consigliato per te

  • in

    Il veneziano cieco, l’eroe di Highbury e gli altri: storie di portieri italiani in Premier

    Pierluigi Gollini è il nuovo portiere del Tottenham. In Inghilterra c’era già stato, e non solo lui: da Cudicini a Mannone, ecco chi l’ha preceduto. E cos’ha fatto.Più che benvenuto, è welcome back. Con un messaggio in italiano sui social, il Tottenham ha salutato l’arrivo di Pierluigi Gollini. Per il portiere è un ritorno in Inghilterra. A 17 anni è volato a Manchester per indossare la maglia dello United. Due anni nelle giovanili a respingere i tiri di Pogba. Poi in Championship con l’Aston Villa: “Ogni partita era una battaglia”. LEGGI TUTTO

  • in

    I soldi del Bahrein per i sogni dell’altra Parigi: Ligue 1, il derby col Psg e… Barella

    Nella capitale francese non ci sono solo i capitali qatarioti: Il Paris Fc in Ligue 2 è uno dei club più ricchi del paese grazie anche agli investimenti di re Al Khalifa. Il proprietario Pierre Ferracci: “Ora la promozione, poi una star internazionale” Non solo emiri. Re e sceicchi si contendono ormai la Ligue 1. Il campionato francese è diventato una trasposizione calcistica delle rivalità tra i Paesi del Golfo. Il Qatar è arrivato per primo, nel 2011, comprandosi il Psg che da quest’anno però deve vedersela con il Troyes che fa capo al regnante di Abu Dhabi. La squadra della galassia City è salita dalla Ligue 2 a maggio precedendo così il Pfc, ossia il Paris Football Club, l’altro club della capitale che ha sfiorato la promozione, ed è finanziato dalla scorsa estate anche dal fondo sovrano del Bahrein, altro acerrimo antagonista del regnante di Doha. Ma l’idea al Pfc, che riparte oggi da Grenoble, è di sfidare il Psg anche sul piano della formazione, assicurandosi i migliori talenti del futuro, sognando poi di portare sotto la Tour Eiffel, l’azzurro Nicolò Barella. LEGGI TUTTO

  • in

    Ancelotti confessa la frode fiscale, ma poi si giustifica: “Fui consigliato male”

    Ammette di avere frodato il fisco ma prova ad attenuare il peso delle violazioni. È stata una mattinata molto lunga per Carlo Ancelotti, chiamato a deporre in tribunale a Madrid per un presunto delitto di evasione fiscale svelato da Football Leaks e riferito nei giorni scorsi da Calciomercato.com (LEGGI QUI).Accompagnato da Carlos Zabala, responsabile dell’area penale per lo studio legale globale Clifford Chance, Ancelotti ha riconosciuto di non avere correttamente assolto ai propri doveri verso il fisco spagnolo relativamente all’anno 2014, all’epoca della sua prima esperienza sulla panchina del Real Madrid. E ha aggiunto di essere stato, in quell’occasione, “mal asesorado” (mal consigliato). Per questo motivo si è detto disposto a versare immediatamente i 300mila euro che gli vengono contestati più la multa e gli interessi per ritardato pagamento. LEGGI TUTTO

  • in

    Cani, spranghe, graffi, calci volanti: le 10 risse-scandalo del calcio sudamericano

    Atletico Mineiro-Boca è finita con otto membri della delegazione argentina in commissariato, ma in Sudamerica ricordano parecchi finali di partita violenti Scene di ordinaria violenza. Quanto visto nella notte al termine di Atletico Mineiro-Boca, sfida di Libertadores sfociata in un’aspra e generalizzata rissa che ha coinvolto giocatori, staff tecnici, polizia e agenti di sicurezza impegnati al Mineirao di Belo Horizonte, non è affatto una novità sui campi sudamericani. La storia è piena di sfide degenerate in risse epiche, con giocatori passati direttamente dal rettangolo di gioco al commissariato di polizia, esattamente come accaduto questa notte a otto membri della delegazione argentina (tra cui cinque giocatori) dopo il violento epilogo dell’ottavo di finale di coppa perso ai rigori contro i brasiliani. Di seguito, le dieci “battaglie campali” in salsa sudamericana che hanno fatto storia. LEGGI TUTTO

  • in

    Ecco la seconda maglia del Psg: l'omaggio è alla “Grande Parigi”

    Vi autorizzo al trattamento dei miei dati per ricevere informazioni promozionali mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms e sondaggi d’opinione da parte di RCS Mediagroup S.p.a.ACCETTO NON ACCETTOVi autorizzo alla comunicazione dei miei dati personali per comunicazione e marketing mediante posta, telefono, posta elettronica, sms, mms e sondaggi d’opinione ai partner terzi.ACCETTO NON ACCETTO LEGGI TUTTO