consigliato per te

  • in

    Daily Express: “Ronaldo-United, clamoroso divorzio a fine stagione?”

    Occhio United, ora è davvero allarme Cristiano Ronaldo. La squadra di Solskjaer è sesta (insieme al Brighton) in Premier League, a -5 dal quarto posto occupato dal Liverpool di Klopp: uno scenario del genere, al termine della stagione, potrebbe portare CR7 a un clamoroso divorzio anticipato dai Red Devils. Ne ha parlato il Daily Express, puntando sulla sua voglia matta di giocare la Champions.Guarda la galleryRonaldo, in affitto la super villa di Torino: le foto
    United, niente Champions? Ronaldo saluta!
    “Non sono qui in vacanza – aveva dichiarato – Sono qui per continuare a vincere”. Lui ovviamente non sta deludendo le aspettative, dato che fin qui ha firmato nove gol nelle tredici partite disputate. A mandare su tutte le furie i tifosi dello United è invece Solskjaer, il principale indiziato della crisi che sta vivendo il club. CR7, riporta il tabloid, sarebbe rimasto scioccato dal calo degli standard dei Red Devils, a suo dire irriconoscibili rispetto al 2009: “Immaginarlo in Europa League è davvero difficile, non ci ha mai giocato” scrive il Daily Express. A rafforzare questa tesi anche le ultime parole di Rio Ferdinand: “Potrebbe vederla come una macchia sul suo curriculum”.
    I 10 sportivi più ricchi del mondo: ci sono Messi e Ronaldo LEGGI TUTTO

  • in

    City padrone ad Old Trafford: Ronaldo ko 2-0 e Chelsea a -3

    MANCHESTER (Inghilterra) – Il Manchester City di Pep Guardiola torna al successo e lo fa con autorità nel derby contro lo United ad Old Trafford in apertura del sabato dell’11ª giornata di Premier League: vittoria netta per 2-0 e assalto alla vetta, ora distante solo 3 punti dopo il pareggio del Chelsea. Terza sconfitta nelle ultime quattro partite invece per i ragazzi di Solskjaer che ora è nuovamente messo in discussione. Match a senso unico con Citizens a dirigere le operazioni subito dal fischio d’inizio, al 7′ gli ospiti sbloccano anche fortuitamente la contesa: cross di Cancelo dalla sinistra con Bailly che, per intercettare la sfera, impatta male spiazza De Gea per l’autogol dell’1-0. L’unico guizzo dei Red Devils arriva dai piedi di Cristiano Ronaldo (girata al volo di mancino) al 25′, un solo lampo in un tempo dominato dagli ospiti che al 44′ gelano Old Trafford. Sempre dai piedi di Cancelo arriva un cross sul secondo palo, De Gea e Shaw sono incerti e Bernado Silva li beffa per il 2-0. Nel secondo tempo non arriva la reazione da parte dei padroni di casa totalmente in balia del City.
    Manchester United-Manchester City 0-2, tabellino e statistiche
    Premier League, la classifica
    Il Chelsea pareggia: City a -3
    A Stamford Bridge pomeriggio complesso per i primi in classifica che pareggiano per 1-1 con il Burnley. I ragazzi di Tuchel, ancora privi di Lukaku, dopo un super forcing iniziale devastante trovano il vantaggio con Havertz al 33′, su assist di James. La gara sembra messa in sicurezza grazie anche al controllo da parte dei padroni di casa, ma nella ripresa, all’80’, è Vydra a pescare dal cilindro la rete del pari che taglia le gambe ai Blues incapaci di reagire fino al fischio finale, anzi nel recupero sono gli ospiti ad accarezzare il successo con la traversa che salva Mendy. Un risultato che giova anche al Liverpool di Klopp pronto a portarsi ad una sola lunghezza di distanza.
    Chelsea-Burnley, tabellino e statistiche
    Norwich e Crystal Palace ok
    In chiave salvezza colpo esterno del Norwich che va a vincere sul campo del Brentford per 2-1. Doppio vantaggio dei canarini nel primo tempo con Normann e il rigore di Pukki, a poco serve nella ripresa il gol dei padroni di casa con Henryt. Tre punti anche per il Crystal Palace che piega per 2-0 i Wolves grazie alle reti, tutte nel secondo tempo, di Zaha e Gallagher.
    Premier League, i risultati LEGGI TUTTO

  • in

    Cristiano Ronaldo, parcheggia male la Range Rover e si becca la multa al pranzo dello United!

    È costato caro il pranzo di squadra per Cristiano Ronaldo. Il portoghese per la fretta di raggiungere tutti i suoi compagni del Machester United e Solskjaer non ha prestato molta attenzione a dove ha parcheggiato la sua auto. E come un automobilista qualsiasi, è incappato in una sorpresa lasciata dai vigili.

    Tutto il Manchester United si è riunito in un ristorante italiano, nel quartiere di Hale a Greater Mancheste, peccato però che il post allenamento è andato di traverso al portoghese, che all’uscita dal locale ha trovato ad aspettarlo una multa sulla sua Range Rover Sport SVR. Il SUV, da 112.000 euro e con 575 cavalli che permettono di bruciare lo 0-100 in 4.5 secondi, era stato parcheggiato in divieto di sosta dall’ex juventino che non aveva badato troppo al cartello stradale sulla via.

    Cristiano Ronaldo sempre più Paperone: il suo garage vale 17 milioni di euro

    Periodo “salato” per l’ex juventino

    Quello che doveva essere un rilassante pomeriggio post allenamento si è concluso quindi con un “dolce” dal sapore salatissimo. Anche se non sono mancati i selfie sorridenti di CR7, postati sul suo profilo Instagram prima, dopo e durante il pranzo.

    Una ciliegina sulla torta, la multa, in un momento cruciale per l’ex juventino e per i Red Devils, chiamati a una prova di forza in vista del derby di sabato contro il Manchester City: vincerlo vorrebbe dire scacciare i fantasmi del brutto k.o col Liverpool perso 5-0 e il pareggio in Champios League contro l’Atalanta rimediato martedì scorso a Bergamo, e assicurerebbe un po’ di respiro al tecnico norvegese, ormai col futuro appeso a un filo e costantemente sotto la lente d’ingrandimento dei vertici della società.

    Cristiano Ronaldo, è in arrivo la Bugatti bianconera da 10 milioni di euro

    Guarda la galleryCristiano Ronaldo, nuova supercar in garage: ecco Bentley Flying Spur LEGGI TUTTO

  • in

    Cristiano Ronaldo e l'Atalanta, il gesto a fine partita verso i tifosi

    C’è stato bisogno di un super Cristiano Ronaldo per fermare l’Atalanta: con un bilancio di sei gol realizzati in sette incontri, il campione portoghese ha acciuffato il pareggio al Gewiss Stadium proprio allo scadere, confermando il primo posto nel girone del suo Manchester United e relegando la Dea al terzo posto. Grande rammarico per gli uomini di Gasperini, che chiudono la doppia sfida con i Red Devils raccogliendo un solo punto. La beffa CR7 ha fatto infuriare i tifosi bergamaschi, che a fine partita lo hanno fischiato: lui ha deciso di rispondere a modo suo. LEGGI TUTTO

  • in

    Allegri: “La Juve ha bisogno di aver paura. Ronaldo? È stato un onore”

    TORINO – “Come sto? Sto bene, oggi è il compleanno di mio figlio quindi è una grandissima giornata. Nel calcio non si può né sempre vincere né sempre perdere, in questo momento la cosa che dobbiamo fare è stare in silenzio e lavorare, imparare a capire i momenti della partita. Non puoi prendere gol al 43’ del primo tempo e non puoi prendere gol al 95’, sono dettagli che condizionano le prestazioni e l’umore. Bisogna essere bravi a lavorare e ad affrontare domani la partita col Verona nel migliore dei modi”. Alla vigilia della trasferta veneta in casa dell’Hellas dell’ex Igor Tudor, il tecnico della Juve Massimiliano Allegri striglia i suoi, reduci dal ko interno con il Sassuolo, ai microfoni di Dazn.
    Allegri: “La Juve deve avere grande rispetto per il Verona”
    “Non è questione di restare felici, nel calcio certe cose succedono. Domani affrontiamo una squadra che sta bene e che ha ritmo, dobbiamo avere grande rispetto per il Verona come per tutte. E poi martedì abbiamo il primo obiettivo da centrare che è il passaggio del turno in Champions. Se riuscissimo potremmo avere più tempo per lavorare sul campionato”.
    Allegri: “La Juve ha provato a vincere fino all’ultimo”
    “Il calcio è bello perché dopo la partita parlano tutti. Se vinci sei un bravo ragazzo, se perdi purtroppo… ditela voi la parola. In questo momento qui dobbiamo essere bravi a diventare dei bravi ragazzi, ovvero vincere qualche partita in più. Col Sassuolo abbiamo creato tante occasioni, poi alla fine il risultato condiziona dall’esterno le prestazioni. Io invece devo valutare le prestazioni, la squadra fino alla fine ha provato a vincere la partita e a portare a casa almeno il pari, abbiamo preso un gol che dovevamo evitare, fa parte della vita, del calcio e di tutti i lavori. Quando sei giovane non hai la malizia di un giocatore che ha giocato 400 partite in Serie A. In questo momento qui non c’è da parlare, ma solo da lavorare”.
    Allegri: “Inter favorita, la Juve non deve pensare”
    “La Juve al momento non deve pensare agli obiettivi, pensiamo al Verona e poi alla Champions facendo un passetto alla volta. Al resto poi ci pensano le altre. Io penso che l’Inter rimanga la favorita, ma Milan e Napoli stanno facendo bene e hanno tutte le carte per vincere il campionato. Poi nel calcio può capitare un filotto negativo in cui ti mangi tutto il vantaggio, ma noi dobbiamo pensare a noi”.
    Allegri: “Un onore aver allenato Ronaldo”
    “Io ho imparato una cosa, le cose che vengono dette e le cose che vengono fatte sono a interpretazione di ognuno. Credo che Chiellini abbia detto delle cose in maniera positiva. Per me è stato un onore aver allenato Ronaldo, chiaro che a tre giorni dalla fine del mercato non era facile sostituire Ronaldo, anche se la società è stata brava a prendere Kean. È solo una questione di mercato”.
    Allegri: “Superlega? Servono decisioni importanti”
    “Superlega? Già faccio fatica a fare l’allenatore. Il presidente sa benissimo le cose che ci sono da fare, io credo che per migliorare il calcio e la qualità c’è da prendere delle decisioni importanti, questo sì”.
    Allegri: “Out Kean e De Sciglio, torna Bernardeschi”
    “Dovrebbe rientrare Bernardeschi. Oggi si aggrega alla squadra e vediamo il dolore alla spalla come va e poi De Sciglio e Kean fuori – aggiunge Allegri ai microfoni di Juventus Tv -. Il Verona? Da quando hanno cambiato allenatore hanno un modo di giocare diverso. Sono tornati ad essere come l’anno scorso, aggressivi in avanti e uomo a uomo a tutto campo. Sono in un buon momento, hanno entusiasmo. Ci vorrà una bella prestazione. Tudor ha dato un’impronta nella quale ha dato seguito a quello che ha fatto Juric negli ultimi anni. Sono aggressivi e hanno una buona tecnica e loro sono una buona squadra con buoni giocatori”. LEGGI TUTTO

  • in

    Cristiano Ronaldo e Georgina aspettano un altro figlio: l'annuncio a sorpresa

    “Spero di avere più figli, il mio desiderio di maternità è più forte di qualsiasi cosa”. Un anno fa Georgina Rodriguez apriva alla possibilità di allargare la sua già numerosissima famiglia e ora quel desiderio diventa realtà. È lo stesso Cristiano Ronaldo a farlo sapere sui social, rivelando un dettaglio a sorpresa. “Sono felice di annunciare che aspettiamo due gemelli – ha scritto su Instagram, pubblicando la foto dell’ecografia – I nostri cuori sono pieni di amore, non vediamo l’ora di incontrarvi”.  Stando a quanto riporta il settimanale “Hola”, la compagna di Cristiano Ronaldo sarebbe incinta di 12 settimane, circa tre mesi. Ai tempi la coppia ancora viveva a Torino, prima di salutare la Juventus in agosto e trasferirsi al Manchester United. Il fuoriclasse portoghese sarà quindi di nuovo papà, per la quinta (e sesta!) volta.

    Cristiano Ronaldo: Georgina è incinta

    Georgina e Ronaldo hanno quattro figli: Cristiano Ronaldo Jr., nato nel 2010, i gemelli Eva e Mateo, e Alana Martina, arrivata nel 2017. I due si sono conosciuti nel 2016 nella boutique di abbigliamento dove lei lavorava ai tempi. “È stato amore a prima vista – ha raccontato la modella spagnola – Il destino ci ha riuniti. Cristiano è una delle persone migliori che conosco. Mi protegge, abbiamo un grande legame. E non posso negare l’ovvio: è una bomba! Di Crì mi attrae tutto”. Cinque anni dopo, CR7, Georgina e i loro figli sono diventati una vera squadra e sembra proprio che in aprile daranno il benvenuto anche a due nuovi membri.

    Guarda la galleryRonaldo, in affitto la super villa di Torino: le foto LEGGI TUTTO

  • in

    Ronaldo, stoccata a Bonucci e Chiellini? “Chi mi critica mi teme”

    MANCHESTER (Regno Unito) – “So quando la squadra ha bisogno del mio aiuto in difesa. Ma il mio ruolo nel club è vincere, aiutare la squadra a vincere e segnare gol. La difesa fa parte del mio lavoro. Le persone che non vogliono vederlo è perché non gli piaccio, ma ad essere onesti ho 36 anni, ho vinto tutto, perché mi devo preoccupare delle persone che dicono cose cattive su di me? Dormo bene la notte. Vado a letto con la coscienza a posto. Continuo così perché chiuderò ancora la bocca a chi mi critica e vincerò altri trofei”. Pur senza nominarli nell’intervista concessa a Sky Sports Uk, secondo i media inglesi l’ex fuoriclasse della Juventus Cristiano Ronaldo, tornato in estate al Manchester United, avrebbe voluto rispondere a Chiellini e Bonucci, che avevano criticato le tempistiche del suo trasferimento in Inghilterra.
    Cristiano Ronaldo: “Chi mi critica conosce il mio potenziale”
    “Le critiche fanno sempre parte del mondo del calcio e del business. Non sono preoccupato per questo. E la vedo come una cosa buona ad essere onesti. Se si preoccupano per me o parlano di me, è perché conoscono il mio potenziale e il mio valore nel calcio. Quindi va bene. Ti faccio un esempio: se sei in una scuola e sei lo studente migliore, chiedi allo studente peggiore chi gli piace di più, dirà che il migliore non gli piace”.
    Cristiano Ronaldo: “Sono allo United per vincere”
    “Penso che la cosa principale sia che sono ancora felice e mi sto godendo il calcio. Non importa quante cose ho vinto nella mia carriera. Ho vinto tutto ma sono ancora motivato. Sono in un nuovo capitolo del mio vita, nonostante la mia età, ed è per questo che sono qui – per provare a vincere – e penso che il Manchester debba essere a questo livello per vincere e pensare di vincere grandi cose, quindi sono qui per aiutare. Il Manchester United ha una storia fatta di vittorie e non sono qui per le vacanze. Ho detto ai miei compagni che vedo un enorme potenziale in questa squadra; giocatori molto giovani, giocatori con potenziale, e sono qui per vincere e per aiutare il team a costruire nuove cose. Non ho cantato perché ho detto loro che cantavo qualche anno fa! Ma è stato bello. I ragazzi, mi hanno capito, è stato un bel discorso ed ero felice quella sera”.
    Cristiano Ronaldo: “Un pareggio con l’Everton è come una sconfitta”
    “Non mi piace perdere. Era un pareggio? Per me pareggiare in casa contro l’Everton – con tutto il rispetto – è come una sconfitta. Forse sto pensando male, ma questo è il motivo per cui ho vinto tanti trofei durante la mia carriera e ho giocato per i club più importanti del mondo. Quindi, come ho detto, qui le critiche ci saranno sempre. Non mi nascondo e, a dire il vero, non mi interessa proprio perché so che il calcio è così. Le mie reazioni sono quelle che provo in quel momento. La maggior parte delle volte quando parlo è molto, molto positivo, ma a volte, a seconda delle situazioni, forse dico cose su cui non si è d’accordo, ma sono fatto così”.
    Cristiano Ronaldo: “Sono così, non cambierò mai”
    “Tutti mi conoscono. Sono sempre stato così; non cambierò ora con la mia età. Darò sempre il 100% per questo club e le mie reazioni fanno parte di ciò che sono. Non voglio però ferire qualcuno. So che ci saranno occhi su di me a causa di quello che sono, quello che raggiungo, quello che vinco. Non vogliono darmi credito per le cose buone, troveranno sempre le cose cattive, ma per me non è un problema. La vita è una lezione costante e imparo ancora con i miei errori, cercando di migliorare sempre”. LEGGI TUTTO

  • in

    Cristiano Ronaldo, che disavventura sotto la pioggia: sfreccia in Lambo e l'acqua…

    Ci sono schizzate d’acqua e schizzate d’acqua: quella che ha avuto come protagonista Cristiano Ronaldo vale più di 185mila euro. Lo scorso venerdì infatti l’ex Juventus oggi al Manchester United, al volante della sua Lamborghini Urus color grigio, è stato pizzicato dai fotografi mentre alzava un grande muro d’acqua dopo aver sfrecciato con la sua vettura.

    CR7 contro pioggia e fango

    Il portoghese si stava recando al centro d’allenamento dei Red Devils sotto condizioni climatiche avverse. La pioggia battente nel nord-ovest dell’Inghilterra infatti ha generato numerose e ampie pozzanghere lungo l’asfalto. Cristiano Ronaldo, al volante del super SUV della Casa di Sant’Agata – non si sa se effettivamente fa parte della sua collezione super lussuosa di auto oppure è un modello che ha semplicemente noleggiato una volta tornato a Manchester – ha beccato una di quelle pozzanghere, provocando un enorme schizzo d’acqua fangosa. Fortunatamente, non c’erano passanti né altre vetture.

    Sportivi col garage auto più costoso: c’è anche Cristiano Ronaldo nella Top 12

    Non è la prima “disavventura” per l’ex Juventus alle prese con le sue supercar: la scorsa settimana ha infatti dovuto aspettare oltre 7 ore in coda dal benzinaio per fare rifornimento alla sua Bentley Flying Spur, data la crisi del carburante che in questo periodo sta affliggendo la Gran Bretagna. LEGGI TUTTO