consigliato per te

  • in

    Milan-Bodo/Glimt 3-2: Calhanoglu trascina Pioli al playoff di Europa League

    MILANO – Con molta più fatica del previsto, soprattutto dalla seconda metà della ripresa, ma il Milan centra l’obiettivo, battendo i norvegesi del Bodo/Glimt a San Siro per 3-2, con Ibra davanti alla tv dopo la positività al Coronavirus e con un Calhanoglu in formato superstar. Il turco brilla con una doppietta e un assist show per il baby Colombo, in gol alla prima da titolare con la squadra dei grandi. Adesso il playoff di Europa League, ultimo step prima della fase a gironi, consegna a Pioli il Rio Ave, vittorioso ai rigori contro il Besiktas.
    Milan-Bodo/Glimt 3-2: tabellino e statistiche

    In gol il baby Colombo
    Un Milan giovanissimo, senza Ibra e trascinato dalla leadership tecnica e caratteriale di Calhanoglu. C’è tanto del fantasista turco nel successo della squadra di Pioli, passata in svantaggio al quarto d’ora (gol di Junker al termine di un’azione davvero da applausi) e scappata via con la serata di grazia del suo numero 10: un missile terra-aria che s’è infilato quasi all’incrocio e un assist, di tacco, a smarcare il baby Colombo per la prima rete da professionista. I norvegesi, tolto l’entusiasmo dei primi minuti, hanno poi fatto fatica ad arginare la maggiore qualità del Milan, rinvigorito dalle continue sgroppate sulla sinistra di Theo Hernandez e dall’irruenza di Kessié, troppo spesso impegnato a colmare alcune disattenzioni difensive dei compagni.
    Milan, quanti rischi nel finale 
    Lo show rossonero è proseguito ancora una volta con Calhanoglu, autore di un destro perfetto sul calcio piazzato di Castillejo (50’) in apertura di ripresa, ed è poi stato ridimensionato dalla fulminea conclusione vincente di Hauge cinque minuti più tardi. Pioli ha corso alcuni rischi, anche e soprattutto nelle ripartenze in virtù della peggiore condizione atletica rispetto agli avversari, e ha optato per l’ingresso di Daniel Maldini, che s’è visto annullare un gol per una questione millimetrica. Il finale è stato di totale sofferenza, a parte lo scavino di Saelemaekers, con numerosi tentativi del Bodo e un miracolo di Donnarumma a ridosso del recupero. LEGGI TUTTO

  • in

    Milan-Bodo/Glimt 3-2, il tabellino

    MILANO – Nonostante l’ottima prestazione del Bodo/Glimt, il Milan orfano di Ibrahimovic passa al turno successivo di Europa League, sconfiggendo i norvegesi per 3 a 2: dopo il gol iniziale di Junker, i rossoneri pareggiano con Calhanoglu, ribaltano il risultato col baby Colombo e trovano il tris con lo scatenato numero 10 turco. Hauge accorcia, ma non basta agli scandinavi.

    MILAN-BODO/GLIMT 3-2: NUMERI E STATISTICHE
    MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kjaer, Gabbia, Hernandez; Kessié, Bennacer (35′ st Tonali); Castillejo (22′ st Krunic), Calhanoglu, Saelemaekers; Colombo (13′ st Maldini). A disposizione: Tatarusanu, Kalulu, Diaz, Laxalt. Allenatore: Pioli
    BODO/GLIMT (4-3-3): Haikin; Sampsted (38′ st Solbakken), Moe, Lode, Bjorkan; Fet (21′ st Konradsen), Berg, Saltnes; Zinckemagel, Junker (45′ st Boniface), Hauge. A disposizione: Smits, Hoibraten, Hagen, Foosnaes. Allenatore: Knutsen
    ARBITRO: Jovi? (Cro)
    MARCATORI: 16′ pt Junker (B), 18′ pt Calhanoglu (M), 33′ pt Colombo, 6′ st Calhanoglu (M), Hauge 10′ st (B)
    NOTE: Ammoniti: Konradsen (B). Recupero: 1′ e 3′ LEGGI TUTTO

  • in

    Milan-Bodo/Glimt 3-2: Calhanoglu show, Colombo gol. Ma che sofferenza

    MILANO – A tratti vistosamente superiore, a tratti – sopratutto nel finale – ingenuo e poco brillante. Ma il Milan centra l’obiettivo, battendo i norvegesi del Bodo/Glimt a San Siro per 3-2, con Ibra davanti alla tv dopo la positività al Coronavirus e con un Calhanoglu in formato superstar. Il turco brilla con una doppietta e un assist show per il baby Colombo, in gol alla prima da titolare con la squadra dei grandi. Adesso il playoff di Europa League, ultimo step prima della fase a gironi, consegna a Pioli il Rio Ave, vittorioso ai rigori contro il Besiktas.
    Milan-Bodo/Glimt 3-2: tabellino e statistiche
    Calhanoglu trascina il Milan in Europa League. Battuto il Bodo/Glimt Calhanoglu show, Colombo-gol!
    Un Milan giovanissimo, senza Ibra e trascinato dalla leadership tecnica e caratteriale di Calhanoglu. C’è tanto del fantasista turco nel successo della squadra di Pioli, passata in svantaggio al quarto d’ora (gol di Junker al termine di un’azione davvero da applausi) e scappata via con la serata di grazia del suo numero 10: un missile terra-aria che s’è infilato quasi all’incrocio e un assist, di tacco, a smarcare il baby Colombo per la prima rete da professionista. I norvegesi, tolto l’entusiasmo dei primi minuti, hanno poi fatto fatica ad arginare la maggiore qualità del Milan, rinvigorito dalle continue sgroppate sulla sinistra di Theo Hernandez e dall’irruenza di Kessié, troppo spesso impegnato a colmare alcune disattenzioni difensive dei compagni.
    Milan, finale di sofferenza 
    Lo show rossonero è proseguito ancora una volta con Calhanoglu, autore di un destro perfetto sul calcio piazzato di Castillejo (50’) in apertura di ripresa, ed è poi stato ridimensionato dalla fulminea conclusione vincente di Hauge cinque minuti più tardi. Pioli ha corso alcuni rischi, anche e soprattutto nelle ripartenze in virtù della peggiore condizione atletica rispetto agli avversari, e ha optato per l’ingresso di Daniel Maldini, che s’è visto annullare un gol per una questione millimetrica. Il finale è stato di totale sofferenza, a parte lo scavino di Saelemaekers, con numerosi tentativi del Bodo e un miracolo di Donnarumma a ridosso del recupero. LEGGI TUTTO

  • in

    Diretta Milan-Bodo Glimt ore 20.30: come vederla in tv, in streaming e probabili formazioni

    MILANO – Il Milan di Stefano Pioli è pronto per il terzo turno preliminare di Europa League. I rossoneri affrontano i norvegesi del Bodo Glimt, una sfida sulla carta ampiamente alla portata, ma il tecnico non vuole correre il rischio che i suoi ragazzi possano sottovalutare l’impegno: “Stiamo preparando la gara come se fosse una finale. Ho detto alla squadra che questa deve essere la partita più importante della loro vita, soprattutto mentalmente”. Il tecnico nella conferenza stampa di presentazione ha aggiunto: “Serve grande concentrazione contro il Bodo Glimt. Poi, dopo il fischio finale, penseremo alla trasferta di Crotone”.
    Segui la diretta di Milan-Bodo/Glimt sul nostro sito

    Milan-Bodo Glimt, dove vederla in tv e streaming
    Milan-Bodo-Glint si gioca questa sera alle 20.30 allo stadio San Siro di Milano. La partita sarà trasmessa in esclusiva – sia in televisione, sia in streaming – su DAZN.
    Le probabili formazioni di Milan-Bodo Glimt
    MILAN (4-2-3-1): G.Donnarumma; Calabria, Kjaer, Gabbia, Theo Hernandez; Kessie, Bennacer; Castillejo, Calhanoglu, Saelemaekers; Ibrahimovic. All.: Pioli.
    BODO/GLIMT (4-3-3): Haikin; Sampsted, Hoibraten, Lode, Bjorkan; Fet, Berg, Saltnes; Zicnkernagel, Boniface, Hauge. All.: Knutsen.
    ARBITRO: Jovic (Cro). LEGGI TUTTO

  • in

    Milan, Pioli: “Ibra mi ha stupito, in difesa siamo corti”

    MILANO – Archiviata la sfida di campionato contro il Bologna, il Milan di Stefano Pioli è pronto a tornare nuovamente in campo in Europa League. Dopo il successo contro lo Shamrock Rovers i rossoneri affrontano, domani al Meazza alle 20.30, il Bodo-Glimt. Ottima la condizione di Ibra e compagni, che il tecnico emiliano ha voluto evidenziare in conferenza stampa: “Mi ha stupito la sua buona condizione da subito. Aveva avuto qualche acciacco prima di Dublino e pensavo avrebbe avuto qualche difficoltà in più, invece si è fatto trovare pronto. Stiamo bene, poi le prossime sedute mi faranno capire chi mettere in campo. Stiamo preparando bene la partita, come fosse una finale. Per loro sarà la partita dell vita e dobbiamo affrontarla anche noi così, mettendoci sullo stesso livello di motivazioni dobbiamo avere la meglio. Possiamo ancora crescere e migliorare, lavorando consapevoli della maglia che indossiamo e delle qualità che abbiamo. Può essere una stagione positiva”.

    Pioli: “Non è vero che abbiamo tutto da perdere”
    “Non mi piace pensare che abbiamo tutto da perdere, dobbiamo metterci in discussione e mettere in pratica ciò che facciamo in allenamento, le nostre qualità. Possono crearci difficoltà, soprattutto gli attaccanti veloci che hanno. Fanno gioco e comandano le partite, possono concedere spazi ma stanno bene fisicamente. In venti partite non ne hanno persa nessuna. Le partite vanno giocate con attenzione e determinazione”, questo il pensiero di Pioli sulla formazione norvegese. 
    Pioli: “In difesa siamo un pò corti”
    “Ho fiducia nell’area tecnica e nella volontà del club di migliorare la squadra. Abbiamo tre giocatori fermi in difesa e siamo un pò corti, vediamo cosa succederà. Spero di avere Leao prima possibile, solo ieri ha iniziato a lavorare a parte. Useremo della cautela, da lui mi aspetto completa maturazione. Musacchio e Romagnoli stanno meglio, non forziamo i tempi. L’obiettivo è averli in campo dopo la sosta”. LEGGI TUTTO

  • in

    Milan, in caso di playoff Europa League una tra Besiktas e Rio Ave

    Il Milan affronterà i turchi del Besiktas o i portoghesi del Rio Ave nel turno decisivo per accedere alla fase a gironi di Europa League se batterà, giovedì prossimo a San Siro, i norvegesi del Bodo-Glimt nel terzo turno preliminare. Lo ha stabilito il sorteggio dell’Uefa. Ieri la squadra di Pioli ha sconfitto per 2-0 gli irlandesi dello Shamrock Rovers con i gol di Ibrahimovic e Calhanoglu nella sfida che ha anche visto gli esordi ufficiali di Tonali e Brahim Diaz con la nuova maglia. 
    Pioli: “Ibrahimovic è un campione” LEGGI TUTTO

  • in

    Europa League, il Tottenham rischia ma passa. Ok Wolfsburg e Rangers

    Il Tottenham di Mourinho vola al terzo turno di Europa League, ma non senza difficoltà. Gli Spurs superano 2-1 i bulgari della Lokomotiv Plovdiv ribaltando la sfida nel finale con il rigore di Kane e la firma di Ndombele: ora la sfida ai macedoni dello Shkendija. Avanzano anche i Rangers di Gerrard e il Galatasaray. Bene l’Apoel, il Rosenborg e l’Hajduk Spalato. Granada a valanga (Teuta ko 4-0), Copenaghen ok ma al cardiopalma con il Goteborg. Poker per il Wolfsburg in Albania: spicca la doppietta di Weghorst. A sorpresa l’Astana saluta l’Europa League dopo aver perso di misura con i montenegrini del Buducnost. Fuori anche la Dinamo Mosca in Georgia. Festa per Basilea e Malmoe.  LEGGI TUTTO

  • in

    Milan al terzo turno di Europa League: Shamrock ko con Ibrahimovic e Calhanoglu

    Al Tallaght Stadium di Dublino riparte la stagione del Milan di Stefano Pioli che vince e convince contro lo Shamrock Rovers per 2-0 nel secondo turno preliminare di Europa League. Decisive le reti di Ibrahimovic, che torna a segnare in una competizione europea con la maglia del Milan dopo otto anni dall’ultima volta nel 2012, e Calhanoglu. Tra una settimana, nel terzo turno preliminare, i rossoneri ospiteranno a San Siro i norvegesi del Bodo-Glimt. Nel finale gli esordi di Tonali e Brahim Diaz con la nuova maglia. 
    Shamrock-Milan 0-2: tabellino e statistiche

    Ibrahimovic apre
    Un avvio di personalità del Milan, una buonissima occasione per lo Shamrock. Il primo quarto d’ora del ritorno in Europa dei rossoneri ha visto Ibrahimovic sfiorare il vantaggio con un colpo di testa finito sopra la traversa e Donnarumma compiere il miracolo sul diagonale di Greene in seguito all’errore in uscita di Bennacer. Il gigante svedese si è prontamente rifatto al 23’, quando – sfruttando il delizioso assist di Calhanoglu – ha battuto a tu per tu il portiere avversario sbloccando il risultato della sfida. Ha lottato e sgomitato, creato e finalizzato prendendo la sua squadra per mano e dimostrando di essere già in forma campionato. 
    Calhanoglu sigilla
    Pioli non ha mai avuto paura di perderla, tanti i pericoli corsi dalla difesa irlandese che ha rischiato di andare nuovamente sotto anche con le chance capitate a Theo Hernandez e Calhanoglu. Quest’ultimo ha vissuto il suo momento migliore all’inizio della seconda frazione, mettendo a referto una traversa su rovesciata a palombella e un calcio piazzato deviato da Mannus con la punta delle dita. Il coronamento è invece arrivato al 67’ con un destro straordinario su assist di Saelemaekers. Nel finale gli esordi di Tonali e Brahim Diaz con la nuova maglia rossonera.  LEGGI TUTTO