consigliato per te

  • in

    Serie A, Juve-Crotone 3-0: Ronaldo doppietta, McKennie gol

    TORINO – La Juventus si scrolla di dosso cattivi pensieri e pessimo umore con una vittoria rotonda e divertente, con la quale riconquista il terzo posto in classifica, rinfranca Ronaldo, autore di una doppietta, manda segnali confortanti per quanto il divario tecnico con il Crotone è troppo profondo per lasciarsi trasportare dalle iperbole. Il che non toglie nulla all’importanza dei tre punti e del successo: proprio contro i calabresi, all’andata, la Juventus aveva perso due punti sanguinosi per la classifica. Quelli che insieme ai due persi a Benevento avrebbero cambiato il volo della classifica bianconera. Quindi, snobbare il 3-0 sulla Juventus sarebbe un errore gravissimo, perché dopo le sconfitte contro il Napoli e il Porto era fondamentale ritrovare la vittoria, i gol e il buon umore.

    Guarda la gallery
    Juve, è tornato Air Ronaldo: che doppietta di testa!

    Super CR7, che doppietta di testa!
    Ronaldo smania, frigge, si agita e agita anche un po’ gli altri: il fatto di non segnare da tre partita gli provoca quello che sembra un fastidio fisico. Ma poi sale in aria, stacca e rimane in sospensione con quello stile che ricorda Michael Jordan e per due volte, da due posizioni diverse la infila alle spalle di Cordaz. Il primo gol è un capolavoro di tempismo: sul cross di Alex Sandro al 38′, Ronaldo sfila furtivamente dietro i difensori del Crotone sul filo del fuorigioco, poi dal lato destro dell’area piccola salta e quasi aspetta che arrivi la palla per incornarla in rete. Il gol non lo sfama, resta ancora elettrico, al 46′ cerca il raddoppio con un tiro micidiale da fuori area, Cordaz respinge con una certa difficoltà, Ramsey recupera il pallone e crossa per Ronaldo che entrando in area con un terzo tempo, si eleva, si ferma in aria e sbatte il pallone in rete con una testata violenta come un tiro.
    Nella ripresa McKennie firma il tris
    Nella ripresa la Juventus è più fluida e trova spazi grazie al tentativo, un po’ disperato, del Crotone di trovare il gol. Così il gioco bianconero è più logico e frizzante. Anche se gli errori in fase di finalizzazione sono abbondanti: Ronaldo, Chiesa, Kulusevski sprecano buone occasioni. E’ spietato, invece, McKennie che su un’azione successiva a un corner è lestissimo a controllare il pallone di petto e girarlo in rete per il 3-0. Da lì c’è spazio per un brillantissimo Bernardeschi e un concentrato Fagioli, altre occasioni sprecate e l’attesa del fischio finale per godersi “addirittura” cinque giorni di riposo e allenamenti prima di Verona-Juventus. LEGGI TUTTO

  • in

    Juventus-Crotone 2-0: Ronaldo doppietta, bianconeri aggressivi

    TORINO – Juventus alta e aggressiva , ma non precisa in fase conclusiva, nonostante questo i primi quarantcinque minuti finiscono 2-0, con i bianconeri che hanno avuto almeno altre quattro occasioni per riuscire a passare in vantaggio: due con Ronaldo e due con Ramsey che ha preso una traversa su una gran palla di Chiesa. Al 38′ la infila Ronaldo con un perfetto colpo di testa su cross di Alex Sandro che CR7 incorna partendo sul filo del fuorigioco. Poi al 46′ costruisce tutto lui: tiro micidiale da fuori, respinta del portiere e sul cross di Ramsey, Ronaldo incorna in rete.
    I ritmi non sono altissimi e il gioco della Juventus non è fluido come vorrebbe Pirlo, soprattutto quando si trova la difesa del Crotone schierata, ma alcune giocate sono effettivamente pregevoli sotto il punto di vista tecnico.
    Bene De Ligt e Demiral in difesa. Volitivo Chiesa stantuffante sulla destra. Buono Kulusevski, teoricamente seconda punta, ma in realtà mobile su tutto il fronte. Tra i migliori Danilo, che si è anche fatto vedere con interessanti inserimenti. LEGGI TUTTO

  • in

    Juve, i convocati per la gara con il Crotone

    La Juventus ha ufficializzato la lista dei convocati per la gara contro il Crotone. Andrea Pirlo dovrà rinunciare a Bonucci e Chiellini, entrambi ai box per un problema muscolare. Ancora indisponibili Paulo Dybala, che come annunciato dal tecnico bianconero in conferenza, non ha ancora smaltito il dolore al ginocchio, Arthur e Cuadrado. All’appello manca Adrien Rabiot, squalificato.

    Ecco la lista completa:
    PORTIERI: Szczesny, Pinsoglio, Buffon.
    DIFENSORI:  De Ligt, Alex Sandro, Danilo, Demiral, Dragusin, Di Pardo, Frabotta.
    CENTROCAMPISTI: Ramsey, McKennie, Chiesa, Bentancur, Bernardeschi, Fagioli, Peeters, Kulusevski. 
    ATTACCANTI: Ronaldo, Morata.

    Guarda la gallery
    Juve-Crotone: la formazione ufficiale di Pirlo LEGGI TUTTO

  • in

    Juve, Pirlo si affida a Ronaldo per il rilancio contro il Crotone

    È un Monday Night da non sbagliare per Pirlo: la partita casalinga contro il Crotone deve essere quella del rilancio dopo il doppio ko subito in campionato contro un Napoli in emergenza e in Champions contro un Porto che ha vinto più per i demeriti (e gli erroracci) dei bianconeri che per meriti propri. Per questo il ritorno all’Allianz Stadium deve spazzare dubbi e perplessità, nonostante le cinque pesanti indisponibilità con cui il tecnico della Vecchia Signora deve fare i conti: sono out per infortunio Bonucci, Chiellini, Cuadrado e Arthur, mentre è squalificato Rabiot. E allora spazio a Demiral e straordinari per Danilo e Bentancur, anche lui fresco ospite del J Medical per un controllo. Le buone notizie riguardano Morata e Dybala, che potrebbero scendere in campo per i minuti necessari a testarne la tenuta e il ventenne Fagioli, che sembra stuzzicare (e non poco) Pirlo.

    Guarda la gallery
    Juve-Crotone, la probabile formazione di Pirlo

    La probabile formazione contro il Crotone
    Tra scelte obbligate e valutazioni tecniche, i bianconeri dovrebbero scendere in campo con il consueto modulo fluido che parte sulla carta come 4-4-2 per poi mutare all’occorrenza in un 3-4-1-2. Buffon dovrebbe dare un turno di riposo a Szczesny; la linea difensiva prevede Danilo a destra, la coppia centrale De Ligt-Demiral e Alex Sandro sulla corsia mancina. A centrocampo McKennie e Chiesa sugli esterni, con due tra Bentancur, Ramsey e Fagioli a presidiare il cerchio di centrocampo. In attacco i due più in forma sono Kulusevski e Cristiano Ronaldo. Dybala e Morata, come detto, pronti a subentrare. LEGGI TUTTO

  • in

    Crotone, Ounas: “Ci prepariamo al meglio per il Sassuolo”

    CROTONE – “Mi trovo molto bene qui, sono stato accolto bene da tutti. Mi hanno fatto sentire a casa, è importante per iniziare bene l’avventura. Conoscevo già un paio di giocatori, francesi come me. Ho fatto la scelta giusta, sono felice e contento di essere qui”. Lo ha dichiarato Adam Ounas, attaccante del Crotone, ai microfoni del sito ufficiale rossoblù: “Abbiamo disputato un buon primo tempo a San Siro, peccato per come sia finita la gara ma adesso ci stiamo preparando al meglio per la prossima sfida contro il Sassuolo per cercare di ottenere punti. Il modulo lo sceglie il mister, noi lavoriamo bene concentrati sull’impegno di domenica con il Sassuolo. Vogliamo fortemente la vittoria e ripartire per una seconda parte di stagione ad alta intensità. Bisogna avere un atteggiamento positivo, avere tutti la voglia di fare bene, dare il massimo per raccogliere quanti più punti possibile, a cominicare da domenica. La condizione? Prima di arrivare a Crotone mi allenavo da solo, farlo in squadra è più difficile e impegnativo. Lavoro con lo staff per trovare la condizione migliore, spero che andrà sempre meglio”.  LEGGI TUTTO

  • in

    Stroppa: “Crotone troppo fragile e senza carattere”

    MILANO – Ai microfoni di Sky Sport Giovanni Stroppa ha commentato così il pesante ko del Crotone (4-0) in casa del Milan: “Abbiamo fatto un po’ di errori su primo e secondo gol, al di là della fragilità difensiva, ma abbiamo fatto sei minuti davvero assurdi tra il secondo e quarto gol. Fino a quel momento stavamo soffrendo bene, poi siamo calati anche fisicamente di fronte ad una signora squadra. Ma sono d’accordo, questa squadra ha mostrato fragilità e non ci deve essere, questo mi dispiace – ha proseguito -. Non continuiamo a parlare di bel calcio, oggi siamo stati pratici e i ragazzi hanno fatto una prestazione importante, abbiamo fatto errori nei gol e non c’è stata reazione nei giocatori più esperti. Ma le prestazioni fin qui mi hanno soddisfatto. Credo che i risultati li portano le prestazioni, ma noi prendiamo gol evitabili, ad esempio il primo di oggi che mi dà fastidio al di là della fase difensiva: mancano attenzione e cattiveria nel pensare negativo. L’abbraccio con Maldini? Ci conosciamo da quando avevamo dieci anni, ritrovarlo è sempre qualcosa in più” ha concluso Stroppa. LEGGI TUTTO