consigliato per te

  • in

    Garcia e la frase su Kvaratskhelia: “Per tornare al top deve fare solo una cosa”

    00:00

    Le condizioni di Rrahmani: il comunicato del Napoli

    “Amir Rrahmani, uscito in avvio del match di Champions contro il Braga, ha accusato un risentimento muscolare alla coscia sinistra”. È quanto si legge nel comunicato ufficiale del Napoli.

    23:55

    Il tecnico del Braga: “Noi all’altezza del Napoli”

    Il tecnico del Braga Artur Jorge in conferenza stampa: “Abbiamo fatto una buona gara collettivamente, sono soddisfatto della reazione dei miei giocatori. Siamo stati all’altezza del Napoli, ha grandi giocatori”.

    23:50

    Garcia: “Kvara deve ancora trovare il ritmo”

    Garcia a Sky: “È sempre difficile vincere in Champions fuori casa, abbiamo fatto un gol e mezzo perché il secondo è un’autorete, però lavoriamo sui cross tra portieri e avversari perché può succedere di tutto. Lo stato della squadra è buono, non siamo stati in grado però di metterci al riparo con il secondo gol. Per fortuna siamo riparati in avanti e abbiamo fatto il secondo che ci porta in vetta alla classifica. Kvara? Ha bisogno di giocare e di trovare il ritmo, oggi era importante la sua parte offensiva e lui ha partecipato al primo gol. Stasera Osimhen ha lottato, ha corso, mi aspetto questo da tutti”. 

    23:43

    A breve Garcia in diretta tv

    A breve è atteso Garcia in diretta tv per commentare il 2-1 del Napoli.

    23:36

    Juan Jesus: “Ci sono troppe polemiche”

    Juan Jesus a Sky: “Sapevamo il momento, era importante vincere, abbiamo fatto il nostro dovere. I fantasmi di Genova e i problemi? Potevamo essere più compatti, soffrire ci sta ma è importante fare punti per passare il girone. Ogni allenatore ha il suo modo di lavoro, Garcia ci chiede di stare compatti e vicini e sfruttare le ripartenze. Oggi l’abbiamo fatto, abbiamo sofferto insieme. La gente fa troppa polemica, questo è un gruppo di bravi ragazzi, anche io ho subito diverse critiche ma ho le spalle larghe e continuo a lavorare”.

    23:29

    Di Lorenzo: “Non ci interessa cosa dicono, la squadra c’è”

    Di Lorenzo a Sky: “Risultato importante, in Champions è sempre difficile, partire con una vittoria in trasferta è importante. Il gol? Non l’ho presa benissimo, meglio così, sono stato fortunato. L’esultanza corale? Nessun segnale, ho esultato con la panchina, lo spogliatoio e i miei amici, ci tenevo. Dobbiamo migliorare ancora tanto, abbiamo sofferto il loro palleggio, potevamo segnare di più ma abbiamo saputo soffrire. Se non fai il secondo gol rischi di prendere l’1-1, però è una vittoria importante e sofferta. Ci siamo rifatti rispetto a Genova, la stagione sarà lunga e difficile. Garcia? Non ci interessa cosa si dice, la squadra è concentrata”.

    23:16

    Il tabellino di Braga-Napoli

    Il tabellino e le statistiche di Braga-Napoli 1-2. LEGGI TUTTO

    23:07

    La reazione di Garcia dopo il gol di Di Lorenzo

    Non è sfuggita la reazione di Garcia in panchina dopo il gol segnato da Di Lorenzo: un gesto liberatorio. LEGGI TUTTO

    22:58

    Tra poco le parole di Garcia

    Garcia tra poco commenterà in tv il primo successo del suo Napoli in Champions League.

    Estadio Municipal di Braga (Portogallo) LEGGI TUTTO

  • in

    Diretta conferenza Garcia: le parole prima di Braga-Napoli LIVE

    22:58
    Braga-Napoli, si è conclusa la conferenza stampa di Garcia e Mario Rui
    Si svuota la sala stampa: si è conclusa la conferenza stampa di Rudi Garcia e Mario Rui alla vigilia di Braga-Napoli. Appuntamento a domani alle 21. Dalle 20 diretta testuale su CorrieredelloSport.it.

    22:57
    Garcia sul Braga affrontato in Europa League con il Marsiglia
    Rudi Garcia: “Mi fa piacere tornare qui e ritrovare il Braga in Champions League, che avevo sfidato in Europa League con i Marsiglia. Giocheremo in uno stadio particolare. Prendere la partita sottogamba? Assolutamente no”.

    22:53
    Mario Rui e il Portogallo
    Mario Rui: “Giocare qui può aiutarmi anche a tornare in nazionale? Non è il mio primo pensiero, il primo obiettivo è aiutare la squadra a ottenere i tre punti. Mi fa piacere giocare contro una squadra portoghese, tra le migliori degli ultimi anni”.

    22:52
    Garcia su Natan
    Garcia fa il punto su Natan: “Vi avevo spiegato che abbiamo avuto la sosta per farlo lavorare. Ora pare non abbia più problemi fisici, aveva un problema al ginocchio. Ora è più vicino a entrare in questa squadra, ma voglio far sì che lo faccia nelle condizioni ideali”.

    22:50
    Garcia sul Braga
    Garcia, il Braga nel mirino del Napoli: “Siamo venuti qui per vincere. Con determinazione, ambizione e fiducia. Il Braga ha delle qualità, ci sono tanti che hanno calciatori che hanno giocato in Francia e che conosciamo bene, da Fonte a Moutinho. Hanno giocatori forti come Bruma, Ruiz e non solo. Bisognerà essere continui, fin dal primo minuto dobbiamo mostrare determinazione, dare tutto e cominciare bene questa Champions League”.

    22:47
    Mario Rui: “Lo spogliatoio è unito, dispiace si pensi il contrario”
    Mario Rui: “Lo spogliatoio è unito, siamo gli stessi dell’anno scorso. Squadra e staff sono compatti. Dispiace si pensi il contrario”.

    22:43
    Garcia: “Ho parlato con Kvara, Osimhen? Spero segni domani”
    Osimhen e Kvaratskhelia, Garcia spiega: “Tutta la rosa è importante, chi inizierà è importante e chi subentrerà. Il risultato non si fa solo con gli undici che iniziano. Osimhen ha iniziato bene, con due gol in tre partite, poi non ha segnato ma speriamo che lo faccia domani. Kvara, invece, è stato frenato durante la preparazione da un infortunio, ha saltato la prima partita, la seconda ha giocato solo nel secondo tempo. Ci ho parlato perché io lo voglio tranquillo, deve essere decisivo. Non segna da un po’, ma non deve pensarci, deve avere sempre il piacere di giocare. Sarebbe già felice se facesse un assist come contro il Sassuolo. Domani si gioca la Champions. Queste serate sono fatte anche per i grandi calciatori e Khvicha lo è”.

    22:38
    Mario Rui: “Le squadre sono più pronte ad affrontarci”
    Mario Rui: “Non credo che siamo cambiati, piuttosto le squadre avversarie ci temono di più dopo lo scorso anno e arrivano alle sfide ancora più preparate rispetto al passato. Ci conoscono meglio. Credo che sia esagerato tutto questo pessimismo che c’è intorno alla squadra. Speriamo di battere il Braga per riportare un po’ di serenità nell’ambiente”.

    22:34
    Garcia: “Ho chiamato De Laurentiis, mi ha richiamato due giorni dopo”
    Garcia e De Laurentiis: “Non lo sento né più né meno rispetto al solito. L’ho chiamato domenica e mi ha richiamato due giorni dopo. L’ho sentito anche stamattina. Io sono sereno e tranquillo, per come la vedo io lo è anche lui. Lo sembra. Chiedetelo a lui”. 

    22:33
    Mario Rui: “Vogliamo riscattarci, ma non è un momento difficile”
    Mario Rui esordisce: “Non è un momento difficile, parliamo di due partite che non sono andate come ci aspettavamo. Non siamo semplicemente riusciti a dare continuità a quello che abbiamo fatto nelle prime due giornate. Ora, però, dobbiamo pensare solo alla Champions League. Siamo carichi per la sfida con il Braga”.

    22:31
    Braga-Napoli, Garcia: “Dobbiamo essere più continui”
    Cosa non va. Garcia: “Il campionato è una competizione, la Champions League un’altra. Siamo a Braga per vincere, senza pensare al quinto posto in classifica in campionato. Siamo solo all’inizio e c’è tempo per rimediare”.

    22:30
    Braga-Napoli, inizia la conferenza stampa di Garcia e Mario Rui
    L’addetto stampa Guido Baldari si scusa con la stampa italiana e portoghese per il ritardo. Inizia la conferenza stampa alla vigilia di Braga-Napoli.

    22:21
    Napoli, nessuna ricognizione sul campo: squadra subito in albergo
    Solo Garcia e Mario Rui sono presenti all’Estádio Municipal de Braga. Nessuna ricognizione sul campo per la squadra, che si è recata in albergo per sopperire al ritardo accumulato sulla tabella di marcia.

    22:17
    Braga-Napoli: conferenza stampa Garcia, slitta ancora l’inizio
    In sala stampa ha fatto ingresso l’interprete che dovrà tradurre dall’italiano al portoghese, ma c’è ancora da attendere qualche minuto al termine di una giornata caotica per il Napoli: oltre due le ore di ritardo rispetto all’orario d’inizio previsto per la conferenza pre-partita.

    22:12
    Napoli, conferenza Garcia e Mario Rui: inizio alle 22:17
    Alle 22:17 prenderà il via la conferenza stampa dI Rudi Garcia e Mario Rui. L’odissea del Napoli sta per concludersi dopo la partenza in ritardo per Braga, per forza di causa maggiore.

    22:05
    Conferenza Garcia e Mario Rui, continua l’attesa
    Continua l’attesa per l’inizio della conferenza stampa di Garcia e Mario Rui, ma dovrebbe essere ormai giunta agli sgoccioli. In ritardo per motivi legati al volo da Napoli a Oporto, l’allenatore e il terzino degli azzurri stanno per presentarsi al tavolo per rispondere alle domande dei giornalisti alla vigilia della sfida contro il Braga.

    22:00
    Braga-Napoli, Kvaratskhelia osservato speciale
    A rendere ancor più frizzante il clima alla vigilia del match ci ha pensato di Bruma, esterno d’attacco mancino del Braga che ha “avvisato” e stuzzicato Kvaratskhelia: “Deve stare attento se vuole vincere”.

    21:55
    Braga-Napoli, Jorge lancia la sfida
    In attesa che Rudi Garcia e Mario Rui si accomodino al tavolo della conferenza stanno facendo discutere le dichiarazioni del tecnico portoghese Jorge che ha punto gli azzurri: “Paura di Osimhen? Il Napoli si preoccupi dei nostri”.

    21:50
    Napoli, il dato dei tifosi in trasferta Braga
    Saranno mille i tifosi del Napoli presenti all’Estádio Municipal de Braga per spingere gli azzurri alla vittoria e riprendere col piglio giusto la marcia in Champions League che nella scorsa edizione si è fermata ai quarti di finale contro il Milan.

    21:45
    Napoli, tutto pronto per la conferenza di Garcia
    L’allenatore francese parlerà in conferenza stampa alle 22 accompagnato da Mario Rui. La conferenza era slittata dalle 19:50 alle 21 ora italiana ma, per problemi tecnici legati alla partenza degli azzurri, è stata ulteriormente posticipata intorno alle 22 italiane. L’aereo charter che ha portato il Napoli ad Oporto ha, infatti, subito un ulteriore ritardo.

    Braga LEGGI TUTTO

  • in

    Inter, Calhanoglu out con la Real Sociedad: altro forfait dopo Cuadrado

    Vigilia di Champions League complicata per l’Inter. I nerazzurri, che domani saranno impegnati contro la Real Sociedad all’Anoeta, dovrà fare a meno di due pedine importanti. Nella mattinata la notizia del forfait di Juan Cuadrado, ma non sarà l’unico assente.
    Hakan Calhanoglu, grande protagonista nel derby di Milan vinto per 5-1, non sarà a disposizione di Simone Inzaghi per la gara europea in programma domani alle ore 21. Il turco ha subito un affaticamento muscolare.
    Inter, le condizioni di Calhanoglu
    A rendere noto lo stato fisico del calciatore ci ha pensato la stessa società nerazzurra, diramando un comunicato attraverso il proprio sito: “Hakan Calhanoglu non sarà a disposizione di Simone Inzaghi per la gara di Champions League contro la Real Sociedad a causa di un affaticamento all’adduttore della coscia sinistra”. Assenza pesante per il tecnico nerazzurro, che dovrà dunque pensare ad un’alternativa per sostituire il turco in cabina di regia. Non mancano le alternative, seppur molto diverse tra di loro: il sostituto naturale sarebbe Kristjan Asllani, ma Inzaghi potrebbe anche preferire l’esperienza di Davy Klaassen e optare per l’ex Ajax (che ancora non è sceso in campo con la maglia nerazzurra). Poco più di 24 ore per riflettere, la certezza è che Calhanoglu con la Real Sociedad sarà out. LEGGI TUTTO

  • in

    Torna la Champions: è grande show all’italiana

    Senza la Juve, senza Messi, Ronaldo e Benzema, sarà sempre la stessa Champions? La risposta il 1° giugno a Wembley. Nel frattempo seguiremo con interesse (e nostalgia futura) l’ultima edizione con la formula attuale, dal prossimo anno cambierà trasformandosi in una specie di campionato d’Europa per club e, se saremo bravi, se porteremo le nostre squadre fino in fondo alle coppe come è successo nella stagione scorsa, potremo avere anche cinque rappresentanti nella futura Superchampions.
    Inter certezza Champions
    Noi ripartiamo da lì, dall’Inter che mette in difficoltà il Manchester City nella finale di Istanbul, da una semifinale tutta italiana e da quarti di finale con tre italiane. Non c’è la Juve, ultima squadra della Serie A ad aver raggiunto per due volte la finale di Champions prima dell’Inter di Inzaghi, ma ora godiamo di una considerazione maggiore in tutta Europa rispetto a qualche anno fa. Questo per meriti conquistati di un anno fa, in realtà oggi la situazione è un po’ diversa, le nostre si avvicinano alla Champions con qualche problema da risolvere. Tutte tranne l’Inter che ha appena tramortito il Milan con 5 gol nel derby, guida la classifica a punteggio pieno con 13 gol in 4 partite, con Lautaro Martinez capocannoniere e con Thuram appena esploso. La Real Sociedad, avversaria di domani sera, ha infastidito il Real Madrid al Bernabeu prima di lasciare i 3 punti ad Ancelotti, ma è alla portata dell’Inter di oggi. Senza indugi, Inzaghi ha tutto per puntare alla seconda finale consecutiva, come ha detto proprio Guardiola.
    Milan, Lazio e Napoli in difficoltà
    Milan, Napoli e Lazio invece non ci lasciano del tutto tranquilli, anzi. I problemi più evidenti hanno sede a Formello. Per evitare un’altra figuraccia, stavolta europea, la Lazio dovrà cancellare le tre sconfitte (su quattro) in campionato. È un momento difficile per Sarri, ma solo in parte inaspettato: per sostituire un campione come Milinkovic con due buoni giocatori come Kamada e Guendouzi ci vogliono tempo, pazienza e fortuna. In difficoltà il Napoli, già a -5 dall’Inter. Anche in questo caso si poteva immaginare che il passaggio da Spalletti a Garcia non fosse indolore. Il Braga, asfaltato l’anno scorso dalla Fiorentina in Conference League nel suo stadio scavato nella roccia (4-0, doppiette di Jovic e Cabral), è l’avversario ideale per ripartire. Inquieto il Milan, che sembrava già in possesso di nuove certezze, sgretolate subito dall’Inter. È capitato nel girone più complicato, ma col Newcastle di Tonali non può sbagliare ancora
    Dal Real al City: come stanno le altre
    Il ricambio generazionale imporrà nuove figure come Haaland e Mbappé (nuove fino a un certo punto) e come Bellingham che ora giocherà la Champions con una seria candidata alla vittoria. Ma anche i “nostri” chiedono spazio: Barella, unico italiano nella lista dei 30 candidati al Pallone d’Oro, Lautaro Martinez, Leao, Osimhen, Kvaratskhelia, Luis Alberto, questa Champions è anche per loro. A proposito di Bellingham, capocannoniere della Liga, salta agli occhi la splendida forma del Real Madrid di Ancelotti, primo a punteggio pieno in campionato, così come il Manchester City in Premier. Due big che non hanno perso tempo. Al contrario del Psg di Luis Enrique, battuto al Parco dei Principi dal Nizza di Farioli nonostante la doppietta di Mbappé, oggi al 5° posto in Ligue 1 dietro a Monaco, Brest, Marsiglia e Nizza. In chiara sofferenza anche l’Atletico, demolito (0-3) a Valencia e distante 8 punti (però con una partita da recuperare) dal Real, nella settimana che introduce al derby madrileno, in programma per il Cholo dopo il ritorno all’Olimpico contro la Lazio. Da verificare attentamente anche lo stato di forma del Bayern Monaco, al comando della Bundesliga insieme al Bayer Leverkusen di Xabi Alonso che venerdì sera ha fermato sul 2-2 i bavaresi nel loro stadio. LEGGI TUTTO

  • in

    Napoli, stadio Maradona tutto esaurito col Real Madrid: i dettagli

    Napoli-Real Madrid è già sold out
    I tifosi azzurri hanno preso d’assalto le biglietterie fisiche e online, desiderosi di assicurarsi un posto nell’impianto di Fuorigrotta per l’importante sfida ai Blancos dell’ex Carlo Ancelotti. Dopo la fase di prelazione dedicata agli abbonati, il sold out è arrivato nel secondo step dedicato a coloro che sono in possesso della fidelity card del club azzurro. Era prevista una terza fase totalmente libera, ma ovviamente non sarà aperta dopo il tutto esaurito. Napoli si prepara a vivere un’altra notte europea ricca di emozioni, contro una delle favorite alla vittoria finale.  LEGGI TUTTO

  • in

    Inter, ufficiale la lista Champions: c’è Cuadrado, out Sensi e Agoumé

    Con una nota diramata sul proprio sito ufficiale il club nerazzurro ha comunicato la lista dei giocatori a disposizione di Simone Inzaghi per le sei partite della fase a gironi dell’ex Coppa dei Campioni.
    Cuadrado e la “famiglia Inter”: Asllani lo deride con l’emoji del clown
    La lista Champions
    Portieri: Sommer, Di Gennaro, Audero.Difensori: Dumfries, De Vrij, Acerbi, Pavard, Carlos Augusto, Bisseck, Dimarco, Darmian, Bastoni.Centrocampisti: Cuadrado, Klaassen, Frattesi, Calhanoglu, Asllani, Mkhitaryan, Barella.Attaccanti: Arnautovic, Thuram, Lautaro Martinez, Sanchez.
    Inzaghi: “Inter, è solo l’inizio ma ottimi segnali. Milan? Lo aspettiamo” LEGGI TUTTO

  • in

    Dybala, l’amore Juve e i cuori Champions: Wembley galeotta sui social…

    Certi amori si sa, fanno giri immensi e poi… nonostante le strade si siano separate continuano a seguirsi sui social. L’amore di Dybala verso la Juventus e viceversa non si è mai sopito, anzi, è impossibile per l’argentino dimenticare gli anni vissuti in bianconero e l’affetto che i tifosi gli hanno sempre riservato, nonostante gli strascichi dovuti alla richiesta del giocatore al club durante le inchieste sul caso stipendi che hanno diviso l’opininone pubblica bianconera.  LEGGI TUTTO

  • in

    Ederson, festa per la vittoria sull’Inter: ne fa le spese un giornalista

    Camoranesi e Hamsik, quando vittoria fa rima con rasatura
    Detto, fatto. Con l’ausilio di un rasoio elettrico, subito dopo la fine dell’intervista Ederson ha “cancellato” i baffi del giornalista e i due hanno immortalato il momento con un selfie di rito. Dal taglio del codino di Mauro German Camoranesi dopo la vittoria del Mondiale dell’Italia nel 2006, a quello della cresta di Marek Hamsik nel 2012 dopo la Coppa Italia del Napoli, ai baffi del cronista sudamericano: la tradizione dei pegni da pagare per festeggiare un trionfo si rinnova. LEGGI TUTTO