consigliato per te

  • in

    Juve, Golden Gravenberch in scia a Tchouameni

    TORINO – Il mercato, anche quello della Juventus, è fatto di piani A, B, C e D. Il primo nome nei pensieri del dg Federico Cherubini e dell’allenatore Massimiliano Allegri è sempre Aurelien Tchouameni, 21enne mediano del Monaco e della Francia campione di Nations League. I contatti proseguono, la pista resta calda e tra gennaio e giugno un tentativo i bianconeri lo effettueranno. Provarci, però, non significa sempre riuscirci. Soprattutto se, come nel caso di Tchouameni, potenze del calibro di Chelsea, Liverpool, City e Real Madrid nei prossimi mesi trasformeranno l’attuale interesse in un’offensiva vera e propria. Il rischio è concreto, specie in caso di asta multimilionaria con incremento del prezzo oltre i 40-45 milioni. Per tutti questi motivi la Juventus, seppur in questo momento si trovi ancora in pole position per il monegasco grazie all’ottima semina, continua a lavorare anche su possibili alternative.

    Juve, gli obiettivi per il centrocampo

    Nella “lista centrocampisti”, oltre al pallino Tchouameni e alle due opportunità in odore di svincolo estivo (Witsel e Zakaria), figura sempre il nome di un giovane-vecchio pallino. Quel Ryan Gravenberch dell’Ajax nel mirino juventino da almeno due anni e fresco di candidatura tra i 20 finalisti del Golden Boy, lo storico premio di Tuttosport che negli anni è diventato il più importante riconoscimento internazionale per i talenti Under 21. In attesa del voto della giuria composta dai 40 giornalisti delle più prestigiose testate europee, alla Continassa continuanno a tenere le antenne dritte sul giocatore anche grazie all’ottimo rapporto con l’agente Mino Raiola. […] La Juventus c’è e monitora: il profilo, del resto, sarebbe perfettamente in linea con il progetto varato in estate. Gravenberch è giovane, ma con già una buona esperienza in Champions League.

     Tutti gli approfondimenti sull’edizione di Tuttosport LEGGI TUTTO

  • in

    Un miliardo per Pedri: clausola ricca, ma utile? Messi, CR7 e Bale insegnano

    Una peculiarità sempre più spagnola, in un calcio che vuole tutelare i propri interessi in tempi di crisi economica. Ma attenzione all’effetto boomerang per le società, spesso pentite Un miliardo di euro: le clausole rescissorie sono rimaste una specialità mediamente spagnola. Con le dovute eccezioni, ma come se fosse un’esclusiva. Ultimo passaggio Pedri, stella nascente (o già nata?) del Barcellona, 19 anni da compiere tra poco più di un mese, centrocampista centrale di quelli che – quando li vedi – pensi subito che faranno la fortuna di chi potrà schierarli a tempo pieno. LEGGI TUTTO

  • in

    Camavinga, Tchouameni e Kamara: gli intrighi di mercato girano al centro

    Dal passaggio al Real del talentino del Rennes a costo zero, al possibile obiettivo della Juve fino al nome nuovo che potrebbe sbarcare in Italia… Il trucco c’è e si vede, è sempre una questione di soldi. Mettiamo in parallelo due intriganti storie di calciomercato, ci trasferiamo in Francia dove i talenti abbondano e se li fanno pagare molto bene. Il ruolo di riferimento ci porta a centrocampo, reparto ricercatissimo al punto che le stelline in questione costano ancora di più. Edoardo Camavinga, classe 2002 di origini angolane, si è trasferito al Real proprio nell’ultimo giorno di agosto per 31 milioni più bonus. LEGGI TUTTO

  • in

    Sport: “Barcellona, Pedri rinnova. Avrà una clausola da 600 milioni”

    BARCELLONA (Spagna) – Il Barcellona starebbe per blindare uno dei suoi gioielli. Secondo “Sport”, sarebbe in dirittura d’arrivo la trattativa per il rinnovo di Pedri, che potrebbe essere ufficializzato già in occasione della prossima assemblea dei soci che si terrà il 17 ottobre. Pedri, classe 2002, dovrebbe legarsi ai blaugrana fino al 2026 e, oltre a un ritocco dell’ingaggio, nel suo contratto dovrebbe avere anche una clausola rescissoria da 600 milioni di euro. LEGGI TUTTO

  • in

    “Pedri rinnova con il Barcellona: clausola rescissoria da 600 milioni”

    BARCELLONA (Spagna) – “Pedri rinnova con il Barcellona, accordo a un passo”. Secondo quanto riferito da Sport, il talento classe 2002 sarebbe vicinissimo al prolungamento del contratto con il club blaugrana fino al 2026 e l’ufficialità potrebbe arrivare a margine della prossima assemblea dei soci, in programma il 17 ottobre. Oltre ad un lauto aumento dell’ingaggio – si legge sempre sulle colonne del quotidiano sportivo spagnolo – sarà inserita nell’accordo anche una clausola rescissoria da 600 milioni di euro. LEGGI TUTTO

  • in

    Wijnaldum: “Non sono felice al Psg, ma sono un combattente”

    AMSTERDAM (Paesi Bassi) – “Non posso dire di essere totalmente felice, perché la situazione non è quella che mi aspettavo. Sono un combattente, devo rimanere positivo e lavorare sodo per risolvere la situazione. Ho giocato molto negli ultimi anni, sono sempre stato in buona forma e ho anche fatto molto bene. Ero davvero felice di iniziare questa nuova esperienza e poi è successo… è molto difficile”. Intervenuto ai microfoni di Nos, Georginio Wijnaldum, passato in estate a parametro zero dal Liverpool al Paris Saint-Germain dopo essere stato ad un passo dal Barcellona, lamenta lo scarso utilizzo riservatogli da Pochettino. Sin qui il centrocampista olandese ha collezionato appena 502′ spalmati in 11 presenze tra campionato, Supercoppa francese e Champions League. LEGGI TUTTO

  • in

    “Marcus Thuram vicino all'Inter, ma resterà al Borussia M.”

    MOENCHENGLADBACH (Germania) – Papà Lilian grande ex di Parma e Juventus, il figlio Marcus ad un passo dall’Inter: il ds del Borussia Moenchengladbach Max Eberl ha raccontato infatti ai microfoni della Bild il tentativo del club nerazzurro, nella scorsa sessione di calciomercato, di portare Thuram alla corte di Inzaghi. “In estate c’era grande interesse dell’Inter su di lui e l’offerta era concreta. Lui però non era convinto del tutto di andarsene, noi abbiamo valutato la proposta, ma lo volevamo trattenere. Infine c’è stato l’infortunio… Trasferimento a gennaio? Non credo, non è nostro interesse”, le parole del dirigente tedesco. LEGGI TUTTO

  • in

    “L'Inter su Marcus Thuram, ma a gennaio resta al Borussia M.”

    MOENCHENGLADBACH (Germania) – “In estate c’era grande interesse dell’Inter su di lui e l’offerta era concreta. Lui però non era convinto del tutto di andarsene, noi abbiamo valutato la proposta, ma lo volevamo trattenere. Infine c’è stato l’infortunio… Trasferimento a gennaio? Non credo, non è nostro interesse”. In un’intervista rilasciata alla Bild, il ds del Borussia Moenchengladbach Max Eberl confessa il tentativo dell’Inter – nell’ultima sessione di calciomercato – di portare alla corte di Simone Inzaghi Marcus Thuram, attaccante francese figlio del difensore ex Parma, Juve e Barcellona Lilian. LEGGI TUTTO