consigliato per te

  • in

    È Zizou il top player del Real. E se adesso Florentino torna sul mercato…

    Quando l’uomo decisivo ce l’hai in panchina è un grande affare, ma il Real non si accontenta ed è pronto a mettergli a disposizione nuovi giocatori galattici La grandezza di Zizou, al secolo Zinedine Zidane, è sintetizzata – qualora se ne avvertisse la necessità – da questo significativo dato: nelle ultime due sessioni il Real Madrid non ha agito sul mercato, neanche un’operazione se non qualche rientro dai prestiti. Non accadeva dal 1980, oltre 40 anni fa, quando c’era il mitico Boskov al timone e il presidente dell’epoca (Luis de Carlos) decise di puntare sulla cantera che aveva conquistato la Liga. LEGGI TUTTO

  • in

    Ligue 1, Monaco ok con Jovetic: Psg a un punto di distanza

    Il Monaco vince e si porta a un punto dal Psg. Nella 32° giornata della Ligue 1 allo Stade Louis II il Digione viene superato per 3-0 con le reti di Jovetic e Ben Yedder (doppietta). Nelle altre partite il Rennes di Nzonzi continua la corsa al quinto posto, occupato dal Lens che batte il Lorient per 4-1, con la vittoria sul Nantes per 1-0. Vittoria anche del St.Etienne sul Bordeaux per 4-1. Pareggi invece tra Brest e Nimes (1-1) e tra Nizza e Reims (0-0)
    Classifica Ligue 1
    Monaco-Digione 3-0, doppietta Ben Yedder
    Tutto facile allo Stade Louis II per i padroni di casa contro il modesto Digione, ultimo in campionato. Il Monaco vince con i gol di Jovetic al 49′ e la doppietta di Ben Yedder (63′ e 89′) e si porta al terzo posto a solo un punto di distanza dal Psg di Pochettino. Ancora vivo anche il sogno scudetto: il Lille primo è solo a +4
    Monaco-Digione, il tabellino
    Rennes-Nantes 1-0, basta un gol di Terrier
    Partita con poche emozioni al Roazhon Park dove basta un gol di Martin Terrier al 52′ per regalare la vittoria ai padroni di casa. Il Rennes continua la corsa al quinto posto mentre il Nantes perde punti preziosi per la salvezza e rimane al penultimo posto.
    Rennes-Nantes, il tabellino
    S.Etienne-Bordeaux 4-1, tripletta Khazri
    È il Bordeaux ad sbloccare la partita al 9′ con Hwang Ui-Jo ma i padroni di casa prima pareggiano al 19′ e poi vanno in vantaggio al 23′. Entrambi i gol portano la firma di Khazri. Al 71′ Khazri  completa la tripletta personale e 10 minuti più tardi Youssouf firma il definitivo 4-1. S.Etienne che ottiene punti importanti e sale a +9 sulla zona retrocessione. 
    S.Etienne-Bordeaux, il tabellino
    Brest-Nimes 1-1, Chardonnet risponde a Koné
    Finisce in pareggio lo scontro salvezza tra Brest e Nimes. Al gol iniziale degli ospiti di Koné (11′) risponde Chardonnet (26′) che riporta in parità il risultato. Il Nimes rimane terzultimo a due punti dalla zona salvezza mentre il Brest è a +6. 
    Brest-Nimes, il tabellino
    Lens-Lorient 4-1, Marsiglia superato
    Vittoria per il Lens in casa che stacca il Marsiglia e si prende il quinto posto della classifica. Sblocca la gara Kakuta al 16′. Pareggio momentaneo degli ospiti con Moffi al 29′. Il Lens riprende il controllo della gara con Jean al 39′ e allunga con Kalimuendo (55′) e Banza (88′). 
    Lens-Lorient, il tabellino
    Nizza-Reims 0-0
    Nessuna rete invece nello scontro di metà classifica tra Nizza e Reims. Un punto a testa per entrambe le squadre che rimangono distanti dal quinto posto. 
    Nizza-Reims, il tabellino LEGGI TUTTO

  • in

    Premier, colpo da Champions del West Ham: 3-2 al Leicester

    Si gioca la sessione domenicale della 31ª giornata di Premier League, con il West Ham che batte 3-2 il Leicester e vola al quarto posto, superando il Chelsea e balzando a -1 dalla terza posizione, occupata proprio dai Foxes. Al Turf Moor il Newcastle batte il Burnley 2-1 e ottiene tre punti preziosissimi in ottica salvezza, salendo a 32 punti. 
    Premier League, la classifica
    West Ham, sogno Champions: 3-2 al Leicester. Newcastle ok a Burnley
    Il West Ham conferma il suo ottimo momento di forma e fa suo il big match casalingo contro il Leicester, vincendo 3-2: nel primo tempo  gli Hammers vanno sul 2-0 grazie ad una doppietta di Lingard (ottavo gol in nove presenze per il centrocampista ex Manchester United): al 29′ sfrutta un assist di Coufal e batte il portiere con un tiro potente nell’angolo basso di destra, e al 45′ imbeccato da Bowen supera ancora Schmeichel con un tiro preciso dal centro dell’area. In apertura di secondo tempo arriva il 3-0 firmato Bowen che sfrutta al meglio un assist di Soucek, rendendo vani i due gol di Iheanacho al 70′ e al 91′ per il Leicester. Vittoria che permette agli Hammers di continuare a coltivare il sogno Champions League e di salire a 55 punti, superando il Chelsea fermo a 54 e andando ad un solo punto di distanza proprio dal terzo posto dei Foxes. Al Turf Moor il Newcastle batte 2-1 il Burnley in rimonta: padroni di casa in vantaggio grazie all’ex Udinese Vydra: il centravanti ceco batte il portiere con un tap-in su assist di Woods. I Magpies però ribaltano il risultato nel secondo tempo, quando Saint-Maximin sale in cattedra, prima servendo un assist preciso per il gol di Murphy al 59′, e successivamente segnando lui stesso il gol vittoria al 65′ coronando un’azione veloce di contropiede. 
    West Ham-Leicester 3-2, tabellino e statistiche
    Burnley-Newcastle 1-2, tabellino e statistiche LEGGI TUTTO

  • in

    Modric e Piqué, scintille e lite sfiorata post Clásico: il retroscena

    Piqué e Modric, che cosa si sono detti dopo Real Madrid-Barcellona

    Piqué è a bordo campo, sta aspettando l’arbitro, nel frattempo arriva Modric e i due si danno la mano. Fin qui tutto bene, se non che il centrocampista croato si lascia scappare una presa in giro che incendia subito gli animi: “Ora stai aspettando per protestare, eh?”. Piqué, reagendo con una smorfia, ritira subito la mano e si lamenta del recupero: “Amico, ha datto 4 minuti…”. “Ma quanti ne volevi?”, è la frase di uscita del Pallone d’Oro 2018, lasciando il difensore blaugrana – che ha saltato il match per infortunio – irritato e stupefatto. Una polemica che non è passata inosservata sui social, dove i tifosi si sono schierati nettamente da una parte o dall’altra. “Modric ha dimostrato che non sa nemmeno vincere”, scrive qualcuno, mentre un altro risponde: “È impossibile non amare Luka”. LEGGI TUTTO