consigliato per te

  • in

    Inter, lista di Serie A: Joao Mario è fuori

    MILANO – Il nome di Joao Mario è assente dalla lista che l’Inter ha presentato alla Lega di Serie A per il campionato. Il portoghese, ai margini del progetto tecnico, è infatti in uscita dall’Inter. Assente anche Asamoah, mentre sono presenti i nomi di Nainggolan e di Perisic. Questa la lista completa: Portieri: Samir Handanovic, Daniele Padelli, Ionut Andrei Radu, Filip Stankovic; Difensori: Alessandro Bastoni, Dalbert Henrique, Danilo D’Ambrosio, Stefan de Vrij, Achraf Hakimi, Aleksandar Kolarov, Lorenzo Pirola, Andrea Ranocchia, Milan Skriniar, Ashley Young; Centrocampisti: Nicolò Barella, Marcelo Brozovic, Christian Eriksen, Roberto Gagliardini, Radja Nainggolan, Stefano Sensi, Matias Vecino, Arturo Vidal; Attaccanti: Romelu Lukaku, Lautaro Martinez, Ivan Perisic, Andrea Pinamonti, Alexis Sanchez. LEGGI TUTTO

  • in

    Inter, Sensi: “Puntiamo a fare grandi cose. Siamo ambiziosi”

    MILANO – Stefano Sensi, centrocampista dell’Inter, ha parlato ia microfoni di Sky Sport in vista dell’avvio del campionato: “Nella passata stagione sono stato bloccato da alcuni infortuni, ma si tratta di imprevisti che fanno parte del gioco. Sono cresciuto e ho lavorato tanto su di me, spero che sarà un anno buono. Ho un bellissimo ricordo dell’avvio con l’Inter, ero partito molto bene. Pensare a quella partenza per me è uno stimolo per tornare a quei livelli. Devo essere bravo io a lavorare. La competizione a centrocampo? E’ naturale, c’è in tutte le squadre. L’arrivo di Vidal? Avere giocatori di esperienza e spessore è utile: la loro presenza aiuta a migliorare e ci daranno una grande mano. E poi la possibilità di poter ricoprire più ruoli è un valore aggiunto”. 

    “Siamo una squadra ambiziosa”
    Ancora Sensi: “Ambizione è la nostra parola d’ordine. L’Inter deve sempre puntare in alto, abbiamo commesso degli errori che abbiamo rivisto. Con il lavoro e cercando di migliorare potremo fare grandi cose. A parlare è il campo: bisogna lavorare sui noi stessi e pensare a una partita per volta. Ripeto, serve ambizione: quella ti aiuta a migliorare, a non commettere errori e a fare prestazioni sempre più importanti”.  LEGGI TUTTO

  • in

    Inter, Eriksen resta nel limbo: ecco cosa succederà

    MILANO – E ora che c’è Vidal che ne sarà di Eriksen? Una domanda ovvia, scontata, che, al momento, però, non può avere una risposta. Che il danese non sia il giocatore ideale di Conte è ormai assodato. E non può nemmeno essere trascurato il fatto che, lo scorso gennaio, sia arrivato proprio al posto del cileno. Il Barcellona, infatti, chiedeva più o meno gli stessi 20 milioni di euro pretesi dal Tottenham. E l’Inter, intesa come dirigenza, ha preferito fare un investimento su un giocatore di profilo altissimo come il cileno, ma di 5 anni più giovane. Si è trattato di una scelta difficilmente contestabile, ma alla riprova dei fatti, o meglio del campo, Eriksen non è andato oltre il ruolo di attore non, se non poco, protagonista. E se Conte ha scelto di fare a meno di lui in questi mesi, che possibilità ci sono che lo trasformi in un titolare ora che ha ottenuto anche la sua prima scelta? Poche. Anzi, la sensazione è che i destini di Vidal ed Eriksen, come lo erano a gennaio, continuino ad incrociarsi.
    Vidal all’Inter, ora è ufficiale: “Entusiasta, spero di vincere tanto”
    Inter, clima disteso in allenamento: quanti sorrisi Zero riscontri
    Non a caso, se arrivasse un’offerta congrua, il danese verrà ceduto. Il problema è che, finora, non ne sono arrivate e non ci sono nemmeno significativi segnali che ne possano arrivare di qui al 5 ottobre. Qualche sondaggio indiretto, vale a dire effettuato tramite agenti e intermediari, è scattato, soprattutto tra le squadre di Premier, ma non con risposte soddisfacenti. Magari qualcosa potrà cambiare negli ultimi giorni. Ad esempio, qualche club potrebbe ritrovarsi all’improvviso con un’esigenza e, a quel punto, Eriksen sarebbe davvero un’opportunità. Alle condizioni dell’Inter, però. Vale a dire una cessione a titolo definitivo, oppure, un prestito con obbligo di riscatto, per una cifra complessiva che permetta una plusvalenza rispetto ai 27 milioni (commissioni) investiti a gennaio.
    Conte vuole anche Kanté ma l’Inter non può permetterselo
    Vidal all’Inter, Conte esulta in allenamento No ai prestiti
    Altrimenti, il danese dovrà cercare di ritagliarsi un po’ di spazio in un reparto che, al momento, è composto da 9 elementi, per 3 posti, non considerando Agoume, destinato allo Spezia. Non è un segreto che ci sia l’urgenza di sfoltire, ma le difficoltà non riguardano solo l’ex-Tottenham. […]
    Leggi l’articolo completo nell’edizione odierna del Corriere dello Sport – Stadio
    [[dugout:eyJrZXkiOiJsSzl3R3R6TSIsInAiOiJjb3JyaWVyZGVsbG9zcG9ydCIsInBsIjoiIn0=]] LEGGI TUTTO

  • in

    Inter, Perisic: “Al Bayern ho vissuto un anno incredibile. Qui c'è grande fame”

    MILANO – La cura Bayern Monaco ha sortito i suoi effetti su Ivan Perisic: dopo il fruttuosissimo prestito ai bavaresi – con cui ha conquistato Bundesliga, Coppa di Germania e Champions League – il 31enne esterno croato veste di nuovo la maglia dell’Inter con una voglia rinnovata. Ecco le sue parole al sito ufficiale del club: “Ho vissuto un anno incredibile al Bayern Monaco: ho vinto tre trofei con una grande squadra, anche se l’inizio era stato ricco di difficoltà. Con il cambio di allenatore le cose sono andate meglio, poi a febbraio mi sono rotto la caviglia. Poi, però, abbiamo vinto tutto: è stato un anno positivo”. 

    “Mi aspetto un’annata positiva. L’anno scorso ho visto tutte le partite dell’Inter, sono sempre stato il tifoso numero uno e mi è dispiaciuto per come sia finita la stagione, i miei compagni erano stati bravissimi ad arrivare fino in fondo”. Nell’ultima amichevole giocata dalla quadra di Conte (contro il Pisa a San Siro, vittoria per 7-0), Perisic ha giocato tutta la gara sulla fascia sinistra: “Era la prima volta da tre mesi che giocavo 90′ per intero: non è facile, serve tempo per abituarsi. Sappiamo tutti quanto al mister piaccia lavorare tanto. Siamo sulla buona strada, nello spogliatoio ho percepito tanta voglia: tutti sono pronti, c’è grande fame”. LEGGI TUTTO

  • in

    Inter, visite mediche per Vidal: per lui pronto un biennale

    MILANO – Sono in corso a Milano le visite mediche per Arturo Vidal, vicino a diventare un nuovo calciatore dell’Inter. Già in giornata il centrocampista cileno, svincolato dal Barcellona, dovrebbe firmare il contratto con la società nerazzurra.

    Inter, le visite mediche di Vidal
    L’accordo, già raggiunto, lo legherà all’Inter per due anni con una opzione sul terzo. Una volta completate le formalità, arriverà la comunicazione ufficiale del club nerazzurro su Vidal nuovo giocatore dell’Inter. LEGGI TUTTO

  • in

    Inter, visite mediche per Vidal: poi la firma sul contratto

    MILANO – Arturo Vidal ha iniziato le visite mediche al Coni, poi le completerà all’Humanitas. Il centrocampista cileno firmerà in giornata il contratto che lo legherà all’Inter per due anni con una opzione sul terzo.
    Lautaro in forma campionato: tripletta show in Inter-Pisa Inter, visite mediche per Vidal
    Una volta completate le formalità, arriverà la comunicazione ufficiale del club nerazzurro su Vidal nuovo giocatore dell’Inter. LEGGI TUTTO

  • in

    Vidal all’Inter, Messi lo saluta così: “Ci incontreremo di nuovo”

    Dopo una lunga attesa, inizia l’avventura di Arturo Vidal all’Inter. Il centrocampista cileno è arrivato in serata a Linate per ricongiungersi al suo vecchio maestro Antonio Conte. L’accordo con il Barcellona è cosa fatta (i catalani riceveranno un piccolo indennizzo legato a una serie di obiettivi), il cileno firmerà un biennale – con opzione per un terzo anno – da 6 milioni di euro netti. Una dedica speciale per il ‘Guerriero’ è arrivata da Leo Messi che in un post Instagram ha voluto salutare l’ormai ex compagno di squadra: “Ti conoscevo solo perché ci eravamo affrontati da avversari e mi sei sempre sembrato un fenomeno. Ma poi ho avuto la fortuna di conoscerti personalmente e mi hai sorpreso ancora di più. Sono stati due anni in cui abbiamo condiviso tante cose e ti sei fatto notare molto. Mancherai allo spogliatoio, Arturo. Ti auguro tutto il meglio per questa nuova tappa nel tuo nuovo club. Le nostre strade si incroceranno di nuovo, ne sono sicuro”. Immediata la risposta di Vidal: “Grazie Leo, sei un extraterrestre! Un orgoglio aver giocato con il più grande della storia e grazie mille per la tua amicizia. Ci vediamo presto!”. LEGGI TUTTO

  • in

    La domenica di Conte: divano e Chelsea-Liverpool

    MILANO – “An afternoon watching the Premier League”, vale a dire, un pomeriggio a guardare la Premier. E’ quanto si legge in un post apparso sul profilo ufficiale Instagram di Antonio Conte, a corredo di una foto che ritrae il tecnico dell’Inter sul divano intento ad osservare l’incontro tra il Chelsea e il Liverpool. Ultimo weekend senza campionato per il tecnico nerazzurro: la prima giornata dell’Inter è in programma sabato prossimo, contro la Fiorentina. E così Conte ne ha approfittato per dare uno sguardo, forse anche in chiave mercato, al calcio inglese. Osservati speciali del match da parte di Conte, Marcos Alonso e N’Golo Kanté, entrambi in forza ai Blues.  LEGGI TUTTO