consigliato per te

  • in

    Pagelle Juve: Bremer monumentale, Vlahovic rapace d’area, McKennie corre per tre

    La Juve continua la sua serie positiva vincendo 3-0 a Lecce. E lo fa nel segno di Dusan Vlahovic, autore di una doppietta che sblocca e indirizza la partita al Via del Mare. Una vittoria che però non va archiviata come una formalità, nonostante il risultato finale possa indurre a riflessioni superficiali. Invece i bianconeri sono stati bravi a resistere in un primo tempo malmostoso assai per poi colpire nella ripresa. Anche in questa vittoria c’è il marchio di Allegri che ha saputo dosare i cambi al momento giusto senza farsi zavorrare da alibi come avrebbero potuto rappresentare le assenze di personaggi non banali come Rabiot e Chiesa. Che avrebbero potuto pesare, eccome, perché il Lecce di D’Aversa, a tratti davvero bello, non ha davvero recitato la parte della vittima designata. Di Bremer la rete che chiude definitivamente la gara. LEGGI TUTTO

  • in

    Vlahovic e il gol “rubato” a McKennie: siparietto in campo dopo il 2-0 Juve

    Dusan Vlahovic ha messo la sua firma per ben due volte nella vittoria in trasferta della Juventus contro il Lecce. Il centravanti serbo si è reso protagonista di una grande prestazione raggiungendo quota 6 gol nelle ultime 5 partite, confermando il suo ottimo stato di forma, e 11 reti in campionato totali, al secondo posto della classifica capocannonieri dietro solo a Lautaro Martinez.

    Vlahovic-McKennie, il siparietto in campo

    In occasione della seconda rete Dusan è stato bravo ad appoggiare in porta il pallone colpito di testa da McKennie, che probabilmente sarebbe entrato comunque anche senza la deviazione del compagno di squadra. Il centrocampista statunitense, durante l’esultanza di squadra, ci ha tenuto a farglielo presente in maniera scherzosa. I due si sono infatti resi protagonisti di un simpatico siparietto scambiando qualche battuta tra i sorrisi di tutti gli altri compagni di squadra. Un gesto che ha ricordato la rapacità dei grandi centravanti e anche un precedente particolare… Anche Max Allegri ha commentato il gol “rubato” da Vlahovic a McKennie. Nell’intervista a Dazn, l’allenatore bianconero ha svelato un retroscena: “McKennie ha paura dell’aereo e torna in treno: era meglio se Dusan non gli rubava il gol”. LEGGI TUTTO

  • in

    Vlahovic, le punizioni e la “bellissima sensazione”: “È da quando sto alla Juve”

    TORINO – La Juventus domina 3-0 il Sassuolo e risponde all’Inter capolista tornando a 2 punti di distacco, ancora una volta protagonista nelle fila dei bianconeri Dusan Vlahovic. L’attaccante serbo ha sbloccato ed indirizzato la partita con due gol meravigliosi confermando il momento positivo, le sue parole ai microfoni di Dazn nel post-partita: “Il nostro miglior momento? Non saprei, noi prepariamo tutte le partite come se fosse l’ultima. Diamo tutto ogni partita, siamo contenti e speriamo di continuare così. Dobbiamo essere presenti con la testa, sempre concentrati e compatti. Andiamo partita per partita. Gol su punizione è una bellissima sensazione, sono contento di aver fatto gol su punizione. A volta mettono un po’ di pressione così, però oggi è andata bene e spero di farne tanti altri”

    Emotività

    “Ringrazio sempre i tifosi, sono sempre presenti e sono molto importanti per noi. Lo stadio è quasi sempre sold out e voglio vederli sempre così tanti. Sono la nostra forza e posso solo ringraziarli”. LEGGI TUTTO

  • in

    Danilo: “La paura è la nostra forza. Allegri qualche giorno fa…”

    “È una vittoria importante, sapevamo che sarebbe stata una partita molto diversa da quella di Coppa Italia”. È il commento di Danilo, a Dazn, al termine del match contro la Salernitana che ha visto gli uomini di Max Allegri vincere all’Arechi per 2 a 1. La Juventus esce dunque vittoriosa dal doppio impegno contro i granata, che è valso l’accesso ai quarti di Coppa e ulteriori 3 punti per tenere il passo dell’Inter.

    E su Vlahovic…

    Il capitano bianconero ha inoltre risposto sulla propria condizione fisica nel post infortunio. “Da quando sono rientrato sto facendo un pelino in più di fatica a trovare la mia condizione migliore. Tranne che nella partita contro il Napoli”, ha dichiarato Danilo. Infine, un commento anche sul compagno Vlahovic, autore della rete che ha deciso l’incontro. “Sono contentissimo per Dusan, ma questo è il risultato del suo lavoro. Cerca semore di migliorare, e adesso arrivano i risultati. Ma siamo consapevoli abbiamo ancora tanta strada da fare”, ha concluso. LEGGI TUTTO

  • in

    “Vlahovic piace ad Arteta, l’Arsenal vuole una punta a gennaio: alla Juve…”

    LONDRA (Regno Unito) – “Non è un mistero che ad Arteta piaccia Dusan Vlahovic: già due anni fa lo voleva all’Arsenal prima che andasse alla Juventus, e ora che ai Gunners serve una punta subito già a gennaio il club bianconero è disposto ad ascolare offerte già in questa sessione invernale di calciomercato”. Ha del clamoroso il rumor di mercato riportato da un giornalista di Sky Sports Uk, Gary Cotterill, parlando a un noto podcast di tifosi della squadra di Londra.

    Arsenal, il sogno Premier e la crisi

    L’Arsenal è in piena crisi di risultati: il tecnico spagnolo può contare davanti solo su Gabriel Jesus ed Eddie Nketiah come terminali offensivi: non un attacco da titolo, e la flessione accusata in quest’ultimo periodo, con appena 4 punti (ed altrettante reti segnate) nelle ultime 5 partite, ha acceso a tutto volume le sirene del calciomercato londinese. Ma il giornalista non si è fermato al nome di Vlahovic, ha anche parlato dell’offerta possibile… LEGGI TUTTO

  • in

    Vlahovic prende in giro Llorente: la scena madre di Juve-Roma

    TORINO – Si scaldano gli animi e la partita nel 2° tempo di Juventus-Roma con Dusan Vlahovic protagonista. Il serbo, autore dell’assist del vantaggio bianconero ad inizio ripresa siglato da Rabiot, è continuo bersaglio della difesa capitolina con la sua maglia spesso e volentieri strattonata dagli avversari che, a loro volta, si lasciano cadere con facilità quando l’attaccante della Juventus fa valere il suo fisico e al 65′ l’ex viola non ha resistito. Contatto in area con Diego Llorente, il difensore giallorosso cade a terra tenendosi la gamba e costringendo il direttore di gara a fischiare fallo, Vlahovic non ci sta e mima “le lacrime al volto” all’indirizzo del giocatore spagnolo ad evidenziare la troppa leggerezza. LEGGI TUTTO

  • in

    Pit stop Juventus: Gatti va di corsa e Vlahovic fa da assistente

    Al 25° minuto di Frosinone-Juventus Alex Sandro accusa un problema fisico e si ferma. Il difensore brasiliano non riesce a continuare e va a terra per favorire l’ingresso dei sanitari. Appare subito evidente che non riuscirà a continuare la partita e Allegri sarà costretto a operare una sostituzione.

    Frosinone-Juve, tocca a Gatti

    Il gioco si ferma e deve riprendere con un calcio d’angolo in favore dei padroni di casa. Tocca a Gatti rilevare Alex Sandro, ma il centrale difensivo della Nazionale non stava effettuando il consueto riscaldamento visto l’infortunio improvviso del suo compagno di squadra. Deve allora fare in fretta e addirittura infilarsi i calzettoni.

    Gatti e l’aiuto di Vlahovic

    Gatti fa più in fretta che può e in poco più di un minuto è pronto. Per velocizzare le pratiche individua in Vlahovic un valido assistente: il centravanti serbo gli srotola e gli passa uno dei calzettoni (Gatti ne indossa due per piede). Gioco di squadra e missione compiuta. LEGGI TUTTO

  • in

    Giallo Vlahovic, messaggio a Chiesa e alla Juve: tifosi spiazzati

    Messaggi in codice, da decifrare, da capire. Quello di Dusan Vlahovic sui social è uno di questi. Il post scritto dopo il rigore lasciato a Chiesa e il pareggio contro il Genoa è di quelli da studiare per provare a dare una risposta al momento del serbo. Difficile pensare o ipotizzare cosa passi nella testa dell’attaccante, reduce da un altro errore sotto porta, semplice per uno con le sue qualità, ma che invece denota come, nonostante gli applausi e l’atteggiamento mostrati dopo il rigore sbagliato con il Monza, ci sia da lavorare per recuperare la consapevolezza del serbo.
    Dopo un inizio promettente, l’incantesimo si è inceppato alla doppietta contro la Lazio del 16 settembre. Nel mezzo un infortunio e il gol, pesantissimo, contro l’Inter ma da lui i tifosi si aspettano tanto di più ma anche qui ci sono le fazioni: chi a favore di Dusan e chi invece prende le parti di Allegri. La verità potrebbe stare nel mezzo, ma l’ultimo post spiazza tutti e divide ulteriormente.  LEGGI TUTTO