consigliato per te

  • in

    Il Padova si arrende al Palermo: la Serie A e la Serie B 2022-23

    PALERMO – Per il secondo anno consecutivo sfuma nella finale dei play-off di C l’obiettivo promozione del Padova. Al Barbera, dopo l’1-0 in Veneto dell’andata, il Palermo festeggia grazie al rigore di Brunori il ritono in B tre anni dopo il fallimento della società. È così completo il quadro delle 20 squadre che parteciperanno al campionato cadetto 2022-23, con i siciliani che raggiungono Sudtirol, Bari e Modena tra quelle provenienti dalla terza divisione e che prenderanno il posto di Pordenone, Crotone, Alessandria e Vicenza, impegnate il prossimo anno nell’ex Lega Pro. Venezia, Genoa e Cagliari, retrocesse dalla Serie A, sostituiranno invece Lecce, Cremonese e Monza, promosse nel massimo campionato italiano. 
    Le 20 squadre della Serie A 2022-2023
    Atalanta, Bologna, Cremonese (promossa), Empoli, Fiorentina, Inter, Juventus, Lazio, Lecce (promossa), Milan, Monza (promossa), Napoli, Roma, Salernitana, Sampdoria, Sassuolo, Spezia, Torino, Udinese, Verona.
    Serie A 2022/23: le 20 squadre, le date e le pause
    Le 20 squadre della Serie B 2022-2023
    Ascoli, Bari (promossa), Benevento, Brescia, Cagliari (retrocessa), Cittadella, Como, Cosenza, Frosinone, Genoa (retrocessa), Modena (promossa), Palermo (promossa), Parma, Perugia, Pisa, Reggina, Spal, Südtirol (promossa), Ternana, Venezia (retrocessa).
    Serie B, le date del prossimo campionato
    La Serie B sarà la prima a prendere il via, presumibilmente sabato 13 agosto, nel week end di Ferragosto. La trentottesima ed ultima giornata, invece, dovrebbe andare in scena il 19 maggio. Non si conoscono ancora, però, le date del sorteggio dei calendari, previsto per luglio: nel 2021 si svolsero il 24 del medesimo mese. 
    La A si ferma per Qatar2022, nessuna pausa in B
    Contrariamente con quanto previsto dalla massima divisione italiana e dalle principali leghe europee, il campionato cadetto non andrà in pausa in occasione dei Mondiali di Qatar2022, i primi nella storia a svolgersi in inverno. La A, infatti, che partirà il week end del 13 e 14 agosto e che si chiuderà il 4 giugno, vivrà una lunga sosta dal 14 novembre al 4 gennaio. Il prossimo 24 giugno, invece, andrà in scena la presentazione del calendario della prossima stagione, segnata da un importante ritorno: in caso di arrivo a pari punti, scudetto e retrocessione si decideranno mediante spareggio. Abolita quindi la regola dei confronti diretti, che resterà però in vigore per quanto riguarda le qualificazioni alle coppe europee. LEGGI TUTTO

  • in

    Il Palermo fa festa: ecco la nuova serie A e la nuova serie B

    PALERMO – In virtù del successo per 1-0 ottenuto a Padova all’andata e di quello replicato al Barbera stasera nel ritorno della finale play-off di Serie C il Palermo torna in B tre anni dopo il fallimento della società. È così completo il quadro delle 20 squadre che parteciperanno al campionato cadetto 2022-23, con i siciliani che raggiungono Sudtirol, Bari e Modena tra quelle provenienti dalla terza divisione e che prenderanno il posto di Pordenone, Crotone, Alessandria e Vicenza, impegnate il prossimo anno nell’ex Lega Pro. Venezia, Genoa e Cagliari, retrocesse dalla Serie A, sostituiranno invece Lecce, Cremonese e Monza, promosse nel massimo campionato italiano. 
    Le 20 squadre della Serie A 2022-2023
    Atalanta, Bologna, Cremonese (promossa), Empoli, Fiorentina, Inter, Juventus, Lazio, Lecce (promossa), Milan, Monza (promossa), Napoli, Roma, Salernitana, Sampdoria, Sassuolo, Spezia, Torino, Udinese, Verona.
    La nuova Serie A: tutte le squadre, le date e le soste
    Le 20 squadre della Serie B 2022-2023
    Ascoli, Bari (promossa), Benevento, Brescia, Cagliari (retrocessa), Cittadella, Como, Cosenza, Frosinone, Genoa (retrocessa), Modena (promossa), Palermo (promossa), Parma, Perugia, Pisa, Reggina, Spal, Südtirol (promossa), Ternana, Venezia (retrocessa).
    Serie B, le date del prossimo campionato
    La Serie B sarà la prima a prendere il via, presumibilmente sabato 13 agosto, nel week end di Ferragosto. La trentottesima ed ultima giornata, invece, dovrebbe andare in scena il 19 maggio. Non si conoscono ancora, però, le date del sorteggio dei calendari, previsto per luglio: nel 2021 si svolsero il 24 del medesimo mese. 
    La A si ferma per Qatar2022, nessuna pausa in B
    Contrariamente con quanto previsto dalla massima divisione italiana e dalle principali leghe europee, il campionato cadetto non andrà in pausa in occasione dei Mondiali di Qatar2022, i primi nella storia a svolgersi in inverno. La A, infatti, che partirà il week end del 13 e 14 agosto e che si chiuderà il 4 giugno, vivrà una lunga sosta dal 14 novembre al 4 gennaio. Il prossimo 24 giugno, invece, andrà in scena la presentazione del calendario della prossima stagione, segnata da un importante ritorno: in caso di arrivo a pari punti, scudetto e retrocessione si decideranno mediante spareggio. Abolita quindi la regola dei confronti diretti, che resterà però in vigore per quanto riguarda le qualificazioni alle coppe europee. LEGGI TUTTO

  • in

    Monza-Pisa, il pronostico sull'Under/Over 2,5

    Giovedì 26 maggio alle 20.30 è in programma il match d’andata della finale playoff di Serie B tra Monza e Pisa. A differenza delle semifinali qualora dovesse esistere una situazione di parità dopo i 180 minuti di gioco, verranno disputati tempi supplementari e, eventualmente, i calci di rigore per stabilire chi verrà promosso in Serie A. In campionato il Pisa ha battuto 2-1 il Monza sia all’andata che al ritorno, ora un nuovo capitolo. Quello decisivo.
    Monza-Pisa, fai il tuo pronostico
    Pisa abbonato all’Under 2,5
    In semifinale il Pisa di Luca D’Angelo si è confermato cinico superando il Benevento, a conti fatti, con un solo gol segnato: turno poi superato in virtù del miglior piazzamento nella regular season rispetto ai sanniti.
    Il Monza si è sbarazzato del Brescia con un doppio 2-1, ribaltando le Rondinelle che erano andate in vantaggio in entrambe le occasioni. E all’U-Power Stadium, adesso, che partita sarà? Uno sguardo alle statistiche. In casa il Monza fa registrare perfetto equilibrio nel computo Under/Over 2,5 e Goal/No Goal: sono infatti 10 le uscite di ciascuno di questi quattro esiti.
    Anche il Pisa, lontano dall’Arena Garibaldi (playoff compresi), ha all’attivo 10 Goal e 10 No Goal. Nell’Under/Over invece l’equilibrio si spezza in favore del primo, presente in 14 trasferte dei toscani con soli 6 Over a completare il quadro. Dunque, per chi si vuole affidare alla statistica il pronostico sarebbe Under 2,5.
    Altro dato da tener d’occhio. Il Multigol 1-3 si è visto in 29 delle 40 gare complessivamente disputate dai nerazzurri e in 27 dei 40 incontri invece giocati dal Monza. LEGGI TUTTO

  • in

    Monza-Brescia, il pronostico del match

    l nome della seconda finalista dei playoff di Serie B uscirà dal confronto tra Monza e Brescia. Due squadre protagoniste di un bel primo round al Rigamonti con Moreo che ha inizialmente illuso le Rondinelle, freddate poi dalla doppietta del danese Gytkjaer (il secondo gol su calcio di rigore).
    Fai ora i tuoi pronostici!
    Il Monza può andare a segno, scopri il pronostico
    Il 2-1 finale consegna alla squadra di Stroppa un vantaggio non indifferente. I brianzoli infatti possono addirittura permettersi il lusso di perdere con un gol di scarto per andare a giocarsi la promozione in Serie A.Da segnalare che il Monza ha chiuso la stagione regolare col titolo di “seconda squadra della B” per numero di punti ottenuti in casa. In trasferta, invece, solo l’Ascoli ha fatto meglio di Moreo e compagni, che però nel 2022 hanno festeggiato i tre punti fuori casa soltanto contro Reggina e Crotone (retrocesso in Serie C).Quello del Rigamonti è stato il terzo confronto stagionale tra le due squadre, finora il Brescia non ha ancora mai vinto: due successi dei brianzoli con in mezzo il pareggio per 1-1 di metà aprile. Curiosità, tutti e tre gli incontri hanno regalato il Multigol 2-3. Sarà ancora così? Il match può essere anche l’occasione per sperimentare tipologie di giocata diverse da quelle più standard. Una di queste la si può rintracciare all’interno delle “Combo”, ad esempio quelle che legano in un’unica opzione il numero di gol segnati dalla squadra di casa e quelli realizzati dagli ospiti. Nel caso di Monza-Brescia occhio a “Over 0,5 Casa più Under 1,5 Ospite”. Ovvero, almeno un gol del Monza e massimo uno da parte dei ragazzi allenati da Eugenio Corini. LEGGI TUTTO

  • in

    Il Vicenza retrocede: il Cosenza vince 2-0 e resta in serie B

    COSENZA –  Il Vicenza torna in serie C dopo due anni: è infatti il Cosenza a spuntarla nel playout salvezza di serie B: la squadra di Baldini vanifica il successo per 1-0 della gara d’andata perdendo 2-0 al “San Vito-Marulla”: è una doppietta di Larrivey a condannare i veneti alla retrocessione e a regalare il quinto campionato di fila in cadetteria ai calabresi. Veneti che non riescono dunque a rovesciare il gap del peggior piazzamento in stagione regolare, che aveva visto i rossoblù chiudere con un punto di vantaggio sui biancorossi.  
    Cosenza-Vicenza 2-0, tabellino e statistiche
    Serie B, il calendario dei playoff
    Gara contratta, occasione per Ranocchia nel primo tempo
    Bisoli si affida alla coppia Larrivey-Caso per guidare l’attacco dei rossoblù, mentre la squadra di Baldini schier Diaw unica punta sostenuto da Ranocchia e Dalmonte. E’ il Vicenza a cercare con maggior convinzione la via gol nei primi minuti: al 9′ è infatti Ranocchia ad impensierire dal limite Matosevic, mentre al 24′ Diaw non arriva per pochi centimetri su un cross tagliato dalla destra di Dalmonte. E’ ancora l’ex Cittadella e Monza a rendersi pericoloso poco dopo quando, dopo una respinta da “brivido” di Camporese su un cross tagliato ancora di Dalmonte, Lukaku lo pesca in area con un cross dalla sinistra ma il suo colpo di testa viene bloccato dal portiere. Il Cosenza fatica a trovare gli spunti degli attaccanti, ben imbrigliati dal trio Brosco-De Maio-Bruscagin, e nel finale del primo tempo reclama un rigore per una caduta in area di Florenzi: l’arbitro però è vicino e lascia proseguire. 
    La doppietta di Larrivey condanna il Vicenza alla C
    Bisoli vuole dare più peso al reparto offensivo e al rientro in campo nel secondo tempo mette in campo Zilli (autore del gol contro il Cittadella che ha concesso ai calabresi di disputare lo spareggio) al posto di Carraro: calabresi in campo col tridente. Dopo 20”, Zilli è subito protagonista: è infatti una respinta del portiere sul suo colpo di testa ad essere ribadita in reta da Larrivey, che fa esplodere il Marulla col suo 7° gol stagionale e porta il Cosenza in vantaggio. Risponde subito il Vicenza, con Maggio che tira al volo su una respinta di pugno di Matosevic ma manda a lato. Al 54′ Caso si porta a tu per tu col portiere dopo una splendida azione personale sulla sinistra, ma il suo tiro viene deviato in angolo da Contini. Baldini prova a scuotere i suoi, inserendo Meggiorini e Da Cruz al posto di Cavion e Bruscagin, ma è ancora l’attaccante numero 10 dei rossoblù ad impegnare ancora Contini, stavolta con un tiro dal limite. Al 65′ i calabresi raddoppiano: su un calcio di punizione di Liotti Brosco interviene di mano per anticipare il colpo di testa dell’avversario. Massa fischia il rigore: freddo ancora Larrivey a spiazzare il portiere e firmare il 2-0. Maggio e compagni non si rendono mai effettivamente pericolosi nel cercare il pari, se non con un sinistro di Giacomelli al 93′: Vicenza in serie C, il Cosenza si salva LEGGI TUTTO

  • in

    Pisa-Benevento, le statistiche e il pronostico

    I playoff di Serie B entrano più che mai nel vivo con le semifinali di ritorno. All’Arena Garibaldi Pisa e Benevento ripartiranno (sabato alle 18) dall’1-0 maturato al Vigorito in virtù del gol segnato all’85’ da Gianluca Lapadula.
    Pisa-Benevento da brividi, fai il tuo pronostico
    Stavolta si attendono i gol, ecco i consigli
    Il bomber ha deciso (come gli era accaduto già con l’Ascoli) un match che sembrava destinato a finire senza reti, conseguenza quasi logica di 90 minuti molto combattuti e con poco spettacolo (tanta del resto era la posta in palio). Per andare in finale al Pisa “basta” vincere con qualsiasi risultato entro i 90 regolamentari, viceversa sanniti qualificati con pareggio o vittoria.Copione tattico ben diverso rispetto all’andata, il Pisa non può più giocare d’attesa. Il Benevento ha giocatori di qualità capaci di colpire negli spazi lasciati dagli uomini di Luca D’Angelo. Va detto che nella regular season i nerazzurri toscani hanno perso in casa solo contro il Frosinone (1-3) mettendo poi insieme 10 vittorie e 8 pareggi.
    Il Benevento degli ultimi due mesi è andato a corrente alternata, non ha infatti pareggiato nessuna delle ultime 11 gare giocate centrando l’ultimo segno “X” a metà marzo, 2-2 al Rigamonti di Brescia. Il Pisa proverà a far valere il fattore campo, sempre decisivo nei tre precedenti stagionali tra le due formazioni.In sede di pronostico stavolta potrebbe essere il turno di Goal e Over 2,5. Una valida alternativa può essere il Multigol 2-4: statistiche alla mano risulta gradito a entrambe le formazioni. LEGGI TUTTO

  • in

    Pronostico Cosenza-Vicenza, occhio al numero di cartellini

    Venerdì sera si conoscerà il nome della quarta squadra retrocessa in Serie C. Il Cosenza, sconfitto 1-0 al Menti dal Vicenza, deve vincere il match di ritorno per pareggiare la differenza reti e far valere il suo miglior piazzamento al termine della stagione regolare (35 punti contro i 34 del Lanerossi).
    Playout Serie B, fai il tuo pronostico su Cosenza-Vicenza
    Può starci un’espulsione, scopri la quota
    Partita che si preannuncia dunque caldissima, del resto già all’andata non sono mancate le tensioni anche fuori dal campo (nel rettangolo verde sono state sei le ammonizioni registrate, quattro per il Cosenza e due per il Vicenza). Più che sull’esito del match potrebbe allora valere la pena puntare proprio sui cartellini, ipotizzandone un numero superiore a sei (“Over 6,5 valore cartellini”).
    Potrebbe scapparci anche (almeno) un’espulsione, un evento a cui mediamente viene assegnata una quota da circa tre volte la posta.
    Un’altra annotazione utile per chi vuole spaziare anche su altre tipologie. Le ultime 10 partite giocate dal Vicenza (tra campionato e andata del playout) sono state caratterizzate da risultati altalenanti. C’è però una costante, numeri alla mano i biancorossi hanno sempre collezionato l’esito Multigol 1-3. Ovvero, partite con minimo una, massimo tre reti totali al 90’. LEGGI TUTTO

  • in

    Serie B, Lapadula-gol: Benevento-Pisa finisce 1-0

    BENEVENTO – La decide Gianluca Lapadula all’85’, alla prima e unica occasione della sua gara. Finisce 1-0 la sfida valida per l’andata delle semifinali dei playoff di Serie B tra il Benevento e il Pisa. Nel match al Ciro Vigorito sono i padroni di casa a fare la partita, giocando quasi costantemente nella metà campo offensiva per tutto il primo tempo e provando a mettere in difficoltà Nicolas con due tiri da fuori di Calò (alto) e Insigne (troppo centrale) nel primo quarto d’ora. Al 28′ Barba di testa spedisce il pallone alle spalle del portiere dei toscani, ma il guardalinee alza subito la bandierina per segnalare (correttamente) un fuorigioco.
    Il tabellino di Benevento-Pisa 1-0
    Lapadula decide l’andata
    Nel secondo tempo il Pisa tenta di reagire, ma a parte un’occasione non sfruttata da Sibilli al 58′ non ci sono altri lampi. Il Benevento invece continua a crederci e a 5 minuti dal 90′ trova il meritato vantaggio con Gianluca Lapadula: il peruviano sfrutta un rimpallo e la mette di destro alle spalle di Nicolas. I campani adesso si presenteranno alla gara di ritorno a Pisa (21 maggio) con due risultati su tre a disposizione per giocarsi la finale promozione. LEGGI TUTTO