consigliato per te

  • in

    Spal, lesione al collaterale mediale per Di Francesco

    FERRARA – A pochi giorni dalla prima giornata di Serie B, per la Spal, arriva una brutta notizia. Mister Marino non potrà avere a disposizione Federico Di Francesco a causa della lesione di primo grado del collaterale mediale del ginocchio destro rimediata nell’amichevole disputata ieri dai biancazzurri contro l’Udinese. Di Francesco, riporta il comunicato ufficiale del club estense, ha già cominciato la terapia conservativa.
    Calendario Serie B, ecco tutte le giornate LEGGI TUTTO

  • in

    Di Biagio saluta la Spal: “Resterò sempre in debito con Ferrara”

    FERRARA – “E’ stata un’esperienza negativa, ma che rifarei tutta la vita”. Il  tecnico della Spal Luigi Di Biagio ha parlato così al termine della gara contro la Fiorentina, congedandosi dal campionato e da Ferrara: “Ero convinto di potercela fare – ha aggiunto – e nelle ultime settimane lo abbiamo dimostrato. Nelle ultime settimane sono emersi diversi problemi ma il bilancio resta comunque positivo. Non credo possa capitare una situazione del genere nella vita di un allenatore. Ringrazio la società per avermi scelto e ringrazio tutti quelli che mi sono stati vicini. Ho sentito la gente vicina: resterò sempre in debito con Ferrara e con questa tifoseria. La società? Ci siamo salutati: non ho avuto nessuna comunicazione, ma con il club c’era un accordo tacito”. Sull’ultima partita, questo il commento: “Saremmo dovuti essere più concentrati nel finale, è una storia vecchia che risale a luglio. La squadra ha avuto dei problemi, oggi è stato difficile mettere in campo 11 titolari. Mi dispiace di tutto, mando a Ferrara un grande abbraccio”. 
    SPAL-FIORENTINA: NUMERI E STATISTICHE LEGGI TUTTO

  • in

    Spal, striscione e testa di maiale davanti al “Fabbri”: la Digos indaga

    FERRARA – La Spal è ormai in serie B, e dopo l’ultimo ko di ieri sera contro il Verona al Bentegodi (3-0), alcuni tifosi hanno protestato affiggendo davanti al centro dove si svolgono allenamenti e si trovano gli uffici della società uno striscione che riportava la scritta “Via i porci da Ferrara” e depositandoci sopra una testa di maiale mozzata. L’hanno trovata questa mattina gli addetti davanti al Centro Spal di via Copparo a Ferrara e subito dopo è stata attivata la Polizia, e una indagine è stata aperta e sono in corso i primi accertamenti. Un fatto che ha acceso le reazioni, commenti e giudizi sui social, e che comunque da quanto già è emerso dalle prime verifiche non sarebbe riconducibile ai gruppi di tifosi organizzati – Curva Ovest in primis. Questo almeno, spiegano gli inquirenti, dovrebbe essere stato il gesto di sostenitori ‘sciolti’. La società non ha voluto rilasciare dichiarazioni, mentre degli accertamenti si occupa la Digos che ha trasmesso atti alla Procura. LEGGI TUTTO

  • in

    Spal, frattura alla mano sinistra per Cerri

    FERRARA – Non finiscono i guai per la Spal: i ferraresi, già retrocessi da due turni in Serie B, ieri sono crollati contro la Roma al Mazza; 1-6 il risultato finale, con l’unico gol biancazzurro segnato da Alberto Cerri, uscito malconcio dal campo. Il centravanti parmigiano si è infatti fatto male alla mano sinistra, come riportato dal sito ufficiale ferrarese: “In seguito al trauma contusivo alla mano sinistra riportato ieri nel corso della gara Spal-Roma, l’attaccante Alberto Cerri ha svolto gli esami strumentali che hanno evidenziato la frattura della base della falange prossimale del quarto raggio. Nei prossimi giorni il calciatore sarà sottoposto a valutazioni specialistiche per le opportune cure del caso”. LEGGI TUTTO

  • in

    Spal, Di Biagio: “Nostro inizio propositivo, risultato troppo severo”

    FERRARA – Gigi Di Biagio, tecnico della Spal sconfitta 6-1 in casa dalla Roma, commenta così la gara: “Non siamo mentalmente spenti. Nel primo tempo siamo stati in partita. Abbiamo giocato un calcio propositivo, poi quando vai in svantaggio tutto diventa difficile. Si tratta comunque di un risultato molto pesante. Ci siamo fatti gol da soli e questo lo paghi caro. Non ho nulla da recriminare verso la mia società, tutti abbiamo delle responsabilità che cominciano da luglio scorso. Mio futuro? Non ho parlato con Mattioli. Appena mi chiameranno, vi farò sapere”.

    I problemi fisici sono stati una costante della stagione estense: oggi anche Sala ha alzato bandiera bianca dopo 5′: “Non ho capito perché in ogni partita si fanno male un tot di giocatori. Cerri ha dovuto mettere i punti alla mano dopo il gol. L’analisi della situazione la faremo domani e poi vedremo. Espulsione di Bonifazi? C’era un rigore per noi e ci siamo lamentati dalla panchina. Non ho capito bene cos’abbia detto”.
    SPAL-ROMA 1-6: NUMERI E STATISTICHE LEGGI TUTTO

  • in

    Spal in Serie B, Di Biagio: “Siamo distrutti. Futuro? Ora non ci penso”

    BRESCIA – Luigi Di Biagio ha il morale a terra dopo la rimonta subita contro il Brescia, che sancisce la retrocessione in serie B dei ferraresi (anche in virtù degli altri risultati di Serie A). Ecco le parole dell’allenatore in conferenza stampa: “Mi sento in difficoltà con tutti. Società, città e tifosi. C’è tanta delusione perché oggi, anche se dal punto di vista della classifica non contava molto, volevamo vincere per non arrivare ultimi. I ragazzi sentono la responsabilità addosso per quello che non abbiamo ottenuto. C’è tanta delusione anche da parte loro, oggi è difficile parlare e cercare un argomento appropriato per descrivere questa serata”.

    Sul futuro: “È l’ultima delle cose a cui sto pensando stasera, non è il momento. La Spal ha la forza per ripartire e superare quello che è successo, anche stavolta non abbiamo portato punti a casa solo al 93′. Soprattutto nel primo tempo abbiamo giocato un buon calcio, nella ripresa meglio loro, ma abbiamo avuto tre occasioni da gol clamorose. Queste due settimane che restano saranno poco piacevoli, ma da parte mia ci saranno impegno e professionalità”. Una sconfitta che condanna definitivamente la Spal alla retrocessione: “I ragazzi sono distrutti, ma bisogna fare qualcosa in più per avere dignità, soprattutto dimostrarlo” ha concluso Di Biagio.
    BRESCIA-SPAL 2-1: NUMERI E STATISTICHE LEGGI TUTTO

  • in

    Spal, Di Biagio: “Netto il rigore su Strefezza. Ottimo primo tempo”

    FERRARA – L’allenatore della Spal Gigi Di Biagio ha analizzato con l’amaro in bocca il tonfo dei suoi con l’Inter, ai microfoni di Dazn: “Si è vista un’altra squadra rispetto a quella vista contro Udinese e Genoa? Oggi era una partita diversa, per tanti motivi avevano più stimoli, anche se contro a Genova avremmo dovuto averceli. Peccato, abbiamo fatto un ottimo primo tempo contro una grande squadra, quando vai in svantaggio diventa tutto molto complicato”. Le occasioni per i biancazzurri non sono mancate nella prima frazione: “Abbiamo preso una traversa, c’è stato anche l’episodio del rigore non dato per fallo su Strefezza. Purtroppo ora quando andiamo sotto diventa tutto più difficile: per il momento che stiamo attraversando, per la qualità dell’Inter, e quindi soffri, rischi di subire una goleada come oggi, per quanto i ragazzi non la meritassero”.

    La classifica estense è pesantissima, e i prossimi giorni saranno decisivi: “Programma? Dal punto di vista del lavoro c’è ben poco da dire, è solo recupero. Facciamo la lavagna in campo, se dobbiamo chiamarla così. Di conseguenza dobbiamo approfittarne per rimettere a posto alcune cose difficili. La classifica è quella che è, dobbiamo trovare lo stimolo di non arrivare ultimi, non vogliamo arrenderci, nonostante quello che purtroppo stiamo vedendo”. Sulla discussione con Conte, Di Biagio spiega: “Antonio è un amico, ci siamo scambiati qualche battuta sull’episodio del rigore ma è finita là, sono cose di campo”. Quello che fa innervosire il tecnico estense è un’altra cosa: “Qualcuno di voi non si è sbilanciato più di tanto e non ha detto che su Strefezza era rigore netto, mi è venuto da ridere: se non è rigore questo smettiamo col calcio. C’è poco da rivedere. Siccome c’è il Var, un arbitro prima dà rigore netto, e semmai lo toglie dopo aver controllato. Non può pensare che non sia rigore sul momento. Sentire dire da voi giornalisti che la palla non era più giocabile… di cosa mi state parlando?”.
    SPAL-INTER 0-4: NUMERI E STATISTICHE LEGGI TUTTO

  • in

    Di Biagio: “Spal, ora l'obiettivo è non arrivare ultimi…”

    GENOVA – ” Non possiamo guardare la classifica, vanno trovati degli stimoli per migliorare una situazione difficile. Ad oggi l’unico stimolo è non arrivare ultimi. Sarebbe più umiliante di quanto sta accadendo”. Così il tecnico della Spal, Di Biagio, ha analizzato la situazione dei ferraresi dopo il ko con il Genoa (“Potevamo fare di più, si poteva giocar meglio” l’analisi del match”) in conferenza stampa: “Motivare i ragazzi?. In allenamento vedo quello che i ragazzi fanno e non posso dire loro nulla. Ma il campo poi dice altro. Dalla ripresa non siamo più riusciti a imporre il notro ritmo e il nostro gioco. La nostra stagione è cambiata dopo il Milan. Abbiamo fatto bene con la Samp, ma è difficile dirlo quando perdi 3-0. Oggi leggermente meglio, ma poco per vincere una partita importante come quella di oggi. Col caldo non riescei a dare ritmo e alla prima occasione prendi gol. Siamo impauriti, in questo momento siamo frenati rispetto a prima. Tunjov? Ha potenzialità importanti, farà strada. L’ho inserito per le partite ogni tre giorni”. 
    GENOA-SPAL 2-0: NUMERI E STATISTICHE LEGGI TUTTO