consigliato per te

  • in

    Napoli, Floki nuovo back sponsor sulla maglia

    NAPOLI – Nuovo sponsor per il Napoli, che ha ufficializzato con un comunicato l’accordo con Floki, il marchio di meme token, che diventa il nuovo back sponsor sulla maglia della squadra di Spalletti. Floki ha già collaborazioni con altri club di calcio e con atleti come il campione del mondo di pugilato Tyson Fury. La partnership include la presenza del logo Floki sul retro della maglia da gara del Napoli, la visibilità sui led intorno al terreno di gioco dello Stadio Maradona per tutte le partite casalinghe nazionali e altri significativi asset promozionali.
    Sintonia tra Napoli e Floki
    “Nelle prime settimane di stretta collaborazione, che hanno portato oggi a questo annuncio di partnership, abbiamo scoperto che il nostro club e Floki hanno in comune gli stessi valori e le stesse aspirazioni di crescita – le parole di Serena Salvione, chief international development officer del Napoli – abbiamo sempre dimostrato la nostra creatività in molti settori e crediamo che questo nuovo accordo rafforzi il nostro impegno nel creare sempre partnership innovative ed essere al passo con nuove tendenze e servizi/prodotti”. LEGGI TUTTO

  • in

    “Per Osimhen sei placche e diciotto viti”: l'impressionante racconto del medico

    “L’infortunio di Osimhen non è stato una semplice frattura allo zigomo ma ha interessato anche diverse ossa del viso”. Gianpaolo Tartaro, il chirurgo che ha operato l’attaccante nigeriano a Napoli, ha rivelato i dettagli dell’intervento e i tempi di recupero. “Non è stato un trauma da urto, bensì da compressione: la forza cinetica generata dallo schiacciamento del viso di Osimhen contro quello di Skriniar ha creato un danno devastante – le parole a 1 Station Radio – Per ricomporre le fratture ho dovuto inserire sei placche e ben diciotto viti. È ancora presto per parlare di tempi di recupero perché l’intervento è stato davvero complesso: le condizioni del viso del calciatore erano pessime ma garantisco che l’intervento sia perfettamente riuscito”.Guarda la galleryOsimhen, violento scontro in campo con Skriniar: occhio gonfio!
    “Studiamo la maschera adatta per Osimhen”
    “L’osso malare si è pluri-frammentato – ha aggiunto a calciomercato.it – Avrà avuto una ventina di fratture, Osimhen è finito come sotto una pressa. Tre ore e mezza di intervento: tutto sbagliato quello che si è detto prima e quello che ho letto in giro. Tre incisioni abbiamo dovuto applicare su più punti del visto. I novanta giorni di prognosi sono, purtroppo, concretissimi. La maschera che tutti credono sia facile, purtroppo, scarica su dei punti particolari: questa maschera che facciamo oggi si appoggia dove c’è la frattura. Dobbiamo studiare una maschera adatta alla conformazione di Victor, non è una questione così banale, anzi. C’è un nervo lì, tutto molto complicato”.
    “Rientro? Ci siamo presi una forbice larga”
    “Canonico (responsabile medico della SSC Napoli) è molto bravo, lo aiuterà per il meglio. Posso dire che di sicuro non va in Coppa d’Africa. Vediamo come si evolve la situazione, ci siamo presi una forbice larga. Vediamo come rispondono orbita e nervo: la cavità oculare si è stretta. L’occhio è uscito dall’orbita, andiamo con i piedi di piombo. Da tifoso, lo vorrei in campo, ma dobbiamo aspettare i tempi tecnici corretti”. LEGGI TUTTO

  • in

    Osimhen operato a Napoli: ecco i tempi di recupero

    L’operazione è perfettamente riuscita, ma i tempi di recupero sono più lunghi del previsto. Il Napoli perderà Osimhen per circa tre mesi. L’attaccante, scrive la società in un comunicato, “è stato operato questa mattina dal Prof. Tartaro, coadiuvato dal dott. Mario Santagata ed alla presenza del dott. Canonico, per un intervento di riduzione e contenzione delle fratture pluriframmentarie e scomposte dell’osso malare, dell’arco e del pomello zigomatico, del pavimento e della parete laterale dell’orbita, e della diastasi della sutura fronto-zigomatica. La sintesi dei monconi ossei è stata fatta tramite placche e viti in titanio. Il giocatore sta bene e resterà in osservazione per qualche giorno. La prognosi è stimata in circa 90 giorni”.Guarda la galleryOsimhen, violento scontro in campo con Skriniar: occhio gonfio!
    Quando torna in campo Osimhen
    Spalletti dovrà quindi fare a meno del suo attaccante per almeno tre mesi: “Spero di riaverlo per la gara di dicembre contro il Milan” aveva dichiarato invano il tecnico prima del bollettino medico. Osimhen salterà di certo la Coppa d’Africa con la sua Nigeria: l’augurio del club azzurro è quello di riaverlo per la trasferta dell’Olimpico contro la Lazio, in programma a fine febbraio. LEGGI TUTTO

  • in

    Napoli, anche Insigne ko: out con lo Spartak Mosca

    Altre brutte notizie per Luciano Spalletti e il Napoli. Dopo gli infortuni di Osimhen e Anguissa, si ferma anche Lorenzo Insigne. Il capitano non partirà per la trasferta di Europa League in Russia contro lo Spartak Mosca in programma mercoledì alle 16.30 per un problema al ginocchio destro. Come riportato dal Napoli: “Insigne ha svolto terapie e differenziato in palestra e non prenderà parte alla trasferta di Mosca a causa di una tendinopatia da sovraccarico al ginocchio destro. Anguissa ha svolto terapie. Ounas terapie e personalizzato in campo”. LEGGI TUTTO

  • in

    Napoli, si ferma anche Insigne: salta lo Spartak Mosca

    Continua la maledizione in casa Napoli. Dopo gli infortuni di Osimhen e Anguissa rimediati nel match di campionato contro l’Inter – prima sconfitta stagionale in A per gli azzurri – Luciano Spalletti deve fare i conti anche con l’infortunio di Lorenzo Insigne. Il capitano non partirà per la trasferta di Europa League in Russia contro lo Spartak Mosca, in programma mercoledì alle 16.30, per un problema al ginocchio destro.

    Napoli, gli affanni di Insigne

    Insigne ko, la nota del Napoli

    Nella nota diramata dal Napoli si legge: “Insigne ha svolto terapie e differenziato in palestra e non prenderà parte alla trasferta di Mosca a causa di una tendinopatia da sovraccarico al ginocchio destro. Anguissa ha svolto terapie. Ounas terapie e personalizzato in campo”. Si allunga, dunque, la lista degli indisponibili in casa Napoli. Gli azzurri dopo l’impegno di Europa League in Russia saranno chiamati a riscattare il ko contro l’Inter nel match in programma domenica alle 20.45, quando al Diego Armando Maradona arriverà la Lazio del grande ex Maurizio Sarri. Una sfida che Spalletti potrebbe essere costretto ad affrontare senza molti uomini importanti. Oltre alle assenze sicure di Osimhen e Anguissa, infatti, rimane in forte dubbio la presenza anche di Insigne. 

    Guarda la galleryOsimhen, violento scontro in campo con Skriniar: occhio gonfio! LEGGI TUTTO

  • in

    Europa League: scelto l'arbitro per Spartak Mosca-Napoli

    Sarà l’arbitro francese Clément Turpin a dirigere Spartak Mosca-Napoli, partita valida per quinta giornata di Europa League e in programma mercoledì alle 16.30. Assistenti di linea: Danas e Gringore. IV uomo: Millot. VAR: Letexier-Delerue.

    I precedenti di Turpin con il Napoli

    Napoli-AIK Solna 4-0 del 20 settembre 2012 (Europa League)

    Salisburgo-Napoli del 23 ottobre 2019 (Europa League)

    Guarda la galleryNapoli, grande reazione in casa del Legia: poker in Europa League LEGGI TUTTO

  • in

    Il Napoli celebra Mertens: “Superato Vojak, miglior marcatore della storia del club in A”

    NAPOLI – Purtroppo per il Napoli il suo gol non è servito a uscire da San Siro con dei punti, ma resterà comunque nella storia. E non per la bellezza in sé per sé di quella conclusione che non ha lasciato scampo ad Handanovic, ma perché con quella rete Dries Mertens è diventato ufficialmente il miglior marcatore di sempre in Serie A del club azzurro. È salito a quota 103, ha staccato l’ex primatista Antonio Vojak, che arrivato in Campania (dalla Juve) nel 1929, giocò 190 partite in Serie A con quella maglia e mise a segno 102 reti.Guarda la galleryL’Inter ferma il Napoli: Lautaro decisivo, magia di Mertens
    Napoli, Mertens nella storia
    Un record rimasto tale fino a ieri, quando Mertens ha momentaneamente ravvivato le speranze azzurre nel match al Meazza. E pensare che era “solo un esterno”, Dries, quando arrivò a Napoli. Poi, grazie a un’intuizione di Sarri per sopperire all’addio di Higuain, si spostò qualche metro più centralmente, diventando così una punta vera. Uno da 103 gol, appunto. E il belga avrà ancora tante partite per incrementare il suo bottino, come suggerito dal tweet del club: “GREATNESS CAN BE EVEN GREATER (la grandezza può essere ancora più grande, ndr). Dries Mertens ha superato Antonio Vojak ed è ora il miglior marcatore della storia del Napoli in Serie A”. Questa intanto la classifica all time dei gol in Serie A con la maglia del Napoli:

    1) Dries Mertens – 103 (272 partite)
    2) Antonio Vojak – 102 (190)
    3) Marek Hamsik – 100 (408)
    4) Diego Maradona – 81 (187)
    5) Edinson Cavani – 78 (104)
    6) Attila Sallustro – 78 (206)
    7) Antonio Careca – 73 (163)
    8) Gonzalo Higuain – 71 (104)
    9) José Altafini – 69 (178)
    10) Luis Vinicio – 68 (151) LEGGI TUTTO

  • in

    Lapo Elkann fa gli auguri a Osimhen: “Napoli ha bisogno di te, torna presto”

    “Auguri di pronta guarigione a Osimhen. Il Napoli ha bisogno di te. Anche noi  tifosi che apprezziamo il bel calcio ti aspettiamo presto in campo”. Con questo messaggio pubblicato su Twitter Lapo Elkann, tifoso vip della Juve, ha voluto dedicare un pensiero speciale all’attaccante di Spalletti, colpito duramente nello scontro aereo con Skriniar a San Siro e uscito infortunato: frattura allo zigomo sinistro e un mese di stop. Nel tentativo di colpire di testa, i due si sono colpiti ma ha avuto la peggio l’ex Lilla che ora dovrà rimanere ai box per diverso tempo. Guarda la galleryL’Inter non molla lo scudetto: Napoli ko, Lautaro si risveglia LEGGI TUTTO