consigliato per te

  • in

    Verona, dopo Kalinic va ko anche Colley

    VERONA – In casa Verona è già “passata” la gioia per i tre punti centrati con il Parma, vista l’emergenza attacco in cui è piombato di nuovo Ivan Juric. Dopo Nikola Kalinic, per cui gli esami strumentali hanno rivelato una “lesione di primo-secondo grado del bicipite femorale della coscia destra”, si è fermato anche Ebrima Colley, uscito ieri nella gara contro i ducali. Per la giovane punta “postumi distrattivi al ginocchio sinistro con interessamento del legamento collaterale mediale”. Per entrambi, ha reso noto il Verona, non è ancora possibile quantificare i tempi di recupero. LEGGI TUTTO

  • in

    Verona, Juric: “Conquistiamo il prima possibile altri 6-7 punti”

    VERONA – Il tecnico del Verona Ivan Juric ha un largo sorriso in conferenza stampa dopo aver sconfitto 2-1 il Parma al Bentegodi: “Non ho visto solo il carattere, abbiamo giocato davvero bene. Siamo andati sotto e non era facile recuperare. Abbiamo giocato una gara davvero ottima. Oggi c’è poco di negativo. Ogni giocatore ha fatto il suo, la prestazione è stata convincente”. La classifica può far dormire sonni tranquilli ai gialloblù, ma il mister croato non vuole cali di concentrazione: “Dobbiamo migliorare, pensando a giocare bene. Iniziamo a recuperare qualche infortunato. Ci vogliono altri 6-7 punti per essere sicuri, li dobbiamo conquistare. Ma voglio che la squadra migliori il più possibile”.

    Guarda la gallery
    Barak, gol storico per la vittoria del Verona sul Parma

    Oggi anche chi non giocava da tanto ha soddisfatto le aspettative, come Cetin: “Lui non aveva sbagliato un allenamento. Ha fatto novantacinque minuti buonissimi contro Gervinho, è un segnale positivo per tutti noi”. Zaccagni, oggi assente, non è stato rimpianto: “Sta disputando un torneo impressionante. Mi dispiace per Colley, spero non sia niente di grave. Anche Bessa è entrato bene in partita. In un anno siamo migliorati sotto tanti aspetti; a Verona si allena bene, diamo il tempo ai giovani di crescere. È un piacere lavorare qui”.
    VERONA-PARMA 2-1: NUMERI E STATISTICHE LEGGI TUTTO

  • in

    Verona, Juric: “Scudetto, Milan tra le favorite. La Juve non domina più…”

    MILANO – “Complimenti ai ragazzi, sono andati oltre il limite, è un punto guadagnato. Questi ragazzi stanno facendo cose fantastiche”. Lo ha dichiarato il tecnico del Verona, Ivan Juric, ai microfoni di Sky dopo la gara con il Milan: “Ci sono tanti nuovi, non è facile, ci è mancata anche esperienza negli ultimi 30 minuti. Ma rispetto a 6 mesi fa, quando avevano fatto una gran partita qua, sono migliorati ulteriormente. Credo che abbiamo fatto un buon primo tempo, e anche una buona parte di secondo poi fisicamente non abbiamo retto. Loro lanciavano su Ibra che le prendeva tutte ed è diventata difficile… . Silvestri? Cresce giorno dopo giorno.  Penso che abbiamo un ottimo allenatore dei portieri, che lavora molto bene con lui. Lo Scudetto? MIlan, Inter e Roma, poi vedo il Napoli. Non vedo la Juve così dominante come gli anni passati. Il Milan è fantastico, mi è piaciuto molto: sarà un campionato molto interessante”. LEGGI TUTTO

  • in

    Coronavirus, Verona: positivo il presidente Setti

    VERONA – Un altro presidente di un club di Serie A, dopo Aurelio De Laurentiis e Urbano Cairo, si trova a dover fare i conti con il Coronavirus. Si tratta del numero uno dell’Hellas Verona, Maurizio Setti, risultato positivo al “test diagnostico effettuato ieri”. La nota ufficiale della società scaligera ha comunicato anche che il presidente “lievemente sintomatico, sta bene, è già in isolamento presso la propria abitazione e seguirà ora le procedure previste dal protocollo sanitario”. LEGGI TUTTO

  • in

    Juric: “Il mio Verona ha spirito. A Milano come contro la Juve”

    VERONA – Ancora una vittoria per il Verona di Ivan Juric, che ha regolato 3-1 il Benevento grazie ad una gran doppietta di Barak. Questo il commento del tecnico scaligero ai microfoni di Sky Sport: “A livello di punti sono stupito dalla partenza, penso che c’è ancora tanto lavoro da fare perchè la squadra è stravolta rispetto all’anno scorso. Oggi con un grande spirito hanno vinto questa partita, ma è stata veramente dura. Barak e Kalinic. Sono giocatori importanti che devono ancora trovare la miglior condizione, non è facile lavorare con tanti nuovi e fargli capire come si gioca, ma come ho detto vedo uno spirito fantastico e oggi questo ci ha fatto vincere, insieme alla qualità se rivediamo i gol. Kalinic sta crescendo e può fare ancora meglio, gli manca ancora lo scatto bruciante ma ci sta dando una grande mano, peccato per la traversa che ha preso, ma sono convinto che farà un bel campionato: deve continuare a lavorare come sta facendo adesso. Barak è un giocatore utile in tante fasi e che sa stare in campo, ha tempi di inserimento, il primo che ha fatto è stato un grande gol. Lui ha avuto il Covid, oggi prende e fa due gol… devo dirgli grazie per quello che sta facendo”.
    VERONA-BENEVENTO 3-1: LA CRONACA

    “Milan? Non partiamo battuti”
    Ancora Juric: “Zaccagni? Nelle ultime due gare è stato più concreto, sta crescendo e può fare ancora di più. Lui ha fatto un passo in avanti rispetto all’anno scorso. A me piace migliorare i giocatori, anche se è difficile lavorare senza preparazione. Abbiamo perso tanti giocatori buoni, ma troveremo altro. Il nostro obiettivo è sempre quello di fare il massimo. Un altro Amrabat? Vieira ha dimostrato di poter fare il suo lavoro in questo tipo di partite, anche se Amrabat è diventato davvero un giocatore forte. In difesa tanti possono migliorare. Ibrahimovic domenica prossima? Il Milan ha fatto un progetto e si vede, faccio i complimenti a Pioli, ma andremo lì con lo stesso spirito con cui siamo andati a giocare con la Juve. Non partiamo battuti”. LEGGI TUTTO

  • in

    Verona, Juric: “Benevento sfida intensa, ce la metteremo tutta”

    VERONA – “Se a Torino si è visto il Verona di Juric? La partita contro la Juventus è diversa dalle altre. Contro i bianconeri abbiamo giocato come ho chiesto ai ragazzi. Contro il Parma e il Genoa parliamo di due partite differenti dalla prima. Se noi comandiamo il gioco, come successo in queste due, poi dobbiamo essere più bravi a finalizzare. Ma noi possiamo migliorare in tutte le partite, sia in quelle contro le squadre come la Juve, sia nelle altre”. Lo ha dichiarato il tecnico del Verona, Ivan Juric, in vista del match con il Benevento:”Il Benevento? È una squadra che già l’anno scorso ha dimostrato di essere da Serie A. Hanno aggiunto calciatori di valore rispetto all’annata precedente. Hanno fatto delle belle prestazioni, si conoscono e lavorano bene. Anche contro il Benevento il nostro dovere è sempre quello di dare il massimo, perché ogni sfida è un’occasione per fare punti. Sarà una partita molto intensa, e ce la metteremo tutta”. “.

    La situazione
    “Barak e Günter? Günter non giocherà, ha trascorso 18 giorni a casa a causa del Covid e deve recuperare. Barak invece era già tornato in campo, anche contro il Benevento sarà convocato, così come Lovato, Ceccherini e Di Carmine. In difesa abbiamo recuperato Magnani e Dawidowicz, che possono essere delle valide alternative. Rüegg? Si è appena fatto male, non è il momento di fare una prognosi, aspettiamo e speriamo torni presto, così come Faraoni e Veloso. A centrocampo, purtroppo, si è fermato Vieira, per il quale valuteremo i tempi di recupero in questi giorni. Colley? Ha preso un colpo all’anca contro il Venezia: valuteremo anche lui in queste ore. Favilli? Speriamo di recuperarlo dopo la sosta perché un giocatore molto importante per noi, ha fatto due gol e ci ha fatto guadagnare quattro punti. Sono molto dispiaciuto del suo stop, stava acquisendo fiducia e minuti nelle gambeGli infortuni? Quando un ragazzo si fa male, a me dispiace tanto per lui, sapendo il percorso di recupero che lo aspetta. Prima del lockdown l’anno scorso giocavano sempre gli stessi e nessuno si è fatto male, mentre in questo periodo i ragazzi sono molto sollecitati e non hanno potuto assorbire i carchi di lavoro, perché il tempo è stato poco, perché fra una stagione e l’altra non c’è stato praticamente stacco, perché si è tornati subito a giocare gare ufficiali. Noi giochiamo con molta intensità e questo è il nostro modo di affrontare le partite: abbiamo diminuito i carichi di lavoro, ma non posso chiedere ai miei ragazzi di rallentare, perché il nostro calcio è fatto di vigore, intensità, ritmi alti. In questa settimana ho visto una volontà incredibile dei ragazzi, cercano sempre di fare ciò che io chiedo loro. E anche di più. Tutto questo lo devo al lavoro quotidiano e al lavoro del mio staff, che ritengo essere uno dei migliori in Italia”.
    Ilic, Zaccagni e Kalinic
    “Ili?? Sta giocando bene. È un calciatore molto giovane, con un grande margine di miglioramento. Il potenziale è enorme a livello di costruzione del gioco e di inserimento. Ha anche un ottimo ‘passo’. E’ un piacere allenarlo. Zaccagni? Contro la Juve mi è piaciuto tanto. Lo conosco e lui sa cosa voglio da lui. Ha fatto una partita da giocatore vero, sia in fase offensiva che difensiva. Sta andando molto bene, deve continuare così. Kalini?? E’ un giocatore fortissimo. Contro la Juve si è vista la caratura del calciatore. Lavorando e recuperando la migliore condizione, potrà fare sempre meglio”. LEGGI TUTTO