consigliato per te

  • in

    Roma, il figlio di Monchi dedica la vittoria al papà: “Questa è per te”

    ROMA – La rivincita di Monchi, almeno per il figlio. Il tweet di Alejandro Rodriguez è chiaro e lo dedica al padre fortemente criticato per quanto fatto nei suoi anni alla Roma. Il figlio di Monchi ha festeggiato con un post sui social il successo del Siviglia sulla Roma per 2-0 che è valso l’accesso ai quarti di finale di Europa League: “Questa vittoria è per te!”, il tweet rivolto al padre. 
    Dzeko, che attacco a Fonseca: “Ci hanno mangiato, strategia sbagliata”
    Roma ko contro il Siviglia, la delusione di Dzeko
    Dzeko, attacco a Fonseca
    Roma, l’ira dei tifosi per il ko LEGGI TUTTO

  • in

    Roma, Pellegrini risponde a Dzeko: “Meglio riflettere e non parlare troppo”

    ROMA – Si chiude dopo solo una partita l’avventura della Roma in Germania, nellle fasi finali di Europa League. La squadra di Paulo Fonseca ha perso due a zero contro il Siviglia di Lopetegui e Monchi, uscendo dalla competizione europea nel peggior modo possibile. Al termine del match Lorenzo Pellegrini è intervenuto ai microfoni delle emittenti televisive. “Non so cosa ci è mancato, loro hanno fatto una grande partita e hanno merita – le sue parole a Sky -. C’è tanta rabbia e delusione, almeno da parte mia. Forse in questo momento è meglio riflettere e non parlare troppo, altrimenti si dicono cose che in realtà non si vogliono dire. Abbiamo preparato la partita come le altre di campionato, loro hanno giocato meglio. Una volta entrato in campo non ho pensato alla mascherina, anche se mi dava fastidio un po’ la respirazione. C’è tanta amarezza e delusione, ci tenevamo davvero tanto. Doveva essere una valvola di sfogo questa Europa League per dimostrare quello che non abbiamo fatto prima. La nuova proprietà deve essere la soluzione per ripartire nel prossimo futuro. Dispiace oggi non avergli dato una soddisfazione”.
    Dzeko, che attacco a Fonseca: “Ci hanno mangiato, strategia sbagliata”
    Roma ko contro il Siviglia, la delusione di Dzeko LEGGI TUTTO

  • in

    Dzeko, che attacco a Fonseca: “Ci hanno mangiato, strategia sbagliata”

    ROMA – Si chiude dopo solo una partita l’avventura della Roma in Germania, nellle fasi finali di Europa League. La squadra di Paulo Fonseca ha perso due a zero contro il Siviglia di Lopetegui e Monchi, uscendo dalla competizione europea nel peggior modo possibile. Al termine del match Edin Dzeko è intervenuto ai microfoni delle emittenti televisive. “Mi ha deluso tutto – le parole a Sky -. Non siamo mai stati in partita, ci hanno mangiato in tutto: velocità, tecnica e preparazione della gara. Non siamo mai stati in partita. Ci hanno pressato, noi volevamo sempre giocare ma non era possibile. Facevano due passaggi er poi giocavano palla lunga. Noi non l’abbiamo fatto, abbiamo sempre giocato per novanta minuti giocando da dietro ma non siamo mai riusciti a tirare in porta. Manca tanto per raggiungere lo spessore internazionale, ci dobbiamo fare tutti una domanda. C’è gente che deve pensare alle risposte, io sono qui per giocare. Sono deluso perché non siamo mai stati in partita”. 
    Roma, l’ira dei tifosi: “Per fortuna è l’ultima di Pallotta. In porta Paucoechea”
    Roma ko contro il Siviglia, la delusione di Dzeko LEGGI TUTTO

  • in

    Roma, l'ira dei tifosi: “Per fortuna è l'ultima di Pallotta. In porta Paucoechea”

    ROMA – Sarebbe dovuta essere la partita del riscatto dopo un campionato sotto le aspettative, invece si è rivelata l’ennesima delusione per i tifosi, ormai stremati da una stagione interminabile. La Roma perde con il Siviglia e viene eliminata dall’Europa League dopo una sola gara delle fasi finali. Il nervosismo per un arbitraggio mediocre viene sopraffatto dalla frustrazione di una squadra che mai ha dimostrato di essere in partita e che non ha messo quella cattiveria che i tifosi si aspettavano: “Una prestazione vergognosa, pensavano di giocare ancora l’amichevole contro la Juventus?”. Social invasi dai commenti dei romanisti che hanno fortemente criticato la gara dei giallorossi: “Poca grinta, tante lamentele e pochi tiri in porta. Sopraffatti asotto tutti i punti di vista da un Siviglia ben messo in campo e che correva il doppio”, scrive Michele su Facebook. 
    Ufficiale, la Roma passa a Friedkin: Pallotta ha firmato l’addio!
    “Per fortuna è finita questa stragione. Non sono riusciti neanche a regalarci questa gioia, dopo tanti proclemi sono stati eliminati in maniera imbarazzante. Adesso se ne vanno in vacanza, e noi qui invece a rosicare. Complimenti a tutti, anche a Fonseca che in una stagione non è riuscito a dare un briciolo di impronta tattica a questa squadra”. C’è chi però dà degli alibi anche al tecnico: “È colpa sua se Petrachi gli ha comprato un portiere da trenta milioni che non sa parare? Ormai tremo ogni volta che lo vedo in campo, mi sembra Goicoechea. Anzi, Paucoechea”.
    Roma, dagli aerei al cinema: ecco chi è Dan Friedkin
    Francesco rincara la dose su Pau Lopez: “Un portiere adatto a una squadra che lotta per la retrocessione. Imbarazzante vederlo in campo, fa quasi tenerezza percepire le sue insicurezze”. Altro alibi dato a Fonseca è l’assenza di Smalling: “Hanno aspettato dieci mesi e alla fine non sono riusciti a comprarlo. Questo è ancora più vergognoso della sconfitta – accusa Anna -. Smalling era fondamentale per questa partita, sia per qualità sia per esperienza. E invece è in vacanza a tifare Roma davanti al televisore. Fatevi un esame di coscienza”. Si chiude la stagione, si chiude anche l’era Pallotta: “Per fortuna è finita, questa è stata l’indegna conclusione di una pessima gestione. Chissà, forse adesso Pallotta starà pensando chew i 591 milioni di Friedkin siano pure troppi. Dan, ti aspettiamo con ansia. Ricostruisci la Roma, regalaci un sogno”. 
    La Roma a Friedkin. Dal mercato a Totti: ecco le mosse del nuovo presidente
    Friedkin prende la Roma, addio Pallotta: le ironie social LEGGI TUTTO

  • in

    La Roma a Friedkin, i tifosi: “Oggi è festa! Adesso un trofeo… E riprendete Totti”

    ROMA – Se il comunicato non fosse arrivato alle 8 di mattina molti tifosi all’annuncio della cessione della Roma avrebbero stappato lo champagne. Si sono accontentati di brindare con caffè e cornetto mentre leggevano le prime dichiarazioni di Dan Friedkin (“Non vediamo l’ora di chiudere l’acquisto il prima possibile e di immergerci nella famiglia dell’AS Roma”) e le ultime di James Pallotta (Sono certo che Dan e Ryan saranno dei grandi futuri proprietari per l’AS Roma”). 
    Ufficiale, la Roma passa a Friedkin: Pallotta ha firmato l’addio!
    Roma, la rifinitura prima del Siviglia: Pellegrini “in maschera”, Dzeko tira il gruppo Tifosi scatenati già dalla prime ore del giorno sui social e tramite le radio romane, veri contenitori di euforia: “Finalmente la Roma è stata ceduta, oggi è un giorno storico – le parole di un ascoltatore -. Non ci posso credere, dopo nove anni di depressione e sofferenza, ecco finalmente una nuova speranza. Oggi quasi quasi non vado a lavorare, mi prendo il giorno per festeggiare”. Sui social tante foto, gif di festeggiamenti, retweet del comunicato pubblicato dalla Roma e commenti su Pallotta e Friedkin. “Un grazie lo voglio dire a Jim, perché la Roma non è andata proprio a picco anche se speravamo tutti in risultati migliori. Lo ringrazio sopratutto per aver fatto un passo indietro e aver capito che lui e il calcio sono cose molto distanti”. E ancora: “Sono anni che non viene più a Roma, questo non glielo perdono. Perché ci ha preso in giro con quella lettera, con tante dichiarazioni che poi si sono rivelate chiacchiere da bar. La sensazione è che abbia sempre odiato Roma, adesso per fortuna potrà anche non metterci più piede”. 
    Roma, dagli aerei al cinema: ecco chi è Dan Friedkin
    Spazio podio gli auguri al futuro presidente della Roma: “Dan, porta la Roma in alto. Falla brillare e rendila una delle stelle più lucenti. Dedicati a noi tifosi, regalaci un trofeo il prima possibile”, “Grazie mister president – un altro ascoltatore -. Adesso vorrei che studiassi i nove anni di Pallotta. Studia e impara dai suoi errori per non commetterli di nuovo. Roma è una piazza calda ma non impossibile da gestire: basta parlare chiaro ai tifosi e non prenderli in giro”. Il primo suggerimento è arrivato proprio dai romanisti: “Friedkin, circondati di gente fidata e che conosce l’ambiente romano. La prima mossa vincente sarebbe riportare Totti e De Rossi a Trigoria. Facendolo ti prenderesti immediatamente l’amore dei tifosi”. 
    Friedkin: “Roma club iconico”. Pallotta: “Lascio in buone mani”

    New York tappezzata con volantini: “Friedkin, Roma ti vuole” LEGGI TUTTO

  • in

    Ufficiale, la Roma passa da Pallotta a Friedkin: tifosi scatenati sui social

    ROMA – La Roma, dopo nove anni di gestione americana, cambia proprietà. James Pallotta ha deciso di vendere il club giallorosso a Dan Friedkin che, da oggi, è il nuovo proprietario. Un’operazione lunga e complicata concretizzatasi nella notta con la firma su un contratto da 591 milioni di euro. L’annuncio ufficiale è arrivato attraverso una nota pubblicata sul proprio sito dalla società giallorossa. Intanto la notizia sul passaggio di proprietà del club capitolino ha immediatamente fatto il giro del web, scatenando la reazione dei tifosi.
    Roma a Friedkin, ufficiale: Pallotta ha venduto
    Roma, le reazioni social dei tifosi al passaggio di proprietà
    Il web si divide tra chi già rimpiange Pallotta, “già ci manchi James”, e chi si augura un futuro glorioso con i nuovi vertici societari. Nonostante tutto, però, i tifosi non hanno dimenticato quanto di buono fatto dalla proprietà americana: “Un tirato e sofferto grazie a James Pallotta per averci provato e averci messo comunque soldi e tempo. Mal capitato e mal consigliato, ha regalato comunque aspettative e posti in Europa quasi fissi. Buona fortuna”. In tanti hanno voluto dare il benvenuto al nuovo proprietario. Poi c’è chi ironizza: “Che non si dica più che Pallotta non abbia vinto nulla in nove anni. 591 milioni di euro post lockdown è da scudetto dell’alta finanza. E nonostante lo si prenda in giro per il brand, la Roma vale ciò. Benvenuto Mr. Friedkin. L’inizio di una nuova era”. C’è poi chi parla di uno strappo tra i tifosi e la proprietà dovuto all’addio di Totti: “Credo che la storia tra Pallotta e la Roma sia giunta al capolinea dopo l’addio (o meglio esclusione) di Totti, mai accettato dalla tifoseria romanista. Ma già le cessioni di Salah e Alisson in primis avevano deteriorato i rapporti. Ora tocca a Friedkin!”.  LEGGI TUTTO

  • in

    Friedkin: “Roma club iconico”. Pallotta: “Lascio in buone mani”

    ROMA – “Noi tutti al Friedkin Group siamo felici di aver fatto i passi necessari a diventare parte di questa città e club iconici. Non vediamo l’ora di chiudere l’acquisto il prima possibile e di immergerci nella famiglia della Roma”. Così Dan Friedkin, Chairman e CEO del The Friedkin Group, dopo l’annuncio dell’accordo per la cessione della proprietà.
    Roma, la rifinitura prima del Siviglia: Pellegrini “in maschera”, Dzeko tira il gruppo Pallotta: “Lascio in buone mani”
    “Sono certo che i Friedkin saranno dei grandi futuri proprietari per l’As Roma”. Dopo l’annuncio alla Consob dell’accordo vincolante sottoscritto per la cessione del pacchetto di controllo della Roma, James Pallotta commenta così sul sito del club la firme arrivate nella notte in America. “Sono lieto di confermare che abbiamo raggiunto un accordo con il Gruppo Friedkin per la vendita dell’As Roma. Questa notte abbiamo firmato i documenti e nei prossimi giorni lavoreremo assieme per completare il percorso formale e legale che porterà al passaggio di mano del club. Negli ultimi mesi, Dan e Ryan Friedkin hanno dimostrato totale dedizione nel voler finalizzare questo accordo e nel guidare il club positivamente. Sono certo che saranno dei grandi futuri proprietari per l’As Roma”.  LEGGI TUTTO

  • in

    Roma a Friedkin, ufficiale: Pallotta ha venduto

    ROMA – Cambio di proprietà per la Roma. As Roma, azionista di maggioranza del club calcistico, annuncia la sottoscrizione di un accordo vincolante di acquisto di azioni con The Friedkin Group ai sensi del quale, tra le altre cose, As Roma Spv cederà a Friedkin la sua partecipazione di controllo detenuta nel club e alcune attività correlate, compresi i fondi che ha messo a disposizione del club per supportare la sua prevista capitalizzazione, e Friedkin assumerà alcune passività relative al club. Lo riferisce una nota. L’operazione è valutata in circa 591 milioni di euro.
    Ufficiale, la Roma passa da Pallotta a Friedkin: tifosi scatenati sui social

    Ufficiale, la Roma a Friedkin
    L’operazione, prosegue la nota, sarà effettuata attraverso una cessione a Friedkin dell’intera partecipazione detenuta da As Roma Spv nel club pari all’86,6% del capitale sociale del club, di cui una partecipazione diretta del 3,3% del capitale sociale del club e di una partecipazione indiretta dell’83,3% detenuta da As Roma Spv attraverso la sua controllata Neep Roma Holding, per un prezzo di acquisto di 0,1165 euro per azione. Più in generale, l’operazione prevede che Friedkin acquisisca, oltre al 100% del capitale azionario di Neep, anche il 100% del capitale sociale di Asr Soccer Lp e il 100% del capitale azionario di Asr Retail Tdv. L’operazione dovrebbe concludersi entro la fine di agosto 2020 ed è soggetta a condizioni standard per questo genere di transazioni. In base a determinate condizioni, As Roma Spv ha il diritto di risolvere gli accordi sottoscritti e trattenere l’importo versato in deposito a garanzia come commissione di risoluzione, nel caso in cui l’operazione non si concluda entro il 17 agosto 2020 o prima di tale data, e tale termine non sia esteso da As Roma Spv. Inoltre, fatte salve determinate condizioni, sia As Roma Spv che Friedkin hanno il diritto di risolvere l’accordo sottoscritto senza trattenere alcuna commissione di risoluzione, nel caso in cui l’Operazione non si concluda entro il 31 agosto 2020. Il completamento dell’operazione comporterà l’obbligo per Friedkin di lanciare un’offerta pubblica obbligatoria sulle azioni in circolazione del club (che rappresentano circa il 13,4% del capitale sociale del club) ai sensi delle leggi e dei regolamenti applicabili.
    Friedkin si insedia, Pallotta saluta
    “Noi tutti al Friedkin Group siamo felici di aver fatto i passi necessari a diventare parte di questa città e club iconici. Non vediamo l’ora di chiudere l’acquisto il prima possibile e di immergerci nella famiglia dell’AS Roma”. Così Dan Friedkin, chairman e Ceo del Gruppo Friedkin, in una nota diffusa sul sito del club giallorosso. “Sono lieto di confermare che abbiamo raggiunto un accordo con il Friedkin Group per la vendita dell’AS Roma. Questa notte abbiamo firmato i documenti e nei prossimi giorni lavoreremo assieme per completare il percorso formale e legale che portera’ al passaggio di mano del club”. Queste invece le parole del presidente uscente della Roma, Jim Pallotta, dopo l’annuncio alla Consob dell’accordo raggiunto per la cessione del club. “Negli ultimi mesi, Dan e Ryan Friedkin hanno dimostrato totale dedizione nel voler finalizzare questo accordo e nel guidare il club positivamente. Sono certo che saranno dei grandi futuri proprietari per l’AS Roma”, ha aggiunto Pallotta in una nota pubblicata dal sito della società giallorossa. LEGGI TUTTO