consigliato per te

  • in

    Il Rennes cade ancora: Camavinga non incide, 2-1 Nizza

    RENNES (Francia) – Il Nizza, reduce da 5 sconfitte nelle ultime 6 partite e privo di 7 calciatori (Atal, Danilo, Dante, Dolberg, Mvula Lotomba, Reine-Adelaide e Rony Lopes), esce dalla crisi, il Rennes sprofonda nel baratro. Al Roazhon Park, infatti, fanno festa Les Aiglons della Costa Azzurra, sbloccando il risultato al 19′ con il calcio di rigore segnato da Gouiri, il quale regala poi a Daniliuc al 58′ il gol che vanifica il momentaneo pari di Terrier (39′). Le vecchie conoscenze della Serie A Nzonzi e Dalbert (in campo dal 65′), oltre che l’astro nascente del calcio transalpino Camavinga (sostituito al medesimo minuto), hanno raccolto appena due punti in 6 gare (frutto di due pareggi e quattro ko, cui si aggiunge quello in Coppa di Francia) e rischiano ora di scivolare a -5 dalla zona Europa. Il Nizza si porta invece provvisoriamente a +9 sulla terz’ultima. LEGGI TUTTO

  • in

    Mavididi show, l'ex Juve trascina il Montpellier con una doppietta

    MONTPELLIER (Francia) – Cinque partite senza vittorie e secondo ko consecutivo: sono i numeri della crisi di risultati con cui è costretto a fare i conti il Rennes di Nzonzi e Camavinga (oggi fuori dall’undici titolare), cui non è bastata la sfuriata del ds Florian Maurice per dare una scossa all’ambiente. Vince agevolmente il Montpellier, terzo successo di fila che porta in dote l’aggancio in classifica ai rivali odierni (a quota 38 punti), trascinato dalla doppietta dell’ex Juve Mavididi. L’attaccante inglese, dimenticato dalla retroguardia dei padroni di casa, sblocca al 17′ sugli sviluppi di un calcio di punizione, raddoppia quindi 10′ dopo sfruttando un errore di Martin. Il Montpellier sciupa il tris, fallendo un rigore con Savanier (51′), il Rennes torna in partita con Guirassy (78′), ma l’assalto finale non produce gli effetti sperati.

    Montpellier-Rennes, tabellino e statistiche
    Ligue 1, risultati e classifica
    Ligue, Bordeaux e Nizza ko. Vincono Metz e Lens
    Il Lens liquida 2-1 il Digione, in 10 dal 74′ per l’espulsione di Kamara, grazie alle reti di Fofana (30′) e Banza (64′) – inutile il provvisorio pari di Ngonda al 61′ – e si porta al quinto posto della classifica di Ligue 1 a quota 40 punti. Insegue a -2 il Metz, che si impone col medesimo risultato a Nizza: uno-due firmato Kouyate (15′)-Gueye (38′), il rigore di Gouiri (61′) arricchisce soltanto il tabellino. Importantissimo successo, il secondo consecutivo, del Nimes penultimo, distante ora soli tre punti dalla zona salvezza: Meling (14′) e Ripart (71′) stendono il Bordeaux. Finisce invece senza reti tra Strasburgo ed Angers. LEGGI TUTTO

  • in

    Ligue 1, Garcia batte 3-2 il Brest e vola in vetta. In gol Paquetá

    BREST (FRANCIA) – Vittoria con il brivido per il Lione di Garcia, che batte 3-2 il Brest e vola momentaneamente in vetta alla Ligue 1, scavalcando il Psg e agganciando il Lilla, entrambe con una partita in meno. L’Olympique chiude 3-0 il primo tempo con i gol dell’ex Milan Paquetá, Aouar e Depay. Poi si rilassa e subisce due gol nella ripresa. Al Brest non bastano però le reti di Chardonnet e Cardona. Garcia vince e vola in vetta. 

    Classifica Ligue 1
    Brest-Lione 2-3: vittoria con brivido per Garcia
    La squadra di Garcia mette la sfida sui propri binari già nella prima mezz’ora. Prima Lopes neutralizza un colpo di testa di Mounie, poi al 9′ Paquetá porta avanti il Lione. L’ex Milan, in gol anche nel turno precedente, sconfitta per 2-1 contro il Montpellier, approfitta di un erroraccio dell’estremo difensore avversario Cibois e realizza il gol dello 0-1. Dopo un’altra incornata di Mounier deviata in angolo da Lopes ecco che arriva il raddoppio. La firma è quella di Aouar, che non può far altro che mettere dentro il perfetto assist di Depay. L’ex Manchester United si concede poi la gioia personale e dal dischetto realizza lo 0-3 che manda le due squadre negli spogliatoi. I padroni di casa, però, non si abbattono e con Chardonnet e Cardona rimettono la sfida in discussione a 15′ più recupero dalla fine. Ma il “miracolo” non succede, il Lione vince e Garcia vola momentaneamente al primo posto della Ligue 1. 
    Brest-Lione 2-3: tabellino e statistiche della sfida LEGGI TUTTO

  • in

    “Paris Saint-Germain, Neymar rinnova fino al 2026”

    PARIGI – Neymar non si allontanerà da Parigi per le prossime stagioni. Secondo Qatar Today, l’ex Barcellona che ieri non ha preso parte al match di Champions proprio contro i blaugrana, prolungherà fino al 2026. Neymar, che ha il contratto in scadenza fra un anno e mezzo, continuerà a guadagnare le stesse cifre di oggi e sarà ancora il leader del progetto dei parigini, anche davanti a Kylian Mbappè che invece deve ancora dare una risposta all’offerta di rinnovo del club visto che anche lui è in scadenza nel 2022. Chissà se i due potranno abbracciare nella prossima stagione Lionel Messi, che potrebbe ricomporre la coppia che ha fatto le fortune del Barcellona prima che il PSG versarre i 222 milioni di clausola rescissoria per Neymar nel 2017. LEGGI TUTTO

  • in

    Lione, l'effetto Covid sul bilancio: persi 111 milioni

    LIONE – Il Lione ha accusato la pandemia causata dal Coronavirus nel bilancio. Il cliub, infatti, ha registrato una perdita di circa 111 milioni di euro. Il buco è stato calcolato tra la mancata partecipazione alla Champions, dal valore di circa 64 milioni, causata dall’interruzione dello scorso campionato, botteghino, 29 milioni e diritti tv, 18 milioni dopo il caso Mediapro. Le cifre del Lione sono il linea con quelle delle altre squadre francesi con il PSG che ha stimato un buco di 200 milioni, mentre il Marsiglia di 50. Il trend negativo si conferma anche nel secondo semestre del 2020 in cui è stato registrato un rosso per 50.6 milioni contro un utile di 14.9 milioni registrato un anno prima nello stesso periodo. LEGGI TUTTO

  • in

    Ligue 1, rallentano il Monaco e la capolista Lilla

    PRINCIPATO DI MONACO – Il 25esimo turno di Ligue 1 regala gol e spettacolo con il Monaco che si salva in extremis contro il Lorient: 2-2 il finale. Kovac, dopo 7 vittorie di fila, prende un punto e resta al quarto posto con 49 punti, mentre continua la serie positiva di Pelissier, 5 partite senza sconfitta, che rimane una casella sopra alla zona retrocessione a quota 23. Al 7′ ospiti in vantaggio con Moffi su calcio di rigore, poi non accade più nulla fino all’intervallo. Nella ripresa al 3′ Ben Yedder pareggia, anche lui dal dischetto. Il nuovo vantaggio del Lorient lo firma ancora Moffi, ma in pieno recupero arriva il pareggio definitivo di Ben Yedder, autore anche lui di una doppietta. Per Pellegri dieci minuti nel finale con l’ingresso in campo al posto di Henrique. Ko interno invece per il Rennes, sempre quinto ma che vede il Monaco distante ora 11 punti. Vince il St.Etienne per 2-0 grazie alle reti di Bouanga e Nordin.

    Monaco-Lorient, tabellino e statistiche
    Rennes-St.Etienne, tabellino e statistiche
    Frena il Lilla, il Nimes lascia il Digione all’ultimo posto
    La capolista Lilla non va oltre lo 0-0 interno con il Brest dodicesimo in classifica e vede ora ridurre il proprio vantaggio sul Psg secondo ad un solo punto. Successo esterno per il Nimes nello scontro salvezza sul campo del Digione. Decisive per il 2-0 finale le realizzazioni nella ripresa di Ripart ed Eliasson, padroni di casa che chiudono anche in 10 per l’espulsione al 91′ di Sammaritano e ora sono ultimi in solitaria 15 punti, a -3 proprio dagli avversari di oggi. Si riscatta anche il Nantes che passa per 3-1 con l’Angers: Simon, Louza e Bamba regalano un sorriso a Domenech, solo per il tabellino il rigore di Mangani per i bianconeri. Vittoria fuori casa, per 2-1, anche per lo Strasburgo sul campo del Metz.
    Ligue 1, la classifica LEGGI TUTTO

  • in

    Psg, Neymar e la maledizione di marzo: salta il Barcellona

    PARIGI (FRANCIA) – Brutte notizie in casa Psg. Il responso degli esami ai quali si è sottoposto Neymar dopo l’infortunio contro il Caen in Coppa di Francia hanno evidenziato una lesione di secondo grado agli adduttori. Il brasiliano, dunque, salta la doppia sfida di Champions League contro il Barcellona negli ottavi di finale. Niente di nuovo. O Ney, infatti, prima della scorsa stagione, era rimasto ai box per cinque anni di fila nel mese di marzo, in concomitanza con il compleanno della sorella (11 marzo). Un vero e proprio incubo per il brasiliano, ma una manna dal cielo per Koeman, che avrà un pensiero in meno in vista dei 180 minuti contro i parigini. 

    Neymar: “Non sono un festaiolo, ma se penso solo al calcio esplodo”
    Neymar sempre ai box nel mese di marzo: quanti infortuni!
    Riavvolgendo il nastro, dunque, Neymar a marzo non gioca mai: è sempre fermo ai box per infortunio. Nel 2018, dopo aver disputato la gara d’andata degli ottavi al Bernabeu contro il Real Madrid, fu costretto a saltare il ritorno in Francia per una frattura del quinto metatarso del piede destro rimediata in una partita contro il Marsiglia, che gli negò 16 turni di campionato. L’anno seguente, sempre per gli stessi problemi, fu costretto al forfait nella doppia partita contro il Manchester United, con gli inglesi che eliminarono il Psg dalla competizione. Maledizione di marzo scongiurata la scorsa stagione, quando Neymar portò i parigini ai quarti di finale con una due gol tra andata e ritorno contro il Borussia Dortmund. Ma l’infortunio di marzo è ormai una costante, e si ripresenta, puntualmente, anche in questa stagione. Brutte notizie per Pochettino. LEGGI TUTTO