consigliato per te

  • in

    Rennes-Milan, Kalulu e Tomori in gruppo. Pioli: “Non è ancora fatta”

    Giornata di vigilia per Rennes e Milan, protagoniste della sfida valida per il ritorno dei playoff di Europa League, in programam domani alle ore 18.45 al “Roazhon Park”, impianto sportivo storicamente conosciuto come “Stade de la Route de Lorient”. Pomeriggio ricco di parole e sensazioni, da ambo le parti, con Stefano Pioli, Alessandro Florenzi e Julien Stephan che hanno presentato il secondo round del doppio confronto. Novità sulle condizioni e sui recuperi di Tomori e Kalulu, che stanno per tornare a disposizione del tecnico rossonero.

    Pioli prima di Rennes-Milan: “Non è ancora fatta, Tomori e Kalulu in gruppo”
    Alla vigilia di Rennes-Milan, mister Stefano Pioli ha parlato ai microfoni di Milan TV, presentando così il nuovo impegno europeo: “Ci avviciniamo a questa partita con grande concentrazione. È chiaro che ci siamo presi un buon vantaggio nella partita d’andata, ma è altrettanto vero che non possiamo considerarla finita. Non è ancora fatta, lo sappiamo. Giochiamo contro una squadra che, pur cambiando 5-6 giocatori, ha vinto in campionato. È una squadra che sta bene. Ci conosciamo bene, sia noi che loro. Questo può essere un vantaggio, ma possiamo anche aspettarci cose diverse perché proveranno a rimontare. Noi siamo solamente concentrati su quello che dobbiamo fare per raggiungere il passaggio del turno”.
    Sui rientri di Tomori e Kalulu, Pioli ha aggiunto: “È chiaro che Kalulu e Tomori era da tanto tempo che non si allenavano con noi, recuperarli sarà molto importante. Non saranno a disposizione per domani sera, casomai vediamo per domenica. Chiaro che c’era la felicità di riavere in gruppo dei giocatori importanti”.
    Pioli a Sky: “Leao sta bene, dobbiamo rimanere concentrati”
    Pioli è intervenuto anche ai microfoni di Sky Sport, a 24 ore dal fischio d’inizio di Rennes-Milan: “Un percorso cominciato giovedì scorso ed è chiaro che la partita d’andata c’ha dato un buonissimo vantaggio, ma è anche vero che non è ancora finita. Affrontiamo una squadra che ci ha messo in difficoltà anche all’andata, una squadra che in casa gioca bene e ottiene ottimi risultati, quindi dobbiamo rimanere concentrati. Cosa rischiamo domani? Il Rennes è una buona squadra, domenica in campionato sono tornati a vincere, pur cambiando 5 giocatori. Sarebbe un errore, per noi, pensare di aver già centrato la qualificazione. Gestire il vantaggio, ma dovremo essere pronti soprattutto all’inizio, perché affrontiamo una squadra che vorrà ripartire”.
    Pioli è tornato anche sulla sconfitta di Monza: “Non può essere una serata storta a toglierci certezze e a rovinare il nostro cammino. L’abbiamo rivista, l’abbiamo analizzata, cercando di capire dove si è sbagliato. Ora pensiamo alla partita di domani”.
    Leao ha smaltito il recente fastidio al polpaccio: “Sta bene, così come gli altri. Dopo le partite con Napoli e Rennes, avevamo dei giocatori un po’ affaticati, mentre adesso abbiamo avuto un giorno in più di riposo e stanno tutti bene. Jovic titolare? Sono riflessioni che si possono fare, ma a me non piace parlare di rotazioni, di turnover, perché sono tutti calciatori e risorse importanti”.
    L’importanza di Ibrahimovic e il turnover di Monza
    Zlatan Ibrahimovic resta una figura chiave all’interno dello staff dirigenziale del Milan. E Pioli lo sa: “È sempre importante, a prescindere – ha confermato il tecnico a Sky -. Con i singoli e con il gruppo. La sua presenza è sempre molto attenta, carismatica, intelligente. Ha avuto esperienze in ogni parte del mondo e i suoi consigli sono molto importanti, soprattutto per i giocatori più giovani”.
    Su scelte, rotazioni e turnover, ha precisato: “Noi lavoriamo per ottenere dei risultati e siamo giudicati per i risultati che otteniamo. Cambiare dei giocatori sarebbe pericoloso dopo 6-7 partite insieme, non dopo 6-7 mesi di lavoro. I calciatori si conoscono, la squadra si conosce e ha giocato di più insieme. Poi, a Monza, abbiamo fatto dei cambi ad inizio ripresa, per cercare di riprenderla, ma l’interruzione e i nostri errori hanno condizionato la partita. Gli episodi condizionano sempre le partite, in quelli decisivi siamo mancati. Non è andata come volevamo e possiamo sicuramente far meglio, io per primo”. LEGGI TUTTO

  • in

    Diretta Milan-Rennes ore 21: dove vederla in tv, in streaming e probabili formazioni

    Milan-Rennes: quote e consigli sulle puntate
    Segui la diretta di Milan-Rennes su Tuttosport.com
    Dove vedere Milan-Rennes streaming e diretta tv
    Milan-Rennes, gara valida per l’andata degli spareggi degli ottavi di finale dell’Europa League e in programma alle ore 21 allo stadio Giuseppe Meazza in San Siro a Milano sarà visibile in diretta su Dazn, Sky Sport ed in chiaro su TV8 oltre alla piattaforma Now. In alternativa, sarà possibile seguire la cronaca testuale della sfida live sul nostro sito
    Guarda Milan-Rennes Madrid su DAZN. Attiva ora
    Le probabili formazioni di Milan-Rennes
    MILAN (4-3-3): Maignan; Florenzi, Kjaer, Gabbia, Theo Hernandez; Reijnders, Musah, Loftus-Cheek; Pulisic, Giroud, Leao. Allenatore: Pioli.A disposizione: Sportiello, Nava, Nsiala, Thiaw, Bartesaghi, Adli, Terracciani, Bennacer, Eletu, Okafor, Jovic. Indisponibili: Kalulu, Pobega, Tomori, Calabria, Mirante, Chukwueze. Squalificati: nessuno. Diffidati: Tomori, Musah.
    RENNES (4-4-2): Mandanda; G.Doué, Omari, Theate, Truffet, Borigeaud, Matusiwa, Santamaria, D.Doué; Kalimuendo, Terrier. Allenatore: Stephan.A disposizione: Gallon, Lembet, Wooh, Belocian, Seidu, Cissé, Nagida, Blas, Gouiri, Salah, Lambourde, Yildirim. Indisponibili: Rieder, Le Fée. Squalificati: nessuno. Diffidati: Truffet, Wooh, Belocian, Blas, Bourigeaud.
    Arbitro: Dabanovic (MNE).Assistenti: Todorovic e Jovanovic (MNE).IV uomo: Boskovic (MNE).Var: Kajtazovic (SVN).Avar: Borosak (SVN).
    Guarda su DAZN tutta l’Europa League e tanto altro sport. Attiva ora. LEGGI TUTTO

  • in

    Milan, Leao chiede aiuto: “Senza la squadra non posso fare la differenza”

    “So che quando sto bene posso fare la differenza. Quando nella ripresa, dopo un mio primo tempo un po’ così così, la squadra ha alzato il livello mi ha trascinato. Senza la squadra non posso fare la differenza”. Così Rafael Leao al termine di Newcastle-Milan 1-2. Ai microfoni di Sky il fuoriclasse portoghese ha commentato il successo che non ha permesso ai rossoneri di qualificarsi agli ottavi di finale di Champions League ma gli ha garantito l’accesso ai playoff all’Europa League.
    Milan, Leao: “Vogliamo vincere l’Europa League”
    Leao ha commentato: “Sapevamo che dovevamo vincere e sperare nella vittoria del Borussia Dortmund, che purtroppo non è arrivata. Ora siamo in Europa League, una competizione che il Milan non ha mai vinto. Vogliamo vincerla. Siamo felici di aver vinto al Sant James’ Park, i tifosi li hanno spinto per tutta la partita il Newcastle e i nostri supporter non sono stati da meno. Ci sono un po’ di rimpianti, ma siamo anche felici di giocarci l’Europa League. Nel secondo tempo abbiamo dimostrato la squadra che siamo, la fame e la voglia di lottare fino alla fine. Il gol di Pulisic ne è l’esempio. Pioli ci ha sprontato ricordandoci che qui non aveva vinto quasi nessuno. Abbiamo sempre creduto alla vittoria, non abbiamo mai mollato”. LEGGI TUTTO

  • in

    Diretta Servette-Roma ore 21: dove vederla in tv, in streaming e probabili formazioni

    GINEVRA (Svizzera) – Vincere in Svizzera, sperando in buone notizie dalla Transnistria per evitare i playoff. A 180’ dalla fine della fase a gironi è ancora tutto aperto nel Gruppo G di Europa League, con la Roma a pari punti (9) dello Slavia Praga, ma seconda per differenza reti. Per questo stasera con il Servette sarà fondamentale, oltre i tre punti, segnare tanto per i giallorossi di Josè Mourinho. L’allenatore portoghese chiede soprattutto di non rivedere l’atteggiamento di Praga: “Io ero in tribuna quella sera ed è stato qualcosa di inaccettabile” ha spiegato il tecnico che ieri prima della rifinitura ha parlato proprio di quella gara per spiegare cosa stasera la squadra non dovesse fare. Roma che spera anche di invertire il ruolino di marcia: lontana dall’Olimpico in questo 2023 ha raccolto solo 4 successi
    Segui la diretta di Servette-Roma su Tuttosport.com
    Dove vedere Servette-Roma streaming e diretta tv
    Servette-Roma, gara valida per la 5ª giornata giornata del Gruppo G della fase a gironi di Europa League League e in programma alle ore 21 allo Stade de Geneve a Ginevra sarà visibile in diretta in chiaro su Tv8, in streaming su Dazn, Sky Sport Arena (204), Sky Sport (253), oltre all’app SkyGo e alla piattaforma Now. In alternativa, sarà possibile seguire la cronaca testuale della sfida live sul nostro sito
    Guarda Servette-Roma su DAZN. Attiva ora
    Le probabili formazioni di Servette-Roma
    SERVETTE (4-4-2): Frick; Bolla, Rouiller, Sverin, Tsunemoto; Antunes, Cognat, Douline, Stevanovic; Crivelli, Bedia. Allenatore: Weiler.A disposizione: Mall, Guillemenot, Henchoz, Vouilloz, Kutesa, Mazokou, Ondoua, Dimba Lele, Ouattara, Touati, Jarell. Indisponibili: Besson, Lyng, Onguene. Squalificati: nessuno. Diffidati: Bedia e Severin.
    ROMA (3-5-2): Svilar; Mancini, Llorente, Ndicka; Celik, Lo.Pellegrini, Cristante, Bove, El Shaarawy; Dybala, Lukaku. Allenatore: Mourinho.A disposizione: Rui Patricio, Boer, Spinazzola, Karsdorp, Aouar, Paredes, Pagano, Renato Sanches, Zalewski, Belotti. Indisponibili: Abraham, Azmoun, Kumbulla, Kristensen, Smalling. Squalificati: nessuno. Diffidati: Ndicka.
    Arbitro: Stefanski (Polonia).Assistenti: Golis-Obukowicz (Polonia).IV uomo: Myc (Polonia).Var: Lasyk (Polonia).Avar: Pskit (Polonia). LEGGI TUTTO

  • in

    Diretta Roma-Slavia Praga ore 21: dove vederla in tv, in streaming e probabili formazioni

    Segui la diretta di Roma-Slavia Praga su Tuttosport.com
    Dove vedere Roma-Slavia Praga streaming e diretta tv
    Union Roma-Slavia Praga, gara valida per la 3ª giornata del Gruppo G di Europa League e in programma alle ore 21:00 allo Stadio Olimpico di San Siro, sarà visibile in diretta in chiaro su Tv8, in streaming su Dazn e Sky Sport Uno (canale 201) oltre all’app SkyGo e la piattaforma Now. In alternativa, sarà possibile seguire la cronaca testuale della sfida live sul nostro sito
    Guarda Roma-Slavia Praga su DAZN. Attiva ora
    Le probabili formazioni di Roma-Slavia Praga
    ROMA (3-5-2): Svilar; Mancini, Llorente, Ndicka; Karsdorp, Cristante, Paredes, Bove, Zalewski; El Shaarawy, Lukaku. Allenatore: Mourinho.A disposizione: Rui Patricio, Boer, Smalling, Spinazzola, Celik, Aouar, Pagano, Belotti, Pisilli, Mannini, Joao Costa, D’Alessio. Indisponibili: Abraham, Azmoun, Dybala, Kristensen, Kumbulla, Pellegrini, Renato Sanches. Squalificati: nessuno. Diffidati: nessuno.
    SLAVIA PRAGA (3-5-2): Mandous; Vlcek, Ogbu, Holes; Doudera, Dorley, Zafeiris, Masopust, Schranz; Chytil, Jurecka. Allenatore: Trpisovsky.A disposizione: Kolar, Sirotnik, Dumitrescu, Boril, Tomic, Wallem, Provod, Jurasek, Ogunbayi, Tijani, Van Buren. Indisponibili: Sevcki. Squalificati: nessuno. Diffidati: nessuno.
    Arbitro: Eskas (Norvegia).Assistenti: Engan e Bashevkin.IV uomo: Hagenes.Var: Dankert (Germania).Avar: Millot (Francia). LEGGI TUTTO

  • in

    Gasperini, conferenza Atalanta-Rakow: il ko di Scamacca e le alternative

    BERGAMO – Giovedì, ore 21, l’Atalanta farà il suo esordio in Europa League ospitando i polacchi del Rakow Czestochowa, Gian Piero Gasperini ha parlato ai microfoni di Sky Sport alla vigilia.

    L’allenatore della Dea sul ritorno in Europa e sull’avversario da non sottovalutare: “Ritornare in Europa League dopo esser stati fuori un anno è bello. Assaporiamo questa nuova possibilità di giocare questa competizione. Nessuna squadra italiana può permettersi di prendere sotto gamba nessuno. Il livello del calcio europeo si è alzato di molto. Rakow è una squadra che ha vinto il campionato. E’ un girone difficile, speriamo di passare il turno. Abbiamo un’identità precisa e siamo consolidati. In attacco pensavamo di poter lavorare su qualcosa di nuovo ma abbiamo avuto questo problema con Scamacca e Touré. In Europa ogni partita è importante e si alza il ritmo”.

    Sul blackout di Firenze

    “La squadra ha un’identità precisa. A parte l’attacco e Kolasinac è la squadra degli altri anni. Chiaro che gli anni passano e pensavamo di poter lavorare su qualcosa di nuovo ma gli infortuni di Touré e Scamacca complicano le cose. Il problema di Scamacca è meno grave ma stare fuori anche 15 giorni vuol dire saltare cinque partite. Per il resto è chiaro che siamo all’inizio e qualche amnesia ci è costata in termini di risultato ma abbiamo fatto ottime prestazioni”. LEGGI TUTTO

  • in

    Roma, la lista Europa League: ok Lukaku, fuori Kristensen e Azmoun

    Dopo la Lazio (qui la lista), ora è il turno della Roma per la lista Uefa dei giocatori che parteciperanno alla prossima edizione dell’Europa League. I giallorossi la scorsa stagione hanno perso in finale contro il Siviglia e sono pronti a rifarsi con una nuova rosa. Presente il neo acquisto Lukaku.
    A sorpresa dentro anche l’infortunato Abraham e Kumbulla. Assenti invece Kristensen e Azmoun per rispettare il transfer balance, ovvero il rapporto tra nuovi acquisti e cessioni che deve risultare uguale a quello dello scorso anno. Scelta ponderata già prima dell’acquisto di BigRom.
    Roma, la lista per l’Europa League
    Questa la lista dei giocatori scelti da Mourinho:

    Portieri: Rui Patricio, Svilar
    Difensori: Smalling, Karsdorp, Ndicka, Llorente, Mancini, Celik, Spinazzola, Kumbulla.
    Centrocampisti: Cristante, Pellegrini, Paredes, Renato Sanches, Aouar.
    Attaccanti: Belotti, Dybala, El Shaarawy, Lukaku, Abraham.

    Lista B: Pietro Boer, Riccardo Pagano, Nicola Zalewski , Edoardo Bove.Assenti: Kristensen e Azmoun. LEGGI TUTTO

  • in

    Roma, Mourinho senza freni con l’arbitro Taylor: Sei una fottuta disgrazia

    BUDAPEST (Ungheria) – “Taylor è un grandissimo arbitro, speriamo che l’anno prossimo fa solo Champions, che fa cagate solo in Champions e non in partite di Europa League. Noi siamo più umili di questo in Europa League”. Questo è stato il commento sarcastico di José Mourinho in conferenza stampa parlando del direttore di gara inglese Anthony Taylor, a suo giudizio grande responsabile della sconfitt LEGGI TUTTO