consigliato per te

  • in

    Lo Spezia si salva al 94’: 1-1 con la Ternana, Pirlo e la Samp respirano

    Ternana-Spezia, il racconto del match
    Le due squadre si scambiano colpi come in un incontro di Boxe e ad incassarli ci pensa Iannarilli. Il portiere della Ternana si rende protagonista di diversi miracoli, il primo su Muehl dopo appena dieci minuti. Nel primo tempo la partita non prende ritmo e le occasioni sono poche. Al 47′ ci pensa Falcinelli ad impegnare sempre il numero uno rossoverde. Al primo errore dello Spezia, ne approfittano i padroni di casa: sbaglia tutto Jagiello, Amatucci lancia Raimondo che viene steso da Zoet e Dionisi assegna l’inevitabile penalty! Dal dischetto si presenta Pereiro che calcia centrale e viene ipnotizzato dell’estremo difensore. Dopo diverse occasioni, la gara si accenda a un minuto dalla fine con Di Stefano che porta in vantaggio la Ternana. Lo Spezia però non si arrende e al 94′ trova il pari con Di Serio al termine di un’azione confusa al limite dell’area. LEGGI TUTTO

  • in

    Serie B, Strefezza decisivo contro il Brescia: il Como è secondo

    Seconda vittoria consecutiva per il Como che al Sinigaglia ha battuto di misura il Brescia. La squadra di Rolando Maran non riesce a dare continuità al successo della scorsa giornata, maturato al Rigamonti contro il Cittadella. A decidere l’incontro è stato Strefezza, con un gol messo a segno dopo sette minuti dal fischio d’inizio dell’incontro. L’attaccante brasiliano ha sfruttato al meglio un assist di Curto. 
    Serie B, come cambia la classifica 
    Per il Como si tratta di tre punti molto importanti che gli permettono di agganciare il secondo posto in classifica a quota 45 punti, seppur in maniera momentanea. Il Brescia, invece, continua a occupare l’ottava piazza, fallendo l’opportunità di raggiungere il Catanzaro a 35 punti. Tra domani e domenica si giocheranno tutte le altre partite della Serie B, eccole di seguito: 

    Sudtirol-Venezia
    Modena-Cosenza
    Feralpisalò-Palermo
    Cremonese-Reggiana
    Cittadella-Parma
    Pisa-Sampdoria
    Catanzaro-Ascoli
    Bari-Lecco
    Ternana-Spezia LEGGI TUTTO

  • in

    Parma travolto a Modena, tonfo Como: Cremonese e Venezia ne approfittano

    Ventiduesima giornata di campionato in Serie B. Dopo il pareggio nell’anticipo del venerdì tra Catanzaro e Palermo, a risaltarenel sabato è il crollo del Parma capolista. La squadra di Fabio Pecchia cade sotto i colpi del Modena. Bene la Cremonese, che vince allo Zini contro il Brescia e accorcia sul primo posto. Tiene il passo il Venezia, vittorioso sulla Ternana, mentre cade il Como contro l’Ascoli. Vittoria esterna del Cosenza contro il SudTirol. Nelle gare delle 16,15 vince la Reggiana a Bari, crolla il Lecco con la FeralpiSalò mentre lo Spezia di D’Angelo supera il Pisa.  LEGGI TUTTO

  • in

    Tonfo Venezia a Cosenza, colpo Pisa a Lecco. Palermo, poker al Modena

    È terminato il sabato di Serie B. Dopo i risultati delle gare delle 14, altri gol ed emozioni nelle sfide delle 16.15. Clamoroso ko del Venezia in casa del Cosenza, mentre il Palermo vince a fatica al Renzo Barbera contro il Modena. Pisa corsaro in quel di Lecco: 1-3 il risultato al triplice fischio.
    Serie B, Cosenza batte Venezia
    Termina 4-2 il match tra Cosenza e Venezia. Rossoblù avanti dopo appena 10′: errore di Zampano, Marras serve Tutino che dai 20 metri calcia e segna l’1-0. Poi un terrificante 1-2 che indirizza la partita: al 19′ Marras conclude con un sinistro volante e segna il raddoppio. Passano 120″ e arriva il tris: Forte colpisce la traversa, ci prova Zuccon il cui destro viene deviato provvidenzialmente da Tutino che realizza la sua personalissima doppietta. Ma dopo appena 3′ il Venezia torna in partita: ci pensa Busio a battere Micai e a riaprire i giochi. Nella ripresa però gli arancioneroverdi non sfondano, e il Cosenza cala il poker. Flipper in area del Venezia, ancora Tutino colpisce e batte Joronen. Nel finale ci pensa Gytkjaer a fissare il risultato sul 4-2 rendendo meno amaro il passivo per gli ospiti.  LEGGI TUTTO

  • in

    Venezia, Pohjanpalo show: 5-3 alla Samp. Frena il Parma, vince la Cremonese

    Il nuovo anno della Serie B è ripartito all’insegna dei gol e delle emozioni. Dopo le gare del sabato, sono scese in campo tre partite nella giornata odierna. Sicuramente il match più belle e ricco è stato quello del Penzo tra Venezia e Sampdoria, con otto gol totali e la vittoria dei lagunari ad accorciare la classifica nelle zone alte. Il Parma non è andato oltre il pari contro l’Ascoli, mentre Stroppa ha aperto il 2024 con un successo allo Zini sul Cosenza. 
    Pokerissimo Venezia, frena il Parma di Pecchia
    E’ stato un luna park di emozioni quello tra Venezia e Sampdoria: un match vissuto sulle montagne russe che, alla fine della corsa, ha premiato la costanza e la forza dei lagunari. Protagonista assoluto del match è stato Pohjanpalo che con la sua tripletta ha indirizzato il match. La prima frazione è terminata sul 2 a 1 per i padroni di casa, avanti di un gol e di un uomo per l’espulsione per doppia ammonizione di Benedetti, autore anche della rete dei liguri. Nella ripresa il Venezia ha calato il tris, ma Pirlo e i suoi ragazzi hanno avuto una reazione d’orgoglio e in 6′ hanno trovato prima la rete con De Luca e poi il pari con Depaoli. La gioia blucerchiata, però, è durata pochi minuti perché Busio ed Ellertsson hanno definitivamente spostato gli equilibri a favore dei lagunari. Un successo importante che, complice la frenata del Parma, consente di raggiungere il Como a meno tre dalla capolista. Gli emiliani non sono riusciti ad andare oltre l’1 a 1 al Tardini contro l’Ascoli: marchigiani avanti con Botteghin, poi la sfortunata autorete di Viviano a rimettere tutto in parità. A chiudere il pomeriggio ci ha pensato la Cremonese: i grigiorossi hanno vinto faticando in casa contro un buon Cosenza. A decidere l’incontro è stata la rete di Antov nella ripresa.  LEGGI TUTTO

  • in

    Girma ancora a segno: la Reggiana supera il Catanzaro

    Catanzaro, altro stop
    Girma, trequartista svizzero classe 2001, continua a vivere un momento magico: la sua rete al 41′ su assist di Kabashi è valso tre punti pesanti agli uomini di Nesta, al secondo successo di fila. Mastica amaro, invece, Vivarini che con i giallorossi non sta vivendo un momento particolarmente felice: terza sconfitta consecutiva, aquile ferme a quota trenta punti, sette in più degli odierni dirimpettai. Il 2024 inizierà con Catanzaro-Lecco e Pisa-Reggiana, appuntamento al 12 e 13 gennaio. LEGGI TUTTO

  • in

    Vivarini e la partita a Santo Stefano: “Una mancanza di rispetto”

    Vincenzo Vivarini non ha usato giri di parole alla vigilia di Catanzaro-Brescia per commentare anche l’impegno in trasferta contro la Reggiana in programma a Santo Stefano: “Per quanto mi riguarda è come se fosse una mancanza di rispetto nei nostri confronti. Anche noi vorremmo santificare le feste, è una ricorrenza importante per la chiesa e per tutte le famiglie. Siamo costretti invece a viaggiare e a preparare la partita il giorno di Natale. Non penso sia una cosa giusta, nessuno però parla e quindi accettiamo pure questo”.
    Catanzaro-Brescia, Vivarini in conferenza stampa: “Abituati a sfatare i tabù”
    Sul match contro il Brescia, Vivarini ha invece commentato: “Siamo pronti per il Brescia, sappiamo come giocano. Concedono pochi spazi, fanno un ottimo lavoro di blocco squadra e in questo momento sono molto motivati. Dovremo essere bravi a prendere campo e profondità. Sono temibili anche in fase di possesso, hanno calciatori tecnici e di personalità che hanno giocato pure in Serie A. Sarà una gara interessante anche sotto l’aspetto tattico. Si difendono con un 4-4-2 e attaccano con una sorta di 3-4-3. Il Brescia non perde a Catanzaro dal 1972? Siamo abituati a sfatare questi tabù”. LEGGI TUTTO