consigliato per te

  • in

    Cristiano Ronaldo e il garage dei record: con la nuova Aston Martin vale 20 milioni

    Per il suo 37esimo compleanno, Cristiano Ronaldo ha ricevuto una Cadillac Escalade da 180mila euro. Un “regalino” dalla sua Georgina che conosce bene la passione per le auto del portoghese. Passione che non ha freni e quando c’è qualcosa da festeggiare sembra che sia tradizione, in questa famiglia, andare a comprare una nuova vettura. Proprio quello che è successo in questi giorni: reduce dalla tripletta al Tottenham, l’attaccante del Manchester United si è voluto premiare con una Aston Martin DBS Superleggera da quasi 240mila euro con cui si è recato agli allenamenti. 
    Ronaldo tra Ferrari, Bugatti e Bentley
    Dalla sua, l’Aston Martin DBS Superleggera vanta un motore V12 biturbo da 5,2 litri, che eroga ben 715 CV, ha una velocità massima di quasi 340 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 in 3,4 secondi. Un’auto di lusso a cui non mancano i numeri, proprio come piacciono a Ronaldo che vanta un garage da record.
    Prima degli ultimi due recenti acquisti, Cristiano Ronaldo ha comprato non molto tempo fa una Bentley Flying Spur da quasi 300mila euro. Ma della sua ricchissima collezione fanno parte due Bugatti, Veyron e Chiron, del valore di 2,5 milioni e 2 milioni di euro, una rara McLaren Senna da poco più di 1 milione di euro. Si aggiungo alla lista anche una Ferrari F12 TDF e una Ferrari Monza SP2. Ma con Ronaldo non si può mai sapere: c’è sempre un nuovo acquisto a quattro ruote dietro l’angolo. Nel frattempo il valore del suo garage cresce mese dopo mese: siamo arrivati a superare i 20 milioni di euro!
    Cristiano Ronaldo, che disavventura sotto la pioggia: sfreccia in Lambo e l’acqua… LEGGI TUTTO

  • in

    Ronaldo, festa social per gli 807 gol: “Orgoglioso di aver superato un'altra sfida”

    MANCHESTER (Inghilterra) – Nonostante le continue voci sugli attriti con il tecnico tedesco Ralf Rangnick e sul possibile addio al Manchester United alla fine della stagione Cristiano Ronaldo ha voluto celebrare con un post sui propri account social il nuovo record raggiunto ieri sera grazie alla tripletta realizzata contro il Tottenham: “Orgoglioso di aver superato un’altra sfida diventando il miglior marcatore del mondo per club, solo 6 mesi dopo essere diventato il miglior marcatore internazionale del mondo. Nient’altro che rispetto per Romário, uno dei migliori attaccanti di tutti i tempi! Grazie a tutti i giocatori che ho incontrato durante la mia carriera, grazie a tutti i club che ho rappresentato, grazie a tutti i miei tifosi e, soprattutto, grazie alla mia splendida famiglia. Non ce l’avrei fatta senza di te!”. Cristiano Ronaldo è ora diventato il miglior marcatore di tutti i tempi del calcio professionistico con 807 gol. LEGGI TUTTO

  • in

    Cristiano Ronaldo e quel gesto applaudito dai rivali dell’Atletico

    Non è andato a segno nell’1-1 di Champions al Wanda Metropolitano tra Atletico e United, ma Cristiano Ronaldo ha comunque fatto discutere la tifoseria rivale. E stavolta in positivo. Nelle ultime ore sono diventate virali le immagini che ritraggono il campione portoghese lasciare il terreno di gioco in un dettaglio che è passato tutt’altro che inosservato. Dopo il fischio finale, CR7 si è diretto verso gli spogliatoi e lungo il ‘cammino’ ha incrociato lo stemma dei colchoneros: incurante dei cori non proprio carini dei suoi acerrimi nemici – per lui che ha passato una vita al Real – ha evitato di calpestarlo, schivandolo in un gesto di enorme rispetto e prendendosi gli applausi di tutto il popolo dell’Atletico. Guarda la galleryLo United di Ronaldo riacciuffa l’Atletico grazie al baby Elanga LEGGI TUTTO

  • in

    United, Ronaldo suona la carica: “Non molla nessuno”

    MANCHESTER (Inghilterra) – Cristiano Ronaldo ed il Manchester United sono stati i protagonisti del martedì di Premier League. Infatti nel successo per 2-0 contro il Brighton nel recupero del 18° turno il portoghese ha trovato il 1° gol del 2022 (non segnava dal 30 dicembre 2021). Vittoria importante per i Red Devils in chiave lotta Champions League visto che adesso sono al 4° posto (43 punti), un successo che carica l’ambiente e lo stesso Cr7 che su Instagram ha voluto mandare un messaggio ai tifosi e non solo: “Di nuovo in pista! Nessuno si arrende e c’è solo un modo per rimettersi in carreggiata: duro lavoro, lavoro di squadra, lavoro serio. Tutto il resto è solo rumore. Andiamo Diavoli!”Guarda la galleryCristiano Ronaldo, che urlo dopo il gol ritrovato! LEGGI TUTTO

  • in

    Daily Star: “Ronaldo ha deciso: «Se resta Rangnick lascio lo United»

    MANCHESTER (Inghilterra) – Cristiano Ronaldo starebbe pianificando dei colloqui con il suo agente Jorge Mendes per decidere se il suo futuro sarà ancora al Manchester United. A riportare la notizia è il “Daily Star”, che spiega come l’asso portoghese sia rimasto deluso dal suo ritorno a Old Trafford e sia deciso a valutare tutte le opzioni a fine stagione. Addio compreso. Ronaldo dovrebbe incontrare Mendes quando tornerà in Portogallo a marzo, per giocare la difficile sfida di qualificazione ai Mondiali contro la Turchia. Secondo il quotidiano inglese, l’ex Juve e Real Madrid starebbe tirando le somme sul suo possibile futuro a Manchester in attesa di scoprire chi sarà l’allenatore a partire dalla prossima stagione, visto e considerato il rapporto non proprio idilliaco con il manager ad interim Ralf Rangnick. LEGGI TUTTO

  • in

    Tacchinardi incorona Vlahovic: “Via Ronaldo è lui il nuovo re della Juve”

    Continua il magic moment della Juve. Il 2-1 contro il Sassuolo permette ai bianconeri di conquistare la semifinale di Coppa Italia e il 12° risultato utile consecutivo tra campionato e coppa nazionale. Gli acquisti di gennaio, Vlahovic e Zakaria, hanno poi dato nuova linfa, con l’attaccante serbo che dopo aver bagnato il debutto segnando al Verona ha propiziato l’autorete di Tressoldi contro i neroverdi, decisiva per strappare il pass per il turno successivo. In semifinale Dusan affronterà il suo recente passato, la Fiorentina.Guarda la galleryJuve-Sassuolo: Dybala decisivo, Alex Sandro versione lusso. Le pagelle bianconere
    Tacchinardi incensa Vlahovic
    Al termine della sfida contro la formazione di Dionisi, Alessio Tacchinardi, ex centrocampista della Vecchia Signora, ha speso parole importanti nei confronti del 22enne serbo. “È un giocatore straordinario, è un giocatore che ha un gol a partita e quindi per la Juve, avendo perso Ronaldo, va ad aumentare terribilmente lo score di questa squadra, che soffriva tantissimo davanti. Questo è un gol che si inventa da solo. È molto bravo ad aspettare il difensore, poi mette la spalla, lo sposta. È un po’ fortunato nel rimpallo, ma tanti complimenti a questo giocatore. Un calciatore che arriva, fa due gol, pur giovane che sia, ha grandissima personalità. Ha fatto anche dei tiri di destro da trenta metri, ha personalità. Questi giocatori quando entrano nelle grandi squadre e spaccano subito, vuol dire che hanno una grande forza mentale. Oggi la Juve ha trovato il suo vero re. È andato via il Re Ronaldo, lui è il nuovo Re della Juventus”.
    Juve, Vlahovic parla da leader: “Con Dybala e Morata intesa fantastica”
    Perin: “Vlahovic mentalità Juve. Stiamo costruendo qualcosa di importante”
    Guarda la galleryVlahovic, l’esultanza con inchino alla Chiesa: “Eccomi qua, Juve” LEGGI TUTTO

  • in

    Vlahovic dopo Cristiano Ronaldo: in eredità anche la villa

    TORINO – Dopo la maglia, Dusan Vlahovic valuta anche il castello del Re. Il 22enne neo juventino, super colpo invernale dei bianconeri (70 milioni più bonus), ha dimostrato di avere le spalle larghe. In una situazione ambientale tutt’altro che semplice, con il suo nome in prima pagina un giorno sì e l’altro pure per questioni contrattuali, il serbo ha vissuto i suoi ultimi mesi a Firenze con poche chiacchiere e tanti gol: 20 in mezza stagione tra campionato (17) e Coppa Italia (3). Non sembra temere le pressioni, Vlahovic… Non a caso alla Juventus ha accettato di indossare il numero 7, fino ad agosto proprietà di mister 101 reti in bianconero, 5 Champions e altrettanti Palloni d’Oro in carriera. Ma nei prossimi giorni Dusan potrebbe ereditare un altro pezzo del triennio italiano e juventino di Cristiano Ronaldo: la villa sulle colline torinesi.Guarda la galleryVlahovic, primo allenamento con la maglia della Juve e colloquio con Allegri

    Juve da CR7 a DV7

    Nel caso non sarebbe né un atteggiamento da star, né da uno che si è montato la testa e prova a scimmiottare il campione portoghese. Tutt’altro. Vlahovic ha sì il mito di Cristiano Ronaldo, ma se davvero deciderà di andare ad abitare nella sua ex villa che guarda Torino dall’alto verso il basso non sarà certo per il panorama mozzafiato o per la metratura mostruosa, che al contrario potrebbe rappresentare un freno. Dusan è sempre stato affascinato dai gol e dal fisico di Cristiano e in questi anni ha cercato di imitare il giocatore più forte del mondo negli atteggiamenti dentro e fuori dal campo attraverso uno stile di vita iper professionale. Già, perché dietro alle reti del giovane serbo non ci sono soltanto qualità innate, bensì tanto lavoro al campo e anche a casa. DV7 è maniaco del corpo, proprio come il suo idolo Zlatan Ibrahimovic e il suo modello portoghese del Manchester United. A Firenze, Dusan, era solito sottoporsi agli straordinari casalinghi e sotto la Mole intende rafforzare e migliorare queste abitudini per diventare sempre più forte. Così Vlahovic, apparso umile ma anche molto determinato nei primi approcci con il mondo Juventus, vorrebbe avere un’abitazione attrezzata per i “compiti a casa”. Più che una bella cucina o una camera da letto grande come un appartamento, il nuovo centravanti juventino ha due necessità: una palestra ben attrezzata e una piscina interna per poter lavorare e recuperare anche lontano dalla Continassa. Esattamente come è solito fare Cristiano Ronaldo, fanatico del del proprio fisico. Vlahovic non è un clone di CR7 – nessuno potrà mai esserlo, parliamo di uno dei numero uno della storia del calcio – però come mentalità sembra assomigliargli. Probabilmente l’ex castello di Ronaldo non è l’unica abitazione torinese dotata di questi comfort per l’allenamento, ma sicuramente il fatto che uno come Cristiano si sia trovato molto bene in quella villa in collina è la migliore delle garanzie possibili. Tanto a livello sportivo quanto dal punto di vista della privacy, seppur il serbo sia più giovane (22 anni) e non abbia una famiglia numerosa come quella dell’attaccante del Manchester United.

    Tutti gli approfondimenti sull’edizione di Tuttosport

    Guarda la galleryDa CR7 a DV7: dentro la villa sulle colline di Torino che fu di Ronaldo la vista è mozzafiato! LEGGI TUTTO

  • in

    Messi inquina meno di Ronaldo: per la sua Antonela sceglie la Mini elettrica

    Se l’eterno dilemma su chi sia migliore tra Cristiano Ronaldo e Messi si basasse sul rispetto dell’ambiente in tema di mobilità, il trofeo andrebbe senza dubbio alla nuova stella del Paris Saint-Germain. Mentre il portoghese e Georgina infatti continuano ad immortalarsi ed ad essere fotografati su supercar lussuosissime (ma molto inquinanti), lady Messi, Antonela Roccuzzo, sceglie una Mini Cooper SE Full Electric per sfrecciare tra le vie di Parigi. Una scelta non da tutti, viste le possibilità economiche che ha la Pulce, e non fatta da CR7 e Georgina. Antonela invece sfoggia con orgoglio la sua Mini, condividendo su Instagram alcuni dettagli della sua vettura green.Guarda la galleryMessi e Antonela: a Parigi senza auto di lusso ma con la Mini elettrica

    Zero emissioni, mille funzionalità

    Con la Mini 100& elettrica la famiglia Messi si sposta tra le meraviglie della Tour Eiffel, gli Champs-Élysées, e il Sacre Coeur, senza inquinare la Ville Lumière. Il modello, uscito nel 2021 ad un prezzo di 40mila euro, può raggiungere i 150 km/h ed ha un’accelerazione da 0 a 100 in 7,3 secondi.

    Oltre a essere Full Electric poi è anche full optional: la vettura ha un display da 5,5 pollici per visualizzare autonomia e carica della batteria, modalità di guida impostata e navigatore satellitare. Alcune informazioni possono essere lette anche a vettura spenta, come il tempo per arrivare al “pieno” mentre si sta ricaricando. Attraverso la MINI app poi, Antonella può programmare il navigatore prima della partenza per un viaggio, conoscendo oltre a tappe programmate e luoghi di interesse, anche le colonnine di ricarica presenti sul tragitto.

    Guarda la galleryCristiano Ronaldo lascia la Juve, dove raggiungerà le sue supercar? LEGGI TUTTO