 0-0 col Cittadella
    Un punto a testa al Cino e Lillo Del Duca per l’Ascoli di Sottil e il Cittadella di Gorini: finisce 0-0 dopo una gara all’insegna del grande equilibrio. Partono meglio gli ospiti, con Branca e Baldini a tenere in costante apprensione la difesa comandata da Leali. Al 25′ la possibile svolta del match, con l’ex Beretta che insacca con un preciso colpo di testa, ma che si vede annullare la rete del vantaggio da Minelli, richiamato alla revisione dal Var, che consente al direttore di gara di pescare un fallo in area marchigiana sul cross da fermo di Donnarumma. Nella ripresa provano a cambiare registro i bianconeri, che però si accendono solamente a sprazzi seguendo le ispirazioni di Bidaoui. Per Maistro nel finale di gara la migliore occasione per i padroni di casa, sventata da un prodigioso intervento del portiere euganeo Maniero. Finisce con uno 0-0 che lascia intatte le possibilità dell’Ascoli di tornare ai play off dopo un lustro di attesa e che consente al Cittadella, che da 5 anni non resta fuori dal rush finale, di continuare comunque a sperare, nonostante il ritardo in classifica dall’ottavo posto attualmente occupato dal Frosinone.
    Ascoli-Cittadella 0-0, tabellino e statistiche
    Vittoria in rimonta della Ternana, Benevento ko
    Clamoroso al Vigorito dove il Benevento perde in rimonta contro la Ternana. Inizia male la partita per i padroni di casa, con gli ospiti che sfiorano per due volte il vantaggio. Al 22’  Proietti approfitta di una svista della difesa giallorossa e si ritrova da solo a Paleari che si supera e spedisce in angolo. Poi al 32’ erroraccio di Vogliacco, Celli recupera e prova il tiro colpendo il palo, il pallone ritorna ancora al centrocampista che da posizione ravvicinata sbaglia tirando fuori. A sorpresa però al 45′ Barba sblocca la gara tra le proteste: la Ternana è furiosa per una spinta prima del tiro non sanzionata dall’arbitro. Al rientro in campo il pareggio arriva già al 49’: Palumbo supera Viviani e serve un ottimo pallone per Donnarumma che da pochi passi non sbaglia. Poi all’84’ assist di Palumbo che sorprende Letizia, Partipilo riceve e firma la rimonta della Ternana che vince così per 2-1 rallentando la corsa del Benevento alla promozione.
    Benevento-Ternana 1-2, tabellino e statistiche
    Brescia, la Spal pareggia al 94′!
    Si ferma anche il Brescia che a sorpresa pareggia Spal. Nel primo tempo al 17’ il Brescia sfiora il vantaggio con Pinato che per allontanare la palla colpisce Meccariello e poi la traversa rischiando un clamoroso autogol. Poi risponde la Spal al 22’ con Pepito Rossi che sfiora la porta con un destro al volo. L’attaccante però si ferma poco dopo per infortunio ed è costretto al cambio. Si rientra negli spogliatoi sul punteggio di 0-0. Risultato che resta bloccato fino all’84’ con il lancio lungo di Pajac e il nuovo entrato Tramoni che supera Zanellato e poi batte Thiam. Il Brescia è pronto a festeggiare la vittoria ma al 94′ arriva il clamoroso pareggio della Spal che rovina la festa al Brescia. Da calcio d’angolo ci pensa il nuovo entrato Latte Lath che firma l’1-1. La Spal si porta così a +3 sull’Alessandria in zona playout mentre rallenta il Brescia che sale a 63 punti insieme a Pisa e Benevento. 
    Brescia-Spal 1-1, tabellino e statistiche
    Vicenza, battuto il Como e va a -2 dal Cosenza
    Sfida importante per il Vicenza fuori casa per uscire dalla zona retrocessione mentre il Como è già aritmeticamente salvo. Partono meglio i padroni di casa che al 10’ viene fermato da un super Contini bravo a respingere prima su Vignali e poi su Bellemo. Al 17’ ancora pericoloso il Como, con Parigini che colpisce la traversa. Tante occasioni per i padroni di casa ma a sorpresa a sbloccare la partita è il Vicenza: al 36’ da calcio d’angolo Brosco anticipa Varnier e di testa firma l’1-0. Nel finale il Como ci prova ma Contini si supera ancora e respinge il colpo di testa di Gliozzi. Nella ripresa è il Vicenza a spingere ancora, a caccia del colpo de ko che arriva all’82’: Varnier e Vignali pasticciano, Meggiorini recupera palla e trova il gol del raddoppio. Vittoria importantissima per il Vicenza che sale così a 28 punti, a -2 dal Cosenza in zona playout. 
    Como-Vicenza 0-2, tabellino e statistiche
    Parma ko, che errore per Buffon
    La giornata di Serie B si chiude con la sconfitta del Parma in casa del Perugia per 2-1. Gara importante per i padroni di casa per coltivare le ambizioni playoff mentre gli ospiti sono già matematicamente fuori dai giochi. Inizio da incubo per il Parma che va sotto già al 5’ con Rispoli che tocca il pallone con il braccio sul cross di Lisi: l’arbitro assegna calcio di rigore, Burrai lo calcia, Buffon intuisce il lato giusto ma non ci arriva e i padroni di casa vanno in vantaggio. Poi dopo neanche due minuti Buffon si rende protagonista di una clamorosa papera, lisciando il pallone sul retropassaggio di Oosterwolde. L’ex portiere della Juventus prova a rimediare al suo errore ma Olivieri ne approfitta superandolo e realizzando il raddoppio a porta vuota. Perugia in totale controllo della gara che sfiora anche il tris all’11’ con la traversa colpita da Bernabé e poi al 14’ con Circati. Il Parma prova a reagire ma non riesce a rendersi pericoloso e si chiude così il primo tempo. Nella ripresa il Perugia continua a rendersi pericoloso e a sfiorare il gol ma a sorpresa arriva la reazione del Parma che al 72′ riduce le distanze con il tiro al volo di Vazquez. Al 77′ ancora Perugia avanti con Carretta che si divora un’occasione incredibile a porta vuota. Il Parma prova a spingere nel finale ma è tutto inutile e il Perugia sale così a 55 punti, a -3 dalla zona playoff mentre i crociati restano tredicesimi con 45 punti.
    Perugia-Parma 2-1, tabellino e statistiche LEGGI TUTTO

  • in

    Pronostico Lecce-Pisa, una sfida ad altissima quota

    Ancora Serie B, ancora di lunedì (25 aprile). Il big match della 36ª giornata si gioca alle 15 al Via del Mare dove il Lecce attende la visita del Pisa di Luca D’Angelo. A seguire l’analisi del match e il pronostico.
    Al Via del Mare c’è Lecce-Pisa, indovina il risultato e vinci i premi in palio!
    Pisa reduce dal 3-1 al Como
    Il Lecce, dopo il passo falso commesso contro la Reggina (0-1 al Granillo), vuole tornare a correre al cospetto del Pisa. Una squadra che vola sulle ali del tandem Puscas-Torregrossa (con il “jolly” Lucca da pescare nel mazzo) ancora una volta decisivo nel 3-1 inflitto al Como. Così facendo i toscani hanno interrotto un digiuno che durava da tre giornate.
    I salentini solitamente hanno nel Goal un loro partner abituale anche se in quattro delle ultime cinque partite hanno… tradito il compagno virando sul No Goal. Entrambe le formazioni si giocano tantissimo in questa sfida e proveranno a colpire al momento opportuno.
    Potrebbe dunque essere valida la scelta del Multigol 1-3, ovvero da una a tre reti complessive al Via del Mare. LEGGI TUTTO

  • in

    Gaetano show: la Cremonese è prima. Lecce ko, Pordenone in C

    Serie B, la classifica
    Serie B, calendario e risultati
    Monza-Brescia finisce pari
    La giornata si chiude con l’1-1 del posticipo Monza-Brescia: un pari che impedisce di agganciare la vetta ai padroni di casa, ora terzi a -2 dalla Cremonese e a -1 dal Lecce (con un punto di vantaggio su Benevento e Pisa e due sulle stesse Rondinelle). I brianzoli di Stroppa perdono per infortunio Valoti sul finire del primo tempo: al 41′ dentro Machin che poi a inizio ripresa sblocca il risultato portando avanti i suoi. Un gol che varrebbe la vetta se non arrivasse nel finale il pari bresciano firmato da capitan Bisoli (81′), servito da Tramoni, con Di Gregorio che nel recupero (92′) evita addirittura il sorpasso degli ospiti compiendo una grande parata sulla conclusione di Pajac.
    Monza-Brescia 1-1, tabellino statistiche
    Cremonese in vetta: 3-1 al Cosenza, Gaetano show
    La Cremonese batte 3-1 in rimonta il Cosenza e si prende la vetta della classifica di serie B: i calabresi fanno però tremare i grigiorossi e al 2′ vanno in vantaggio con Larrivey, che approfitta di una mischia in area, vince un rimpallo con un non irreprensibile Carnesecchi in uscita e firma l’1-0 per i calabresi. Lo Zini però esplode al 16′, con Gaetano che firma l’1-1 sfruttando al meglio l’assist di Zannimacchia e la poca reattività di Matosevic che vede il pallone passargli sotto le gambe. Il talento in prestito dal Napoli al 33′ ribalta la partita con un gol splendido: il n. 70 si allarga sulla sinistra, effettua due doppi passi che mandano al bar la difesa calabrese e scaglia un preciso destro rasoterra sul secondo palo che non lascia scampo a Matosevic. Al 45′ i lombardi mettono una seria ipoteca sul match: su cross di Fagioli è Vaisanen di testa a sorprendere il suo portiere e siglare l’autogol che porta Pecchia sul 3-1. Nel secondo tempo i calabresi non trovano la forza di tornare in partita, con Carnesecchi che resta inoperoso per tutti i 45′: i grigiorossi possono festeggiare il primo posto in graduatoria. 
    Cremonese-Cosenza 3-1, tabellino e statistiche
    Lecce ko con la Reggina: Baroni scivola al 2° posto
    Baroni torna da ex a Reggio Calabria e subisce il quarto ko del campionato: la Reggina vince 1-0 e il Lecce perde la vetta della classifica: a fare la partita nei primi 20′ sono gli amaranto, che fanno un buon possesso palla e provano ad imbeccare Rivas ma senza rendersi mai pericolosi dalla parte di Gabriel. Al 22′ Coda prova l’eurogol da 30 metri ma il suo tentativo di superare Turati fuori dai pali termina fuori. Trema la porta dei salentini al 29′, quando lo stesso Coda colpisce di testa un auto-palo nel tentativo di respingere un cross di Di Chiara. Nel recupero del primo tempo, la Reggina passa in vantaggio: Kupisz va via in area, tira di destro e Gabriel respinge debolmente. E’ Folorunsho il più lesto ad arrivare sul pallone e in spaccata firma l’1-0 per la squadra di Stellone. Al rientro in campo il Lecce va subito vicino al pari: solo la traversa ferma il tentativo di Strefezza con un destro potente in area. E’ solo un lampo però dei salentini, che nonostante l’ingresso in campo di Asencio per Di Mariano e i tentativi di Coda non riescono ad impensierire mai seriamente Turati, con la Reggina che torna al successo dopo due ko e sale al 12° posto con 47 punti. 
    Reggina-Lecce 1-0, tabellino e statistiche
    Rossi entra e salva la Spal: 1-1 col Crotone
    Primo tempo a senso unico al Mazza, col Crotone che trova immediatamente il vantaggio: è Schnegg a portare avanti la squadra di Modesto al 7′ finalizzando al meglio un cross sul secondo palo di Marras. I rossoblù tengono le redini del gioco e sfiorano due volte il raddoppio con Kargbo: l’attaccante della Sierra Leone prima spreca in contropiede tirando fuori di poco, e successivamente si vede parare il suo preciso piatto destro da Thiam che devia sul palo la sua conclusione. Il pubblico di casa sottolinea coi fischi la prova opaca della Spal, la cui unica risposta al vantaggio pitagorico è in una conclusione di Colombo respinta senza particolari problemi da Festa. Nel secondo tempo i padroni di casa sembrano entrare in campo con un piglio diverso, con Pinato che per due volte mette i brividi alla porta rossoblù. Maric sfiora il raddoppio per i calabresi al 53′, Melchiorri risponde con un sinistro al volo parato in tuffo. Al 72′ Venturato gioca la carta Giuseppe Rossi, e tre minuti dopo l’ex Villarreal va vicinissimo all’1-1 con un sinistro al volo che va fuori di poco. L’appuntamento col gol di Pepito è solo rimandato: all’86’ infatti è lui a regalare il pareggio a Venturato: stop di petto in area sul cross di Melchiorri e sinistro morbido sul palo lontano che beffa l’incolpevole Festa. 
    Spal-Crotone 1-1, tabellino e statistiche
    Vicenza, esordio negativo per Baldini: il Perugia vince 2-1
    Baldini esordisce con una sconfitta casalinga sulla panchina del Vicenza, che vede diminuire sensibilmente le speranze playout perdendo 2-1 in casa contro il Perugia : i biancorossi vanno in vantaggio imediatamente, con Zonta che pesca libero in area l’accorrente Dalmonte che batte Chichizola con un piatto destro da pochi passi. Al 18′ però un colpo di testa di Curado su calcio d’angolo di Burrai regala il pari al Perugia. Ayroldi al 37′ annulla il gol del vantaggio del Perugia per un fallo di De Luca su Contini, ma al 56′ gli umbri passano: è Segre a beffare di testa Contini su assist di Matos e a regalare il successo esterno agli umbri, che salgono a quota 52 punti e credono ancora ad un posto ai playoff. I veneti invece, terz’ultimi in classifica, sono condannati a giocarsi le tre restanti partite col coltello fra i denti per sperare di raggiungere i playout, che distano ancora tre punti.  
    Vicenza-Perugia 1-2, tabellino e statistiche
    Pordenone in C, Benevento a -3 dalla vetta
    Il Benevento si ridesta dopo il ko contro il Cosenza e batte 4-1 in trasferta il Pordenone, condannando aritmeticamente la squadra friulana alla matematica retrocessione in serie C. La squadra di Caserta va in vantaggio con Moncini, che al 2′ sfrutta al meglio l’assist di Farias e batte Bindi. Pochi minuti dopo è Letizia ad andare vicino al raddoppio, che arriva al 17′: è ancora Moncini a firmare il 2-0 con una bella girata in area. I campani sfiorano il tris prima al 25′ con un gran sinistro di Tello che finisce fuori di poco, e poi con Acampora sul cui tentativo è bravo Bindi. Il terzo gol dei campani arriva al 67′, con Farias che mette in ghiaccio la partita. Al 72′ il brasiliano ex Cagliari firma anche lui la sua doppietta personale con un piatto destro che sancisce il 4-0 definitivo. Un successo che permette alle Streghe di salire a quota 63 punti, a meno 3 dalla vetta e a -2 dal secondo posto del Lecce. 
    Pordenone-Benevento 1-4, tabellino e statistiche
    Il Pisa batte il Como e sogna. Il Frosinone si salva al 96′: 4-4 a Terni
    Vittoria pesantissima del Pisa che supera in casa 3-1 il Como con doppietta di Puscas (7′ e 78′) e rigore di Torregrossa (65′), un successo che consente alla squadra toscana di: staccare il pass playoff portandosi momentaneamente al 3° posto a 2 punti dal Lecce avversario nel prossimi turno. Vittoria di misura dell’Ascoli a Parma per 1-0 grazie alla rete dell’ex Bidaoui al 44′, un successo che consente ai ragazzi di Sottil di restare al 7° posto (58 punti) portando a 3 le lunghezze sull’8° posto del Frosinone frenato a Terni. I ragazzi di Grosso escono con un pareggio per 4-4 dalla sfida del Liberati: decisivo il rigore al 96′ trasformato da Novakovich per gli ospiti. Colpo esterno dell’Alessandria che in 10 vince a casa del Cittadella 2-1 grazie alla doppietta di Simone Corazza (26′ e 32′), 3 punti d’oro per l’Alessandria che si avvicina (3 punti) al 15° posto della Spal ovvero il primo posto per non giocare i Playout.
    Pisa-Como 3-1, tabellino e statistiche
    Ternana-Frosinone 4-4, tabellino e statistiche
    Parma-Ascoli 0-1, tabellino e statistiche
    Cittadella-Alessandria 1-2, tabellino e statistiche LEGGI TUTTO

  • in

    Pronostico Cremonese-Cosenza, per le quote ok l'1

    Tra le gare del turno di Serie B in programma nel giorno di Pasquetta ecco Cremonese-Cosenza, due formazioni in corsa per obiettivi diversi ma ugualmente importanti.
    Cremonese-Cosenza, indovina il risultato e vinci!
    Cremonese abbonata ad un particolare esito
    La Cremonese dopo il ko contro il Frosinone insegue, in compagnia del Monza, il Lecce capolista a due punti di distanza. Il Cosenza dopo il successo nel recupero sul Benevento (1-0) ha guadagnato quanto meno la zona playout.
    Due le statistiche principali da evidenziare. La Cremonese nelle ultime nove giornate ha sempre collezionato il Multigol 2-3 mentre sponda Cosenza lampeggia ancora lo zero alla voce “vittorie esterne”.
    Per le quote è un match dall’esito abbastanza scontato, con la Cremonese favoritissima. Occhio però alle sorprese (il giorno del resto è quello adatto…), più che l’1 occhio al Goal. LEGGI TUTTO