consigliato per te

  • in

    Jorginho alla Juve, parla l'agente: “Sarri non l'ha chiamato”

    “Sarri non ha mai chiamato Jorginho in prima persona per parlargli della Juventus”. Joao Santos, procuratore di Jorginho, fa il punto a Radio Kiss Kiss Napoli sulle voci di mercato che interessano il centrocampista del Chelsea e il centrocampo bianconero, che perderà Pjanic. “Se ne parla sui quotidiani, lo so, ma non abbiamo avuto alcun contatto diretto con Sarri e nemmeno con il direttore Paratici” ha aggiunto l’agente del giocatore.
    Jorginho-Juve: ecco come si può
    Juve-Jorginho, parla l’agente
    “Quando il direttore Paratici e Marina Granovskaia troveranno un accordo, se lo troveranno, solo allora potrò parlare evidentemente delle valutazioni del caso. Su Sarri, è ovvio che con Jorginho esiste un rapporto molto buono dopo aver condiviso cinque anni insieme e non posso essere ipocrita per negarlo. Jorginho ha tre anni di contratto con il Chelsea, voglio ricordarlo” ha conluso Joao Santos.
    [[dugout:eyJrZXkiOiI5cHVaWnVIcCIsInAiOiJ0dXR0b3Nwb3J0IiwicGwiOiIifQ==]] LEGGI TUTTO

  • in

    Roma, Bianda saluta: ufficiale la cessione allo Zulte Waregem

    ROMA – Operazione di mercato “minore” per la Roma, appena passata nelle mani del tycoon texano Dan Friedkin. È ufficiale la cessione del difensore francese William Bianda allo Zulte Waregem. Per il classe 2000, portato in giallorosso da Monchi, trasferimento con la formula del prestito annuale con diritto di riscatto. Ad ufficializzarlo un tweet dello stesso club belga.
    Segui live Siviglia-Roma LEGGI TUTTO

  • in

    Maxi Lopez a un passo dalla Sambenedettese di Montero

    (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

    Il Crotone sale di categoria e Maxi Lopez…scende. Dopo che la squadra calabrese ha conquistato la promozione in Serie A, arriva l’addio da parte dell’attaccante argentino. Il classe 1984 ha contribuito al ritorno nella massima divisione con 14 presenze e una rete nel campionato cadetto, ma ora ha preferito tentare di nuovo l’impresa ripartendo addirittura dalla Serie C. Il Resto del Carlino spiega infatti che il centravanti, che in Italia ha giocato un po’ ovunque, dal Milan al Catania, si è accordato con la Sambenedettese per la prossima stagione e manca solo l’ufficialità per definire l’affare. Maxi Lopez va così a rimpolpare la colonia di bomber di Serie A che stanno trascorrendo il loro fine carriera nelle divisioni inferiori.

    AMBIZIONE – Ma non è poi detto che in Serie C Maxi debba restarci a lungo. La Samb è un club ambizioso, che vanta ben 21 partecipazioni al campionato cadetto. E quello è esattamente l’obiettivo per la prossima stagione, tornare in B dopo un’assenza che dura ormai dal 1989. Il club marchigiano ci ha già provato quest’anno, arrivando al primo turno dei playoff di Serie C, senza però riuscire ad avanzare. Ora però, visto l’arrivo di grido, l’idea è quella di riprovarci, potendo contare su un calciatore che è passato anche dalla cantera del Barcellona e che ha segnato 45 reti in Serie A in carriera.
    PIGNA – E assieme a Maxi Lopez, che dopo aver esordito in questa stagione in B conoscerà anche la Serie C, ci sarà anche un’altra vecchia conoscenza, assai più vincente dell’argentino, della nostra Serie A. Il tecnico dei marchigiani è infatti l’ex juventino Paolo Montero, che è stato confermato alla guida della squadra. Chissà se tra l’uruguaiano e l’Albiceleste saranno scintille o se i due si capiranno al volo. Del resto, il suo massimo in Italia Maxi l’ha dato sotto la guida di Mihajlovic e di Simeone. Dunque, nessun problema con i tecnici…fumantini. E intanto la C trova una nuova stella. LEGGI TUTTO

  • in

    Catanzaro, ufficiale: panchina affidata a Calabro

    CATANZARO – È ufficiale: Antonio Calabro è il nuovo allenatore del Catanzaro. L’ex tecnico della Viterbese ha firmato con il club calabrese un contratto della durata di due anni. Lo scorso anno, dopo essersi dimesso a inizio stagione, è poi tornato sulla panchina gialloblù concludendo il campionato di Serie C al dodicesimo posto. LEGGI TUTTO

  • in

    Milan, Ibra prima di tutto. Poi il mercato

    MILANO – Un rinnovo molto atteso, che dovrà verificarsi nel corso dei prossimi giorni. Il Milan e Zlatan Ibrahimovic sono alle carezze finali per arrivare alla firma del nuovo accordo che metterà, nuovamente, il fuoriclasse svedese al centro del mondo rossonero. Un contratto ricco, che si aggirerà sui 5 milioni più bonus che, al loro raggiungimento, potrebbero far lievitare l’esborso fino a sei milioni. Di fatto, Ibra raggiungerebbe Gigio Donnarumma come giocatore più pagato della rosa. Si attende l’incontro finale, visto che le parti hanno convenuto quasi tutto. Manca la cosa più importante, ovvero la firma, che consentirebbe il proseguimento del cammino insieme. Elliott ha dato il via libera all’operazione, con il management che è rimasto impressionato dall’impatto – tecnico e mentale – che Ibrahimovic ha avuto non solo sulla squadra, ma su tutto il resto dell’ambiente milanista. 
    [[dugout:eyJrZXkiOiJoYVBDVWhRTyIsInAiOiJ0dXR0b3Nwb3J0IiwicGwiOiIifQ==]]
    Giocatori da sistemare
    Con la fine della stagione 2019-20, sono tornati alla base sia Pepe Reina sia Ricardo Rodriguez. Il portiere potrebbe rimanere da vice Donnarumma (visto che Asmir Begovic non verrà riscattato) oppure chiedere di andare via, ma in questo caso servirebbe un accordo sulla risoluzione del contratto. Per ora Reina si allena in Spagna e il 24 sarà ai nastri di partenza della prossima stagione. Per quel che concerne Rodriguez, l’incontro della scorsa settimana con il suo agente in sede è servito per capire che tipo di proposte ci sono in ballo. Se ne saprà di più a breve visto che anche il terzino svizzero va in scadenza il prossimo anno. Sempre in fase di stallo la trattativa con la Lokomotiv Mosca per Diego Laxalt.

    Non solo Milenkovic
    In difesa il profilo più gradito è quello di Nikola Milenkovic della Fiorentina, come potete leggere qui sotto, ma i radar non sono stati spenti su Wesley Fofana del Saint-Etienne. Proseguono i contatti con il Tottenham per Serge Aurier (occuperebbe uno slot da extracomunitario), con il giocatore che ha aperto[…]
    Leggi l’articolo completo sull’edizione digitale di Tuttosport LEGGI TUTTO

  • in

    Atalanta su Boga e Bonaventura. Pessina resta

    BERGAMO – Terminato il campionato in terza posizione e con l’avventura in Champions League che inizierà il prossimo 12 agosto, in casa Atalanta è il mercato a tenere banco. I dirigenti orobici lavorano come sempre sottotraccia, per quanto è stato possibile appurare ci sono contatti in corso per cercare di raggiungere alcuni obiettivi ma i nomi che l’Atalanta segue davvero, a quanto pare, non sono ancora usciti. L’intenzione dei Percassi è quella di mantenere quasi inalterata la rosa che ha così ben figurato sia in campionato che in Champions League. Si pensa all’ingaggio di un giocatore per reparto: un difensore, un centrocampista e un attaccante.

    Boga e Bonaventura
    Con la partenza di Tamezé (il francese è già tornato al Nizza), sembra sempre più certa la permanenza in rosa di Matteo Pessina: il classe 1997 di proprietà della Dea ha concluso una stagione da protagonista con il Verona (34 presenze e 7 gol), l’infortunio subito alla rotula lo costringerà a qualche settimana di stop per il recupero ma non ci sono dubbi sulla sua disponibilità per l’inizio della prossima stagione. Con Pessina a completare un reparto dove già ci sono de Roon, Freuler e Pasalic (oltre a Malinovskyi e Gomez eventualmente adattabili), l’attenzione dei dirigenti si sposta dunque su attacco e difesa. L’Atalanta, nonostante i 98 gol segnati in campionato (e 115 in tutte le competizioni, con la Champions ancora da finire), farà un nuovo importante movimento in avanti. I nomi che circolano sono tanti ma nessuno sembra quello giusto. Uno dei più gettonati porta a Boga del Sassuolo, dall’Emilia arrivano conferme dell’interesse da parte dell’Atalanta ma la situazione è complicata. Un altro giocatore molto chiacchierato è Bonaventura, il classe 1989 appena svincolato dal Milan è libero e la soluzione a lui più gradita è ovviamente l’Atalanta (conosce l’ambiente, giocherebbe in Champions League e i tifosi lo apprezzano) ma dal punto di vista tecnico i dubbi sono tanti […]
    Leggi l’articolo completo sull’edizione digitale di Tuttosport LEGGI TUTTO

  • in

    Sanchez-Inter, arriva l'ufficialità: contratto fino al 2023

    MILANO – Mancava solo l’ufficialità, adesso è arrivata: Alexis Sanchez passa all’Inter a titolo definitivo gratuito dal Manchester United. L’annuncio è arrivato attraverso una nota pubblicata dalla società nerazzurra sul proprio sito: “FC Internazionale Milano comunica cheAlexis Sanchezsi trasferisce in nerazzurro a titolo definitivo gratuito. L’attaccante cileno ha sottoscritto un contratto con il Club fino al 30 giugno 2023”. Il cileno si è guadagnato la conferma grazie a una seconda parte di stagione super nella quale è stato più volte chiamato in causa rispondendo sempre presente. In campionato ha chiuso con quattro gol e nove assist in 22 presenze e adesso insegue il sogno Europa League. I nerazzurri, intanto, ieri hanno battuto per 2-0 il Getafe guadagnandosi il pass per i quarti di finale. 
    Inter, primo colpo per Conte: Sanchez resta nerazzurro, triennale
    [[dugout:eyJrZXkiOiJhSjIzUFFmSyIsInAiOiJ0dXR0b3Nwb3J0IiwicGwiOiIifQ==]] LEGGI TUTTO